Terra e argilla cruda per realizzare bellissimi rivestimenti ecologici

NEWS DI Pavimenti e rivestimenti23 Febbraio 2017 ore 12:58
La terra cruda è un materiale antichissimo, facilmente lavorabile e completamente ecologico con cui realizzare edifici o rivestimenti parietali ricchi di fascino

Il pisè e l'adobe: costruire con la terra cruda


La terra o argilla cruda è un materiale antico quanto la tecnica del costruire.

Con questo elemento, completamente naturale, riciclabile e praticamente a costo zero, si possono infatti ottenere edifici anche a più piani, che se oggetto di un'adeguata manutenzione possono resistere per molti secoli: sono ad esempio famose le moschee del Mali di paglia e argilla o le case di terra del centro storico di Sanaa (capitale dello Yemen), alte fino a sette piani e databili al Medioevo.


Rivestimento decorato in terra cruda TerraBase di Matteo Brioni.

Rivestimento decorato in terra cruda TerraBase di Matteo Brioni.

Rivestimento decorato in terra cruda TerraBase di Matteo Brioni.
Rivestimento decorato in terra cruda TerraBase by Matteo Brioni.

Rivestimento decorato in terra cruda TerraBase by Matteo Brioni.

Rivestimento decorato in terra cruda TerraBase by Matteo Brioni.
Intonaco grezzo di argilla TerraBase di Matteo Brioni.

Intonaco grezzo di argilla TerraBase di Matteo Brioni.

Intonaco grezzo di argilla TerraBase di Matteo Brioni.
Particolare dell'intonachino decorativo di argilla TerraWabi di Matteo Brioni.

Particolare dell'intonachino decorativo di argilla TerraWabi di Matteo Brioni.

Particolare dell'intonachino decorativo di argilla TerraWabi di Matteo Brioni.
Intonachino decorativo di argilla TerraWabi di Matteo Brioni.

Intonachino decorativo di argilla TerraWabi di Matteo Brioni.

Intonachino decorativo di argilla TerraWabi di Matteo Brioni.
Intonachino decorativo di argilla TerraWabi by Matteo Brioni.

Intonachino decorativo di argilla TerraWabi by Matteo Brioni.

Intonachino decorativo di argilla TerraWabi by Matteo Brioni.
Particolare del rivestimento decorato in terra cruda TerraBase di Matteo Brioni.

Particolare del rivestimento decorato in terra cruda TerraBase di Matteo Brioni.

Particolare del rivestimento decorato in terra cruda TerraBase di Matteo Brioni.
Collezione TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche dalla superficie simile a un intonaco di argilla.

Collezione TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche dalla superficie simile a un intonaco di argilla.

Collezione TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche dalla superficie simile a un intonaco di argilla.
Collezione TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche dalla texture ispirata all'aspetto di un terreno argilloso dopo mesi di siccità.

Collezione TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche dalla texture ispirata all'aspetto di un terreno argilloso dopo mesi di siccità.

Collezione TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche dalla texture ispirata all'aspetto di un terreno argilloso dopo mesi di siccità.

Le tecniche più diffuse sono due: il pisé e l'adobe.

La prima utilizza un impasto di argilla, paglia finemente sminuzzata e acqua, che, dopo essere stato ben amalgamato in apposite fosse, viene compresso in casseforme di legno alte circa 50-70 cm e larghe come la parete da realizzare.

La cassaforma viene dapprima riempita di impasto ben costipato, rimossa dopo la sua completa asciugatura e infine spostata in corrispondenza di un nuovo pezzo di muro: si procede in questo modo fino al completamento dell'edificio.

Argilla cruda realizzazione di mattoni in Marocco.
Gli adobe sono invece piccoli mattoni di terra cruda, che vengono impilati come i normali elementi di laterizio fino a costruire una muratura: il legante è però una semplice malta di argilla molto fluida.

La loro fabbricazione è identica a quella dei mattoni cotti tradizionali: dopo essere stata accuratamente setacciata per eliminare le impurità, l'argilla secca viene impastata con l'acqua, additivata con frammenti di paglia e pressata in stampi di legno di forma parallelepipeda.

Una volta pronto il mattone in argilla cruda viene sformato e fatto asciugare al sole, avendo cura di rigirarlo periodicamente per un'essicazione uniforme.

