Posa in opera del parato, tutti i passi da fare

NEWS DI Fai da te04 Luglio 2013 ore 00:49
Utilizzare il parato per rivestire un ambiente può essere la scelta più economica e conveniente sia per il gradevole effetto che per la semplicità di applicazione.

Spesso ci si pone il problema della posa in opera dei rivestimenti murali, una soluzione fai da te facile da realizzare potrebbe essere quella del parato.
L'operazione di posa in opera del parato oggi è estremamente semplificata ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare.

Preparazione Muri


macchie sul parato L'ABC della carta da parati webigrometro L'ABC della carta da parati webLa prima operazione da fare è quella di analizzare e preparare le pareti sulle quali poi andremo ad applicare la carta da parati. Infatti prima di procedere bisogna eseguire una serie di prove che ci permettono di verificare l'eventuale presenza di umidità nella parete, e questo lo si può fare semplicemente osservando se sulla superficie sono presenti macchie di muffa, oppure utilizzando strumenti più complessi come l'igrometro.

utensili parato (da Emiliana Parati Spa)


Gli attrezzi necessari sono i seguenti:
- Spugne e stracci
- Carta vetrata
- Raschietto
- Spatole
- Lame d'acciaio per stendere lo stucco
- Filo a piombo
- Righello
- Matita da muratore
- Martello, pinza, tenaglia e cacciavite
- Forbici da tappezziere
- Cutter e cutter piccolo
- Riga per rifili
- Pennellessa o spazzola stendi colla
- Lama
- Pennello curvo
- Spazzola per tappezziere di tipo americano
- Rullo gomma largo
- Colla pronta per l'uso
- Secchio di servizio per acqua


Tutti questi utensili ci serviranno in corso d'opera quindi è consigliabile averli a portata di mano.

A seconda del tipo di parete che dovremmo rivestire le operazioni da fare sono diverse:

preincollaggio (da Emiliana Parati Spa)
muri nuovi (di gesso):
questo supporto è di tipo poroso, per questo motivo prima dell'applicazione della carta da parati, necessita di un preincollaggio.


incollaggio (da Emiliana Parati Spa)

muri dipinti:
prima dell'applicazione della carta da parati vanno inumiditi e puliti con acqua calda. È consigliabile eseguire questa operazione lavorando dal basso verso l'alto.


rimozione carta parati  (da Emiliana Parati Spa)
muri tappezzati: la prima operazione da fare è rimuovere la carta preesistente. Per farlo in modo da non lasciare residui sulla parete bisogna bagnarla con una spugna o una con una spazzola, imbevuta con acqua calda. Successivamente si aggiunge uno speciale prodotto sulla superficie che aiuta a sciogliere la colla. Questi prodotti si presentano in polvere o liquidi, e favoriscono e facilitano il distacco della carta.

rimozione parato 1 (da Emiliana Parati Spa)
Quando la carta risulta completamente inzuppata si può procedere alla rimozione della stessa partendo dall'alto verso il basso e utilizzando l'apposito raschietto. Nel caso di grandi superfici, la soluzione più rapida ed efficace è utilizzare una apparecchiatura a vapore, a gas o elettrica.




fori e crepe (da Emiliana Parati Spa)muri che presentano fori e crepe:
quando si presentano queste situazioni la prima cosa da fare è quella di allargare fori e crepe esistenti nella parete. Successivamente questi fori vanno richiusi con dello stucco, per fare questo ci si può aiutare con una spatola. Il passo successivo è quello di incollare sulla crepa una striscia di tela che poi dovrà essere ricoperta a sua volta di stucco attraverso l'utilizzo di un raschietto. Ad essicazione avvenuta si può procedere a levigare la parete.

Consigli utili per il parato


Le giunte, quando si posa in opera una carta da parato sono i punti più critici, bisogna quindi prestare particolare attenzione alla verticalità della parete sulla quale stiamo operando, proprio per questo ci si avvale dell'utilizzo del filo a piombo che ci aiuta a verificare la regolarità dell'ambiente. Fra le varie soluzioni, è meglio preferire quella che richiede meno giunte.

Quando s'inizia a rivestire una parete oltre a prestare molta attenzione per la parte all'altezza dell'occhio poichè è la zona in cui eventuali piccole imperfezioni di posa possono evidenziarsi più facilmente, conviene sempre iniziare dalla parte più luminosa dell'ambiente.

Pcolla per parati L'ABC della carta da parati weber evitare la formazione di bollature all'interno del parato o la non perfetta aderenza alla parete di sottofondo di alcune parti del parato a causa del non corretto essiccamento o dell'essiccamento parziale della carta, la temperatura minima dell'ambiente deve essere compresa tra i 16 e i 18 gradi. Importante inoltre è numerare sempre i teli e aggiungere una striscia di 6-10 cm per i bordi.

Anche quando si sceglie la colla bisogna fare attenzione poichè questa decide la qualità del lavoro. Per evitare che si creino spiacevoli inconvenienti la colla deve essere adatta sia alla qualità della carta (PVC, CARTA, TNT), che al tipo di supporto (fondo assorbente, non assorbente, dipinto...).



Come determinare le quantità necessarie quando si acquista la carta da parati
.



quantità parato L'ABC della carta da parati webBisogna misurare il perimetro della stanza, senza tenere conto delle aperture. Poi ottenuto questo valore, lo si va a dividere per la larghezza del rotolo. Si ottiene in questo modo il numero dei fogli interi di cui abbiamo bisogno. Successivamente bisogna misurare l'altezza dei muri da tappezzare (esclusi gli zoccoli). A questo valore poi vanno aggiunti 6 cm per i tagli di finitura in alto e in basso.


