Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Decreto Sblocca Cantieri: niente mini condono per piccoli abusi edilizi

Flash News Leggi e Normative Tecniche20 Marzo 2019 ore 09:58
Il mini condono sfugge dal decreto Sblocca Cantieri: il provvedimento al vaglio del Consiglio dei Ministri senza la misura volta a sanare i piccoli abusi edilizi

Salta il mini condono nel decreto Sblocca cantieri: le novità


Il mini condono inserito nel decreto Sblocca cantieri, previsto con l’intento di evitare la pratica della sanatoria per quelli che di fatto vengono considerati piccoli abusi, non è passato. Stessa sorte per quanto concerne il riconoscimento alle regioni della possibilità di individuare delle nuove fattispecie di condono, altro punto oggetto di contestazione.

Il decreto Sblocca cantieri, dopo essere stato discusso a Palazzo Chigi, andrà oggi in Consiglio dei Ministri anche se privo della misura che fino a ieri sembrava certa. Le divergenze tra M5S e Lega non si sono appianate e questo ha determinato l'eliminazione del provvedimento.
Nessun punto di incontro sul mini condono per le piccole irregolarità in campo edile, misura pensata a sostegno dell'edilizia privata.

Decreto Sblocca cantieri
Cosa si sarebbe dovuto condonare?

Le piccole irregolarità che riguardano gli edifici più vecchi, cioè quelli costruiti prima del 1977.
La motivazione dell'iniziativa stava nel fatto che per tali immobili l’accertamento dello stato legittimo risulta alquanto difficile da attestare sulla base della documentazione tecnica.
Per questi piccoli abusi non comportanti una totale difformità, l'intento era di evitare che il proprietario dovesse presentare richiesta di regolarizzazione al Comune, evitando oneri e rischi di demolizione.

La misura, secondo le intenzioni, a sostegno dell’edilizia privata, doveva riguardare ad esempio porte e finestre spostate oppure cambiate di dimensioni o comunque altre piccole variazioni rispetto alle licenze rilasciate prima della Legge 28/01/1977 non costituenti totale difformità.

Anche se nell'ultima bozza del decreto Sblocca cantieri le mini irregolarità sono state escluse, resta da discutere il resto di una normativa che si pone l’obiettivo di far ripartire le infrastrutture.

In particolare, i cinque articoli di cui si compone riguardano:

  • le modifiche al codice dei contratti pubblici;

  • le procedure di affidamento in caso di crisi di impresa;

  • la semplificazione della disciplina relativa agli interventi strutturali in zone sismiche;

  • i commissari straordinari e la creazione dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle dighe.

riproduzione riservata
Articolo: Salta il mini condono nel decreto Sblocca Cantieri
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Salta il mini condono nel decreto Sblocca Cantieri: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Salta il mini condono nel decreto Sblocca Cantieri che potrebbero interessarti
Condono per mini abusi

Condono per mini abusi

Normative - Allo studio un condono per le piccole irregolarita' edilizie, prima della presentazione della Manovra Finanziaria in Commissione Bilancio.
Condono edilizio 2017: i criteri per stabilire demolizione o condono

Condono edilizio 2017: i criteri per stabilire demolizione o condono

Leggi e Normative Tecniche - Condono edilizio: il Ddl Falanga in fase di approvazione, consentirebbe di stabilire nuovi criteri per decidere quando condonare e quando demolire un'immobile.
Condono abusi ambientali

Condono abusi ambientali

Normative - In discussione in Senato un emendamento al decreto Milleproroghe che aprirebbe i termini per un condono degli abusi edilizi commessi su beni sottoposti a vincolo paesaggistico ed ambientale.

Decreto Crescita, le novità più rilevanti nel settore edile e fiscale

Leggi e Normative Tecniche - Al via il Decreto Crescita, contenente importanti novità in ambito economico e fiscale. Si punta alla ripresa del paese con incentivi e favorendo lo sviluppo.

Condòmini sempre più esposti ai creditori del condominio

Parti comuni - Qualora i creditori del condominio siano insoddisfatti sono pignorabili le quote del singolo condomino anche se non moroso. Le novità della Corte di Cassazione.

Condono e rinnovabili

Normative - Tra condono fiscale e condono edilizio sta circolando insistentemente la voce di un condono delle rinnovabili, cioe' una sanatoria degli impianti installati senza autorizzazioni.

Stop alle demolizioni in Campania?

Normative - Il presidente del Consiglio ha annunciato ierii di aver pronto un provvedimento per bloccare temporaneamente le demolizioni degli edifici abusivi in Campania.

Decreto Sblocca Italia

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sgravi fiscali per chi acquista casa per affittarla a canone concordato e misure per i lavori in casa, previsti nel Decreto Sblocca Italia approvato ieri in Senato.

IMU e TASI: niente rottamazione!

Fisco casa - Non si farà la sanatoria per il mancato pagamento delle imposte sulla casa, IMU e TASI; sono queste le ultime novità. I Comuni sono esclusi dalla pace fiscale