Riconoscimento edifici rurali

NEWS DI Normative08 Settembre 2011 ore 18:36
Entro il 30 settembre, con il Decreto Sviluppo, l'opportunità di autocertificazione degli edifici rurali per la variazione catastale.
edifici rurali

Edifici rurali_PianettoC'è ancora tempo fino alla fine del mese per autocertificare gli edifici rurali.


Non un obbligo, ma una possibilita' concessa dal Decreto Sviluppo, per il riordino catastale e fiscale degli immobili.


Il termine entro cui modificare la categoria scade infatti il 30 settembre, data entro cui, in pratica, è possibile presentare all'Agenzia del Territorio la domanda di variazione, che consente di ottenere la classificazione A/6 per la abitazioni o D/10 per le costruzioni, a seconda che l'immobile sia destinato a uso residenziale o strumentale nelle attività agricole.

Si parla di autocertificazione, in quanto la domanda deve essere accompagnata da uno scritto che attesti che il fabbricato ha posseduto i requisiti necessari per cinque anni continuativi.

Casa rurale_provvedimentoLa natura di fabbricato rurale discende esclusivamente dal rispetto di quest'ultimi, che sono principalmente legati alla destinazione e all'effettivo utilizzo delle costruzioni agricole.

L'iter poi è semplice: l'Agenzia del Territorio convalida l'autocertificazione entro il 20 novembre, dopo aver verificato la presenza dei requisiti di ruralità. In caso di inerzia da parte dell'Amministrazione, il contribuente può assumere in via provvisoria per un anno la categoria catastale richiesta.

Se la variazione viene negata, il tutto deve avvenire con provvedimento motivato entro il 20 novembre 2012. In questo caso, allora, il richiedente, è tenuto al pagamento delle imposte non versate, degli interessi e delle sanzioni, in misura raddoppiata rispetto a quelle previste dalla normativa vigente.

Azienda agricola_edifici ruraliL'operazione cerca di risolvere i problemi fiscali che si incontrano quando gl edifici rurali sono iscritti nel catasto fabbricati, in categorie diverse da quelle indicate nell'articolo 7, comma 2-bis, del decreto legge 70/2011 ed in particolare ai fini dell'esclusione dall'Ici.

Quindi, per esempio, coinvolge chi, anche con beni affittati, ha interesse a regolarizzare la posizione dei propri immobili ed è quindi tenuto al pagamento delle imposte, compresa l'Ici.

Se invece il fabbricato in questione è rurale, il proprietario non è tenuto al pagamento dell'imposta comunale.


arch. Valentina Caiazzo

riproduzione riservata
Articolo: Riconoscimento edifici rurali
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Riconoscimento edifici rurali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Riconoscimento edifici rurali che potrebbero interessarti
Effettuare un corretto recupero degli edifici rurali

Effettuare un corretto recupero degli edifici rurali

Restauro edile - Il recupero degli edifici rurali abbandonati è un ottimo metodo per ridurre lo spreco di territorio, incentivare l'economia locale e valorizzare il paesaggio.
Le cause di degrado negli edifici rurali

Le cause di degrado negli edifici rurali

Restauro edile - Gli edifici rurali sono una bellissima testimonianza della nostra storia, ma l'abbandono e la scarsità di manutenzione possono causarne il degrado accelerato.
Piano Casa: un insuccesso?

Piano Casa: un insuccesso?

Normative - Dopo un anno e mezzo dalla entrata in vigore del Piano Casa, sono solo 2.700 le domande presentate in tutta Italia.

TUC, Tributo Unico Comunale

Normative - Il TUC è un'imposta che dovrebbe accorpare i tributi patrimoniali dovuti per il possesso di un immobile e quelli dovuti al comune per i servizi indivisibili.

Forma e orientamento edifici

Progettazione - L'elemento fondamentale per contenere la spesa energetica degli edifici è costituito dagli edifici stessi, una rivoluzione edilizia iniziata da qualche decennio.

Immobili esclusi dall'obbligo APE

Leggi e Normative Tecniche - Non tutti gli immobili devono essere dotati dell'attestato di prestazione energetica, l'APE. Ecco quali sono gli esclusi secondo il Consiglio Nazionale del Notariato.

Opus craticium o case a traliccio

Soluzioni progettuali - L'opus craticium è una tecnica costruttiva antichissima (inventata dagli antichi Romani) ma ancora diffusa nelle case tradizionali sopratutto del Nord Europa.

Costruire con la paglia

Progettazione - Alla luce dei nuovi eventi sismici che hanno colpito l'Italia, costruire con materiali leggeri e altamente prestazionali, rappresenta una forte necessità.

Piante infestanti sui muri in pietra

Sistemazione esterna - Tipologie di degrado causato dalla diffusione della vegetazione sui muri in pietra, valutazione dell'eventulae danno e trattamenti efficaci per risolvere il problema.
REGISTRATI COME UTENTE
295.372 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Solfac automatic forte bayer 150 ml
    Solfac automatic forte bayer 150 ml...
    7.50
  • Ascensore KONE ECOSPACE edifici bassi
    Ascensore kone ecospace edifici...
    1.00
  • Ristrutturazione gazebi Marino di Roma
    Ristrutturazione gazebi marino di...
    100.00
  • Montaggio cornici in polistirolo decorative
    Montaggio cornici in polistirolo...
    15.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.