Alofite, piante amanti della salsedine

NEWS DI Piante06 Settembre 2012 ore 10:12
Specie vegetali particolarmente resistenti in luoghi e terreni salini, che non temono la salsedine e la scarsa presenza d'acqua, ideali per giardini in riva al mare.
piante alofite , salsedine , mare , terreno
Arch. Valentina Caiazzo

Chi l'ha detto che piante e salsedine non vanno d'accordo?

Non tutte chiaramente.
Ma ci sono alcune specie che sono in grado di vivere tranquillamente in terreni salini o particolarmente ricchi di sale.

Sono le piante alofite, o anche chiamate piante alofile, ovvero dei vegetali dotati di particolari caratteristiche morfologiche, che ne permettono la vita anche in suoli dove una pianta classica avrebbe delle difficoltà di sopravvivenza.

Terreni dove il cloruro di sodio è presente in quantità ampie, difficilmente permettono la crescita della vegetazione canonica, a cui siamo abituati a pensare.

In realtà le alofite, per crescere bene, hanno bisogno invece del cloruro di sodio ed in quantità anche abbondanti, con concentrazioni nel suolo intorno all'1 – 2 %.

Questo avviene poiché queste piante hanno un'elevata resistenza alla siccità e a lunghi periodi senza acqua, grazie alla capacità di accumulo, sia di quest'ultima, che di sali stessi nei tessuti, essendo in grado poi di eliminarli grazie ad apposite ghiandole, spesso presenti nel fusto e nelle foglie.


Classificazione delle specie di alofite


La classificazione del regno vegetale è un affare non da poco.
Tra le molteplici divisioni possibili, uno dei modi per classificare le piante è la suddivisione in base alla disponibilità d'acqua.
Se si considera questo aspetto, si avranno tre tipologie di piante:

- Le piante idrofite, che vegetano in zone dove il suolo è sempre ricco di acqua
- Le piante mesofite, che invece vivono in luoghi e terreni, dove la quantità d'acqua non è regolare
- Le piante xerofite, presenti invece in terreni con scarsa disponibilità di acqua.

Proprio tra quest'ultime troviamo le alofite, che vegetano in zone anche desertiche, dove l'acqua viene trovata grazie alle radici, che penetrano molto in profondità, come accade con le palme delle oasi.

Le alofite sono in grado di resistere ai soluti e ai sali disciolti nell'acqua, al contrario di quanto accade invece con le piante glicofite, particolarmente sensibili a concentrazioni più o meno elevate di sali presenti nei terreni.

Il potenziale idrico contenuto nel suolo, infatti, è fortemente influenzato dal cloruro di sodio presente all'interno e non tutte le piante sono in grado di sopportarlo.


Caratteristiche delle alofite


Le piante alofite, il ci nome deriva dal greco halo = sale e phyte = pianta, sono particolarmente resistenti alla salsedine e ai sali e sono caratterizzate da tre principi base.

Il primo è la loro grande capacità a resistere all'entrata di cloruro di sodio all'interno delle cellule, come accade ad esempio con specie come l'Artemisia.
In secondo luogo, inoltre, le alofite sono in grado anche di accumulare sali all'interno di certe cellule, eliminandolo, infine, tramite altrettante cellule secretrici, che troviamo più spesso sulle foglie e nella regione del fusto.

I soluti a cui le alofite sono in grado di resistere sono essenzialmente il sodio, il cloro, il potassio e i carbonati, derivati ad esempio, in zone di mare, dai gusci dei molluschi spiaggiati. La capacità osmotica, poi, nelle zone marine, varia anche in base alle precipitazioni e alla loro frequenza.
Se le piogge sono intense, l'acqua presente nel terreno si addolcisce di colpo, mentre, per troppo caldo, invece, si ha maggiore evaporazione e quindi un aumento della concentrazione salina.


Esempi di alofite


Tra le specie alofile più comuni troviamo la Sarcocornia fruticosa e legnosa, la suaeda vera e la cakile maritima, una specie alofila e psammofila, caratterizzata da fusti a cespuglietto, che raggiungono i 30 - 40 cm e foglie carnose, con fiori piccoli che tendono al viola.

Tra le alofite troviamo anche la cosiddetta Barba dei Frati, o Salsola Soda, o ancora il limonio comune e il crithmum maritimum, meglio conosciuto come finocchio di mare.
Quest'ultimo, molto diffuso lungo le coste del Mediterraneo, è l'unica specie del genere crithmum ed è una pianta alofita, del tipo rizomatoso e perenne, caratterizzata da fusti molto robusti e molto ramificati che raggiungono anche i 60 cm.
I fiori ricordano in parte l'achillea dei prati, con la loro forma ad ombrello e i colori tenui tendenti al verde e al giallo chiaro, che fioriscono per tutta l'estate, da luglio a settembre inoltrato.

Forse non tutti sanno che è anche una pianta commestibile. In molte regioni viene utilizzata per contorni a secondi di pesce, o anche come condimento per paste e primi piatti.

Diffusa anche nell'antichità. Soprattutto nell'Antica Grecia, questa pianta è conosciuta anche con nomi in dialetto: ad Ancona, ad esempio, la chiamano paccasassi e la si ritrova spesso anche su pizze e focacce, mentre, in Puglia, nella zona del Salento, è facile trovarla sott'aceto, con foglie appena scottate in acqua e sale, con il nome di salissia, derivante direttamente dal greco thalassìa, ovvero marittimo.

riproduzione riservata
Articolo: Piante alofite, amanti della salsedine
Valutazione: 3.92 / 6 basato su 12 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Piante alofite, amanti della salsedine: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Piante alofite, amanti della salsedine che potrebbero interessarti
Salsola, Agretti o Barba dei frati

Salsola, Agretti o Barba dei frati

Perlopiù individuati mediante nomi dialettali, gli agretti sono delle piante annuali spontanee, coltivate spesso per i preziosi germogli.
Tessuto spugna che disseta le piante

Tessuto spugna che disseta le piante

Un disco realizzato in fibra sintetica è una riserva idrica in grado di trattenere acqua fino a 13 volte il proprio peso, idratando la pianta per molti giorni.
Glossario Giardinaggio: Terreno

Glossario Giardinaggio: Terreno

L'utilizzo della corretta terminologia permette di svolgere con maggiore consapevolezza l'attività di giardinaggio, seguono i termini più comuni relativi al terreno.
Tipologie terreni

Tipologie terreni

Per individuare l'acidità o meno del terreno in commercio esistono innumerevoli kit, spesso essi sono anche utilizzati anche nell'ambito degli impianti tecnologici.
Terreno composizione

Terreno composizione

Il fenomeno della variazione della vegetazione naturale è legato alla com­posizione del suolo del quale denuncia determinate caratteristiche fisiche e chimiche.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.227 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Sistemi a LED Schluter-LIPROTEC
    Sistemi a led schluter-liprotec...
    591.23
  • Colombo piantana isole b94080
    Colombo piantana isole b94080...
    375.00
  • Pavimenti resina trasparente
    Pavimenti resina trasparente...
    90.00
  • Schüco Alu Inside
    Schüco alu inside...
    1.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.