Argilla cruda, costruzione di un muro con adobe e MaltaTerra di Matteo Brioni.
Questa tecnica costruttiva, tuttora diffusa in molti paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, risulta valida anche nei comuni edifici soprattutto per la realizzazione dei tramezzi interni non portanti: l'azienda specializzata di Matteo Brioni Srl ha tuttora in produzione i mattoni adobe e MaltaTerra, la speciale malta di allettamento per muri di terra cruda costituita da argilla e aggregati calcareo-silicei in curva granulometrica 0-3 mm.


Rivestimenti in terra cruda fra tradizione e innovazione


Ma la tecnica costruttiva più semplice prevede la realizzazione una struttura a traliccio con montanti e traversi di legno, a cui viene fissato uno strato di stuoie o canne intrecciate successivamente rivestito con uno spesso intonaco a base di argilla e paglia finemente tritata.

Sistema con pannelli Kartosan® e Intonaco Pregiato Geosana di Ton Gruppe.
I pannelli ideati da Ton Gruppe rappresentano l'evoluzione di questo sistema: la base è infatti costituita da Kartosan®, una lastra prefabbricata di argilla cruda, paglia d'orzo e una rete in fibra di vetro per una maggior resistenza.

Essendo completamente naturale, è atossica, traspirante, antimuffa e sostituisce egregiamente il cartongesso nella realizzazione di tramezzi, rivestimenti, controsoffitti o isolamenti interni a cappotto .

Per una soluzione ancora più ecologica si può rifinire con l'Intonaco Pregiato Geosana, un intonachino di argilla cruda e sabbia naturale: disponibile in una vasta gamma di toni neutro e pastello, si applica in un solo strato, non richiede alcuna tinteggiatura finale e risulta molto adatto in ambienti con molta polvere o fuliggine, come ad esempio cucine o stanze con stufe a legna o caminetti.

I graffi e le abrasioni si riparano facilmente perché basta applicare un po' di intonaco con una spatolina per eliminare subito qualsiasi difetto.

Finiture con argille crude naturali TerraWabi di Matteo Brioni.
Un altro prodotto molto interessante è TerraBase di Matteo Brioni: un intonaco premiscelato, già pronto per l'uso con la semplice aggiunta di acqua, formato da argilla, aggregati calcareo-silicei in curva granulometrica 0-3 mm e paglia di riso, ideato come rinzaffo preparatorio ma utilizzabile anche per finiture a vista dall'effetto un po' rustico. Non adatto per murature con presenza di umidità di risalita capillare, risulta tuttavia perfetto per qualsiasi ambiente interno asciutto e ben arieggiato.

Se si desidera una parete più liscia e regolare, il prodotto ideale è TerraWabi, un sistema di finitura colorato in pasta con l'ausilio di argille naturali, senza quindi alcun pigmento di origine organica o minerale: la matericità e l'imperfezione della terra cruda emergono in tutto il loro fascino naturale, donando alle superfici un aspetto antico e vissuto.

Rivestimenti in argilla cruda erraEvoca di Matteo Brioni.
Per riproporre la tipica stratigrafia di un intonaco a regola d'arte che prevede un rinzaffo preliminare, l'arriccio più raffinato e il sottilissimo velo si possono invece sperimentare due innovativi prodotti: l'intonaco di finitura TerraVista e il trattamento superficiale TerraBella.

Il primo è a base di vari tipi di argilla, che sostituiscono i pigmenti comunemente impiegati nella tradizionale tinteggiatura a calce, e si applica a spatola per uno spessore di 3 millimetri su pannelli di qualsiasi tipologia o intonaci preesistenti. Il secondo è invece un protettivo finale direttamente ispirato alle spalmature di olii o cere consigliate da numerosi trattati: a base di prodotti completamente naturali, si applica a pennello, spugna o tampone e protegge efficacemente la superficie di terra

Con TerraEvoca l'argilla si fa invece bassorilievo, riprendendo archetipi decorativi vecchi di molti millenni: gli esperti artigiani di Matteo Brioni sanno infatti creare decorazioni in rilievo imprimendo appositi stampi sull'argilla ancora fresca, secondo una tecnica antichissima ampiamente utilizzata per decorare il vasellame o realizzare lastre ornamentali di terracotta. La luce gioca quindi sui semplicissimi disegni geometrici, quadrati, cerchi, rosette o intrecci di vario tipo, generando una superficie tridimensionale simile a un tappeto verticale.

