Relazione termica Legge 10

NEWS DI Impianti di riscaldamento26 Giugno 2014 ore 00:56
La relazione termica legge 10 è un elaborato che va presentato in caso di nuove costruzioni, ampliamenti volumetrici o interventi sugli impianti di riscaldamento.

Che cos'è la legge 10?


La legge n. 10 del 9 gennaio 1991, Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell' energia , di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 16 gennaio 1991, n. 13, nacque con l'intento di razionalizzare il consumo dell'energia utilizzata per il riscaldamento e di regolamentare il settore termotecnico.
Essa rappresenta quindi una pietra miliare rispetto a quella che sarà in futuro tutta la politica indirizzata al risparmio energetico.

relazione termica legge 10Nell'ambito di un piano energetico nazionale, infatti, questa norma ha per la prima volta classificato il territorio della Penisola in zone climatiche, (A, B, C, D, E, F), dividendole in base alle temperature e alla velocità dei venti.
Ad ogni zona climatica è stato assegnato un preciso periodo di esercizio degli impianti di riscaldamento.

In un edificio vi sono apporti e dispersioni di calore: la loro soma algebrica rappresenta il bilancio energetico e questa legge si propone proprio di indirizzare questo bilancio. Infatti, per far sì che esso sia sempre attivo, cioè il calore interno sia maggiore di quello disperso, è necessario spendere una certa quantità di energia affinchè la temperatura interna raggiunga il valore prefissato di 21°C.

La legge impone anche la verifica dell'involucro edilizio, costituito da tetti e pareti, per evitare dispersioni di calore e quindi sprechi di energia.
Un altro aspetto a cui la legge presta attenzione è il rendimento degli impianti, che se è al di sotto di determinati valori non consente il risparmio energetico richiesto.

La legge è stata soggetta a varie modifiche e integrazioni, anche a livello regionale, fino all'emanazione nel 2005 del Decreto Legislativo n. 192, che ha recepito la direttiva europea 2002/91/CE sul risparmio energetico, ha reso ancora più severi i parametri di isolamento e di rendimento dei generatori di calore da rispettare, ed inserito alcune indicazioni sull'utilizzo di impianti da fonti rinnovabili.


Relazione energetica ex legge 10/91


La legge 10/91 prevede che sia depositata in Comune, a firma di un tecnico abilitato, una relazione tecnica relativa agli aspetti energetici.

La relazione energetica è un elaborato di progetto che va presentato in caso di nuove costruzioni, ampliamenti volumetrici o interventi sostanziali sugli impianti di riscaldamento, come la sostituzione del tipo di generatore di calore.

sopralluogo per relazione termica legge 10Come per altri provvedimenti normativi, anche in questo caso si assiste a differenti interpretazioni a seconda dei comuni. In alcuni, per la semplice sostituzione di una caldaia essa non è richiesta, mentre lo è per modifiche di tutto l'impianto o la sostituzione con un altro tipo di generatore.
In altri, invece, è richiesta anche per la sostituzione con caldaia dello stesso tipo.

Ne sono soggetti tutti gli immobili provvisti di impianto di riscaldamento e/o raffrescamento e va consegnata prima dell'inizio dei lavori.

Il suo scopo è quello di dimostrare che l'edifico oggetto di progettazione, costruzione o ristrutturazione, sia conforme alle prescrizioni della stessa legge e delle successive modifiche, attraverso il rispetto di determinati parametri, quali limiti di trasmittanza, caratteristiche tecniche dei materiali utilizzati, rendimento degli impianti, spessore minimi di isolamento richiesto.

La relazione è essenzialmente di carattere tecnico descrittivo, perché contiene la descrizione degli aspetti tipologici, tecnici e costruttivi degli edifici, delle loro strutture e degli impianti e l'indicazione degli accorgimenti da mettere in atto per favorire il risparmio energetico, come gli adeguati isolamenti, il superamento dei ponti termici e il corretto funzionamento degli impianti.

Riassumendo, questi sono i principali dati che in essa devono essere contenuti:
- dati relativi all'immobile (ubicazione, tipo di intervento, ecc.);
- dati del committente e dei vari professionisti coinvolti nella progettazione e nell'esecuzione dell'opera;
- piante, sezioni, prospetto, superfici e volumi dell'edificio interessato;
- parametri climatici del comune dove è ubicato l'intervento;
- progetto e/o schema dell'impianto di riscaldamento e caratteristiche del generatore;
- calcolo del fabbisogno energetico dell'immobile, effettuabile con appositi software;
- dichiarazione di rispondenza alle norme.

