Proprietà esclusiva e limitazioni d'uso

NEWS DI Condominio10 Marzo 2010 ore 14:20
Prendiamo spunto da una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione (la n

Proprietà esclusiva e limitazioni d'usoPrendiamo spunto da una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione (la n. 3002 del 10 febbraio 2010) per approfondire il tema delle limitazioni d'uso delle unità immobiliari di proprietà esclusiva ubicate in uno stabile condominiale.

La questione è di grande attualità in quanto accade, spesso, alle volte a ragione alle volte a torto, di vedersi contestato, da parte dell'amministratore o dei condomini, un determinato uso del proprio appartamento o locale.


Se poi le contestazioni sorgono successivamente all'acquisto di un piano o porzione di piano, che è stato comprato proprio per farne l'uso contestato, i rilievi mossi hanno il sapore della beffa.

Quando è possibile ritenere lecite la limitazioni?Di conseguenza, quali sono i documenti da consultare prima di un acquisto per essere certi di non andare incontro a lamentele o, peggio ancora, a contenziosi?

Fatte salve particolari disposizioni di carattere urbanistico che impediscano la destinazione d'uso prescelta in relazione all'ubicazione dell'immobile o alla conformazione della singola unità immobiliare, le limitazioni d'uso possono essere contenute solamente nell'atto d'acquisto o in un regolamento condominiale di origine contrattuale.

Il regolamento di condominio è il documento, obbligatorio nei condomini con più di 10 partecipanti (art. 1138, primo comma, c.c.) destinato a disciplinare uso, godimento e amministrazione della cosa comune.

Esso non è altro che una deliberazione assembleare.
Come tale non può incidere sui diritti dei singoli in relazione alle proprie unità immobiliari.

Se, però, il regolamento è di origine contrattuale (vale a dire quello predisposto dal costruttore ed accettato dai condomini al momento della stipula, oppure quello predisposto e sottoscritto da tutti i comproprietari in un momento successivo) la situazione cambia.

Se il regolamento contrattuale è trascritto presso i pubblici registri immobiliari, nel caso di vendite successive alla prima, non è obbligatorio allegarlo al rogito notarile.

La trascrizione, infatti, lo rende opponibile anche ai terzi (cioè nel caso di specie agli acquirenti successivi).Proprietà esclusiva e limitazioni d'uso

Se, invece, la trascrizione non è stata operata, sarà necessario, per la sua validità verso l'acquirente, che lo stesso sia allegato o quanto meno richiamato ed accettato dagli interessati.

Perché tutto ciò?In un simile regolamento, infatti, a parte le disposizioni concernenti le parti comuni, si potranno rintracciare delle limitazioni alle facoltà d'uso delle proprietà esclusive.
La legittimità dei limiti e divieti sta nel fatto che tutti i condomini, nell'ambito della propria autonomia contrattuale, abbiano deciso d'imporsi determinati vincoli.

Non è sufficiente rispettare le formalità descritte per essere certi che le limitazioni contenute siano di per sé legittime; infatti, le limitazioni stesse dovranno essere formulate in modo tale da essere chiare e precise.

Di ciò è fermamente convinta la Corte di Cassazione, la quale, costantemente, ed anche nella sentenza n. 3002/10, ha affermato che le restrizioni alle facoltà inerenti alla proprietà esclusiva contenute nel regolamento di condominio di natura contrattuale, devono essere formulate in modo espresso o comunque non equivoco in modo da non lasciare alcun margine d'incertezza sul contenuto e la portata delle relative disposizioni. (Cass. 20 luglio 2009, n. 16832).

