Piante Idrofile

NEWS DI Piante19 Agosto 2012 ore 15:20
Le idrofile sono piante, generalmente dotate di organi aerei che permettono la permanenza continua delle ra­dici nell'acqua senza marcire, attraverso essi respirano.

Innumerevoli sono le piante capaci di vivere in un ambiente acquatico. Tali piante dette, appunto, acquatiche o idrofile sono generalmente dotate di organi aerei che permettono la permanenza continua delle ra­dici nell'acqua senza marcire.

piante acquatiche Pur essendo idrofile tali piante comunque respirano attraverso i suddetti organi aerei e di conseguenza necessitano come tutte le altre specie di piante di aria e di luce. Per alcune specie di piante acquatiche le radici possono essere in grado di ancorarsi sul fondale della vasca o laghetto in giardino o sugli oggetti sommersi, quasi sempre sassi o caratteristici vecchi vasi .

Per alcune di tali piante il nutrimento avviene fondamentalmente attraverso i suddetti organi aerei, per altre piante acquatiche o idrofile il sistema di radici può essere in grado di affon­dare nel terreno oltre che per trovare un punto di stabilità per la pianta anche e soprattutto per consentire le attività di alimentazione.

I bordi della vasca in giardino, dello stagno o laghetto che sia, costituiscono la migliore collocazio­ne per quelle specie di idrofile o piante acquatiche tipiche delle zone pa­ludose e o ricche di acqua. Tra esse, le specie più comuni e diffuse sono le felci, alcuni tipi di iris, le funkie alcuni tipi di ibisco arbustivo.

È opportuno evitare la presenza di piante arboree nel laghetto o stagno in giardino, soprattutto se le dimensioni dello specchio di acqua sono contenute. In tal caso le piante arboree con la loro voluminosa espansione sono deleterie perché coprono le altre specie che risultano penalizzate nella ricezione della luce. Inoltre la caduta, tipicamente annuale, delle foglie delle piante arboree richiede un notevole lavoro di pulizia dello spec­chio di acqua, cosa quasi sempre necessaria nella stagione autunnale.

Cure ambiente idrofile

Il livello dell'acqua, soprattutto nelle stagioni calde, può essere mantenuto costante con la posa di un erogatore sul fondo dello stagno o in alternativa con un impercettibile ma significativo e conti­nuo stillicidio. Lo stillicidio, ad esempio, può essere ottenuto facendo scorrere un sottilissimo velo d'acqua sui sassi e sul muschio che stanno sulla sponda. Ciò a cui bisogna prestare molta attenzione è non far perdere al piccolo stagno la sua tipica caratteristica di acqua ferma. Con un minimo di fantasia è facile formare piccoli e caratteristici rigagno­li. Nel creare tali rigagnoli possono essere tranquillamente sfruttate le naturali irregola­rità di giacitura del terreno. In alternativa i rigagnoli possono essere creati ad arte con degli appositi dislivelli. Per questi ultimi le pendenze che si devono essere molto lievi, pendenze eccessive danno all'acqua la possibilità che trasporti con sé la terra ero­dendo le sponde.

specchio d'acquaInoltre se l'acqua scorre troppo velocemente e può raggiungere temperature inadatte a coltivazioni specifiche. Nei casi più complessi si possono anche costruire vari e piccoli bacini collegati tra loro a mezzo di anse e o modesti dislivelli. Il tutto può essere ottenuto con piccole va­sche, facilmente reperibili in commercio già con il fondo naturale, costituito da ciottoli levigati di dimensioni proporzionate all'ampiezza del letto.

Le sponde non devono essere trascurate, esse devono essere sistemate in modo da ot­tenere tratti invasi dall'acqua e tratti asciutti o semplicemente lambiti dall'acqua. Queste condizioni sono tali da poter coltivare il maggior numero di specie.

L'in­serimento di piccoli ruscelletti nel giardino roccioso a monte dello specchio di acqua e ricco di densi cespi multicolori, può creare dei notevoli effetti caratteristici. In tali casi alla foce del piccolo ruscello, l'acqua deve de­fluire lentamente tra canneti e cespugli. È bene che l'acqua defluisca in un terreno permeabile, oppure sia dirottata in varie diramazioni sempre meno ricche di portata , seguendo una lenta e naturale dispersione, spontanea. Non necessariamente la superficie dello specchio di acqua de­ve essere definita geometricamente in maniera regolare, inoltre essa può essere localizzata in diversi punti del giardino ed avere livelli differenti di acqua, tutto è semplice da realizzare con dei contenitori per i fiori e per fruttiferi nani.

riproduzione riservata
Articolo: Piante Idrofile
Valutazione: 1.00 / 6 basato su 1 voti.

Piante Idrofile: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Piante Idrofile che potrebbero interessarti
Felci e ninfee in giardino

Felci e ninfee in giardino

Giardino - Felci e ninfee sono tra le più comuni specie vegetali che animano gli specchi di acqua ed i loro bordi, naturali o artificiali esse non richiedono molte cure.
Ninfee da laghetto

Ninfee da laghetto

Giardino - Le ninfee sono tra le piante acquatiche ornamentali più belle e ricercate per abbellire sensibilmente un laghetto da giardino e donargli fascino ed estetica
Bacopa, tripudio di fiori

Bacopa, tripudio di fiori

Giardino - Bella e appariscente, la Bacopa con i suoi piccoli fiorellini, è la pianta ideale da sola o in abbinamento per vasi appesi e zone tappezzanti a bordo prato.

Tre giorni per il Giardino promosso dal FAI

Giardinaggio - Dal 28 aprile al primo maggio prossimi si svolgerà la ventesima edizione di Tre giorni per il Giardino, evento promosso dal FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano).

Giardini d'Autore 2011

Giardino - Torna anche quest'anno la manifestazione florovivaistica Giardini d'Autore, che si svolge a Riccione dal 18 al 20 marzo, nella splendida cornice di...

Pitture silossaniche resistenti all'inquinamento

Pittura e decorazioni - Come si ottengono le resine silossaniche e quali sono gli impieghi, ottima idrorepellenza, ottima permeabilità al vapor d'acqua e resistenza all'inquinamento.

Giardino idroponico

Giardinaggio - La coltivazione idroponica è una pratica non molto diffusa, ma di grande efficienza, sia per la sua semplicità di realizzazione, sia per gli ottimi prodotti finali.

Costruire un laghetto artificiale

Fai da te - L'acqua in giardino costituisce un elemento fondamentale sia per la sopravvivenza delle specie vegetali che per l'aspetto estetico e ornamentale dell'ambiente esterno.

Fiori di Primavera

Giardino - Per chi ha un giardino con l'arrivo della primavera, un pensiero frequente del mattino è la fioritura delle maggior parte delle piante, tra esse le bulbose.
REGISTRATI COME UTENTE
295.656 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Cesto forato tondo per piante acquatiche 22
    Cesto forato tondo per piante...
    3.42
  • Cesto rotondo forato da 13 cm per
    Cesto rotondo forato da 13 cm per...
    2.32
  • Formula azure askoll
    Formula azure askoll...
    10.98
  • Gocciolatore da 0 6 l-h pz 40
    Gocciolatore da 0 6 l-h pz 40...
    13.42
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.