Prateria da giardino: meadow garden

NEWS DI Giardino10 Febbraio 2012 ore 09:31
Tutti pazzi per graminacee ed erbe spontanee: niente più green e prato rasatissimo, ma giochi di colore ed onde leggere, di erbe e fiori spontanei, sapientemente accostati.
meadow garden , prateria , praterie , prateria da giardino

Che cos'è il Meadow gardens?


Meadow Gardens
. Ovvero Praterie da giardino.
Anche se in realtà noi italiani non abbiamo nella nostra lingua un termine appropriato per meadow, più o meno prato fiorito, ovvero quando in un campo ci sono erbe spontanee, fiori e graminacee decorative.

Prateria da giardino: meadow garden
Questo comunque è il trend dei giardini d'Europa.

Una vera e propria moda, consacrata in tempi recenti da Piet Oudolf, ma partita in realtà molti anni fa con personaggi come Karl Foerster e John Greenlee.

Parigi, come Anversa, fanno largo a distese di graminacee ornamentali, bulbose ed erbacee fiorite perenni. Accade nei giardini famosi, come in quelli più piccoli e anonimi.
Basta prati rasati tradizionali, impeccabili macchie verdi, effetto campo da calcio, ordinatissime, ma anche molto impegnative da tenere. Il trend è decisamente ambientalista e punta su coltivazioni e habitat più naturali.

Talmente naturali da attecchire, previa piccole cure ad hoc, anche in terreni inaspettati, come fazzoletti aridi, scarpate o terreni di riporto, nemmeno molto selezionati.
Per le praterie, poi, la manutenzione è ridotta al minimo; basta infatti uno sfalcio giusto una volta l'anno, magari con interessanti raccolti di fiori dai molteplici colori. Fiori ed erbe che, cosa non da meno, diventano anche il regno di insetti e animaletti buoni, come api, farfalle, bombi e ricci.

Prateria da giardino: meadow garden
Meraviglie che sembrano naturali ma che in realtà, per molti paesaggisti e vivaisti, sono altamente studiate.
Stipe, festuche e giunchi, mischiate a erbacee e bulbose, che cambiano colore con le stagioni e rendono il paesaggio mosso, anche grazie ad un filo di vento.

E molti sono i libri che ne parlano; come, ad esempio, quello del già citato paesaggista californiano, John Greenlee, Meadows by Design, in cui, illustra idee e consigli su come coltivare queste specie, in piccoli, come in grandi ambienti, a seconda del clima e del terreno con cui si ha a che fare.

O i bellissimi progetti dei paesaggisti Wolgang Oehme e James van Sweden, che da più di trent'anni sperimentano le ondeggianti graminacee ed erbacee perenni nei giardini americani, senza nemmeno un pezzettino di prato comune.

Caratteristica dei loro giardini, non amando gli aspetti disordinati delle grandi macchie miste, è la scelta di tanti esemplari di poche specie, in modo da formare isole colorate, uniformi e leggere, di una sola varietà botanica, come accade negli habitat realmente naturali.

Con qualche accortezza, comunque, la prateria è replicabile anche nel nostro giardino.
Magari non proprio riempiendo tutto l'angolo di prato, perché diventerebbe impraticabile, vista l'altezza che raggiungono queste specie.

Ma come bordura, un po' diversa dal solito, leggermente più ampia, per ammirarne appieno la bellezza.

Bellezza data dall'eleganza, e dalla capacità delle graminacee ornamentali, di decorare, anche nei mesi più freddi.

Per creare una piccola prateria da giardino, si possono scegliere delle piantine già un po' sviluppate, ma sempre di piccola taglia, con dimensioni attorno ai 10 – 15 cm.

Nell'acquisto delle piante è bene tenere conto del loro sviluppo e della loro sistemazione: non troppo fitte, ma nemmeno troppo rade, perché altrimenti un meadow effettivo non viene bene.

Le specie scelte vanno interrate durante la primavera o l'autunno, possibilmente in suoli argillosi, in modo che le radici anche minute, riescano ad espandersi, senza problemi di aridità, come avviene in estate.

La prateria da giardino riempirà tutti gli spazi tra una pianta e l'altra man mano che procederà nella crescita.

Ma per ovviare ai vuoti nell'attesa, si può procedere con della pacciamatura di tipo organico, come paglia, corteccia o anche trucioli di legno specifici, in modo anche da impedire l'infestazione di erbacce e di altre specie indesiderate.

Per quanto riguarda la disposizione delle piante, è meglio procedere in due diversi momenti. Prima vanno messe a dimora le graminacee di base, le grasses e le groundcover, disposte a quinconce: le più idonee per avere uno sviluppo regolare e fitto, dall'aspetto molto naturale. L'anno successivo, invece, si possono sistemare le bulbose e/o le erbacee da fiore, tra le diverse macchie di graminacee che si son formate.

