Termocamino, copertura con pietre a vista

NEWS DI Ristrutturazione21 Ottobre 2009 ore 11:06
Recuperare il calore del camino con il fascino delle pietre a vista.
riscaldamento
Archivio Lavorincasa.it

TermocaminoSono molto rare le persone che rimangono indifferenti al fascino di un camino acceso.

Chi non prova una sensazione di calma e serenità sentendo il crepitare della legna molto probabilmente ha seri problemi di udito.

Certamente hanno una sensibilità aliena quelli che percependo il profumo che la resina del legno diffonde non provano un piacere dolce, atavico.

Sicuramente da evitare chi non sofferma neanche per un istante lo sguardo sulle fiamme e sui continui cambiamenti del colore della brace.


Il fuoco del camino però, come sappiamo, scalda più il cuore che l'ambiente domestico.
Gran parte del calore che sprigiona fugge via veloce per la canna fumaria.

Il massiccio spreco termico è la ragione per cui nelle case di una volta, prima dell'arrivo del moderno riscaldamento, era la stufa o la cucina economica a rendere vivibile una casa ; al camino era relegata una funzione diversa, un ruolo più funzionale; serviva infatti principalmente per bollire il latte, una sorta di pastorizzazione, fondamentale nella produzione del formaggio.

Da qualche anno le cose sono cambiate.

La ricerca e le tecniche metodologiche hanno fatto passi da gigante ed oggi sono in commercio camini che scaldano case intere. Si chiamano monoblocchi o termocamini.
Riescono a scaldare alte metrature grazie ad un reticolo di tubi di canalizzazione che finiscono nei diversi ambienti della casa.

Ricordiamoci che qualsiasi modifica strutturale apportata in un' abitazione necessita di una DIA (Dichiarazione Inizio Attività) da presentare al Comune tramite un profesionista abilitato.

Di monoblocchi ne esistono di svariate forme, per esempio rotondi, piatti, romboidali.
Anche le dimensioni sono diverse così come i rendimenti in termini di potenza termica rilasciata.
Quando in un esercizio commerciale vediamo un camino monoblocco in vendita notiamo subito che questo non ha un aspetto molto accattivante.

Sembra un armadio di metallo pesante nero dalla forma strana, piuttosto bruttino.
Obbligatorio ricoprirlo! Oltre che per motivi funzionali anche per oggettive questioni estetiche.
Si può vestire il termocamino in molti modi, a seconda dei gusti personali.

Il lavoro che ci approntiamo a fare è quello di rivestirlo con pietre a vista.

A seconda del risultato finale che si vuole ottenere questo lavoro può impegnarci in modo più o meno lungo. Iniziamo la spiegazione delle tecniche con il lavoro base, quello più breve e semplice.Pietre tipi

Per prima cosa dobbiamo procurarci le pietre. Sono commercializzate nei centri di materiale edile. Possiamo anche procurarcele da soli; nelle zone rurali se ne incontrano parecchie.

Nostri alleati sono i contadini che per proteggere le attrezzature che utilizzano nella lavorazione dei terreni le raccolgono e le abbandonano.
Le pietre non dovranno essere arrotondate ma piatte per permetterci di sovrapporle con maggiore facilità.
Anche la loro grandezza è importante.

Più saranno grandi maggiore sarà lo spazio della casa che verrà occupata dalla parete che stiamo per innalzare. Ora, circondati dalle nostre pietre, possiamo iniziare.
Come aggregante tra pietra e pietra utilizzeremo del cemento classico, della sabbia e della calce. Mazzetta e scalpello

Per avere una miscela adatta a questo tipo di lavoro li uniremo in questa proporzione: tre parti di sabbia, due di cemento e due di calce. Se preferiamo esistono in commercio malte già pronte a cui bisogna aggiungere solo l'acqua.


Se non siamo sicuri della validità della malta fatta da noi possiamo aggiungergli quegli additivi che ne aumentano la capacità adesiva.

Non è necessario utilizzare per questo lavoro della malta refrattaria né del cemento a presa rapida.


Tracceremo sul pavimento la linea del perimetro che abbiamo deciso. Poseremo lungo questa linea una prima striscia di malta e appoggeremo sopra le prime pietre.
Queste dovranno essere ben pulite; dovremo asportare con cura tutte le tracce di muschio o di terra. Importante è ricordarsi che le pietre per legarsi bene alla malta dovranno essere prima bagnate.

È consigliabile quindi avere vicino un secchio di acqua dove immergere le pietre.
Così facendo, pietra dopo pietra, la nostra parete si materializzerà. Applicheremo, per armare la nostra struttura, dei tondini di ferro di almeno dodici millimetri di diametro nella parte interna della parete che stiamo innalzando. Con della malta uniremo i tondini alle pietre.

Controlleremo ogni tanto se stiamo andando su in modo dritto. Basterà mettere un oggetto perpendicolare vicino alla parete e guardare se lo spazio vuoto tra le pietre e l'oggetto rimane costante. Particolare con pietre a vistaPer fare incastrare meglio le pietre tra loro asporteremo spigoli e creste con colpi di mazzetta. In questo caso sarà necessario proteggere gli occhi con una maschera adatta.

Questo è come dicevamo il lavoro base.
Il difetto che potrebbe avere un impostazione lavorativa come quella appena descritta è di produrre un rivestimento che potrebbe apparire un po' finto, artificiale.

