Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Riscaldamento: 10 consigli per risparmiare in bolletta

NEWS Complementi d'arredo23 Novembre 2017 ore 11:44
Come migliorare l'efficienza degli impianti di riscaldamento e risparmiare in bolletta? Ce lo dice l'Enea, con un decalogo di semplici accorgimenti da seguire.

Riscaldamento: qualche utile consiglio


L'inverno è ormai arrivato e gran parte degli italiani hanno iniziato a scaldare le proprie abitazioni. Accendere gli impianti di riscaldamento comporta un ingente consumo energetico, che si traduce in elevati costi in bolletta e in un forte impatto ambientale.

Se non è ovviamente possibile pensare di rinunciare al tepore domestico, è importante sapere che talvolta bastano dei piccoli accorgimenti per migliorare l'efficienza degli impianti, che si traduce in risparmi in bolletta e riduzione delle emissioni inquinanti.
A stilare un decalogo delle buone pratiche da seguire è l'Enea, l'Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Vediamolo insieme.


Effettuare la manutenzione degli impianti di riscaldamento


Spesso sottovalutate, le pratiche manutentive sono fondamentali per garantire il corretto funzionamento degli impianti che invece, se ben regolati, possono consumare e inquinare meno.

Manutenzione ordinaria degli impianti di riscaldamento

La manutenzione ordinaria è a ogni modo obbligatoria dal 2013 (DPR 74/2013) e le sanzioni per il mancato rispetto del regolamento possono essere salate: si parte da un minimo di 500 euro.


Controllare la temperatura degli ambienti


È vero che la percezione della temperatura è molto personale e dipende anche dalle nostre abitudini quotidiane ma scaldare eccessivamente gli ambienti domestici rischia di essere dannoso alla salute. Sebbene la normativa consenta di arrivare a un massimo di 22°C, secondo gli esperti Enea 19°C sono più che sufficienti per garantire il comfort indoor.

E a ringraziarci sarà anche il portafoglio, se consideriamo che per ogni grado abbassato si risparmia dal 5 al 10% sui consumi energetici. Attenti alle ore di accensione.

CONSIGLIATO
Termostato intelligente NETATMO...
Risparmia in media il 37% dei costi energetici per riscaldare l tua casa mediante una programmazione adatta al tuo stile di vita...
prezzo € 159,99
COMPRA



Non possiamo lasciare acceso il riscaldamento come e quando vogliamo, salvo rari casi.
Il tempo massimo di accensione giornaliero è stabilito dalla normativa e si va da un massimo di 6 ore per i comuni in fascia A (Lampedusa, Linosa e Porto Empedocle) alle 14 ore concesse alla zona E, che comprende grandi città come Milano, Torino, Bologna


Tra muro e termosifone installare dei pannelli riflettenti


Soprattutto in caso di termosifoni particolarmente datati, esiste un trucco molto semplice per ottimizzarne la resa calorica.

Basta rivestire la superficie dietro i moduli con dei pannelli termoriflettenti, acquistabili in qualsiasi negozio di bricolage, per ridurre le dispersioni di calore. Non si tratta altro che di fogli in polietilene rivestiti di alluminio che riflettono l'aria calda verso l'ambiente interno.

Con questo piccolo accorgimento è possibile ottimizzare la resa dei radiatori di circa il 10%.


Schermare le finestre durante la notte


Per evitare che il calore si disperda eccessivamente nelle ore notturne, con il risultato di trovare al mattino un ambiente freddo e difficile da scaldare, è bene chiudere completamente persiane e tapparelle. Lo stesso accorgimento vale in caso di tende pesanti, che andrebbero tirate quando non abbiamo più bisogno di luce naturale.


Fare il check up alla propria casa


L'isolamento termico è uno degli aspetti fondamentali per evitare dispersioni di calore e inutili sprechi energetici.

La maggior parte delle costruzioni antecedenti al 2008 non rispettano le attuali normative sul contenimento dei consumi energetici e varrebbe quindi la pena pensare di effettuare qualche intervento riqualificativo per migliorare l'efficienza dell'immobile.

Grazie all'isolamento delle pareti o alla semplice sostituzione degli infissi con dei modelli di ultima generazione si può risparmiare almeno il 20% sui consumi di energia. Va poi considerato che, grazie agli Ecobonus, è possibile detrarre gran parte della spesa, quindi bisognerebbe approfittarne.


Impianti di riscaldamento innovativi


Stesso discorso del punto precedente va fatto sugli impianti di riscaldamento stessi.

Se hanno più di 15 anni, vale la pena valutarne la sostituzione con sistemi di nuova generazione, come le moderne caldaie a condensazione o a biomasse, le pompe di calore o impianti integrati dove la caldaia è alimentata con acqua preriscaldata da un impianto solare termico e/o da una pompa di calore alimentata con un impianto fotovoltaico.
Anche in questo caso si può usufruire dei bonus riservati alle opere di riqualificazione energetica o ristrutturazione.


Evitare ostacoli davanti e sopra i termosifoni


Quando arrediamo casa bisogna fare attenzione a non posizionare mobili o tende davanti ai radiatori, per evitare un'inutile dispersione di calore. Anche l'abitudine piuttosto diffusa di posizionare biancheria umida o bagnata sul termosifone è scorretta, per lo stesso motivo.

