Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Fine del matrimonio o della convivenza, casa coniugale e IMU

Soggetto passivo dell'IMU in caso di assegnazione della casa coniugale, è il coniuge assegnatario. Dal 2014, però, l'imposta non si applica alle case coniugali.
17 Ottobre 2019 ore 09:58 - NEWS Fisco casa
imu , casa coniugale , separazione , divorzio

Chi paga l'IMU della casa coniugale?


L'argomento del presente articolo trae spunto da una domanda che abbiamo letto sul forum di lavorincasa.it riguardante l'obbligo di pagamento dell'IMU (l'imposta municipale propria) in caso di separazione o divorzio.

IMU
Quella domanda chiede se la (ex) suocera, comproprietaria dell'abitazione data in assegnazione alla nuora deve pagare l'IMU. Il quesito a cui vorremo rispondere qui è a chi spetti in genere il pagamento dell'IMU riferito alla casa coniugale assegnata ad uno dei due ex in seguiro a provvvedimento di separazione, divorzio, etc.

Il caso più frequente è quello in cui la casa coniugale è assegnata alla ex moglie, solitamente con i figli.Il pagamento spetterà a lui, che non abita più lì ma è proprietario?
A lei, che utilizza l'immobile, proprietaria o no?
O a nessuno dei due?

Precisiamo che le risposte sono diverse a seconda che si tratti di ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) o IMU e che nel tempo la normativa è cambiata.
Noi qui daremo conto di due recenti decisioni della Corte di Cassazione.

Da un lato abbiamo la sentenza n. 11416/2019 in materia di IMU, tra l'altro con un'importante estensione al caso della convivenza di fatto, e dall'altro la sentenza n. 7395/2019, in materia di ICI. In ogni caso va poi tenuto presente che dal 2014 l'IMU nonsi applica alla casa coniugale.


Assegnazione casa coniugale: paga il proprietario o chi la abita?


Secondo la sentenza n. 11416/2019 della Corte di Cassazione, l‘IMU dev'essere pagata dall'ex coniuge che occupa l'immobile. Ciò in quanto, in sintesi, il titolo in base al quale l'immobile detenuto è (ai soli fini del pagamento dell'IMU) un diritto di abitazione.
Questi i passaggi essenziali della sentenza.

Separazione e divorzio
In primis, le norme (art. 13, D.L. n. 201/2011) stabiliscono che l'IMU dev'essere pagata da chi ha il possesso dell'immobile. Deve trattarsi di un possesso qualificato, cioè fondato su un diritto reale, come proprietà, usufrutto etc. o altra situazione giuridica specificatamente stabilita dalla legge.

Sull'argomento, una norma regola (art. 4, co.12quinques, D.L. n. 16/2012) proprio il caso specifico dello scioglimento del matrimonio prevedendo che ai soli fini dell'applicazione dell'IMU l'assegnazione della casa coniugale al coniuge, disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, si intende effettuata a titolo di diritto di abitazione.

Il diritto di abitazione è un diritto reale di godimento.

Con tale intervento normativo la soggettività passiva dell'imposta passa dunque dal coniuge proprietario al coniuge assegnatario della casa.


IMU e termine della convivenza di fatto con figli minori


Le stesse conclusioni devono essere tratte, per la sentenza n. 11416 in commento, nel caso di cessazione della convivenza di fatto con figli minori, anche se l'ipotesi non è espressamente contemplata dall'art. 4, co.12quinques citato.

Osserva la Corte che in base al quadro normativo (e giurisprudenziale) ai fini dell'assegnazione della casa familiare i figli nati da un matrimonio o da una famiglia di fatto sono totalmente equiparati.

Casa coniugale
Viene sul punto evidenziato che il diritto di abitazione è creato a favore dei figli (anche se ne beneficia uno dei genitori) quindi, in assenza di figli, il diritto di abitazione ex art. 337 sexies c.c., non può essere creato se non su base volontaria.

La Corte dunque opta per un'interpretazione estensiva dell'art. 4, co. 12 quinquies, D.L. n. 16 del 2012. Peraltro, prosegue la Corte, non trattandosi di norma tributaria disciplinante un'ipotesi di agevolazione o di esenzione, ovvero di norma speciale, non vale per la stessa il divieto di interpretazione analogica nonché di interpretazione estensiva ai sensi dell'art. 14 preleggi.

In conclusione, si stabilisce che:

la costituzione con sentenza del diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli ed assegnatario della casa familiare comporta che, anche nel caso di cessazione della convivenza more uxorio, il soggetto passivo diventi il genitore assegnatario, anche se quest'ultimo non fosse comproprietario, con conseguente liberazione del genitore proprietario ma non assegnatario dell'immobile (Cass. n. 11416/2019).



Non è in base al provvedimento di assegnazione che si paga l'ICI


La seconda sentenza che menzioniamo, la numero 7395, è stata emessa nel 2019 ma in relazione a un avviso ICI riferito agli anni 2001-2005.

