Tutto quello che c'è da sapere sul Sismabonus 2018

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali09 Novembre 2017 ore 14:26
Il disegno della Legge di Bilancio 2018 contiene conferme e novità per il Sismabonus, la speciale detrazione fiscale per le misure antisismiche sugli immobili.

Legge di Bilancio 2018 e Sismabonus


Terremoto in stradaLa Legge di Bilancio 2018 con ogni probabilità confermerà, con alcune novità, le norme già esistenti sul Sismabonus.

Non possiamo ancora esserne certi perché l'iter di formazione della legge di bilancio deve ancora completarsi; infatti, il disegno di legge, una volta approvato dal Governo, è passato alle Camere, da cui dovrà essere approvato per poi essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella forma definitiva.

Ma andiamo con ordine, rimandando come sempre alla lettura delle norme integrali e, per la soluzione di casi concreti, alla consulenza di esperti.

Sismabonus e prevenzioneCome noto, le detrazioni fiscali relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, note anche come quelle sulle ristrutturazioni, viaggiano, diciamo così, su due binari normativi: esiste una normativa senza scadenze temporali, contenuta nel DPR n. 917/1986, art. 16-bis, ed esiste poi una normativa a termine che da un po' di anni in qua viene di anno in anno emanata per derogare alla prima.

Ogni anno si attende questo periodo per sapere quali deroghe rimarranno per il futuro e quali no.

Con riferimento agli interventi relativi alle misure antisismiche, alcune di queste norme sono contenute dunque nell'art.16-bis citato e valgono sempre.

Altre invece sono generalmente contenute nell'art. 16, co.1-bis-septies del DL. n. 63/2013, come di anno in anno modificate.


Detrazioni per ristrutturazioni e Sismabonus


Gli interventi relativi all'adozione delle misure antisismiche sono infatti inclusi tra gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all'art. 16-bis, DPR n. 917/1986.

In particolare, sono individuati al co.1, lett.i, il quale include gli interventi

relativi all'adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all'esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica, in particolare sulle parti strutturali, per la redazione della documentazione obbligatoria atta a comprovare la sicurezza statica del patrimonio edilizio, nonchè per la realizzazione degli interventi necessari al rilascio della suddetta documentazione. Gli interventi relativi all'adozione di misure antisismiche e all'esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica devono essere realizzati sulle parti strutturali degli edifici o complessi di edifici collegati strutturalmente e comprendere interi edifici e, ove riguardino i centri storici, devono essere eseguiti sulla base di progetti unitari e non su singole unita' immobiliari art. 16-bis, co.1, lett.i, DPR n. 917/1986.



Detti interventi godono in generale, secondo le norme di cui al DPR n. 917/1986, della detrazione pari al 36% delle spese documentate, fino a un massimo di euro 48.000 per unità (e ripartita in dieci anni in quote di pari importo).

Per gli interventi concernenti l'adozione di misure antisismiche, a determinate condizioni, era già prevista dal 2013 una detrazione particolare, pari al 65% (introdotta dal DL n. 63/2013 e via via modificata e prorogata fino al 31 dicembre 2016).

Danni da terremoto
La Legge di Bilancio 2017 (L. n. 232/2016) ha confermato la detrazione al 50% delle spese per un massimo di 96.000 (dal 26 giugno 2012) fino al 31 dicembre 2017 (per gli interventi di recupero ex art. 16-bis) e ha introdotto una nuova previsione specifica per quegli interventi rientranti nella citata lett.i, dell'art. 16-bis aventi determinate caratteristiche: le procedure autorizzatorie devono essere state iniziate dopo l'entrata in vigore della disposizione, dunque, dopo l'1 gennaio 2017; deve trattarsi di edifici rientranti nelle zone sismiche 1 e 2 e 3 (per la n. 3 l'applicazione è dal 1.1.2017 al 31.12.2021) (di cui all'ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3274 del 20 marzo 2003).
Gli interventi possono riguardare abitazioni o edifici adibiti ad attività produttive; per tali interventi, in relazione alle spese sostenute dall'1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, è applicabile una detrazione dell'imposta lorda nella misura del 50%, fino a un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro per ciascun anno.

La detrazione è ripartita in cinque quote annuali di pari importo.

Se l'intervento consente il passaggio a una classe di rischio inferiore, la detrazione è del 70%, se il passaggio è di due classi la detrazione è dell'80%.

Sisma e crepe nelle murature
Se poi l'intervento riguarda edifici condominiali e vi è passaggio di una classe, la detrazione sale al 75%, se il passaggio è di due classi la detrazione è dell'85%. Le dette detrazioni si applicano su un ammontare di spese non superiore a euro 96.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Sismabonus e detrazioni fiscali
Per tali interventi, dall'1 gennaio 2017, in luogo della detrazione i beneficiari possono effettuare la cessione del credito a chi ha effettuato gli interventi o ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito (è esclusa la cessione a istituti di credito e a intermediari finanziari).

Il provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n. 108752 del giugno 2017 ha stabilito le modalità di attuazione della cessione.


