Tari maggiorata per errore: i consumatori chiedono il rimborso

FLASH NEWS DI Fisco casa
La Tari, tassa sui rifiuti urbani, in alcuni Comuni italiani sarebbe stata pagata addirittura il doppio a causa di un errore di calcolo della sua quota variabile
10 Novembre 2017 ore 16:12
Francesca Panico

Tari maggiorata per un errore di calcolo


Per un errore di calcolo la tassa sui rifiuti è stata gonfiata, probabilmente del doppio.
È notizia dell'ultima ora che ha messo in tumulto i consumatori. Un'interrogazione parlamentare ha rivelato un calcolo errato della Tari, la tassa sui rifiuti urbani che in alcuni Comuni italiani sarebbe stata pagata addirittura il doppio rispetto al giusto dovuto, questo per un errore nel computo della quota variabile del tributo.

Maggiorazione Tari, tassa sui rifiuti urbani
A svelare la grave irregolarità, che fa riferimento a un periodo di ben cinque anni, è un'interrogazione parlamentare rivolta dal deputato pugliese Giuseppe L'Abbate del M5S, al sottosegretario all'Economia Pier Carlo Baretta, in seguito a segnalazioni giunte da varie città italiane. La richiesta cita come fonte un articolo del Sole24ore che già nel 2014 denunciava un errore nel calcolo della Tari.

Diversi i Comuni coinvolti, tra i quali: Milano, Genova, Ancona, Napoli, Catanzaro e Cagliari.

La Tari, serve a finanziare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti; la tassa comprende una quota fissa e una variabile. La parte fissa dipende dai metri quadri della casa mentre quella variabile dipende dal numero dei membri del nucleo familiare lì residente.
La quota variabile andrebbe calcolata una sola volta, poiché l'esistenza di svariate pertinenze (box auto, cantina etc) non accresce la quantità d'immondizia prodotta. L'errore dei Comuni accusati di averla maggiorata sta proprio nell'aver applicato tale quota variabile tante volte quante sono le pertinenze dell'abitazione.

Intanto l'Associazione dei Consumatori, sul piede di guerra, ha lanciato la campagna SOS Tari per chiedere i rimborsi ai Comuni che avrebbero applicato la tassa con il calcolo maggiorato.
Per aderire all'iniziativa bisogna inviare una email alle sedi locali: l'associazione si occuperà di verificare gli avvisi di pagamento e inviare l'istanza di rimborso al municipio di competenza.

riproduzione riservata
Articolo: Tassa rifiuti maggiorata per errore
Valutazione: 4.75 / 6 basato su 8 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Tassa rifiuti maggiorata per errore: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Tassa rifiuti maggiorata per errore che potrebbero interessarti
Pagamento della TARI per i proprietari di una seconda casa

Pagamento della TARI per i proprietari di una seconda casa

Se siamo proprietari di una seconda casa ma questa non è abitata nemmeno da terzi, è ugualmente necessario il pagamento della TARI, la tassa sui rifiuti urbani?...
Tari maggiorata: ecco i chiarimenti da parte del Mef

Tari maggiorata: ecco i chiarimenti da parte del Mef

Con la circolare del Mef, pubblicata il 20 novembre scorso sono, stati definiti i nuovi criteri di calcolo della Tari le modalità di rimborso per i contribuenti...
Tassa rifiuti: riduzione ed esenzione Tari

Tassa rifiuti: riduzione ed esenzione Tari

La Tari, la nuova tassa rifiuti nata con la IUC, che ha sostituito la Tarsu e la Tares non deve essere pagata sempre. Ecco i casi di riduzione ed esenzione.
Come si calcola la TARI

Come si calcola la TARI

Ecco le istruzioni e le regole per il calcolo della Tari, la tassa sui rifiuti, introdotta con la IUC, insieme a IMU e Tasi, per sostituire la Tares e la Tarsu.
TARI, tassa sui rifiuti urbani

TARI, tassa sui rifiuti urbani

La Tari è l'imposta che sostituisce dal primo gennaio di quest'anno la vecchia Tares ed è destinata a finanziare i servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti.
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok