Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Superbonus, Sismabonus, Bonus facciate: quali documenti conservare?

L'Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 28/E, riepiloga tutta la documentazione necessaria da conservare per accedere ai principali bonus fiscali per la casa
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Superbonus 110 e bonus facciate: quali documenti conservare?


Con la circolare 25 luglio 2022, n. 28/E, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta a chiarimento di numerosi aspetti relativi ai principali bonus, in particolare, riguardo al superbonus 110 e al bonus facciate 2022.

Sin dalla introduzione della nota agevolazione fiscale del bonus 110%, la normativa ha subito importanti modifiche che riguardano in primis la semplificazione, da più parti invocata, della complessa procedura e del copioso elenco di documentazione da produrre (e conservare) per usufruire della detrazione, ai fini delle imposte sui redditi.

Documentazione superbonus 110
Il tasto da sempre dolente del bonus 110 per cento è rappresentato dagli eccessivi adempimenti e dalla burocrazia da alcuni definita “inutile”, che ha frenato l’avvio di numerosi cantieri.

Troppa confusione è stata da sempre registrata dagli operatori di settore riguardo agli adempimenti necessari per usufruire delle principali e più importanti detrazioni fiscali del superbonus 110 e del bonus facciate.

A medesime conclusioni si giunge in parte con riferimento all’altro importante bonus edilizio, ovverosia il bonus facciate.

Sul punto è intervenuta la citata circolare dell’Agenzia delle Entrate, che ha dedicato una particolare attenzione al tema.


Obblighi conservativi per il bonus 110 per cento e il bonus facciate


Come noto, ai fini della corretta fruibilità dei bonus edilizi in generale, occorre il rispetto di un rigoroso onere di conservazione della documentazione, la cui rilevanza si manifesta principalmente ex post, poiché costituisce un ottimo strumento di difesa del contribuente in caso di controllo da parte dell’Amministrazione finanziaria, anche a distanza di diversi anni.

Bonus 110 e bonus facciate
Con specifico riferimento alla detrazione fiscale del 110 superbonus, stante la portata e la misura della percentuale detraibile, tali accertamenti verosimilmente saranno più ampi, poiché non si limiteranno solo a un mero controllo ex art. 36 bis, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 della corrispondenza tra i dati inseriti nella dichiarazione e i documenti giustificativi presentati dal dichiarante.

Per opporsi dunque a tali contestazioni ed evitare il disconoscimento della detrazione fiscale, occorre dunque il rigoroso rispetto di specifici oneri di allegazione e conservazione di documenti di varia natura.

Ciò in quanto, come noto, la fruizione dell’agevolazione è subordinata alla comprovata sussistenza di tutte le condizioni ex lege previste per l’accesso al beneficio, anche (rectius soprattutto) di natura amministrativa e non solo fiscale.


Come compilare il modello 730/2022 per gli interventi di superbonus 110 e del bonus facciate 2022 e sisma bonus


Preliminarmente alla trattazione in merito alla documentazione necessaria, l’Agenzia delle Entrate, con la circolare in commento, dopo aver riepilogato in linea generale come funziona il 110 per cento e il bonus facciate 2022 requisiti e bonus facciate interventi ammessi, si è soffermata, fornendo importanti chiarimenti, in merito alla compilazione del modello 730/2022.

La parte del modello 730/2022 da considerare, ai fini della dichiarazione delle spese inerenti il bonus rifacimento facciate, il bonus sisma e il bonus 110, è il quadro E, in particolare:

  • Sezione III A (righi da E41 a E43) riguarda le spese per le quali spetta la detrazione d’imposta per le misure antisismiche;

  • Sezione III B (righi da E51 a E53) ove sono indicati i dati catastali identificativi degli immobili e altri dati per fruire della detrazione;

  • Sezione III C per le altre spese detraibili al 110 per cento;

  • Sezione IV (righi da E61 a E62): spese per le quali spetta la detrazione d’imposta per gli interventi di risparmio energetico.


Obbligo documentale per il bonus facciata 2022


Un importante obbligo di conservazione dei documenti è richiesto per portare in detrazione le spese inerenti al bonus facciate 2022.
Si tratta di un corredo documentale certamente più snello, in ragione soprattutto di un più celere iter e semplificato procedurale, ma da valutare caso per caso.

