Tipologie per Coperture a verde

NEWS DI Progettazione05 Marzo 2013 ore 01:02
Le coperture a verde pensile sono realizzabili in diversi modi,con strati e vegetazione intensiva ed estensiva diversa a seconda del risultato finale da ottenere.

Tetto verde



green roof, coperture a verdeLe coperture a verde sono ormai molto gettonate e sono l'espressione di un progressivo approccio al miglioramento ambientale, che mira a creare luoghi e spazi fruibili e piacevoli, anche all'interno del sistema urbano.

Una tecnica costruttiva e di finitura che non solo mira all'estetica, ma anche alla riduzione del fabbisogno energetico degli edifici, incrociando aspetti tecnologici, architettonici e agronomici.

Il tetto verde viene realizzato mediante una finitura superficiale della copertura che si attua mediante l'uso di terriccio e vegetazione, sia che la superficie sia piana che parzialmente inclinata.
Generalmente vengono individuate tre tipologie di copertura a verde:

1. verde estensivo
2. verde intensivo
3. verde intensivo leggero.


Copertura a verde estensivo



coperture a verde estensivo, sedumIl tetto verde estensivo è una tipologia di copertura con vegetazione che ha solitamente spessore ridotto e peso contenuto. Le piante prescelte sono perlopiù di facile manutenzione, senza grossi interventi durante l'arco dell'anno.

La copertura a verde estensivo viene spesso utilizzata su coperture e tetti di grandi dimensioni, come capannoni industriali, aziende ed edifici pubblici, con lo scopo principale di riduzione del fabbisogno energetico.

La scelta delle specie di piante da utilizzare è spesso legata anche alle stesse dimensioni del tetto, che essendo notevoli, non comportano sempre l'uso di impianti di irrigazione.
Meglio allora scegliere piante che siano in grado di sopportare a lungo la siccità, ma anche di autoriprodursi e propagarsi autonomamente.

Sedum


Una delle piante più gettonate è il sedum, nelle sue diverse varietà. Questa specie consente di avere una copertura semplice, facile da gestire e con una manutenzione davvero ridotta. La struttura finale è leggera e aiuta nella compensazione ambientale energetica dell'edificio.

Non ultimo per importanza, il costo contenuto, che consente di utilizzare questo sistema anche in sostituzione della classica copertura ad inerti.

Piante Perenni


coperture a verde Oltre al sedum per la copertura a verde estensivo possono anche essere utilizzate delle specie perenni, dove la riuscita estetica è sicuramente più alta e scenografica.

La scelta della finitura con piante perenni è da preferire in caso di climi temperati e temperati caldi, e può anche essere mischiata in percentuali diverse alle diverse specie di sedum.

Le perenni nel verde estensivo rendono un po' più movimentato l'aspetto finale della copertura e possono essere impiegate sia in un tetto verde classico che in caso di coperture a risparmio energetico migliorato o con risparmio idrico controllato.

Aromatiche


Rientra sempre nelle coperture estensive anche l'uso delle piante aromatiche. Un'interessante scelta estetica che si dimostra nel tempo un po' più complicata nella gestione ma di notevole impatto estetico e di profumi.

Le perenni agiscono comunque sull'aspetto di mitigazione della temperatura e di risparmio energetico, ma nel contempo permettono grazie ai diversi aromi, soprattutto se studiati con una messa a dimora mista e pensata, di raggiungere un risultato molto gradevole alla vista.


Copertura a verde intensivo


green roof, coperture a verde intensivoLe coperture a verde intensivo sono applicazioni di vegetazione che consentono la creazione di giardini pensili, prati e superfici utilizzabili a tutti gli effetti.

Sono strutture in cui è inserito un impianto di irrigazione che consente la manutenzione e la cura della vegetazione, usata per abbellire e rendere fruibili proprio come veri giardini, superfici pensili come terrazzi, tetti e garage.

Anche in questo caso la vegetazione è multiforme. Si spazia da distese erbose, all'uso di piante perenni ed erbe aromatiche, a cui si accompagnano però cespugli e in alcuni casi veri e propri alberi anche di grosse dimensioni.

coperture a verde pensileA differenza delle coperture a verde estensivo lo strato di base è almeno superiore a 15 – 20 cm, con punte anche di 50 – 60 cm, per consentire lo sviluppo adeguato delle radici.

La base della copertura viene integrata con un substrato appositamente studiato che integra diversi materiali.

Al contrario del caso precedente, con il verde estensivo la copertura necessita di un controllo di stabilità e della realizzazione di strati appositi drenanti e impermeabilizzanti, da prevedere dopo un'analisi attenta sull'integrazione della parte verde con il sistema inerte sottostante.

