Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Rivestimenti a correre

Uno schema di posa dei rivestimenti vivace e poco usato che può essere attuato utilizzando i prodotti ceramici esistenti o lastre di pietra dal taglio standard.
08 Maggio 2013 ore 13:34 - NEWS Ristrutturazione
rivestimenti , piastrelle , pietre naturali , lastre


I rivestimenti per pareti di tipo ceramico e/o lapideo sono tra i materiali per l'edilizia più ricercati ed apprezzati, perché aggiungono valore estetico e qualitativo alle pareti su cui sono posati. La scelta della tipologia di rivestimento può essere effettuata, al giorno d'oggi, in un range di possibilità praticamente senza fine, potendo scegliere tra una vasta varietà di materiali, di formati e di finiture le cui combinazioni, poi, moltiplicano le possibilità.

Nel settore in oggetto, le principali realtà industriali offrono cataloghi ampi e variegati, costantemente aggiornati con innovazioni di prodotto e di tecnologia, e ciò mette i compratori nella condizione di confrontare possibili elementi, sulla base di valutazioni che bilanciano le scelte estetiche complessive con le risorse economiche a disposizione.

Rivestimenti murali: posaLe valutazioni estetiche, in generale, riguardano le finiture superficiali e la loro durevolezza rispetto alle condizioni di uso, alla possibile usura e alla resistenza al contatto con umidità e agenti chimici in generale. Una cosa che si dà per scontato, ma che vale la pena approfondire per dare una possibile ulteriore chiave di valutazione, riguarda la posa in opera, ma non semplicemente dal punto di vista realizzativo (collanti o sistemi di posa e supporti) quanto sul disegno dei rivestimenti a posa terminata.


Posa in opera a correre


Per quanto riguarda i prodotti ceramici, che siano dei monocottura o dei bicottura o dei gres porcellanati, in genere lo schema di posa preferito è quello a campi parallelli, orizzontali e verticali, cioè quello classico che determina le fughe in entrambi i sensi. Certo, ci sono alcuni prodotti, appositamente studiati da designer e progettisti, che prevedono l'uso di elementi di varie dimensioni e forme, a determinare uno schema finale preimpostato in fase progettuale sulla base di disegni e matrici grafiche.

In quest'ultimo caso, a meno che la matrice di base non sia di tipo geometrico, le possibilità di variazione allo schema preimpostato sono pressocchè nulle, ed è giusto che sia così, ma quando, invece, parliamo di prodotti composti da un solo elemento base, ripetibile all'infinito, in questo caso, allora, anche con piccole modifiche allo schema classico di posa si possono ottenere effetti estetici diversi ed inconsueti.

Posa rivestimentiQuesto principio, del resto, è applicabile a maggiore ragione ai rivestimenti in materiale lapideo naturale, dove il taglio degli elementi di posa e la loro finitura sono liberamente selezionabili in un'ampia rosa di possibilità, con il solo limite, a volte, dei sovrapprezzi legati a lavorazioni e tagli particolarmente onerosi rispetto alle pezzature standard richieste sul mercato.

Quale può essere una delle variazioni allo schema classico di posa a fughe parallele? Beh, una possibilità è il cosiddetto schema a correre: in sostanza, si tratta di posare una fila di piastrelle, o di lastre, di rivestimento rispetto a quella immediatamente inferiore con una sfalsatura del giunto verticale; tale sfalsatura può essere volutamente accentuata o ridotta sulla base dell'effetto di movimento che si vuole ottenere, effetto a sua volta rafforzato anche dalle dimensioni degli elementi di rivestimento e dalla possibilità di utilizzare più formati degli stessi elementi.

Dal punto di vista estetico, appunto, quel che si ottiene è una parete che rifiuta la stabilità e staticità visiva dei rivestimenti classici per favorire un senso di movimento e di spostamento, sul cui effetto finale si può giocare in vari modi: può sembrare strano, ma si ottiene una percezione di movimento maggiore se si impiega un solo tipo di materiale di finitura in un solo formato, perché il senso che si ottiene è di massa e materia viva. Altre soluzioni, che impiegano formati diversi, trasmettono, invece, una sensazione più evidente di gioco grafico piuttosto che di azione.

