Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Decreto Sblocca Cantieri: niente mini condono per piccoli abusi edilizi

Il mini condono sfugge dal decreto Sblocca Cantieri: il provvedimento al vaglio del Consiglio dei Ministri senza la misura volta a sanare i piccoli abusi edilizi
- Leggi e Normative Tecniche

Salta il mini condono nel decreto Sblocca cantieri: le novità


Il mini condono inserito nel decreto Sblocca cantieri, previsto con l'intento di evitare la pratica della sanatoria per quelli che di fatto vengono considerati piccoli abusi, non è passato. Stessa sorte per quanto concerne il riconoscimento alle regioni della possibilità di individuare delle nuove fattispecie di condono, altro punto oggetto di contestazione.

Il decreto Sblocca cantieri, dopo essere stato discusso a Palazzo Chigi, andrà oggi in Consiglio dei Ministri anche se privo della misura che fino a ieri sembrava certa. Le divergenze tra M5S e Lega non si sono appianate e questo ha determinato l'eliminazione del provvedimento.
Nessun punto di incontro sul mini condono per le piccole irregolarità in campo edile, misura pensata a sostegno dell'edilizia privata.

Decreto Sblocca cantieri
Cosa si sarebbe dovuto condonare?

Le piccoleirregolarità che riguardano gli edifici più vecchi, cioè quelli costruiti prima del 1977.
La motivazione dell'iniziativa stava nel fatto che per tali immobili l'accertamento dello stato legittimo risulta alquanto difficile da attestare sulla base della documentazione tecnica.
Per questi piccoli abusi non comportanti una totale difformità, l'intento era di evitare che il proprietario dovesse presentare richiesta di regolarizzazione al Comune, evitando oneri e rischi di demolizione.

La misura, secondo le intenzioni, a sostegno dell'edilizia privata, doveva riguardare ad esempio porte e finestre spostate oppure cambiate di dimensioni o comunque altre piccole variazioni rispetto alle licenze rilasciate prima della Legge 28/01/1977 non costituenti totale difformità.

Anche se nell'ultima bozza del decreto Sblocca cantieri le mini irregolarità sono state escluse, resta da discutere il resto di una normativa che si pone l'obiettivo di far ripartire le infrastrutture.

In particolare, i cinque articoli di cui si compone riguardano:

  • le modifiche al codice dei contratti pubblici;

  • le procedure di affidamento in caso di crisi di impresa;

  • la semplificazione della disciplina relativa agli interventi strutturali in zone sismiche;

  • i commissari straordinari e la creazione dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle dighe.

riproduzione riservata
Articolo: Salta il mini condono nel decreto Sblocca Cantieri
Valutazione: 4.33 / 6 basato su 3 voti.

Salta il mini condono nel decreto Sblocca Cantieri: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Notizie che trattano Salta il mini condono nel decreto Sblocca Cantieri che potrebbero interessarti

Condono edilizio 2017: i criteri per stabilire demolizione o condono

Leggi e Normative Tecniche - Condono edilizio: il Ddl Falanga in fase di approvazione, consentirebbe di stabilire nuovi criteri per decidere quando condonare e quando demolire un'immobile.

Condono per mini abusi

Normative - Allo studio un condono per le piccole irregolarita' edilizie, prima della presentazione della Manovra Finanziaria in Commissione Bilancio.

Decreto semplificazioni: bocciato il condono, si lavora sulle regole per appalti

Leggi e Normative Tecniche - Si sta ancora discutendo al Governo sul destino del Decreto Semplificazioni. Al momento salta la norma sul condono e si lavora alle nuove regole per gli appalti


Condono edilizio e agibilità: vanno di pari passo o no?

Leggi e Normative Tecniche - I giudici hanno analizzato il caso di un immobile che, pur avendo già ottenuto il condono, non è stato considerato agibile e adatto all'utilizzo a scopo residenziale

Illegale il frazionamento artificioso per presentare più istanze di condono

Leggi e Normative Tecniche - La Cassazione ha stabilito che non è ammissibile il condono edilizio se la richiesta di sanatoria è presentata suddividendo l'unità immobiliare in più interventi

Condono edilizio: a quale punto della costruzione è possibile ottenerlo?

Leggi e Normative Tecniche - Secondo una recente sentenza della Cassazione, non è necessario che tutti i lavori edili siano terminati, ma sono sufficienti anche coperture e tamponature dei muri

Condono abusi ambientali

Normative - In discussione in Senato un emendamento al decreto Milleproroghe che aprirebbe i termini per un condono degli abusi edilizi commessi su beni sottoposti a vincolo paesaggistico ed ambientale.

In caso di condono edilizio pendente si possono effettuare nuovi lavori?

Leggi e Normative Tecniche - Cosa ha stabilito il Consiglio di Stato per quanto riguarda la possibilità di realizzare nuovi lavori nell'ipotesi di pendenza di un'istanza di condono edilizio?

Decreto Crescita, le novità più rilevanti nel settore edile e fiscale

Leggi e Normative Tecniche - Al via il Decreto Crescita, contenente importanti novità in ambito economico e fiscale. Si punta alla ripresa del paese con incentivi e favorendo lo sviluppo.