Incentivi per acquisto di case antisismiche


Il DL n. 50/2017 ha poi introdotto una nuova disposizione con il nuovo co.1-septies (dell'art. 16, DL n. 63/2013), secondo cui, se gli interventi che consentono il passaggio di una o due classi inferiori sono effettuati nelle aree a rischio sismico 1 (ai sensi dell' ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3519 del 28 aprile 2006)

mediante demolizione e ricostruzione di interi edifici, allo scopo di ridurne il rischio sismico, anche con variazione volumetrica rispetto all'edificio preesistente, ove le norme urbanistiche vigenti consentano tale aumento, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare, che provvedano, entro diciotto mesi dalla data di conclusione dei lavori, alla successiva alienazione dell'immobile, art. 16, co.1-septies, DL n. 63/2013


le detrazioni dell'imposta (del 70% e 80%) spettano all'acquirente dell'unità immobiliare nella misura del 75% e dell'85%.

per cento del prezzo della singola unità immobiliare, risultante nell'atto pubblico di compravendita e, comunque, entro un ammontare massimo di spesa pari a 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare art.16, co.1-septies, DL n. 63/2013.



Anche in questo caso i beneficiari possono optare, in luogo della detrazione, per la cessione del credito alle imprese che hanno effettuato gli interventi o ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito; resta esclusa la cessione a istituti di credito e intermediari finanziari.


Sismabonus 2018: le novità


Tali previsioni sono tutte confermate dalla bozza della Legge di Bilancio per il 2018, con alcune novità, che ora vedremo.

La bozza di Legge, infatti, sposta la scadenza dalla fine del 2017 al 31 dicembre 2018 (sermpre in riferimento alle detrazioni per ristrutturazioni); le norme in esame però avevano già una scandenza più a lungo termine nella Legge di Bilancio 2017 (31 dicembre 2021), scadenza che non è stata toccata dalla legge di bilancio 2018.

Una novità è data dall'estensione delle norme di cui ai co.1-bis-sexies, agli Istituti Autonomi Case Popolari (comunque denominati) e agli enti aventi le loro stesse finalità sociali, con determinate caratteristiche (devono essere istituiti in forma di società e corrispondere alla legislazione europea in materia di house providing ed essere stati costituiti ed essere operanti dal 31.12.2013) e alle cooperative di abitazione proprietà indivisa.

È previsto, inoltre, l'invio di comunicazioni all'ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile), in analogia con quanto già previsto in materia di riqualificazione energetica, per consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico conseguito con l'esecuzione degli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all'art. 16, DL. 63/2013.

riproduzione riservata
Articolo: Sismabonus: tutte le novità 2018
Valutazione: 2.25 / 6 basato su 4 voti.

Sismabonus: tutte le novità 2018: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Dreissig
    Dreissig
    Giovedì 23 Novembre 2017, alle ore 17:09
    Chi usufruisce del sismabonus può avere anche il bonus mobili?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Dreissig
      Lunedì 27 Novembre 2017, alle ore 12:19
      Ciao, non sono un'esperta, ma secondo me la cosa non è molto chiara. A me risulta che gli interventi relativi al sismabonus non sono menzionati espressamente tra quelli che comportano anche il bonus mobili; mentre lo sono quelli necessari alla ricostruzione o al ripristino dell'immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi di cui sia stato dichiarato lo stato di emergenza. Si tratta però di due categorie distinte, con regolamentazioni normative differenti, bisogna avere le idee chiare per capire cosa è meglio fare.Se non riuscissi ad avere risposte più chiare, al posto tuo chiederei all'Agenzia delle Entrate, tramite interpello scritto. Facci sapere!
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Sismabonus: tutte le novità 2018 che potrebbero interessarti
Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Appena pubblicato il testo ufficiale della Legge di Bilancio 2018 con le novità economiche e fiscali più importanti anche per chi effettuerà dei lavori in casa
Bonus unico per i lavori condominiali fino all'85%

Bonus unico per i lavori condominiali fino all'85%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus unico in caso di lavori in ambito condominio per riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico. L'incentivo fiscale viene portato fino all'85%
Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.

Il Sismabonus spetta anche a chi demolisce e ricostruisce casa

Affittare casa - Potranno fruire del Sismabonus anche i contribuenti che demoliscono e ricostruiscono l'abitazione. Ecco i chiarimenti forniti in merito dall'Agenzia delle Entrate

Tutte le novità sulle detrazioni fiscali per la casa contenute nella Legge di bilancio 2018

Leggi e Normative Tecniche - Proroga della detrazione per ristrutturazioni e bonus mobili, numerose novità per l'ecobonus, nuovo bonus verde, nuova detrazione per polizze eventi calamitosi.

Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazioni fiscali a favore dell'unico proprietario di un edificio per i lavori di ristrutturazione eseguiti sulle parti comuni delle varie unità immobiliari.

Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità della Legge di Bilancio c'è il bonus verde, ovvero, la possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute per riqualificare il verde privato.

Casaconviene 2018, guida su agevolazioni fiscali e fondi pubblici per casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Avviata anche nel 2018 la campagna informativa del Ministero dell'Economia e delle Finanze "Casaconviene" su agevolazioni fiscali e fondi pubblici per la casa.
REGISTRATI COME UTENTE
295.488 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Cancello di sicurezza estensibile verniciato exten
    Cancello di sicurezza estensibile...
    260.00
  • Cancello di sicurezza estensibile zincato exten
    Cancello di sicurezza estensibile...
    205.00
  • Barra di sicurezza per vasistas
    Barra di sicurezza per vasistas...
    47.00
  • Grate di sicurezza
    Grate di sicurezza...
    490.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.