Obbligo conservazione documenti
Al riguardo, la Raccolta precisa che fra i documenti da conservare, occorre assicurarsi di essere in possesso di:

  • fatture comprovanti le spese effettivamente sostenute;

  • ricevuta del bonifico attraverso cui è stato effettuato il pagamento;

  • abilitazioni amministrative richieste dalla vigente legislazione edilizia in relazione alla tipologia di lavori da realizzare o, nel caso in cui la normativa edilizia non preveda alcun titolo abilitativo, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, in cui sia indicata la data di inizio dei lavori ed attestata la circostanza che gli interventi posti in essere rientrano tra quelli agevolabili;

  • la copia della domanda di accatastamento, per gli immobili non ancora censiti;

  • le ricevute di pagamento dei tributi locali sugli immobili, se dovuti;


Nel caso di bonus facciate 2022 condominio, oltre alla documentazione sopra ripoportata, occorre essere in possesso anche della copia della delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori, per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali, della tabella millesimale di ripartizione delle spese, nonchè della dichiarazione di consenso del proprietario all’esecuzione dei lavori, nel caso gli interventi siano effettuati dal detentore dell’immobile.

Documentazione superbonus da conservare
La Raccolta precisa che, con esclusivo riferimento agli interventi comportanti un miglioramento da un punto di vista energetico, come l’ecobonus 2022 nella versione rafforzata, oltre alla documentazione in precedenza riportata, il contribuente deve conservare:

  • la stampa originale della “scheda descrittiva dell’intervento”, riportante il codice CPID assegnato dal sito ENEA, firmata dal soggetto beneficiario e da un tecnico abilitato. Nella scheda devono essere indicati:

    • i dati identificativi dell’edificio e di chi ha sostenuto le spese;

    • la tipologia di intervento effettuato;

    • il risparmio annuo di energia che ne è conseguito;

    • il costo dell’intervento, comprensivo delle spese professionali;

    • l’importo utilizzato per il calcolo della detrazione.

  • asseverazione, con la quale un tecnico abilitato certifica la corrispondenza degli interventi effettuati ai requisiti tecnici previsti per ciascuno di essi.
    In merito all’asseverazione, la circolare precisa che per gli interventi con data di inizio lavori antecedente al 6 ottobre 2020, la stessa è redatta ai sensi degli artt. 4 e 7 del d.m. 19 febbraio 2007 e attesta il rispetto dei requisiti tecnici specifici.
    Per gli interventi con data di inizio lavori a partire dal 6 ottobre 2020, l’asseverazione è redatta ai sensi dell’art. 8 del d.m. 6 agosto 2020 e attesta la rispondenza ai pertinenti requisiti tecnici richiesti e comprende la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati;

  • attestato di prestazione energetica (APE);

  • copia della relazione tecnica necessaria ai sensi dell’art. 8, comma 1, del d.lgs. n. 192 del 2005, o il provvedimento regionale equivalente;

  • schede tecniche dei materiali e dei componenti edilizi impiegati e, se prevista, marcatura CE con relative dichiarazioni di prestazione (DoP);

  • stampa della email inviata dall’ENEA, contenente il codice CPID, che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa.


Obbligo documentale per il Superbonus 110


Certamente più corposo è l’obbligo documentale previsto per il superbonus 110.

La Circolare in commento, infatti, nel completare il precedente documento di prassi del 7 luglio, dedica ampio spazio al tema della conservazione della documentazione per l’agevolazione 110 per cento (da pag. 182 a pag. 186), inserendo varie asseverazioni e dichiarazioni sostitutive che devono essere controllate, presentate e accuratamente conservate dal contribuente.

Si tratta di un elenco completo che deve essere modulato e adattato al singolo caso concreto, atteso che non tutti i documenti indicati nel citato elenco devono essere nella disponibilità dei soggetti fruitori per qualsivoglia intervento.

La Circolare adotta una soluzione chiara e immediata nel riepilogare i documenti richiesti, poichè ripartisce in base alla tipologia di intervento: trainante (ecobonus 110 sismabonus 110) e interventi trainati (fotovoltaico, installazione di colonnine di ricarica, eliminazione barriere architettoniche ecc).



Ciò che rileva inoltre, è che come chiarito dalla stessa Agenzia delle Entrate, in sede di controllo documentale, possono essere richiesti soltanto i documenti indicati nella circolare, salvo il verificarsi di fattispecie non previste.