L'irrigazione deve essere costante ma non eccessiva, almeno nei primi anni. Visto che si tratta di piante non spontanee, ma trasferite dal vaso al terreno, se la siccità impera, non sono in grado di resistere senza abbondante acqua.

Questo succederà per qualche anno, finché le specie non si saranno ben radicate nel terreno trovando il loro habitat.
Per il taglio, abbiamo detto che è ridotto ad una volta l'anno. Lo sfalcio, chiamato anche big chop, ovvero grande taglio, va effettuato quando le foglie giovani iniziano a crescere dopo il rigore e il freddo invernale.

Prateria da giardino: meadow garden con irrigazione
Il periodo, di conseguenza, è variabile a seconda del clima. Nelle zone con clima caldo, generalmente va tra dicembre e gennaio, mentre in quelle più fredde, può anche arrivare a marzo – aprile.
Comunque, una volta che il vostro meadow ha preso il via, diventerà sempre più facile e meno impegnativo da mantenere.

Se però proprio non avete spazio, ma le graminacee dei meadow gardens vi piacciono molto, potete sempre fare un viaggetto a Londra, per visitare il grande parco urbano, che sta sorgendo attorno allo stadio di Stratford.

Proprio in occasione delle Olimpiadi 2012, verrà utilizzato come parco olimpico, per ospitare le strutture temporanee per gli atleti e i visitatori.
Ma invece della classica disposizione ad aiuola, il parco, ospiterà migliaia di specie spontanee, miste fra graminacee, bulbose ed erbacee, altamente selezionate per avere il picco di fioritura massimo, proprio nel periodo dei Giochi.

Nato dalla collaborazione tra gli studi di progettazione LDA Design e Hargreaves Associates, insieme con la botanica paesaggista Sarah Price, il parco, con un'estensione di 101 ettari, verrà donato alla città dopo le Olimpiadi e aprirà effettivamente al pubblico nel maggio 2013.
Giusto il tempo per organizzare con calma una gita.

Oudolf.com
www.ovsla.com
Sarahpricelandscapes.com
www.greenleeandassociates.com

riproduzione riservata
Articolo: Prateria da giardino: meadow garden
Valutazione: 5.33 / 6 basato su 3 voti.

Prateria da giardino: meadow garden: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Prateria da giardino: meadow garden che potrebbero interessarti
Giglio, fiore elegante

Giglio, fiore elegante

Giardino - Valorizzato nel tempo dall'araldica, il giglio è un fiore leggero ed elegante, caratterizzato da fioriture appariscenti e fragranze intense.
Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Spazio esterno - Bando di concorso indetto da Myplant & Garden per la realizzazione di un giardino pensile che fungerà da palestra a cielo aperto, in una struttura ospedaliera.
Leone d'Oro a Ishigami

Leone d'Oro a Ishigami

Arredamento - La giuria della dodicesima edizione della Mostra Internazionale di Architettura in corso a Venezia ha assegnato al giovane architetto giapponese Junya

Progetto di un Garden

Progettazione - Progettare con strutture in acciaio

Orto da cucina

Orto e terrazzo - La mania dell'orto che sta contagiando un po' tutti, invogliati dal desiderio di portare in tavola alimenti più sani, ha fatto sì che si moltiplicassero

Bombe di semi

Giardino - Questi strani miscugli, dette bombe di semi, sono largamente usati dagli esponenti del Guerrilla Gardening, un po' in tutto il mondo, a volte in vendita a mo' di cioccolatini.

Il pollice verde del design

Arredamento - Il design ha il pollice verde. Sarà lo slancio verso le coltivazioni biologiche, sarà la voglia di fai da te: ormai coltivare in casa piantine aromatiche,

Giardino mobile

Progettazione - Alcune soluzioni intelligenti e alternative per combattere la cementificazione delle metropoli e avere il proprio personale giardino mobile.

Erbacce e cemento

Giardino - Specie spontanee ed erbacce cittadine, nobilitate e utilizzate in tutta la loro forza, per decorare facilmente, angoli tristi e cementati delle metropoli.
REGISTRATI COME UTENTE
295.561 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pavimento in laminato ad incastro milano
    Pavimento in laminato ad incastro...
    35.00
  • Trasforma vasca in doccia firenze e toscana
    Trasforma vasca in doccia firenze...
    2300.00
  • Imbiancatura pareti al mq milano
    Imbiancatura pareti al mq milano...
    5.00
  • Porta in noce tanganica
    Porta in noce tanganica...
    180.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.