Olivo: tradizione mediterranea

NEWS DI Giardino03 Luglio 2012 ore 10:14
Pianta simbolo del cllima mediterraneo, l'olivo è un sempreverde che ama il sole, in cui la potatura ha grande importanza per la crescita.
acqua , terreno , giardino , pioggia
La leggenda narra che l'olivo nacque come dono di Atena agli ateniesi e che abbia assunto questa forma per non fare da legno per la croce di Gesù. Due indizi che ricordano quanto sia importante e profondo il legame che ci lega a questa pianta. Non è un caso, infatti, che l'olivo stia diventando sempre di più anche pianta ornamentale, in fondo, guardandolo ci troviamo di fronte alla nostra tradizione. Sul piano botanico stiamo parlando di una pianta sempreverde, decisamente longeva che appartiene alla famiglia delle Oleace. Dotata di un apparato radicale molto sviluppato, riesce ad insediarsi bene in terreni scoscesi e sassosi su cui cresce con un tronco dapprima liscio e poi rugoso, che può raggiungere i due metri di altezza a seconda della varietà e della coltivazione. Le foglie, che si rinnovano con cadenza triennale, variano per forma e colore a seconda della varietà ma, tendenzialmente sono verde-cupo nella pagina superiore e chiaro-argentato nella pagina inferiore. Il fiore è a grappolo (mignole) di colore bianco e dà vita all'oliva ovvero il frutto che è costituito da acqua per circa il 35-40% e da olio per circa il 15-35%. Ogni olivo può produrre dai 20 ai 30 kg di frutti all'anno ovvero circa 4-8 Kg di olio. Per quello che riguarda la coltivazione un proverbio afferma che l'olivo, per vivere bene, ha bisogno di cinque indispensabili S: silenzio, siccità, solitudine, sole e sassi. In realtà basta un clima mite senza gelate invernali che portino la pianta sotto i -5° C (ovvero un'altitudine massima inferiore agli 800 m sul livello del mare) con un clima secco e terreno argilloso-calcareo ricco di calcio, ben drenato e con buona dotazione di sostanza organica. Sul fronte concimazione, l'olivo, ha bisogno di una lenta cessione dei prodotti fertilizzanti, vanno bene quindi sia il letame maturo o il composto che sono in grado di fornire l'humus ideale per la pianta. Importante anche l'apporto di azoto utile per l'accrescimento, lo sviluppo dei fiori e la difesa dagli attacchi parassitari. Il fosforo viene assorbito in maniera modesta ma è utile per regolarizzazione della crescita, mentre molto importante è il ruolo del potassio che l'olivo consuma in gran quantità visto che regola il consumo di acqua, per dare qualche numero, si stima, che, per 100 kg di olive prodotte, la pianta asporti 900 g di azoto, circa 200 g di fosforo e 100 g di potassio. oliveSul piano del mantenimento, per l'olivo è importantissima la potatura, non solo per il riflesso sulla produzione ma anche per il corretto sviluppo della pianta. In questo senso è difficile dare consigli ma ci possiamo limitare a fornire dei criteri di massima: se la pianta è caratterizzata da una elevata produzione e da una vegetazione intensa meglio rimuovere i tagli di ritorno che non abbiano inserzione cilindrica. Se, invece, la produzione tende a ridurre lo sviluppo vegetativo della pianta i tagli di ritorno devono mantenere i rami con inserzione conica. L'obiettivo della potatura deve essere quello di regolarne l'accrescimento distribuendone i rami che andranno a frutto. Questo consentirà anche di avere un corretto rapporto tra fogliame e legno, permettendo una buona circolazione di aria ed una buona esposizione alla luce. Normalmente, nei primi anni di accrescimento della pianta, la potatura sarà ridotta al minimo ma con il passare del tempo diverrà sempre più importante. In genere si distingue tra due diversi tipi di potatura, a seconda del momento in cui tale operazione è compiuta: potatura a legno che si pratica d'inverno nel periodo da gennaio a marzo, o potatura verde, che avviene d'estate con funzione di completamento e rimonda. Oltre alla potatura, risulta fondamentale anche l'intervento preventivo per difendere la pianta da malattie e parassiti. In questo senso è fondamentale ridurre al minimo l'umidità, favorendo l'insolazione e la ventilazione della pianta. Può essere utile anche l'utilizzo del propoli in soluzione che alcune aziende propongono già pronto per l'uso.
Arch. Valentina Caiazzo
riproduzione riservata
Articolo: Olivo: tradizione mediterranea
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Olivo: tradizione mediterranea: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Alloro, Nobile E Trionfale
    Alloro, Nobile E Trionfale
    Martedì 4 Settembre 2012, alle ore 01:06
    [...] ovvero il  Laurus Nobilis, è una pianta diffusa in maniera spontanea in tutto il bacino del Mediterraneo ed in generale nelle zone caratterizzate da clima temperato, siano esse in pianura o in montagna. [...]
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Olivo: tradizione mediterranea che potrebbero interessarti
Camminata Giardino

Camminata Giardino

Giardino - Il disegno dei percorsi di un giardino privato deve essere informato da regole progettuali semplici che prediligano comodità e facilità della passeggiata.
Prepara giardino fai da te

Prepara giardino fai da te

Giardino - Può presentarsi l'esigenza di adibire a giardino un vecchio terreno abbandonato o riservato ad un alto tipo di attività, con semplici operazioni è possibile.
Innaffiare in estate

Innaffiare in estate

Irrigazione giardino - Per innaffiare in estate il giardino e il terrazzo, vanno considerati diversi aspetti, come il terreno e le ore della giornata in cui procedere all'operazione.

Giardino roccioso

Sistemazione esterna - Costruire un giardino roccioso permette di ricreare un piccolo angolo montuoso o boschivo nell'area verde, conferendo ad essa un sapore esotico e una ricca personalità.

Prato Giardino Casa

Giardino - La maggior parte delle persone che hanno un po' di spazio vicino casa, un giardino o un lembo di terreno incolto, pensa spesso di farci crescere un prato.

Giardino Roccioso In Miniatura

Giardino - Un giardino roccioso è un piccolo pezzo di deserto in casa di notevole impatto estetico, semplice da realizzare, economico e che non richiede cure particolari.

Come creare un piccolo giardino in un contenitore di vetro

Fioriere e vasi - Il giardino in una bottiglia o un barattolo di vetro è un ottimo metodo per avere un piccolo ecosistema dentro casa, poggiato su di una mensola o su un mobile.

Irrigazione disidratazione

Irrigazione giardino - In generale le piante sono tanto più resistenti al fred­do quanto più il terreno è asciutto ed alcune specie non hanno necessità di essere irrigate durante il riposo.

Piante Idrofile

Piante - Le idrofile sono piante, generalmente dotate di organi aerei che permettono la permanenza continua delle ra­dici nell'acqua senza marcire, attraverso essi respirano.
REGISTRATI COME UTENTE
295.527 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Forbice Stocker ad asta lunga regolabile
    Forbice stocker ad asta lunga...
    113.46
  • Avvolgitubo da parete per giardino
    Avvolgitubo da parete per giardino...
    35.60
  • Genius 100 carrello
    Genius 100 carrello...
    48.80
  • Robot rasaerba Wolf Garten
    Robot rasaerba wolf garten...
    549.98
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.