Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Fine del matrimonio o della convivenza, casa coniugale e IMU

NEWS Fisco casa17 Ottobre 2019 ore 09:58
Soggetto passivo dell'IMU in caso di assegnazione della casa coniugale, è il coniuge assegnatario. Dal 2014, però, l'imposta non si applica alle case coniugali.
imu , casa coniugale , separazione , divorzio

Chi paga l’IMU della casa coniugale?


L’argomento del presente articolo trae spunto da una domanda che abbiamo letto sul forum di lavorincasa.it riguardante l’obbligo di pagamento dell’IMU (l’imposta municipale propria) in caso di separazione o divorzio.

IMU
Quella domanda chiede se la (ex) suocera, comproprietaria dell'abitazione data in assegnazione alla nuora deve pagare l'IMU. Il quesito a cui vorremo rispondere qui è a chi spetti in genere il pagamento dell’IMU riferito alla casa coniugale assegnata ad uno dei due ex in seguiro a provvvedimento di separazione, divorzio, etc.

Il caso più frequente è quello in cui la casa coniugale è assegnata alla ex moglie, solitamente con i figli.Il pagamento spetterà a lui, che non abita più lì ma è proprietario?
A lei, che utilizza l’immobile, proprietaria o no?
O a nessuno dei due?

Precisiamo che le risposte sono diverse a seconda che si tratti di ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) o IMU e che nel tempo la normativa è cambiata.
Noi qui daremo conto di due recenti decisioni della Corte di Cassazione.

Da un lato abbiamo la sentenza n. 11416/2019 in materia di IMU, tra l’altro con un’importante estensione al caso della convivenza di fatto, e dall’altro la sentenza n. 7395/2019, in materia di ICI. In ogni caso va poi tenuto presente che dal 2014 l’IMU non si applica alla casa coniugale.


Assegnazione casa coniugale: paga il proprietario o chi la abita?


Secondo la sentenza n. 11416/2019 della Corte di Cassazione, l‘IMU dev’essere pagata dall’ex coniuge che occupa l’immobile. Ciò in quanto, in sintesi, il titolo in base al quale l’immobile detenuto è (ai soli fini del pagamento dell’IMU) un diritto di abitazione.
Questi i passaggi essenziali della sentenza.

Separazione e divorzio
In primis, le norme (art. 13, D.L. n. 201/2011) stabiliscono che l’IMU dev’essere pagata da chi ha il possesso dell’immobile. Deve trattarsi di un possesso qualificato, cioè fondato su un diritto reale, come proprietà, usufrutto etc. o altra situazione giuridica specificatamente stabilita dalla legge .

Sull’argomento, una norma regola (art. 4, co.12quinques, D.L. n. 16/2012) proprio il caso specifico dello scioglimento del matrimonio prevedendo che ai soli fini dell'applicazione dell'IMU l'assegnazione della casa coniugale al coniuge, disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, si intende effettuata a titolo di diritto di abitazione.

Il diritto di abitazione è un diritto reale di godimento.

Con tale intervento normativo la soggettività passiva dell’imposta passa dunque dal coniuge proprietario al coniuge assegnatario della casa.


IMU e termine della convivenza di fatto con figli minori


Le stesse conclusioni devono essere tratte, per la sentenza n. 11416 in commento, nel caso di cessazione della convivenza di fatto con figli minori, anche se l’ipotesi non è espressamente contemplata dall’art. 4, co.12quinques citato.

Osserva la Corte che in base al quadro normativo (e giurisprudenziale) ai fini dell'assegnazione della casa familiare i figli nati da un matrimonio o da una famiglia di fatto sono totalmente equiparati.

Casa coniugale
Viene sul punto evidenziato che il diritto di abitazione è creato a favore dei figli (anche se ne beneficia uno dei genitori) quindi, in assenza di figli, il diritto di abitazione ex art. 337 sexies c.c., non può essere creato se non su base volontaria.

La Corte dunque opta per un’interpretazione estensiva dell’art. 4, co. 12 quinquies, D.L. n. 16 del 2012. Peraltro, prosegue la Corte, non trattandosi di norma tributaria disciplinante un'ipotesi di agevolazione o di esenzione, ovvero di norma speciale, non vale per la stessa il divieto di interpretazione analogica nonché di interpretazione estensiva ai sensi dell'art. 14 preleggi.

In conclusione, si stabilisce che:

la costituzione con sentenza del diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli ed assegnatario della casa familiare comporta che, anche nel caso di cessazione della convivenza more uxorio, il soggetto passivo diventi il genitore assegnatario, anche se quest'ultimo non fosse comproprietario, con conseguente liberazione del genitore proprietario ma non assegnatario dell'immobile (Cass. n. 11416/2019).



Non è in base al provvedimento di assegnazione che si paga l’ICI


La seconda sentenza che menzioniamo, la numero 7395, è stata emessa nel 2019 ma in relazione a un avviso ICI riferito agli anni 2001-2005.

Nel provvedimento si stabilisce che il provvedimento di assegnazione della casa coniugale in base al quale l’ex coniuge detiene l’immobile non costituisce un diritto reale tipico, ma un atipico diritto personale di godimento.

Esso dunque non consente di considerare l’assegnatario dell’immobile in quanto tale, soggetto passivo dell’ICI.

