Riparazione dell'intonaco

NEWS DI Facciate e pareti20 Settembre 2011 ore 17:26
In questo articolo alcuni semplici consigli per riparare da soli i piccoli danni alle pareti della casa come intonaco rigonfio in modo da risparmiare sui costi.

Interventi per riparare l'intonaco


riparare l'intonacoQuante volte ci siamo trovati nell'impossibilità di pitturare le pareti esterne della nostra casa perchè abbiamo notato che l'intonaco sottostante presenta delle fessure o dei rigonfiamenti ?

Questi difetti sono di solito provocati dall'umidità e dal gelo e quindi prima di procedere con le finiture si devono riparare i danni alle pareti e pulire le superfici dalla sporcizia, incrostazioni e materiale squamato.

In questo articolo daremo dei consigli per riparare da soli i piccoli danni alle pareti della casa in modo da risparmiare sui costi, a patto naturalmente che l'intonaco non sia da rifare del tutto.

Si consiglia in quest'ultimo caso di affidarsi a un operaio specializzato per il rifacimento dello stesso.


Riparazione dell'intonaco fatiscente


riparazione intonaco fatiscenteArmiamoci di una spazzola in acciaio e rimuoviamo con decisione le particelle di materiale staccato o rigonfiato.
Le crepe molto larghe invece vanno raschiate con uno scalpello e inumidite con acqua limpida e quindi riempite a raso della superficie circostante con stucco per esterni.

Se la crepa è molto profonda e grande bisogna far uso di malta preconfezionata o preparata con una parte di cemento e 4 di sabbia fine aggiungendo un pò di legante polivinilico per migliorare la presa sulla parete.

I rigonfiamenti vanno staccati con una martellina fino a mettere a nudo l'intonaco sano, avendo l'accortezza di tagliare a squadra i bordi per un miglior ancoraggio del materiale di riempimento.

Dopo aver eliminato i detriti con la spazzola in ferro si applica una mano di legante polivinilico e quando questo risulta apiccicoso alle dita si applica con una cazzuola, la malta andrà poi lisciata con un fratazzo umido.


Rinforzare i rappezzi


Onde evitare che i difetti più evidenti tornino a verificarsi, bisogna prevedere per le crepe più evidenti un rinforzo che potrà essere effettuato con una semplice tela per intonaci o nei casi più gravi con una una membrana di poliestere quest'ultima posata su una mano di fondo bituminoso.


Ecco come fare...


come fareDopo aver rimosso l'intonaco sfaldato e riempito le crepe con una malta costituita da una parte di cemento e 4 di sabbia fine, si applica con una pennellessa il bitume e subito dopo la membrana.
Con un rullo di schiuma si sfumano i bordi e dopo circa 24 ore, quando il bitume è diventato lucido, duro e nero, si applica una seconda mano di bitume sfumando sempre i bordi con il rullo.

Una volta che il fondo diventa secco si applicano due mani di emulsione strutturata compatibile con il fondo.
Per eliminare le macchie di ruggine dall'intonaco, dovute a perdite di strutture in lamiera come per esempio le grondaie, si applica una mano di sigillante all'alluminio a base alcolica.


Altri tipi di rappezzi


rappezziPer riparare la superficie di una parete con intonaco a ciottoli, si procede invece in questo modo:
diciamo prima che l'intonaco a ciottoli è quel rivestimento formato da pietrisco incassato in uno strato sottile di malta a sua volta posata su unno strato più spesso di intonaco rustico.

Una volta che l'umidità penetra al di sotto di esso gli strati di rivestimento possono staccarsi.

Come per l'intonaco tradizionale si deve per prima staccare il materiale fatiscente e una volta raggiunto il fondo ancora in buono stato, si deve applicare una mano di sigillante.

Per restaurare lo strato superiore si usa una pasta densa, confezionata con polvere di cememto colorato e 3 parti di sabbia fine con aggiunta di legante polivinilico diluito in acqua nel rapporto di 1 a 3.

Una volta ottenuta una pasta densa si applica il prodotto sulla parete con l'ausilio di una spatola.
Dopo un quarto d'ora con una spazzola di ferro si lavora la pasta in modo che, con la punta delle setole, si venga a formare la stessa grana originaria.

Per i ciottoli il rappezzo viene fatto usando possibilmente quelli più simili alla parete esistente, e si applicano, inserendoli quando l'intonaco è ancora pastoso.