Per quanto riguarda i pesi delle strutture, vista anche l'estensione a volte di queste coperture, è preferibile calcolarli in versione di massima saturazione idrica della superficie verde, che varia alquanto la situazione.


Coperture a verde intensivo leggero



coperture a verde intensivo

Oltre al verde intensivo, per le coperture a volte viene prevista anche una terza via, che è un po' un mix delle precedenti: ovvero il verde intensivo leggero.


In questo caso la scelta della vegetazione viene finalizzata a mantenere uno strato di base non eccessivo, introducendo specie di piccole e medie dimensioni, esclusivamente di tipo erboso o di tipo arbustivo.


Prato in fiore


In alcuni casi per le copertura a verde intensivo leggero è previsto anche l'uso di prato in fiore, ad esempio per strutture di grandi dimensioni come parchi o spazi verdi pensili comuni.
È una buona alternativa al prato inglese di sola erba, che comporta spesso maggiori sforzi in termini di manutenzione, a causa degli sfalci ripetuti durante la stagione primaverile ed estiva.


Dove rivolgersi per coperture a verde



tetto verde, copertura a sedumQualora vogliate realizzare una copertura a verde sia di tipo intensivo che estensivo ci sono numerose aziende specializzate, in grado di fornire già online un'indicazione dei costi e delle modalità di intervento, a seconda della tipologia prescelta.

Ad esempio Harpo Group ha al suo interno una divisione specifica, chiamata Seic Verdepensile, specializzata proprio nella realizzazione di coperture a verde di vario tipo, i cui costi e specifiche tecniche sono già in parte consultabili direttamente dal sito.

Anche il marchio Daku propone una vasta gamma di realizzazioni pensili verdi oltre ad un pratico servizio online per il calcolo rapido del preventivo direttamente da web.

riproduzione riservata
Articolo: Tipologie per Coperture a verde
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 5 voti.

Tipologie per Coperture a verde: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Tipologie per Coperture a verde che potrebbero interessarti
Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Spazio esterno - Bando di concorso indetto da Myplant & Garden per la realizzazione di un giardino pensile che fungerà da palestra a cielo aperto, in una struttura ospedaliera.
Vantaggi verde pensile

Vantaggi verde pensile

Orto e terrazzo - Tetti verdi e giardini in copertura, per migliorare il clima, il microclima dell'edificio, oltre che agire sull'isolamento, con conseguente risparmio energetico
Scegliere il tipo di verde pensile da installare sul proprio terrazzo

Scegliere il tipo di verde pensile da installare sul proprio terrazzo

Orto e terrazzo - Il verde pensile oggi costituisce un'ottima soluzione estetica e funzionale, per le coperture degli edifici. Ecco alcuni accorgimenti tecnici da poter adottare.

Giardininterrazza 2011

Giardino - Alll'Auditorium Parco della Musica di Roma, la prima manifestazione italiana dedicata al verde urbano.

I maestri del paesaggio a Bergamo Alta

Giardino - Nella splendida cornice della città lombarda torna il paesaggio e le sue mille sfumature, con eventi e laboratori incentrati sul verde.

Progettare un giardino pensile sulla terrazza

Sistemazione esterna - Un giardino pensile sulla terrazza della mansarda: il pavimento in cotto fa da vialetto sinuoso tra i prati fioriti, creando un'oasi di verde sul tetto di casa.

Membrana antiradice

Sistemazione esterna - La membrana antiradice, all'interno della stratigrafia di un giardino pensile, è fondamentale per garantire la durabilità del solaio di copertura sottostante.

Perché realizzare un giardino pensile

Spazio esterno - Il giardino pensile rappresenta la soluzione ideale per sfruttare al meglio la copertura di un edificio con vantaggi dal punto di vista ambientale ed economico.

Tetto verde, cos'è e che vantaggi comporta

Progettazione - Il tetto verde, una soluzione innovativa per il benessere dell'uomo e dell'ambiente. Riduce le dispersioni termiche e contribuisce alla riduzione di CO2 nell'aria.
REGISTRATI COME UTENTE
295.393 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Poltrona poly pensile
    Poltrona poly pensile...
    218.00
  • Ciottoli di verde alpi mm. 25-40
    Ciottoli di verde alpi mm. 25-40...
    580.00
  • Prato verde sintetico professionale
    Prato verde sintetico professionale...
    42.00
  • Seves glassblock vetromattone luminescent rotondo verde
    Seves glassblock vetromattone...
    25.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.