• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Scelta e acquisto del legno

Le caratteristiche del legno scelto per le realizzazioni fai da te può influenzare in modo positivo o negativo il risultato finale: ecco come fare la scelta giusta.
Pubblicato il

Tipi e tagli del legno


Spesso chi si approccia al fai da te inizia la propria attività lavorando il legno. Oltre al legno massello sono utilissimi i vari legni artificiali (multistrato, truciolare, ecc.) che permettono la realizzazione di varie costruzioni e assemblaggi. I legni si possono suddividere in due gruppi: i legni dolci e i legni duri. Conoscerne caratteristiche e differenze permette di poter selezionare in modo accurato il legno adatto ai diversi tipi di lavori da effettuare.

Tipi di legnoLegni dolci: hanno minor peso specifico ma non sempre sono i più teneri e facili da lavorare. Sono i più comuni e comprendono l'abete, il pino, il larice, ecc. Si usano per costruire telai di mobili, strutture portanti, travature e in lavori di varia carpenteria.

Legni duri: (noce, frassino, teak, quercia, faggio, mogano, ecc.): sono più pregiati e hanno un aspetto più gradevole. Si usano nella costruzione di mobili di pregio o nell'arredamento di interni. Sono meglio sagomabili dei legni teneri e sono anche adatti all'intaglio e al lavoro al tornio.

I legni derivati si adattano bene alla lavorazione e sono dotati di particolari qualità.
Truciolare: pannello di fini trucioli pressati ed incollati con resine indurenti. Molto robusto e rigido, permette di realizzare mobili da impiallacciare, ripiani, ante, ecc. Teme l'umidità e non riceve bene le normali viti da legno, pertanto è sconsigliato per lavori che richiedano l'utilizzo di tali elementi di giunzione. Se si impiallaccia assume un aspetto identico al massello. Si può laminare con resine melamminiche per realizzare piani lisci e molto duri.

Compensato: assumono questo nome il multistrato e il paniforte. Il multistrato è una sovrapposizione di sottili fogli di legno incollati tra loro, con le fibre poste in senso alternato. Robusto, ha un'ottima stabilità. I pannelli di multistrato possono essere acquistati di vari spessori e di misure diverse. Si tagliano facilmente, si forano e incollano senza alcuna difficoltà. Il paniforte è un insieme di listelli incollati tra loro per costituire un pannello molto robusto. Le due facce sono poi rivestite con fogli di compensato. Ottimo per costruire librerie, scaffali e piani di lavoro che devono sostenere pesi non indifferenti.

Compensato marino: i fogli sono incollati con una colla insensibile all'acqua e sono trattati in modo da essere idrofughi. Ottimo per realizzare strutture destinate all'aperto.

MDF: è l'evoluzione del truciolare. Costituito da un impasto finissimo, è molto compatto e duro. È fresabile come un legno massello di buona qualità, inoltre è ottimo per realizzare mobili da impiallacciare.


Difetti del legno


Difetti del legnoQuando è il momento di scegliere il legno, fate attenzione ai difetti dei singoli moduli: scartate il legno che presenta troppi nodi morti (quelli che vengono via facilmente dal legno), oppure grosse e profonde fessure, soprattutto se sono presenti non solo alle estremità. Eliminate tavole e listelli imbarcati o svergolati. Prima dell'utilizzo lasciate qualche giorno il legno ben all'asciutto. Collocate le tavole in orizzontale e non in piedi o su supporti, poiché essi facilitano gli imbarcamenti.


Acquisto del legno


Le forme commerciali sono molto varie: solitamente sono disponibili sia listelli di piccola sezione (20x20 mm), sia travi e travetti della sezione di 100x150 mm. Le tavole sono larghe dai 150 ai 300 mm e hanno uno spessore variabile dai 20 ai 50 mm. In genere nelle segherie vengono indicate le misure nominali, ovvero quelle che ha il pezzo prima della piallatura. Nei magazzini di bricolage spesso si trovano elementi già piallati e quindi le misure sono quelle definitive. Mentre le segherie sono solite indicare le misure precedenti la piallatura, i magazzini di bricolage indicano le misure degli elementi già piallati.

Il legno che si acquista in segheria deve essere ben valutato in quanto non è ancora selezionato e l'esame è lasciato al cliente. È conveniente, quindi, acquistarlo in un supermercato del legno o in un centro per bricolage. È molto vantaggioso acquistare i materiali prefiniti che sono particolarmente selezionati e già trattati con protettivi.

Una volta selezionato e acquistato, conservate il legno acquistato in luoghi opportunamente aerati per evitare deformazioni fino a quando non sarà il momento di eseguire i lavori di bricolage ai quali è destinato. I difetti più comuni del legno sono la svergolatura e l'imbarcamento. Traguardate attentamente le tavole e scartate quelle che sono anche lievemente deformate.



riproduzione riservata
Scelta e acquisto del legno
Valutazione: 4.75 / 6 basato su 4 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.608 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI