Niente più autocertificazione in classe G

NEWS DI Normative14 Dicembre 2012 ore 18:28
E' stato pubblicato in Gazzetta il DM che abroga la possibilità per i proprietari di edifici molto energivori di autocertificarne l'appartenenza alla classe G.

Stop all'autocertificazione per la classe energetica G



È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 290 del 13 dicembre 2012, il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 22 novembre 2012 relativo alla Modifica del decreto 26 giugno 2009, recante: Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.

certificazione energeticaIl provvedimento segna la fine della possibilità per i proprietari di edifici particolarmente energivori di autocertificare l'appartenenza alla classe energetica G, cioè la più bassa, e che i costi per la gestione energetica sono molto alti, anziché rivolgersi ad un professionista abilitato per redigere apposita certificazione energetica.
Tale provvedimento interesserà in particolare le Regioni che non avevano legiferato in materia energetica e che, per questo motivo, adoperavano lo strumento dell'autocertificazione.

Risultano pertanto modificate le indicazioni per la certificazione energetica, contenute nel Decreto Ministeriale 26 giugno 2009, Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.

Il provvedimento nasce in risposta ad una procedura di infrazione aperta dalla Commissione Europea nei confronti dell'Italia nel settembre dello scorso anno, che contestava al nostro Paese l'incompleta e non conforme attuazione della Direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.

Più in dettaglio la possibilità di poter autocertificare la classe energetica di appartenenza del proprio edificio nel caso questo avesse scarse prestazioni energetiche, nell'ambito di una compravendita, violava, secondo l'Europa, l'art. 7, paragrafi 1 e 2, della Direttiva.

La direttiva 2002/91/CE prevede, infatti, che nelle diverse fasi della vita di un immobile (costruzione, locazione o compravendita) sia sempre presentato un attestato di certificazione energetica, redatto da certificatore abilitato.
Quanto avveniva in Italia, invece, l'utilizzo dell'autocertificazione probabilmente introdotta per ridurre il peso economico sui cittadini, correva il rischio, secondo Bruxelles, di sfalsare il mercato edilizio.

Procedure semplificate per il calcolo della classe energetica



etichetta energeticaIl testo di legge entra immediatamente in vigore. Pertanto da oggi l'autocertificazione dovrà essere sostituita da una certificazione energetica che potrà essere redatta secondo una delle modalità semplificate già previste dalle Linee Guida, e cioè:
- con l'utilizzo del software Docet, predisposto da Enea e Cnr, e scaricabile gratuitamente;
- con la procedura semplificata prevista dall'Allegato A, paragrafo 5.2, punto 3.

In ogni caso, anche se con l'utilizzo della procedura semplificata, sarà necessario per quasi tutti gli edifici rivolgersi ad un tecnico abilitato, per cui da un lato aumenteranno le occasioni di lavoro per i professionisti, ma dall'altro diventeranno maggiori anche gli oneri economici a carico dei cittadini.
La nuova disposizione in ogni caso restituisce alla certificazione energetica il suo significato originario, che non è semplicemente quello di diagnosi delle prestazioni, ma anche quello di essere uno strumento propositivo per capire dove si può intervenire per ridurre i consumi energetici di un immobile.

Ci saranno comunque degli edifici esentati dall'obbligo di presentazione della certificazione energetica e saranno tutti quegli edifici che, per le loro caratteristiche intrinseche, non possono assicurare l'adeguato confort ambientale, come i ruderi e gli scheletri strutturali o unità come cantine, box, depositi. Essi sono elencati dettagliatamente nell'articolo 2 del decreto.

Altri contenuti del decreto sulla certificazione



classi energeticheNel nuovo decreto, composto da 4 articoli, sono contenute anche delle indicazioni che gli enti tecnici, come CTI, Enea e Cnr, dovranno seguire per la predisposizione dei software di calcolo, con indicazioni dei sistemi di calcolo a livello nazionale che dovranno essere seguiti.

Inoltre è contenuta anche una importante disposizione che riguarda gli amministratori condominiali o i responsabili degli impianti degli edifici condominiali, che nella prima stesura era formulata in maniera un po' vaga.

Essi, infatti, saranno tenuti a fornire obbligatoriamente ai condomini o ai certificatori energetici da questi incaricati, tutta la documentazione relativa alla struttura edilizia dell'edificio e agli impianti presenti (compreso il relativo libretto), che possa loro servire per la stesura della certificazione.

riproduzione riservata
Articolo: Niente più autocertificazione in classe G
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 9 voti.

Niente più autocertificazione in classe G: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Niente più autocertificazione in classe G che potrebbero interessarti
Abolizione dell'autocertificazione energetica in classe G

Abolizione dell'autocertificazione energetica in classe G

Normative - Una bozza di decreto di decreto ministeriale stabilisce il divieto di redigere autocertificazioni energetiche in classe G in sede di compravendita di immobili.
Nuove regole certificazione energetica

Nuove regole certificazione energetica

Normative - Con il Decreto Rinnovabili sono stati introdotti due nuovi commi al D. Lgs 192/05 che mutano le disposizioni sulla certificazione energetica.
In vigore Attestato di Certificazione Energetica

In vigore Attestato di Certificazione Energetica

Normative - Da domani l'Attestato di Certificazione Energetica sostituira' definitivamente l'Attestato di Qualificazione Energetica.

Certificazione energetica ed affitto

Normative - Dal primo luglio 2010 e' diventata obbligatoria la certificazione energetica anche per le case in affitto.

Nuove regole per gli annunci immobiliari

Normative - Dal primo gennaio 2012 sarà obbligatorio riportare l'indice di prestazione energetica negli annunci di compravendite immobiliari, ai sensi del D.Lgs 28/2011.

Certificazione Beauclimat

Normative - In Valle d'Aosta, da qualche mese c'è un nuovo tipo di certificazione energetica degli edifici, con una facile gestione tutta on line, grazie al sito della Regione.

Lombardia - dubbi su classe energetica immobile

Leggi e Normative Tecniche - Come dobbiamo comportarci per capire perchè in alcuni casi la classe energetica dichiarata non coincide con i consumi energetici effettivi dell'immobile acquistato.

Attestato di Certificazione Energetica: nuovi obblighi di legge

Normative - L'Attestato di Certificazione Energetica consente, già in fase preliminare all'investimento, di valutare le caratteristiche di efficienza energetica di un immobile.

Errori frequenti nella redazione dell'APE

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Una segnalazione della Regione Campania mette in evidenza gli errori più frequenti commessi dai tecnici nella redazione dell'Attestato di Prestazione Energetica.
REGISTRATI COME UTENTE
295.488 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Mitsubishi electric climatizzatore inverter kirigamine plasma quad
    Mitsubishi electric climatizzatore...
    1139.00
  • Immergas caldaia convenzionale camera aperta kw 24
    Immergas caldaia convenzionale...
    510.00
  • Caldaia Vaillant Ecotec Pro a condensazione VMW 286-5-3+
    Caldaia vaillant ecotec pro a...
    1160.00
  • Climatizzatore condizionatore HAIER serie TUNDRA Inverter
    Climatizzatore condizionatore...
    450.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.