Specificando questo concetto la Corte ha avuto modo di precisare che i divieti ed i limiti di cui sopra possono essere formulati nel regolamento sia mediante la elencazione delle attività vietate (in tal caso, al fine di stabilire se una determinata destinazione sia vietata o limitata, basterà verificare se la destinazione stessa sia inclusa nell'elenco) sia mediante riferimento ai pregiudizi che si ha intenzione di evitare (in questo secondo caso, naturalmente, al fine suddetto, è necessario accertare la idoneità in concreto della destinazione contestata a produrre gli inconvenienti che si vollero evitare) (Cass., n. 1560 del 1995; Cass., n. 9564 del 1997; Cass., n. 11126 del 1994) (Cass. 18 settembre 2009 n. 20237).
In pratica, si vuol dire, ad esempio, che è lecita quella clausola che afferma è vietato adibire le unità immobiliari ad attività di ristorazione.

riproduzione riservata
Articolo: Proprietà esclusiva e limitazioni d'uso
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Proprietà esclusiva e limitazioni d'uso: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Faragli Marco
    Faragli Marco
    Mercoledì 4 Aprile 2012, alle ore 07:20
    Il rumore molesto di un motorino per tirare l'acqua dalle cisterne al proprio appartamento puo' essere considerato come rumore molesto e disturbo della quiete pubblica dopo la mezzanotte? Non e' il mio appartamento ma un unquilino che di notte fino alle 2 antimeridiane tira acqua da queste cisterne al suo appartamento e io non posso dormire perche' il mio appartamento e' proprio sopra a dove si trova tale motorino e causa un rumore per cui non posso dormire la notte. Grazie e distinti saluti.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Proprietà esclusiva e limitazioni d'uso che potrebbero interessarti
Regolamento di condominio e animali, cosa dice la Cassazione

Regolamento di condominio e animali, cosa dice la Cassazione

Regolamento condominiale - È usuale che nei regolamenti condominiali ci si imbatta nella clausola che recita: vietata la detenzione di animali domestici. Un'indubbia limitazione del diritto d'uso della propria unità immobiliare.
Opere su parti di proprietà esclusiva nella riforma del condominio

Opere su parti di proprietà esclusiva nella riforma del condominio

Parti comuni - La riforma del condominio è intervenuta sul codice civile modificando l'art. 1122 o meglio,aggiornandolo alle pronunce giurisprudenziali che lo riguardavano
Ripartizione spese e contrasti sulla braga

Ripartizione spese e contrasti sulla braga

Condominio - Danni all'impianto fognario, individuazione del punto danneggiato e scelta del criterio di ripartizione delle spese: il caso della braga.

Impianto fognario e scarichi condominiali

Ripartizione spese - L'impianto fognario condominiale e le parti di proprietà esclusiva: individuazione dei difetti e soluzioni per la loro eliminazione.

Vendita dell'appartamento ma non dei beni comuni

Condominio - Un condomino possiede un appartamento ed un locale che usa come magazzino. Egli decide di vendere l'appartamento e si riserva la proprietà del magazzino.

Accessione: la casa costruita dal singolo è di tutti i comproprietari del suolo

Proprietà - Nel caso in cui solo uno dei comproprietari di un terreno decida di edificare, la costruzione diventa di proprietà di tutti i titolari del suolo per accessione

Assemblea di condominio e proprietà esclusiva

Assemblea di condominio - L'assemblea di condominio non può decidere su questioni attinenti le proprietà esclusive o sul diritto di proprietà dei condomini sulle cose comuni.

Spese di ristrutturazione del terrazzo

Condominio - La copertura dell'edificio condominiale, sia essa del tipo tetto o terrazzo, necessita periodicamente d'interventi manutentivi.

Danni da infiltrazioni

Condominio - Tra i danni agli appartamenti, o alle parti comuni nei condomini, quelli lamentati più frequentemente sono i così detti danni da infiltrazioni d'acqua.
REGISTRATI COME UTENTE
295.778 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pannelli sughero naturale
    Pannelli sughero naturale...
    12.24
  • Cartongesso milano, antonio liso
    Cartongesso milano, antonio liso...
    45.00
  • Cassonetto Schüco
    Cassonetto schüco...
    1.00
  • Finestra pvc isol 70c
    Finestra pvc isol 70c...
    200.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Faidacasa.com
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.