Padelle antiaderenti con rivestimento tecnologico

NEWS DI Cucina11 Ottobre 2012 ore 17:41
Nuove tecnologie per la copertura antiaderente delle padelle, con conducibilità termica elevata e diffusione uniforme del calore, per una cottura più adeguata e sana.
cucina , rivestimento , antiaderenza , materiale

Oggi le padelle e le pentole ormai si rinnovano continuamente, utilizzando sempre più materiali e tecnologie all'avanguardia che permettono di ottenere rivestimenti e soluzioni antiaderenti di alta qualità.

pentolame Diadem PlusChi cucina sa che una buona dose di merito se la prendono le pentole. La padella giusta può aiutare moltissimo per la riuscita di un piatto.
La scelta è ampia e comprende prodotti sempre più affidabili e preziosi, che consentono una cottura adeguata, uniforme e mirata del cibo e nel caso delle pentole antiaderenti, anche di un utilizzo che prevedere l'uso di pochissimi grassi, se non addirittura senza.

Ma la scelta delle pentola giusta deve essere dettata oltre che dalla comodità, anche da due aspetti fondamentali, che rendono una pentola, di qualità: l'uniformità di diffusione del calore e la conducibilità termica, che determina la velocità con cui si scalda l'oggetto e l'altrettanto veloce raffreddamento.

Rivestimenti tecnologici



Un tempo c'erano le pentole antiaderenti. E basta. Oggi quando ci si accinge ad un acquisto del genere, la varietà è vasta e si diversifica per la tipologia di rivestimento. In ceramica, antiaderente, in acciaio o ancora in teflon Platinum, ovvero una superficie a più strati, che, al contrario delle prime pentole antiaderenti, resiste senza problemi anche ai graffi e alle abrasioni prodotte dagli utensili di uso quotidiano, anche d'acciaio.

Rivestimento in Teflon



Non tutti i rivestimenti sono uguali. Le differenze non stanno solo nel prezzo e nella funzione. Ma anche nelle soddisfazioni che danno nel tempo, in termini di prestazioni, di durata e di resistenza, anche in caso di utilizzo intensivo.

Uno dei rivestimenti più performanti e nuovi è il Teflon, ovvero il politetrafluoroetilene, una sostanza particolarmente scivolosa, plastica, scoperta intorno agli anni ‘40, che solo dopo il 1960 venne adottato per utilizzo a contatto con alimenti.

pentola in teflon BallariniLe pentole e i tegami rivestiti con Teflon sono particolarmente performanti e molto resistenti. Oggi sul mercato esistono diverse tipologie di rivestimento in Teflon, tra cui il Teflon Platinum, con una versione anche Pro, o il Teflon Classic e Autograph, quest'ultimo particolarmente indicato per utilizzi professionali e per la sua durata e resistenza all'usura.

Ma l'uso di padelle e pentole in Teflon, anche se il materiale è particolarmente resistente, richiede anche una certa attenzione nella manutenzione e nella cura, affinchè queste durino ancora di più e soprattutto, qualora ne siate in possesso, non rilascino nel tempo sostanze nocive, una volta graffiate.
Innanzitutto l'uso degli utensili. È vero che il Teflon Pro con altre tipologie è particolarmente indicato per resistere ai graffi, ma in generale, così come accade con le antiaderenti classiche, è preferibile l'uso di utensili in legno o in plastica, in modo da evitare comunque abrasioni.

Inoltre, per tagliare il cibo, una volta cucinato, meglio procedere fuori dalla padella, sempre per lo stesso motivo.
Infine, qualche dritta sulla pulizia delle pentole antiaderenti in Teflon. Se si lava a mano, non sono necessarie pagliette in metallo. Così come per i detergenti e i saponi, che non devono essere del tipo abrasivo. Per quanto riguarda l'uso in lavastoviglie, non ci sono problemi, anche se è indicato l'uso di cicli di lavaggio con temperature dell'acqua intorno ai 50°C.

Rivestimento in titanio e rame



pentola Wok in titanioSono in commercio da poco tempo, ma sono già tra le più funzionali. Sono le pentole con rivestimento in titanio, antiaderenti e leggere, facili da pulire e con una grande capacità termica, che aiuta nella cottura uniforme dei cibi.
In realtà il rivestimento viene effettuato utilizzando una lega di titanio, che però è molto duro ed estremamente resistente, con un'alta conducibilità di calore, oltre che una naturale antiaderenza.