La sentenza però, come detto fa riferimento ad un caso di ICI, non contemplato dall’art. 4 co.12quinques che fuga ogni dubbio sul punto stabilendo che si tratta di un diritto di abitazione, ma riferendosi espressamente all’IMU.

La soggettività passiva, si è detto infatti, è diversa, a seconda che ci si occupi di ICI o di IMU (v. ad es. CTR Palermo n. 898/2017): nel primo caso, l’ex coniuge paga solo se anche proprietario o titolare di altro diritto reale.

In realtà dal 2014, sulle abitazioni assegnate al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, l’IMU non si paga. Vale poi in generale l'esenzione per la casa principale.

Restano in ogni caso escluse le abitazioni di lusso.

Come sempre, per la soluzione dei casi pratici, raccomandiamo la consulenza di esperti.

riproduzione riservata
Articolo: Separazione e IMU della casa coniugale
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Separazione e IMU della casa coniugale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
308.531 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Portoncino in PVC provincia di Palermo
    Portoncino in pvc provincia di...
    180.00
  • Finestra in PVC provincia di Palermo
    Finestra in pvc provincia di...
    180.00
  • Infissi PVC Palermo scorrevole leggero
    Infissi pvc palermo scorrevole...
    180.00
  • Infissi PVC con sistema traslante scorrevole
    Infissi pvc con sistema traslante...
    180.00
  • Sistema di sicurezza domestico wireless
    Sistema di sicurezza domestico...
    150.00
  • Videocamera di sorveglianza wifi esterna
    Videocamera di sorveglianza wifi...
    79.99
Notizie che trattano Separazione e IMU della casa coniugale che potrebbero interessarti


L'assegnazione della casa familiare è titolo esecutivo per il rilascio dell'immobile

Proprietà - L'assegnazione della casa coniugale consente al beneficiario di ricorrere all'azione di rilascio se l'ex non esegue spontaneamente la liberazione dell'immobile.

Cosa fare se l'assegnazione della casa è revocata e l'ex non va via?

Proprietà - Cosa fare se l'assegnazione della casa coniugale è revocata e l'ex non libera la casa spontaneamente? Anche la revoca dell'assegnazione è un titolo esecutivo.

Risarcimento del danno per spossessamento dell'ex casa coniugale

Proprietà - Se l'ex coniuge non reintegra l'altro nel possesso dell'immobile precedentemente destinato a casa coniugale, può essere condannato al risarcimento del danno.

Assegnazione casa familiare in caso di separazione: chi paga le spese?

Proprietà - In caso di assegnazione della casa familiare durante il procedimento di separazione dei coniugi, a chi spetta il pagamento delle spese per l'utilizzo della casa?

Spese condominiali straordinarie ed appartamento in comunione tra coniugi separati

Ripartizione spese - Nel caso di appartamento in comunione tra coniugi separati, il provvedimento di assegnazione della casa e le statuzioni sulle spese non hanno effeto per il condominio.

Comunione legale, se la casa è costruita su terreno di uno dei coniugi

Proprietà - Nella comunione legale la casa costruita dai coniugi durante il matrimonio su un terreno di uno dei due è di questi; l'altro, può vantare un diritto di credito.

Assegno di mantenimento e mutuo nella separazione

Mutui e assicurazioni casa - La presenza di un mutuo è un elemento che i giudici considerano nel momento della definizione degli obblighi di mantenimento nella sentenza di separazione.

Spese per la casa familiare di proprietà esclusiva e scioglimento della comunione

Proprietà - Le somme spese durante il matrimonio per le migliorie della casa di proprietà esclusiva dell'altro coniuge, vanno restituite in sede di scioglimento della comunione?

Smaltimento acque di prima Pioggia

Impianti - L'importanza di smaltire le acque piovane che spesso sono causa di allagamenti.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img silviadadi
Ho una casetta ampliata 5 anni fa, nella parte vecchia (risalente al 1920) ci sono le camere da letto ed è esposta a nord, muri in mattoni pieno e pietre intonacati, mentre...
silviadadi 26 Aprile 2011 ore 09:21 10
Img antoniopaparazzo
Salve a tutti,ho comprato un negozio e voglio fare alcuni lavori.Il primo di tutti è rimuovere lo stucco veneziano e ritinteggiare con pittura normale.Lo stucco presente...
antoniopaparazzo 22 Ottobre 2014 ore 13:42 1
Img mister221
Ho il problema di rimuovere "l'alzatina" della cucina che è stata incollata col silicone prendendo due parti: le piastrelle e il piano lavoro.Come faccio a rimuovere il...
mister221 06 Dicembre 2008 ore 09:36 14
Img vittorio1959
Buon giorno, espongo il mio problema nella speranza di ricevere un aiuto da qualcuno:abito al terzo piano di un condominio di 4 piani.La palazzina è stata ritinteggiata e...
vittorio1959 23 Novembre 2013 ore 12:02 3
Img sal.ferry
Buonasera, volevo chiedervi come trattereste questa parete esterna non battuta dal sole posta a 400 mt sul livello del mare (sopra Sorrento). Ogni anno uso una pittura antimuffa...
sal.ferry 04 Febbraio 2018 ore 19:13 5