riproduzione riservata
Articolo: Riparazione dell'intonaco
Valutazione: 4.84 / 6 basato su 19 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Riparazione dell'intonaco: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Andrea12345
    Andrea12345
    Giovedì 10 Marzo 2016, alle ore 16:28
    Sono pienamente d'accordo con tutto quello che avete scritto, anche quando consigliate di rivolgervi a qualcuno di esperto per la riparazione e la restaurazione di questi problemi. Noi operiamo nella zona di Ferrara e spero che possa esservi utile quello che abbiamo scritto nel nostro ultimo articolohttp://ediliziaferraraenricoparisi.it/index.php/imbianchino/dipingere-casa-e-restaurare-le-pareti/
    rispondi al commento
  • Andrea12345
    Andrea12345
    Giovedì 10 Marzo 2016, alle ore 16:25
    Sono pienamente d'accordo con tutto quello che avete scritto, anche quando consigliate di rivolgervi a qualcuno di esperto per la riparazione e la restaurazione di questi problemi. Noi operiamo nella zona di Ferrara e spero che possa esservi utile quello che abbiamo scritto nel nostro ultimo articolohttp://ediliziaferraraenricoparisi.it/index.php/imbianchino/dipingere-casa-e-restaurare-le-pareti/
    rispondi al commento
  • Laura
    Laura
    Venerdì 18 Ottobre 2013, alle ore 15:24
    Buongiorno mi permetto di chiederVi un consiglio : quando piove l'acqua che si appoggia sui davanzali esterni delle finestre scende sul muro sporcandolo in quanto lascia delle righe tipo aloni neri, trattandosi di intonaco giallino su cappotto cosa possiamo utilizzare per pulire queste macchie?
    Grazie Laura
    rispondi al commento
  • Arch.oliva
    Arch.oliva
    Venerdì 7 Settembre 2012, alle ore 17:18
    Per Piera: Gentile signora Piera anche se nella sua mail, non è precisato il tipo di battiscopa da porre in opera, ne se il pavimento è da posare ex novo, le posso dire che se il battiscopa da impiegare nel suo caso è di ceramica, non è sbagliata la prassi da lei descritta, trattandosi di pareti in gasbeton infatti conviene lasciare al rustico la parte da rivestire, al fine di garantire un miglior ancoraggio del battiscopa.
    rispondi al commento
    • Piera
      Piera Arch.oliva
      Lunedì 17 Settembre 2012, alle ore 16:57
      Per Arch. Francesco Oliva: Gent.mo arch. Oliva, innanzitutto grazie per la sua risposta.
      Abbiamo unito 2 ambienti recuperando in uno un pavimento di cementine, e nell'altro un pavimento in legno entrambi originari della casa (primi anni del novecento, il parquet è sospeso su delle travi di legno, come usava all'epoca).
      In altri ambienti il pavimento è stato posato ex novo. Il battiscopa da porre in opera che avrebbe dovuto raccordare tutti i tipi di pavimento, compresi quindi cementine e legno nello stesso ambiente, concordato con la ditta appaltatrice, è un battiscopa in legno (concordato solo il materiale con l'impresa appaltatrice, non l'altezza).
      Il cemento e l'intonaco mancante anche sui muri di nuova costruzione in gasbeton finiva in alcuni punti anche a 20 cm dal livello del pavimento, in media 10 cm.
      Il risultato, soprattutto a livello del parquet sospeso, era la sensazione di buchi enormi in taluni punti del perimetro.
      La ringrazio anticipatamente per qualsiasi utile suggerimento che mi possa fornire.
      Piera
      rispondi al commento
      • Arch.oliva
        Arch.oliva Piera
        Lunedì 17 Settembre 2012, alle ore 20:00
        Per Piera: Gentile Signora Piera dovendo posare del battiscopa in legno, è necessario che la superficie su cui dovrà essere fissato con chiodini senza testa o con collante, sia perfettamente liscia e rifinita, senza che vengano lasciati spazi o fori tra il muro ed il battiscopa. Saluti
        rispondi al commento
  • Piera
    Piera
    Giovedì 6 Settembre 2012, alle ore 17:16
    Durante la ristrutturazione della casa, abbiamo notato che l'intonaco, applicato sui muri di nuova costruzione in beton gas e in altri punti in cui l'intonaco è stato rifatto o semplicemente rimesso a posto sui muri già esistenti, il muratore non è arrivato a distribuire l'intonaco fino al fondo del muro, a livello del pavimento.
    E' una prassi normale? La spiegazione che ci hanno dato è che in questo modo è più facile applicare il battiscopa; cosa mi consigliate?
    Grazie moltissime
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Riparazione dell'intonaco che potrebbero interessarti
Calce e calce idraulica

Calce e calce idraulica

La calce idraulica è uno dei materiali da costruzione più antichi ed al contempo moderni, disponibili per la realizzazione di opere e lavorazioni in edilizia.
Riparazione intonaco

Riparazione intonaco

Le crepe nei muri ci mettono un po' in allarme, ma, a meno che non siano di notevoli proporzioni, non rappresentano nulla di grave e possono essere facilmente ritoccate.
Riparare uno spigolo sbrecciato

Riparare uno spigolo sbrecciato

Con il passare del tempo, l'usura o qualche piccolo incidente possono danneggiare gli angoli esterni degli edifici: ecco come intervenire per riparare l'intonaco.
Riparare l'intonaco dei muri esterni

Riparare l'intonaco dei muri esterni

I muri esterni possono presentare crepe di diversa gravità: quelle non strutturali possono venire riparate in modo tale da rendere l'intervento completamente invisibile.
Intonaco premiscelato

Intonaco premiscelato

Gli intonaci premiscelati sono prodotti in azienda e portati in cantiere in cantiere gia' pronti per essere applicati sulle murature.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.465 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Protettivo sunseal 2
    Protettivo sunseal 2...
    24.00
  • Antica coppia di sedie inglesi del xix
    Antica coppia di sedie inglesi del...
    218.00
  • Divano francese in legno laccato in stile
    Divano francese in legno laccato...
    1425.00
  • Carrello avvolgitubo Metal Gemini Claber
    Carrello avvolgitubo metal gemini...
    85.00
  • Bagno turco Padova e dintorni
    Bagno turco padova e dintorni...
    5000.00
  • Teuco vasca pannellata wilmotte 160x70
    Teuco vasca pannellata wilmotte...
    800.00
  • Pannello relief noce
    Pannello relief noce...
    1.50
  • Cordivari giuly h1750 interasse 50mm
    Cordivari giuly h1750 interasse...
    970.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.