Soppalco: quando è necessario il permesso di costruire?

Flash News DI Leggi e Normative Tecniche25 Luglio 2018 ore 09:43
Per realizzare un soppalco è necessario il permesso di costruire? Vediamo in quali casi, per i giudici, può considerarsi un'opera di ristrutturazione edilizia.

Soppalco e titolo abilitativo


Per realizzare un soppalco: è necessario il titolo abilitativo? Ce lo dice il Consiglio di Stato, secondo il quale dipende se il soppalco dovrà essere impiegato come ripostiglio o se dovrà essere abitabile.
Il Consiglio di Stato infatti, con la recente sentenza n.4166 del 2018 ha fornito degli importanti chiarimenti in materia, consentendo di risolvere molti dubbi circa l’opportunità di un titolo abilitativo.

Aspetto determinante è rappresentato dalle caratteristiche di costruzione del soppalco. Ma andiamo per ordine, soffermandoci prima sulla vicenda che ha dato origine alla pronuncia dei giudici.
Nel caso esaminato dall’autorità giudiziaria, un’impresa di costruzioni aveva realizzato un soppalco in un appartamento.
Seguito sopralluoghi effettuati da tecnici comunali emergeva che la realizzazione del soppalco aveva comportato un aumento della superficie utile.
Per tale ragione, l’opera eseguita, era stata considerata dal Comune un intervento di ristrutturazione edilizia.
L’impresa, dal suo canto, contestava tale classificazione.

Soppalco
Giunta la controversia dinnanzi al Consiglio di Stato, i giudici si pronunciavano come segue: la realizzazione di un soppalco può essere considerata un intervento edilizio minore per il quale non è richiesto il permesso di costruire, quando l’opera non comporta un incremento della superficie calpestabile dell’immobile e autonomi spazi. Questo si verifica quando il soppalco consiste in un vano chiuso, privo di finestre o luci, di altezza interna modesta, che quindi, per sue caratteristiche, non può essere abitato né utilizzato dalle persone. In tal caso non è necessario il permesso di costruire.

Nella fattispecie considerata, invece, il soppalco era fruibile nonostante le dimensioni modeste. Dalle sue caratteristiche d’insieme si poteva infatti determinare l’utilizzo cui era destinato. L’altezza media permetteva di accedervi con comodità e in sicurezza, era sufficientemente illuminato e vi si poteva entrare tramite una scaletta dotata di corrimano.
I giudici hanno concluso che il soppalco così realizzato aumentava la superficie utile dell’immobile, con conseguente aggravio del carico urbanistico. Nella fattispecie considerata non poteva pertanto ricondursi nell’ambito degli interventi edilizi minori privi di titolo edilizio poiché, a differenza di questi ultimi, per la sua realizzazione il proprietario avrebbe dovuto richiedere il permesso di costruire.


riproduzione riservata
Articolo: Soppalco: quando necessario il titolo abilitativo
Valutazione: 3.50 / 6 basato su 2 voti.

Soppalco: quando necessario il titolo abilitativo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Soppalco: quando necessario il titolo abilitativo che potrebbero interessarti
Gazebo e porticati: quando ci vuole il permesso di costruire?

Gazebo e porticati: quando ci vuole il permesso di costruire?

Leggi e Normative Tecniche - Quando è necessaria l'autorizzazione da parte del Comune per costruire gazebo e porticati. Ecco i chiarimenti sul punto del Tar della Toscana e della Calabria.
Muro di recinzione e permesso di costruire: i chiarimenti della Cassazione

Muro di recinzione e permesso di costruire: i chiarimenti della Cassazione

Leggi e Normative Tecniche - In caso di realizzazione di un muro di cinta la Cassazione precisa quando sia necessario richiedere il permesso di costruire e le autorizzazioni paesaggistiche.
Quando decade il permesso di costruire?

Quando decade il permesso di costruire?

Leggi e Normative Tecniche - Permesso di costruire e inizio dei lavori: quali sono i termini per evitare la decadenza del titolo abilitativo. Ecco i chiarimenti del Tar della Valle d'Aosta.

Agibilità anche con difformità dal progetto approvato

Leggi e Normative Tecniche - Per il Consiglio di Stato il certifcato di agibilità è un provvedimento scollegato dal titolo abilitativo e può essere concesso anche in difformità da quest'ultimo.

IVA e detrazioni fiscali per completamento casa al rustico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando si completa una casa lasciata al rustico, per l'applicazione dell'iva e per benefciare di detrazioni fiscali per i nuovi lavori bisogna valutare vari aspetti.

Veranda abusiva: l'inerzia del Comune non costituisce sanatoria automatica

Affittare casa - In caso di appartamento con veranda abusiva, il nuovo acquirente non può dirsi al sicuro. L'inerzia da parte del Comune non è costituisce sanatoria automatica.

Termine per l'inizio lavori con Permesso di Costruire

Leggi e Normative Tecniche - Quando si ottiene un permesso di costruire i lavori devono cominciare entro un anno dal rilascio del titolo abilitativo, a meno che non si chieda proroga motivata.

Permesso di costruire anche per chi non è in regola con le tasse

Leggi e Normative Tecniche - Secondo una sentenza del TAR della Campania, sezione di Salerno, il permesso di costruire deve essere rilasciato anche a chi non è in regola col pagamento tributi

Permesso di costruire e silenzio assenso

Leggi e Normative Tecniche - Il permesso di costruire può essere rilasciato con l'istituto del silenzio assenso se nella domanda volta ad ottenerlo è presente l'asseverazione del progettista.
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.