Sismabonus: detrazione non ammessa se l'asseverazione del tecnico è tardiva

Flash News DI Detrazioni e agevolazioni fiscali13 Ottobre 2018 ore 09:43
Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate forniti ad un contribuente che si interroga circa l'ammissibilità di una asseverazione tardiva per il sismabonus.

Sismabonus: l'asseverazione del professionista deve precedere l’esecuzione dei lavori


Per poter fruire dei benefici fiscali del Sismabonus di cui all’articolo 16, D.L. 63/2013, è necessaria l’asseverazione da parte di un tecnico competente, relativa al miglioramento della classe di rischio di un determinato edificio.

Tale relazione deve infatti essere allegata alla Segnalazione certificata di inizio attività (Scia) nel momento stesso in cui viene presentata.

L’attestazione, quindi, non può essere rilasciata in un tempo successivo. È un principio inderogabile sancito dall’Agenzia delle Entrate, in occasione di un interpello a un contribuente (in data 11 ottobre 2018) che chiedeva l'ammissione della presentazione tardiva dell’asseverazione da parte del professionista, in merito ai lavori aventi ad oggetto la demolizione con ricostruzione di un fabbricato caratterizzato da gravi carenze statiche.

Sismabonus
Le linee guida emanate dal Mit definiscono le modalità di attestazioni da parte dei professionisti abilitati e da queste non ci si può discostare.
Il tecnico che redige il progetto dell’intervento strutturale deve asseverare la classe di rischio dell’edificio prima del compimento dell’opera e quella successiva all’esecuzione dei lavori progettati.

La procedura prevede che l'asseverazione debba essere allegata alla segnalazione certificata di inizio attività, che a sua volta dovrà essere presentata allo sportello unico competente, dal professionista abilitato che ha redatto il progetto.

In seconda battuta verranno coinvolti il direttore dei lavori e il colladautore statico i quali, al momento dell’ultimazione dei lavori dovranno attestare, ciascuno in base alla propria competenza, la conformità degli interventi eseguiti, a fronte del progetto depositato e asseverato.
Essi dichiarano che l’asseverazione del progettista e le attestazioni del direttore lavori e collaudatore sono depositate presso lo sportello unico e consegnate in copia al committente dei lavori, per l’ottenimento dei benefici fiscali connessi.

L'Agenzia delle Entrate, dopo aver chiarito le dinamiche delle procedure da adottare, ha dunque concluso che le tempistiche previste sono inderogabili e quindi un’asseverazione tardiva deve ritenersi inammissibile.

riproduzione riservata
Articolo: Sismabonus non ammesso se l'asseverazione del tecnico è tardiva
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Sismabonus non ammesso se l'asseverazione del tecnico è tardiva: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Sismabonus non ammesso se l'asseverazione del tecnico è tardiva che potrebbero interessarti
Il Sismabonus spetta anche a chi demolisce e ricostruisce casa

Il Sismabonus spetta anche a chi demolisce e ricostruisce casa

Affittare casa - Potranno fruire del Sismabonus anche i contribuenti che demoliscono e ricostruiscono l'abitazione. Ecco i chiarimenti forniti in merito dall'Agenzia delle Entrate
Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.
Ecobonus per condomini: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Ecobonus per condomini: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - A quattro mesi dalle novità sull'ecobonus condomini ancora si attende il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate per le modalità di cessione delle detrazioni fiscali

Bonus ristrutturazioni: quando spetta al familiare convivente

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando il familiare convivente può fruire del bonus ristrutturazione per i lavori eseguiti sull'immobile di proprietà del familiare. Ecco i chiarimenti del Fisco

Adeguamento antisismico dei fabbricati con il Sismabonus

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata la Legge di Bilancio per il 2017 (L. n. 232/2016). Vediamo qui in particolare cosa è previsto a proposito dell' adeguamento sismico con il Sismabonus

Condominio 4.0: un convegno sulle nuove opportunità relative al mondo condominiale

Leggi e Normative Tecniche - Condominio 4.0: un convegno organizzato da Harley&Dikkinson a Roma per fare una analisi su tutte le opportunità lavorative relative alla gestione condominiale.

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate

Come funziona il super bonus 2018 per i condomini

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal 2018 per i condomini è previsto un super bonus che unisce insieme il Sismabonus ed Ecobonus, ovvero riduzione del rischio sismico e miglioramento energetico

Tutto quello che c'è da sapere sul Sismabonus 2018

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il disegno della Legge di Bilancio 2018 contiene conferme e novità per il Sismabonus, la speciale detrazione fiscale per le misure antisismiche sugli immobili.
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.