Consigli riscaldamento: non poggiare la biancheria umida sul calorifero
È necessario, infine, non commettere l'errore di lasciare aperte le finestre per troppo tempo: gli ambienti vanno sicuramente areati, ma bastano pochi minuti.


Installare i cronotermostati


Un valido alleato sul fronte dei risparmi sono i moderni dispositivi elettronici che consentono di regolare temperatura e tempo di accensione in base alle proprie esigenze.

Riscaldamento efficiente grazie al cronotermostato
Mantenere in funzione l'impianto soltanto quando si è in casa consente di evitare ingenti sprechi nei consumi energetici.


Applicare valvole termostatiche per risparmiare in bolletta


Il funzionamento delle valvole termostatiche è piuttosto semplice: in base al livello impostato, generalmente da 0 a 5, e grazie a dei sensori, aumentano oppure diminuiscono l’afflusso di liquido nel radiatore, regolando così la temperatura dell’ambiente domestico.

Valvole termostatiche per controllare e gestire i consumi
Con la loro installazione, resa obbligatoria dal Dlgs 102/2014 entrato in vigore il 1 luglio 2017 per tutti i condomini e gli edifici polifunzionali dotati di impianti di riscaldamento centralizzato, è possibile evitare sprechi e dispersione di calore.
In questo modo, secondo l'Enea, si possono abbattere i costi in bolletta fino al 20%.

CONSIGLIATO
Valvole termostatiche bluetooth...
Termostato per radiatore con BLUETOOTH Smart per la regolazione della temperatura ambiente in base alle esigenze mediante app gratuita per iOS...
prezzo € 25,17
COMPRA



riproduzione riservata
Articolo: Riscaldamento: i consigli per risparmiare
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Riscaldamento: i consigli per risparmiare: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
305.812 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Radiatori alluminio
    Radiatori alluminio...
    12.00
  • Caldaia SAVIO SuperEVOdens 24 S*
    Caldaia savio superevodens 24 s*...
    798.00
  • Impianti elettrici, idraulici, riscaldamento e gas Milano
    Impianti elettrici, idraulici,...
    50.00
  • Impianti cucina Roma
    Impianti cucina roma...
    1200.00
  • Termostato digitale wi-fi per caldaia a gas
    Termostato digitale wi-fi per...
    41.99
  • Pistola termica aria calda
    Pistola termica aria calda...
    46.99
Notizie che trattano Riscaldamento: i consigli per risparmiare che potrebbero interessarti
Pompa ad alta efficienza per riscaldamento e condizionamento

Pompa ad alta efficienza per riscaldamento e condizionamento

Impianti - La pompa di calore è una macchina che, con un fluido frigorigeno, trasferisce calore da un ambiente a temperatura più bassa ad uno a temperatura più alta.
Impianto di riscaldamento, uso e spese

Impianto di riscaldamento, uso e spese

Condominio - Con l?autunno, come d?abitudine, si ripropongono tutte le tematiche inerenti l?uso dell?impianto di riscaldamento ed i relativi costi.Vediamo le

Come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento centralizzato?

Ripartizione spese - Ecco alcuni motivi e alcune informazioni su come distaccarsi dall'impianto di riscaldamento condominiale, ma per farlo bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti.

5 regole per riscaldare casa risparmiando

Impianti di riscaldamento - L'Enea ha messo a punto una guida con 5 regole per mantenersi al passo con le nuove norme sulla sicurezza, sui limiti delle temperature e sul libretto d'impianto.

Risparmiare in bolletta con apparecchi per controllare la temperatura in casa

Impianti di riscaldamento - Ecco in che modo impostare la temperatura ideale nella propria abitazione, senza rischiare di eccedere e consumare troppo anche nei locali dove non è necessario

Caldaie e pompe di calore: la nuova etichetta energetica

Leggi e Normative Tecniche - In vigore da pochi giorni le nuove norme europee sull'etichettatura degli impianti di riscaldamento per la casa, delle pompe di calore e delle soluzioni ibride.

Novità per impianti radianti

Impianti - Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti si stanno sempre più diffondendo nelle nostre abitazioni, anche grazie agli incentivi fiscali per l'istallazione
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img robigra
Buon giorno,vorrei comprare un appartamento in condominio al secondo piano più una mansarda ristrutturata.Il problema è che al piano sotto c'è il...
robigra 03 Giugno 2014 ore 15:27 1
Img clemirek
Ciao a tutti,avrei bisogno di un parere su un problema di malfunzionamento di un termosifone (quello in bagno) dell'appartamento, un monolocale, in cui vivo in affitto a Milano. ...
clemirek 27 Novembre 2014 ore 23:42 3
Img vergine70
Salve a tutti,volevo porre una nuova discussione:Un appartamento di classe b con riscaldamento a pavimento in provincia di Treviso, volevo sapere quanto all'incirca corrispondono...
vergine70 16 Ottobre 2014 ore 09:24 6
Img paologiulio.dabbene@yahoo.it
Ho una casa in montagna in condominio e recentemente hanno sostituito le valvole dei termosifoni con regolazione e contabilizzazione.Adesso quando raggiungo la montagna al...
paologiulio.dabbene@yahoo.it 06 Gennaio 2014 ore 02:02 1
Img faror
Buonasera,abito in un appartamento con riscaldamento a pavimento con impianto condominiale centralizzato.Il mio contabilizzatore della Siemens contabilizza il consumo in KWH.Quale...
faror 13 Aprile 2014 ore 20:38 1