Nel provvedimento si stabilisce che il provvedimento di assegnazione della casa coniugale in base al quale l'ex coniuge detiene l'immobile non costituisce un diritto reale tipico, ma un atipico diritto personale di godimento.

Esso dunque non consente di considerare l'assegnatario dell'immobile in quanto tale, soggetto passivo dell'ICI.


La sentenza però, come detto fa riferimento ad un caso di ICI, non contemplato dall'art. 4 co.12quinques che fuga ogni dubbio sul punto stabilendo che si tratta di un diritto di abitazione, ma riferendosi espressamente all'IMU.

La soggettività passiva, si è detto infatti, è diversa, a seconda che ci si occupi di ICI o di IMU (v. ad es. CTR Palermo n. 898/2017): nel primo caso, l'ex coniuge paga solo se anche proprietario o titolare di altro diritto reale.

In realtà dal 2014, sulle abitazioni assegnate al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, l'IMU non si paga. Vale poi in generale l'esenzione per la casa principale.

Restano in ogni caso escluse le abitazioni di lusso.

Come sempre, per la soluzione dei casi pratici, raccomandiamo la consulenza di esperti.

riproduzione riservata
Articolo: Separazione e IMU della casa coniugale
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Separazione e IMU della casa coniugale: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.289 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Separazione e IMU della casa coniugale che potrebbero interessarti


A chi spetta la casa coniugale in caso di separazione

Proprietà - In caso di separazione a quale dei coniugi viene assegnata la casa familiare? Vediamo le regole in base alle quale il Giudice riconosce il diritto di abitazione

Casa coniugale e separazione: chi paga TASI e TARI?

Fisco casa - Chi paga TARI e TASI della casa coniugale in caso di separazione? Colui che è il proprietario o il detentore? Entrambi o nessuno? Lo vediamo in questo articolo.

L'assegnazione della casa familiare è titolo esecutivo per il rilascio dell'immobile

Proprietà - L'assegnazione della casa coniugale consente al beneficiario di ricorrere all'azione di rilascio se l'ex non esegue spontaneamente la liberazione dell'immobile.

Cosa fare se l'assegnazione della casa è revocata e l'ex non va via?

Proprietà - Cosa fare se l'assegnazione della casa coniugale è revocata e l'ex non libera la casa spontaneamente? Anche la revoca dell'assegnazione è un titolo esecutivo.

Chi paga il canone di locazione in caso di separazione

Affittare casa - In caso di separazione, qualora la casa coniugale sia in affitto, chi paga i canoni di locazione? Il Giudice decide in base alla condizione economica dei coniugi

Risarcimento del danno per spossessamento dell'ex casa coniugale

Proprietà - Se l'ex coniuge non reintegra l'altro nel possesso dell'immobile precedentemente destinato a casa coniugale, può essere condannato al risarcimento del danno.

Vendita casa assegnata a un coniuge in caso di separazione

Comprare casa - Cosa succede se la casa coniugale assegnata con provvedimento del Giudice al coniuge affidatario della prole viene venduta? Vediamo cosa dice la Corte di Cassazione

Assegnazione casa familiare in caso di separazione: chi paga le spese?

Proprietà - In caso di assegnazione della casa familiare durante il procedimento di separazione dei coniugi, a chi spetta il pagamento delle spese per l'utilizzo della casa?

Casa resta all’ex se il figlio maggiorenne convive nel week end

Proprietà - Se il figlio maggiorenne e non economicamente autosufficiente torna a casa nel week end, la casa familiare resta al coniuge assegnatario: la convivenza rileva.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gaetano gatto
Buona sera,ho creato un muretto di separazione tra due unità abitative con un blocco in cemento cellulare di cm 12x25x60 alto cm 150, rasato con rete su entrambe le faccie...
gaetano gatto 17 Luglio 2021 ore 11:21 1
Img situfangs
Ciao,il problema che ho è nel titolo.È un pavimento nuovo, ma durante la ristrutturazione della casa, qualcosa di appuntito è caduto sul pavimento e ha fatto...
situfangs 02 Luglio 2021 ore 10:28 1
Img .matteo
Buongiorno, ragazzi sono nuovo. Volevo delle delucidazioni essendo ignorante. In pratica la parete nord presenta muffa e ogni inverno mi tocca spruzzare prodotti per eliminarla.
.matteo 05 Maggio 2021 ore 15:22 2
Img agip
Gentilissimi,cerco un'informazione: è possibile rimuovere da un pavimento in cotto del primo '900 la colla e il cemento usati per posarvi sopra delle mattonelle in gres?Se...
agip 04 Maggio 2021 ore 11:13 5
Img fabioanaclerio
Buonasera e grazie a chi avrà la gentilezza di rispondermi. Ho acquistato casa il 26 Giugno ma il precedente possessore mi ha dato le chiavi, effettivamente il 3 Novembre.
fabioanaclerio 05 Dicembre 2020 ore 10:32 1