Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Ortaggi gratuiti e orto condiviso

Si moltiplicano in Europa e non solo, le iniziative di orto condiviso, alcune mirate addirittura allo sfruttamento e alla raccolta gratuita degli ortaggi.
05 Gennaio 2013 ore 10:43 - NEWS Giardino
coltivazione , facebook , orto condiviso , orto sociale

Ortaggi gratuiti per strada

incredible edibleDi orti metropolitani, orti condivisi e giardinaggio sociale ne abbiamo più volte parlato. Ma questa volta si va oltre. E invece di avere un terreno condiviso e delle attività comuni inerenti la lavorazione della terra, in questo caso si tratta nello specifico la fase successiva: la raccolta. Un'idea che viene da lontano e dal mondo dei social; dopo Grow the Planet, specializzato nella condivisione di idee, metodi e foto, arriva anche un movimento di origine francese, Incroyables Comestibles, che mira a piantare e coltivare ortaggi e prodotti dell'orto non solo in ambienti domestici, ma anche in luoghi pubblici, dove tutti ne possono usufruire, tra l'altro gratis. Un progetto che arriva da Oltre Manica, e che risale a qualche anno fa. In Inghilterra infatti, intorno al 2008 è nato un movimento, Incredible Edible, basato appunto sull'idea di condividere ortaggi e frutti, coltivati in spazi pubblici. Le aiuole della città sono diventate spazio in cui coltivare e successivamente raccogliere vegetali, facendo una spesa biologica e tra l'altro a km zero. Siamo a Todmorden, una cittadina inglese di qualche migliaia di abitanti, situata tra le contee dello Yorkshire e del Lancashire. Qui, la fondatrice, Pam Warhursth, ha iniziato a posizionare dei cartelli nel proprio giardino, lasciando liberi i concittadini di servirsi dei prodotti del suo piccolo campicello coltivato.Un progetto che continua ancora oggi e che dovrebbe portare la piccola cittadina inglese all'autosufficienza orticola, entro il 2018. Incredible EdiblesMa andiamo a vedere più nello specifico ciò che avviene invece in Francia. Incroyables comestibles, così si chiama il progetto, si basa anche qui sulla condivisione dei prodotti del piccolo orto personale, con concittadini e passanti, liberi di raccogliere direttamente, incentivati dalla scritta Cibo da condividere.La comunità ha anche una pagina Facebook, in cui vengono promosse le varie attività. Una nuova economia virtuosa che incentiva l'aggregazione e la condivisione sociale, grazie alle coltivazioni, che tra l'altro, consentono un notevole risparmio e l'uso di prodotti biologici, oltre che più che locali. Le varie comunità non sono presenti solo in Francia. Sul sito si possono vedere le mappe delle zone coltivate, che oltre a molte regioni francesi e inglesi, troviamo in Canada, a Tel Aviv e in Canada.

Orti condivisi in Italia

orto condivisoMa andiamo a vedere che succede anche in Italia.Qui la condivisione così radicale è ancora lontana. Troviamo però interessanti iniziative di orto condiviso, come quelle dell'Associazione Nuova Terraviva nella città di Ferrara, con un progetto che si basa sulla Transizione, ovvero la coltivazione di ortaggi in più luoghi pubblici e nelle scuole, da utilizzare con il tempo anche direttamente, ad effetto km Zero, ad esempio nelle mense. Un orto condiviso curioso è anche quello della città di Roma. O meglio, i vari orti condivisi che hanno invaso alcune zone della metropoli, un tempo disabitate e maltenute, e tornate allo splendore grazie a coltivazioni di insalata, pomodori, legumi & Co. È stata stesa anche una mappa, accessibile ai cittadini grazie al lavoro compiuto dallo Studio di architettura UAP (Urban Architecture Project). Cliccando qui, apparirà una mappatura della città e una serie di simboli che vi guideranno all'interno delle varie tipologie di orto condiviso romano. Non ortaggi ancora del tutto gratis, ma quasi, in cambio di un po' di sano lavoro all'aperto.
riproduzione riservata
Articolo: Ortaggi gratuiti e orto condiviso
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Ortaggi gratuiti e orto condiviso: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.075 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Ortaggi gratuiti e orto condiviso che potrebbero interessarti


Orto social urbano a Milano

Giardino - Nella città meneghina in arrivo Coltivami, un programma di coltivazione urbana con l'orto come protagonista, condiviso tra cittadini, in vista di Expo 2015.

Orto su ruote per prodotti a Km zero

Orto e terrazzo - Soluzioni originali per il proprio orto ne sono giunte parecchie, questa ci mancava, parliamo spesso di prodotti a km zero, con Truck Farm sembra sia fattibile.

Orto globale condiviso

Giardino - Ovvero Shared Earth: una community mondiale per giardinieri e non, per la condivisione di spazi e di prodotti.

Orto aeroponico in attesa del volo

Giardino - Orto e aeroporto sembra sia un binomio che va di moda. Poco tempo fa avevamo parlato dello storico aeroporto di Berlino Tempelhof

Orti sul tetto si, ma bio

Orto e terrazzo - Orti sul tetto? Vanno di moda, non solo piccole coltivazioni, ma vere organizzazioni di quartiere, con produzione di frutta, segale e addirittura grano saraceno.

Orto sociale urbano in Sardegna

Giardinaggio - Nasce in Sardegna, a Settimo San Pietro, in provincia di Cagliari, il primo orto sociale urbano, costruito cioè su terreno cittadino della regione Sardegna.

Tagetes nell'orto

Orto e terrazzo - Esistono alcune specie di fiori, come i tagetes, che sono in grado di contrastare la diffusione di parassiti e batteri sulle piante del nostro piccolo orto domestico.

Orto all'aeroporto

Giardino - Di riconversioni edilizie si sente spesso parlare. Accade con luoghi di cultura, con cinema e anche con aree dimesse. Ma forse non tutti sanno che vale

Orto da cucina

Orto e terrazzo - La mania dell'orto che sta contagiando un po' tutti, invogliati dal desiderio di portare in tavola alimenti più sani, ha fatto sì che si moltiplicassero