A titolo esemplificativo, ma non esaustivo (per l’elenco completo della documentazione da produrre si rinvia alla circolare, reperibile sul sito dell’Agenzia Entrate) occorre conservare:

  • fatture, ricevute fiscali o altra idonea documentazione da cui risulti la distinta contabilizzazione delle spese relative ai diversi interventi svolti;

  • bonifico bancario o postale parlante;

  • documentazione comprovante le spese il cui pagamento è previsto possa non essere eseguito con bonifico bancario;

  • certificazioni dell’amministratore di condominio;


Ulteriore documentazione può essere conservata allorquando l’intervento necessiti di un titolo abilitativo o dichiarazioni sostitutive per l’indicazione della data di inizio lavori o, ancora la comunicazione preventiva all’ASL competente.

riproduzione riservata
Articolo: Superbonus, Sismabonus, Bonus facciate e detrazioni: quali documenti?
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Superbonus, Sismabonus, Bonus facciate e detrazioni: quali documenti?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
339.501 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Superbonus, Sismabonus, Bonus facciate e detrazioni: quali documenti? che potrebbero interessarti


Bonus edilizi: tutte le proroghe del 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato per i prossimi anni alcune agevolazioni in vigore per la ristrutturazione edilizia e ha introdotto anche tante novità.

Bonus facciate 90%: nessuna proroga il 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus facciate: nessuna proroga in vista per il 2022. Secondo quanto appreso dal Documento Programmatico Bilancio il bonus facciate sembra essere il grande assente

Bonus facciate: sì per il 2022 ma al 60%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nella prossima Legge di Bilancio 2022 è stato confermato il Bonus facciate ma con una variazione: la detrazione fiscale sarà del 60% con l'arrivo del nuovo anno

Bonus facciate: come beneficiarne anche nel 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il sottosegretario al ministero dell'Economia e delle Finanze Federico Freni spiega quando è possibile beneficiare dell'incentivo Bonus facciate anche nel 2022.

Bonus prima casa giovani: proroga fino al 2022

Comprare casa - Con la Legge di Bilancio 2022 oggi al vaglio del Parlamento è stata prevista la proroga del bonus prima casa giovani fino al 31 dicembre 2022. Vediamo le novità

Bonus edilizi: ecco i Codici tributo da indicare nel modello F24

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate ha comunicato l'elenco dei codici tributo da indicare nell'F24 in caso di cessione del credito o sconto in fattura post 17 febbraio 2022

Proroga Bonus mobili: tutte le novità per il 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato il Bonus mobili fino al 31 dicembre 2024 con delle novità tra le quali emerge la riduzione del limite di spesa massimo

Bonus bollette 2022: i requisiti per richiederlo e come fare domanda

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Contro il caro bollette, la Legge di Bilancio 2022 ha messo in atto alcune misure per il primo trimestre dell'anno. Tra i vari, compare anche il bonus bollette.

Bonus Imu 2022: cos'è e a chi spetta

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Legge di Bilancio 2022 ha introdotto il Bonus Imu. Un'agevolazione per favorire lo sviluppo turistico ed evitare l'abbandono dei territori soggetti a spopolamento
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gabridi
Con il bonus 100 mi è stato installato un impianto fotovoltaico da 4 Kw esposto a nord nonostante la possibilità di utilizzare altre falde (la mia casa è una...
gabridi 09 Agosto 2022 ore 16:09 2
Img vanix76
Buongiorno sono anche io nel mezzo dei casini del 110 e vorrei sapere come comportarmine ed uscirne.Nei lavori del 110 rientrano cambio infissi, pompa di calore, pannelli con...
vanix76 07 Agosto 2022 ore 19:15 2
Img ddaann78
Ciao ragazzi.Sono in procinto di iniziare dei lavori, usufruendo del sisma bonus 110, su un condominio con 4 appartamenti.Leggendo nel web le varie news, mi sono un po incasinato.
ddaann78 07 Agosto 2022 ore 12:44 2
Img marco atzeni
Buonasera, il problema riguarda una abitazione costruita nel 1974, facente parte di un condominio di sei appartamenti, costrtruito in modo difforme dal progetto ma per la quale il...
marco atzeni 05 Agosto 2022 ore 14:44 3
Img gianpaolog
Buongiorno,mi trovo in una situazione assurda.Sto ristrutturando casa (singola) usufruendo del 110% con il General Contractor che ha effettuato il 1° Sal del 70% avendo...
gianpaolog 05 Agosto 2022 ore 14:37 2