In questo caso con le pentole con rivestimento in titanio, non ci sono problemi nell'uso di utensili in metallo. Di contro però hanno che non possono essere utilizzate su piastre elettriche, oltre che avere costi molto elevati.
Un altro materiale usato per rivestire pentole e tegami dall'alto costo è il rame. Preferito da numerosi chef di grido, il rame è caratterizzato da un'elevata conducibilità termica, con diffusione uniforme, molto indicata per la cottura di molto cibi.

pentole in rame ballariniPer quanto riguarda l'uso domestico, le pentole con rivestimento in rame, sono decisamente costose e richiedono una particolare manutenzione, a volte un po' troppo complicata per la cucina di tutti i giorni.
Il rame infatti, con il tempo, può formare sulla superficie dell'ossido tossico, chiamato verderame. Perché questo non accada, il pentolame va fatto stagnare periodicamente. Inoltre, se utilizzato ad alte temperature, senza l'attenzione dovuta nel maneggiare strumenti e utensili può accadere che il rivestimento si danneggi, causando il contatto degli alimenti con il rame, che assunto in grande quantità, può essere dannoso e tossico per il corpo.
Per questo esistono sul mercato per uso domestico, anche pentole in rame che hanno però l'interno foderato in acciaio inossidabile o ancora padelle e pentole in rame trimetallico, ovvero formato da tre strati in metalli diversi: rame, acciaio e alluminio.

Rivestimento in ceramica



pentole in ceramica, BerndesUn'altra grande tipologia di rivestimento per pentole e padelle è la ceramica, ovvero una tecnologia utilizzata come alternativo al Teflon antiaderente.
Il rivestimento ceramico è particolarmente resistente ai graffi e permette una cottura uniforme dei cibi anche con quantità di grassi davvero modiche. Inoltre le nanoceramiche impiegate non rilasciano sostanze con il calore della cottura e anzi, mantengono la temperatura costante in tutta la padella o la pentola, permettendo di abbassare anche la fiamma. Non essendo un materiale poroso, inoltre permette un classico lavaggio, sia a mano che in lavastoviglie.

riproduzione riservata
Articolo: Padelle antiaderenti con rivestimento tecnologico
Valutazione: 4.46 / 6 basato su 24 voti.

Padelle antiaderenti con rivestimento tecnologico: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Padelle antiaderenti con rivestimento tecnologico che potrebbero interessarti
Padella antiaderente

Padella antiaderente

Cucina - Per una cucina che sia davvero salutare oltre che gustosa è indispensabile utilizzare gli utensili giusti, come le padelle antiaderenti.
Rinnovare le antine in laminato

Rinnovare le antine in laminato

Bricolage legno - Il laminato è un rivestimento molto solido, usato per i pannelli in legno dei mobili e in particolare per quelli della cucina: vediamo come rinnovarne l'aspetto.
Gres laminato

Gres laminato

Ristrutturazione - Con soli tre millimetri di gres laminato si può creare un rivestimento per bagno e cucina dalle prestazione innovative, in grado di decorare e arredare.

Geometria e fantasia per le piastrelle della cucina

Pavimenti e rivestimenti - Per chi volesse osare con pavimenti e rivestimenti diversi dal solito, le aziende produttrici di piastrelle propongono nuovi colori, geometrie e combinazioni.

Modificare la cucina senza interventi invasivi

Zona living - Ci sono delle soluzioni che permettono di rinnovare la cucina, senza dover affrontare una grande spesa o interventi invasivi per modificare gli impianti.

Servizi e accessori per la cucina e la tavola in melamina, silicone e pvc

Casalinghi - Se dovete acquistare o regalare dei servizi di piatti, bicchieri o contenitori per cibo, potete optare per casalinghi in plastica: pratici, resistenti e stilosi

Cucina in muratura originale

Cucine classiche - Il fascino e il sapore della tradizione costruita su misura di una cucina in muratura, solida, robusta e indistruttibile, accetta la sfida della modernità.

Cucina in muratura e legno

Cucine classiche - Progetto a mano libera per cucina in muratura e legno. Zona cottura in nicchia sottoscala, con cappa a trapezio. Effetto stube con dettagli décor in ferro battuto.

Layout e Pentole Cucina

Cucina - Una corretta progettazione del piano di lavoro in cucina permette un utilizzo ottimale dello spazio disponibile e la migliore vivibilità di questo ambiente.
REGISTRATI COME UTENTE
295.488 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Rivestimento in pietra di luserna
    Rivestimento in pietra di luserna...
    90.00
  • Rivestimento scale in marmo
    Rivestimento scale in marmo...
    150.00
  • Rivestimento in pietra
    Rivestimento in pietra...
    85.00
  • Rivestimento tufo bianco
    Rivestimento tufo bianco...
    182.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.