Se abbiamo tempo ma soprattutto pazienza con qualche semplice accorgimento riusciremo a far sembrare il nostro monoblocco un camino antico. Per antichizzarlo dobbiamo immaginarci come erano fatti un tempo i muri in pietra.

Le pietre che li componevano non erano legate tra loro dal cemento; venivano con perizia incastrate una con l'altra utilizzando materiale di dimensione diversa.
Gli spazi vuoti venivano riempiti di terra e fango.
Il primo accorgimento quindi sarà quello di eliminare il più possibile le tracce di cemento.

Per far ciò è importante che quando posiamo la malta su una pietra prima di appoggiargliene sopra un'altra la malta sia posizionata più verso il monoblocco che verso l'esterno.
In questo modo, schiacciandosi, la malta tenderà a fuoriuscire più in direzione interna che esterna.

Anche utilizzando questo metodo potrebbe succedere che una parte di cemento, sotto la pressione delle pietre, tenderà ad uscire fuori. Non cerchiamo di togliere questa sbavatura subito.
Sia utilizzando una spatola che con una spugnetta o un pennello riusciremmo solo a peggiorare la situazione. Provocheremmo infatti la formazione di gocciolamenti di acqua mista a malta.

Questa verrà subito assorbita dalle pietre lasciando segni indelebili.
Il sistema più efficace è quello di aspettare che il cemento si indurisca un po per poi eliminarlo con una spazzola di ferro. Il tempo necessario perché questo accada dipende dalle condizioni climatiche.

Più l'aria è umida e fredda più tempo ci vorrà perché indurisca.
Un altro accorgimento per rendere più graziosa la nostra copertura è quello di utilizzare pietre di dimensioni differenti, anche molto piccole, e di colori diversi.

L'aspetto naturale delle pietre ha un particolare fascino.
Per esaltarne le sfumature applicheremo con un pennellino una leggera mano di olio di lino.
Ora non ci resta altro che apprestarci a trascorrere ore serene davanti al focolare!


riproduzione riservata
Articolo: Termocamino, copertura con pietre a vista
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Termocamino, copertura con pietre a vista: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Termocamino, copertura con pietre a vista che potrebbero interessarti
Riscaldamento a pannelli radianti

Riscaldamento a pannelli radianti

Migliori risultati nella resa degli impianti solari.
Impianto di riscaldamento, uso e spese

Impianto di riscaldamento, uso e spese

Con l?autunno, come d?abitudine, si ripropongono tutte le tematiche inerenti l?uso dell?impianto di riscaldamento ed i relativi costi.Vediamo le...
Consigli per risparmiare energia termica

Consigli per risparmiare energia termica

Durante la stagione invernale accorgimenti semplici e piccole ristrutturazioni contribuiscono sensibilmente al risparmio energetico.
Guida al riscaldamento

Guida al riscaldamento

Come scegliere il sistema più adatto per riscaldare al meglio la tua casa.
Differenze tra fotovoltaico e solare termico

Differenze tra fotovoltaico e solare termico

La scelta del fotovoltaico oppure del solare termico non risulta sempre così semplice, importante è comprendere, in primis, il funzionamento e le differenze tra le due tecnologie.
Discussioni Correlate nel Forum LavorincasaTag ForumRiscaldamento
Img tonyfreepost
Ciao a tutti, sono nuovo del forum e ho letto tutta la conversazione, avrei bisogno dei vostri pareri riguardo all'impianto che sto facendo. Per cominciare ho un appartamento di...
tonyfreepost 29 Aprile 2018 ore 20:20 2
Img wilson2904
Buongiorno a tutti, ci stiamo accingendo a definire i lavori di ristrutturazione su una casa appena acquistata. Al momento è presente un riscaldamento a termosifoni,...
wilson2904 28 Aprile 2018 ore 11:25 2
Img effepi2
Salve, la mia caldaia a gasolio sta tirando le cuoia e sto considerando un rinnovo o un cambio di tecnologia.. Abito in una casa bifamiliare con circa 115mq calpestabili, 2 piani...
effepi2 19 Marzo 2018 ore 17:19 1
Img tedwallenberg
Prima descrivo la situazione logistica: Appennino tosco emiliano, paese di montagna a 800 m. d'altezza, casa di tre piani (SEI appartamenti, due per piano) più p.t. adibito...
tedwallenberg 02 Marzo 2018 ore 22:56 2
Img aviatore62
Un paio di domande circa il riscaldamento a pavimento:1) Cosa si intende per smontaggio e dismissione impianto di climatizzazione invernale esistente?2) Negli interventi...
aviatore62 07 Marzo 2018 ore 14:47 2
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.415 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Klover caldaia pellet kw 25 8 riscaldamento
    Klover caldaia pellet kw 25 8...
    5155.00
  • Riscaldamento soffitto
    Riscaldamento soffitto...
    87.00
  • Elbi vaso espansione riscaldamento lt 18 a
    Elbi vaso espansione riscaldamento...
    29.00
  • Elbi vaso espansione riscaldamento lt 5 a
    Elbi vaso espansione riscaldamento...
    23.00
  • Camera matrimoniale completa milano
    Camera matrimoniale completa milano...
    690.00
  • Kit illuminazione fotovoltaica
    Kit illuminazione fotovoltaica...
    179.00
  • Ponte giulio vasca 654 per disabili ed
    Ponte giulio vasca 654 per...
    3034.50
  • Rete a tavola
    Rete a tavola...
    68.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE:
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.