Terra crufa, sistema Exit di Matteo Brioni.
Se infine si desidera una parete più movimentata si può utilizzare il sistema Exit, costituito da una struttura modulare di elementi rigidi in cotto, sughero o legno, i cui vuoti sono riempiti dall'apposito impasto di terra cruda TerraTon: in questo modo si ottengono configurazioni sempre diverse e altamente personalizzabili, dalle inedite trame decorative a base geometrica.

Questo effetto viene sottolineato anche dalla raffinata palette dei colori, che prevede l'accostamente delle texture naturali dei materiali della struttura alla superficie naturalmente sfumata della terra cruda.


Materiali ispirati alla terra cruda


Anche se molto bello e raffinato, ecosostenibile e riparabile facilmente, un rivestimento di argilla cruda è tuttavia abbastanza delicato, e perciò richiede alcune accortezze nella pulizia e un'attenzione costante per evitare urti o graffi.

Linea TerraCruda di Ragno: piastrelle ceramiche con texture ispirata a un muro di conci di pietra.
Per gli ambienti più vissuti come il bagno e la cucina, in cui la presenza costante di acqua e sostanze aggressive come solventi e detersivi mal si concilia con l'argilla, è quindi consigliabile ripiegare su un materiale più resistente all'usura, ma che offra comunque un aspetto estetico simile alla terra battuta.

La soluzione ideale è TerraCruda di Ragno Ceramiche del gruppo Marazzi, una linea di piastrelle ceramiche di grande formato (cm 40 x 120) che rievoca le superfici tradizionali di intonaco, pietra o mattoni adobe.

I colori possibili, tutti compatibili con le tinte terrose degli antichi rivestimenti, sono quattro: sabbia, bianco calce, grigio chiaro e grigio piombo.

Le texture comprendono invece una superficie liscia molto simile a un intonaco di terra cruda, una serie di ampie linee orizzontali che si ispirano a una muratura di conci di pietra, e infine un reticolo irregolare molto simile all'aspetto di un terreno crepato da mesi di siccità.


riproduzione riservata
Articolo: Rivestimenti in terra cruda
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Rivestimenti in terra cruda: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Rivestimenti in terra cruda che potrebbero interessarti
Pavimenti in argilla cruda

Pavimenti in argilla cruda

Pavimenti e rivestimenti - L'argilla cruda, utilizzata fin dall'antichità caduta in disuso nei nostri sistemi costruttivi, possiede qualità ecologiche e bioclimatiche, migliora il microclima interno delle abitazioni.
Mattoni ecologici

Mattoni ecologici

Bioedilizia - Con la riscoperta della terra cruda in bioedilizia è possibile costruire ambienti sani e confortevoli, con le proprietà termoisolanti e regolatrici dell'argilla
Terra cruda antisismica

Terra cruda antisismica

Ristrutturazione - La terra cruda è un materiale così antico quanto ecologico, che ha una serie di proprietà tecniche che spesso vengono sottovalutate: alcune indicazioni utili.

Come preparare un intonaco in argilla low-cost

Bioedilizia - Gli intonaci in argilla si possono realizzare comprando della terra pronta o riutilizzando quella scavata in cantiere, con le giuste quantità di sabbia e paglia.

La casa che respira

Isolamento termico - Non impediamo alle nostre case di respirare! Scegliamo con cura i materiali con cui operare interventi di ristrutturazione: eccone una breve selezione.

Vernice naturale ed ecologica

Pittura e decorazioni - Per un ambiente domestico sano e confortevole, ecco varie soluzioni di vernici e pitture ecologiche e naturali, a lunga durata e senza l'uso di prodotti chimici.

La terracotta

Progettazione - L' argilla, nata per magia da un leggendario racconto, pare esista da sempre ed arricchisce case e giardini con la sua artisticità.

Il cappotto interno in canna palustre

Bioedilizia - La canna palustre è stata utilizzata da sempre come materiale da costruzione per poi essere dimenticata: ora con la bioedilizia si riscopre questo stupendo materiale.

Conservare in frigo

Cucina - Per usare il frigorifero nella maniera corretta, ogni cibo deve essere conservato nel posto giusto.
REGISTRATI COME UTENTE
297.987 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.