Rivestimento a correre: uno schema di posaLe possibili controindicazioni per tale tipo di schema di posa riguardano in parte i costi maggiorati rispetto allo schema di posa classico, maggiorazioni legate ad un costo della manodopera superiore a quello standard (maggior tempo e maggiore cura alla posa sono necessari in questo caso) e al maggior sfrido di materiale, come si può facilmente immaginare. In quest'ultimo caso, sarà cura del progettista studiare con cura lo schema per ridurre al minimo il materiale inutilizzato.

La posa di rivestimenti a correre, in sostanza, può essere una valida alternativa, studiandone la personalizzazione in relazione ai gusti del committente, per ottenere pareti rivestite che siano moderne ed esteticamente accattivanti, anche impiegando un solo tipo di materiale base e di finitura superficiale.

riproduzione riservata
Articolo: Rivestimenti a correre
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 2 voti.

Rivestimenti a correre: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.092 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Rivestimenti a correre che potrebbero interessarti


Proteggere un muro con le pietre

Fai da te Muratura - I rivestimenti murari in pietra permettono di conferire un tocco personale alle pareti e un sapore rustico, modulato a seconda del tipo di pietra selezionata.

Prodotti per le pietre naturali

Fai da te - Le moderne nanotecnologie permettono di ottenere prodotti che garantiscono un'ottima pulizia e trattamenti superficiali protettivi di alta resa.

Facciate in ceramica, estetica e comfort

Facciate e pareti - Utilizzati con il sistema della facciata ventilata, in diversi formati, colori e finiture, ecco una selezione di alcuni rivestimenti per esterni in ceramica.

Pavimenti e rivestimenti igienizzanti

Arredamento - Come garantire l'igiene impiegando materiali innovativi.

Pietre e marmi con la ceramica

Ristrutturazione - La trasformazione di materie prime associata a particolari tecnologie innovative permette di ottenere materiali da rivestimento che presentano quelle caratteristiche

Il collante

Ristrutturazione - In commercio esistono diversi tipi di collanti per l'edilizia: l'utilizzo più frequente è per la posa di pavimenti e di rivestimenti interni.

Pavimenti e rivestimenti in pannelli di resina

Pavimenti e rivestimenti - L'idea di prodotti per il rivestimento e la pavimentazione per il bagno ci fa pensare istintivamente alle classiche piastrelle in ceramica o gres porcellanato,

Adesivi premiscelati per piastrelle

Ristrutturazione - L'evoluzione nel campo dei collanti, interessa anche la posa delle piastrelle, che viene velocizzata, grazie alla tecnica di premiscelazione.

Materiali naturali

Materiali edili - Nel campo dell'edilizia possiamo continuare a costruire rispettando il nostro pianeta attraverso l'impiego di materie naturali da costruzione eco-compatibili.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img angioletto61
Buongiorno a tutti.Sto accedendo con emissione SCIA per manutenzione straordinaria (lett. B) ad un cambio di destinazione d'uso di locale esistente con lavori di costruzione...
angioletto61 16 Marzo 2021 ore 14:32 6
Img alfonsozoppelletto
In seguito alluvione la pavimentazione esterna 180 mq risulta sconnessa. Non tutte el piatrelle accusano questa problematica. Battendo sulle piastrelle incriminate si sente il...
alfonsozoppelletto 12 Gennaio 2021 ore 10:35 1
Img elmagico
Ciao a tutti! Sto facendo casa, e in bagno i piastrellisti hanno posato le piastrelle in gres porcellanato.Ci sono alcuni residui di colla cementizia (?? non so se sia colla o...
elmagico 11 Dicembre 2020 ore 03:38 1
Img illusoria
Salve, dopo aver effettuato il massetto e l'impermeabilizzazione con doppio strato di nanofle, dovremmo posare le piastrelle. Quali accorgimenti prendereste visto il maltempo e il...
illusoria 09 Dicembre 2020 ore 11:31 2
Img magisd
Salve, da 2-3 mesi si stanno formando delle piccole scheggiature nelle piastrelle di casa, come da foto allegate (alcune sono al centro delle piastrelle, altre ai bordi).
magisd 23 Novembre 2020 ore 10:51 1