La relazione va depositata dal tecnico in 4 copie, di cui di solito ne viene restituita una timbrata.
Per predisporre la redazione il professionista incaricato deve preventivamente effettuare un sopralluogo presso l'immobile interessato e visionarne anche la documentazione relativa, in possesso del committente.

riproduzione riservata
Articolo: Relazione termica Legge 10
Valutazione: 4.80 / 6 basato su 20 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Relazione termica Legge 10: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Termoclaus
    Termoclaus
    Lunedì 28 Settembre 2015, alle ore 12:43
    Non rientra nel mio caso ma l'art. 5 cita anche 1. Per l'installazione, la trasformazione e l'ampliamento degliimpianti di cui all'articolo 1, comma 2,lettere a), b), c), d), e), g), e' redatto un progetto. Fatta salval'osservanza delle normative piu' rigorose in materia diprogettazione.Esistono normative più rigorose?
    rispondi al commento
  • Termoclaus
    Termoclaus
    Domenica 27 Settembre 2015, alle ore 19:33
    Salve, sto ristrutturando un appartamento di circa 100 m2 sprovvisto di impianto di riscaldamento.Un installatore chiede il progetto da parte di un professionista mentre l'ingegnere della ditta edile asserisce che basta un semplice schema dell'installatore.Chi ha ragione?
    rispondi al commento
    • Anonymous
      Anonymous Termoclaus
      Lunedì 28 Settembre 2015, alle ore 09:56
      Ha ragione l'ingegnere.
      rispondi al commento
      • Termoclaus
        Termoclaus Anonymous
        Lunedì 28 Settembre 2015, alle ore 11:31
        Salve, in base a quale legge ha ragione l'ingegnere?Perchè esistono anche delle sanzioni.
        rispondi al commento
        • Anonymous
          Anonymous Termoclaus
          Lunedì 28 Settembre 2015, alle ore 12:22
          In base al DM 37/08, è obbligatorio il progetto per impianti di riscaldamento dotati di canne fumarie collettive ramificate. Ho escluso il suo caso, ma se rientra in questa fattispecie, il progetto va fatto.
          rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Relazione termica Legge 10 che potrebbero interessarti
Relazione termica Legge 10: che cos'è e quando deve essere presentata

Relazione termica Legge 10: che cos'è e quando deve essere presentata

La relazione legge 10 è un documento che va presentato in Comune per le nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti e riqualificazioni energetiche di un immobile...
Impianto Termico Centralizzato, Obblighi

Impianto Termico Centralizzato, Obblighi

La lenta e controversa evoluzione normativa e legislativa tra livello regionale e livello nazionale lascia dei dubbi sugli impianti centralizzati.
Detrazioni 55% e fotovoltaico

Detrazioni 55% e fotovoltaico

La Risoluzione 12/E del 7 febbraio 2011 dell'Agenzia delle Entrate chiarisce l'applicabilita'  delle detrazioni Irpef del 55% agli impianti fotovoltaici termodinamici, per quanto riguarda la produzione di energia...
Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica...
Nuovi metodi di calcolo e gli standard minimi di prestazione energetica

Nuovi metodi di calcolo e gli standard minimi di prestazione energetica

Importante cambiamento normativo in materia di efficienza energetica: in vigore nuovi metodi di calcolo, nuovi standard prestazionali minimi e nuovo modello APE...
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.415 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Samsung condizionatore climatizzatore inverter 9000 btu classe
    Samsung condizionatore...
    448.00
  • Innova climatizzatore monoblocco inverter wi fi 2
    Innova climatizzatore monoblocco...
    1285.00
  • Immergas caldaia convenzionale camera aperta kw 24
    Immergas caldaia convenzionale...
    510.00
  • Rinnai scaldabagno gas infinity 20e esterno classe
    Rinnai scaldabagno gas infinity...
    814.00
  • Camera letto matrimoniale
    Camera letto matrimoniale...
    1722.00
  • Tavolino olandese in legno di rovere
    Tavolino olandese in legno di...
    83.00
  • Maschera africana in legno dipinta a mano
    Maschera africana in legno dipinta...
    360.00
  • Dipinto francese natura morta olio su tela
    Dipinto francese natura morta olio...
    1050.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.