Quindi se la parete da rivestire è alta 2.50m il parato di cui avrete bisogno sarà pari a (2.50m + 0.06m = 2.56m).
In funzione del disegno scelto poi bisogna fare attenzione a far combaciare le varie parti di quest'ultimo, pertanto bisogna tener conto di eventuali sprechi. Per questo motivo per evitare di incorrere in errori aggiungete all'altezza da tappezzare, la lunghezza del raccordo.fogli parato L'ABC della carta da parati web

Dopo aver eseguito tutte queste operazioni numeriche è possibile definire quanti fogli interi si possono ricavare da ogni rotolo. Per calcolare il numero di rotoli richiesti basta dividere il numero di fogli interi necessari per quello dei fogli interi ricavabili da ogni rotolo.

Ad esempio se abbiamo bisogno di 32 fogli e sappiamo che da ogni rotolo possiamo ricavare 3 fogli, eseguendo una banale divisione otteniamo il numero di rotoli da acquistare in questo caso 11 rotoli. Da questo quantitativo ovviamente andranno detratte le superfici occupate dalle aperture (vetrate, porte e finestre). È Buona norma prevedere sempre l'acquisto di un rotolo in più per eventuali errori.



Passi da seguire per posare in opera correttamente un parato



posa in opera 1 (da Emiliana Parati Spa)La prima cosa da fare è tagliare i teli in lunghezza uguale all'altezza dell'ambiente e poi numerarli in ordine progressivo. Poi bisogna applicare il collante sul retro con pennellate lunghe e lente applicando una leggera pressione. Per la stesura del collante conviene iniziare dall'alto del parato e poi pennellare verso l'esterno a spina di pesce, cercando di evitare la formazione di grumi e cercando di stenderlo in maniera omogenea. Non impastare più di 4 teli alla volta.


posa 2 (da Emiliana Parati Spa)La fase successiva è quella di piegare il telo nella proporzione 1/3 - 2/3 e poi puntarlo in alto regolandosi con il piombo già battuto. Attraverso il rullo di gomma largo far aderire la parte alta del telo, poi srotolarlo per intero e fissarlo procedendo a spina di pesce. Successivamente bisogna puntare il secondo telo in alto e bisogna farlo aderire con il rullo di gomma.


posa 3 (da Emiliana Parati Spa)Durante la fase di applicazione del secondo telo bisogna controllare il margine di quello già applicato che servirà da guida per il perfetto accostamento dei teli. Qualora l'accostamento dei teli non risultasse perfetto, avvicinare all'ultimo telo posato il penultimo, battendolo con la mano. Con il cutter e l'aiuto della riga rifilare a soffitto ed a pavimento.


posa 4 (da Emiliana Parati Spa)In ultimo bisogna applicare il bordo sul muro e non direttamente sul parato dopo aver dato il collante, in questo modo si ottiene un perfetto posizionamento resistente nel tempo. Importante è rimuovere subito il collante in eccesso usando un panno o una spugna pulita inumidita in acqua tiepida.

riproduzione riservata
Articolo: Posa in opera del parato, tutti i passi da fare
Valutazione: 5.28 / 6 basato su 25 voti.

Posa in opera del parato, tutti i passi da fare: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Posa in opera del parato, tutti i passi da fare che potrebbero interessarti
Parati in seta dipinti a mano

Parati in seta dipinti a mano

Arredamento - Una delle tante leggende cinesi, racconta che circa 5000 anni fa i primi a praticare la bachicoltura e a far uso della seta siano stati proprio i cinesi.
Parati a prova di terremoto

Parati a prova di terremoto

Arredamento - Come impiegare i parati in fibra di vetro per realizzare pareti capaci di resistere alle sollecitazioni sismiche in maniera più adeguata, aumentando la sicurezza.
Parati e pitture a confronto

Parati e pitture a confronto

Arredamento - Come orientarsi nella scelta del rivestimento delle pareti,confrontando i due metodi tradizionali più usati in rapporto all'efficacia dell'applicazione nel tempo.

Carta da parati in vinile espanso

Ristrutturazione - Rivestimento per pareti dall'effetto tridimensionale, la carta da parati in vinile espanso gioca con la luce e il colore ed è morbida e calda al tatto.

Parati che illuminano

Arredamento - La tecnologia dei led di nuova generazione per illuminare gli ambienti.

Arredare la casa con carta da parati Vintage

Pittura e decorazioni - Il vintage è tornato di gran moda. Per arredare la casa con un outfit dal sapore retrò consigliamo di decorare una o due pareti con carta da parati stile vintage.

Tipologie di carta da parati

Pittura e decorazioni - La carta da parati come rivestimento stravagante per arredare le nostre case, ecco alcune tipologie capaci di fornire soluzioni in campo tecnico ed estetico.

Rimuovere una vecchia carta da parati

Fai da te Muratura - Basta seguire i consigli giusti per realizzare, in maniera autonoma, alcuni semplici lavori e ottenere un buon risparmio economico sul costo finale delle opere.

Ridimensionare rivestendo pareti e soffitti

Progettazione - Semplici accorgimenti per creare effetti visivi voluti, impariamo a progettare.
REGISTRATI COME UTENTE
295.589 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Carta da parati posa in opera
    Carta da parati posa in opera...
    20.00
  • Rimozione carta da parati Milano
    Rimozione carta da parati milano...
    3.00
  • Posa in opera scale
    Posa in opera scale...
    30.00
  • Posa in opera piastrelle in ceramica roma
    Posa in opera piastrelle in...
    24.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.