Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Stangata sulle bollette: il nostro Natale è a rischio?

Con i rincari previsti da ottobre delle bollette dell'energia elettrica e del gas le famiglie italiane rischieranno di trascorrere il Natale 2021 col blackout?
- Burocrazia e utenze

Aumento dell'energia: Natale 2021 di blackout?


I rincari delle bollette provocheranno un'interruzione dell'elettricità a Natale 2021?

Con gli aumenti delle bollette dell'energia elettrica e del gas previsti dal primo ottobre 2021, si temono delle interruzioni di corrente elettrica durante il periodo invernale, aggiunto al calo delle importazioni da parte della Cina, che ha ordinato alle autorità locali di spegnere i motori delle centrali elettriche.

La carenza di energia crea un rallentamento economico, sia tagliando la crescita, perché vengono ridotte le attività produttive, sia aumentando l'inflazione perché si registra un incremento dei prezzi. Inoltre, a causa del rigido inverno dell'anno scorso sono state esaurite le scorte precedenti e i venti deboli hanno impedito ad alcuni Paesi, come la Norvegia, di fornire maggiori energie rinnovabili.

Stangata bollette: Natale a rischio?
Per il periodo ottobre–dicembre 2021 la bolletta del gas aumenterà del 14,4% mentre quella elettrica del 29,8% per famiglia.
Questo, secondo uno studio dell'Unione Nazionale Consumatori, comporterà per ogni famiglia di spendere su base annua 171 euro in più per il gas e 184 euro in più per la luce, per una spesa complessiva di euro 355.

L'Arera ha richiesto al Governo Italiano, di individuare interventi strutturali, perché a gennaio 2022, in mancanza di altre azioni straordinarie come quelle messe in campo per far fronte al trimestre ottobre–dicembre 2021, richiederà un allineamento del gettito delle componenti degli oneri Asos e Arim per l'energia e degli oneri del gas, producendo un nuovo aumento.

A tutto questo si aggiunge il rischio di aumenti dei prezzi di pasta e pane, collegati sia all'incremento del costo delle materie prime per produrli che alla crescita del prezzo dell'energia elettrica. A parere del presidente di Unione Italiana Food Marco Lavazza la scarsità delle materie prime e l'aumento dei loro prezzi, potrebbero frenare la ripartenza.

Secondo Marco Lavazza l'aumento dei prezzi è causato dalla pandemia che ha bloccato i flussi, dalle speculazioni sulle materie prime, anche alimentari, e dai problemi climatici con scompensi sui raccolti non prevedibili. Pertanto, le conseguenze per i consumatori dipenderanno dalle scelte delle singole aziende messe a dura prova dopo un anno e mezzo di incertezza e, dalla filiera.

riproduzione riservata
Articolo: Stangata bollette, una minaccia per il natale?
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Stangata bollette, una minaccia per il natale?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News