Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Nessun Bonus Ristrutturazione se l'erede mette in affitto l'immobile

NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali14 Settembre 2019 ore 09:47
Si perde l'agevolazione fiscale connessa agli interventi di ristrutturazione in caso di affitto dell'immobile ricevuto in successione. I chiarimenti del Fisco.

Bonus ristrutturazione e affitto dell'immobile da parte dell’erede


Hai ricevuto in eredità un immobile all’interno del quale erano stati eseguiti dei lavori di ristrutturazione. In questo caso la legge riconosce la possibilità di fruire del bonus per gli interventi di recupero del patrimonio edile. Ti chiedi se, in caso di locazione dell’immobile, potrai continuare a beneficiare del bonus ristrutturazioni.

La risposta è negativa. In base a quanto fatto sapere dall’Agenzia delle Entrate che fornisce dei chiarimenti sul punto, il proprietario di una casa ricevuta per successione perde il beneficio fiscale se dà l’immobile in affitto.

Vi è di più: la detrazione fiscale viene meno qualora l’immobile venga ceduto in locazione, anche solo per un breve periodo. È quanto reso noto dall’Agenzia delle Entrate con risposta all’interpello n. 282 del 19 luglio scorso che qui analizzeremo.


Eredità immbiliare, locazione e detrazioni: il caso specifico


Il contribuente che presentava l’istanza al Fisco, dichiarava di essere titolare di un immobile ricevuto per successione e che in detto immobile erano stati effettuati interventi di ristrutturazione ai sensi dell’articolo 16 bis del TUIR.

Ricordiamo che con la Legge di Bilancio 2019 il legislatore ha prorogato la misura fiscale volta ad incentivare gli interventi di recupero del patrimonio edile e riqualificazione energetica.

Agevolazioni fiscali ristrutturazione
Si tratta della detrazione IRPEF in base alla quale chi effettua lavori di ristrutturazione edile su immobili ad uso abitativo, può detrarre dall’Irpef il 50% della spesa sostenuta, in presenza dei requisiti di accesso all’agevolazione previsti dalla legge. Da tener presente il limite di spesa applicabile pari a 96.000 euro per ciascun immobile.

Torniamo al caso che qui ci interessa. L’istante si rivolgeva all’Agenzia delle Entrate per sapere se poteva continuare a beneficiare del bonus fiscale per ristrutturazione, nonostante le sue intenzioni di stipulare dei contratti di locazione di breve durata nel corso dell’anno.

Si pensi magari ad una casa vacanze durante il periodo estivo.

Il contribuente aveva acquisito mortis causa la proprietà dell’immobile e la detenzione diretta e materiale dello stesso. Per questo intendeva continuare a usufruire del bonus ristrutturazione spettante al genitore deceduto. Cerchiamo ora di capire come il Fisco giunge alle sue conclusioni, partendo dai principi generali vigenti in materia.


Bonus ristrutturazione e immobile ereditato: come evitare di perdere la detrazione


In caso di morte del proprietario di un immobile, nel quale sia stati effettuati interventi di ristrutturazione, la quota residua di detrazione fiscale si trasmette all’erede o agli eredi che abbiano conseguito la detenzione materiale e diretta dell’immobile.

Affitto immobile da parte di erede
In caso di trasferimento dell’immobile per successione (come accade in caso di vendita) il bonus ristrutturazione, per la parte non goduta dalla persona deceduta, si trasferisce al nuovo titolare del bene. Tuttavia l’ erede , per continuare a beneficiare del bonus fiscale, non potrà cedere ad altri il godimento dell’immobile. Viene a lui preclusa dunque la possibilità di darlo in affitto o in comodato d’uso, sia pure per brevi periodi. È proprio questo aspetto l'aspetto più rilevante della questione. Non è significativa la durata del contratto di locazione, basta che un contratto di affitto sia stato stipulato.

Ecco il primo aspetto evidenziato dall’’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello citata: anche un contratto di locazione stipulato per un breve periodo è idoneo a comportare la perdita dell’agevolazione fiscale. Se l’immobile viene locato la disponibilità immediata dello stesso viene meno e con essa la possibilità di fruire delle rate residue da portare in detrazione.


Detenzione dell'immobile per beneficiare del bonus ristrutturazione


In caso di successione abbiamo visto che, affinché l’erede possa portare in detrazione la quota di bonus ristrutturazione non goduta dal proprietario deceduto, è necessario che la detenzione diretta e materiale permanga per tutto il periodo del rimborso fiscale.

Aspetto evidenziato dall’Agenzia delle Entrate è che la detenzione deve sussistere non solo nell’anno in cui è avvenuta l’accettazione dell’eredità bensì anche negli anni seguenti.

Bonus ristrutturazioni
Solo quando il contratto di affitto verrà a scadenza l’erede potrà continuare a beneficiare della detrazione delle rate restanti.

Che succede se gli eredi sono più di uno? Nel caso in cui gli eredi siano più di uno la detrazione fiscale dovrà essere tra di essi ripartita qualora essi detengano l’immobile in maniera congiunta. Nel caso invece sia uno solo di essi ad abitare nell’immobile la detrazione fiscale spetterà soltanto a quest’ultimo. Per godere delle rate restanti del bonus fiscale per ristrutturazione è richiesta la detenzione dell’immobile ma non necessariamente che lo stesso sia adibito dal contribuente ad abitazione principale.


Vendita o donazione dell’immobile acquisito per successione


Ci occupiamo ora di un’altra situazione che facilmente può determinarsi.

Cosa succede se l’erede, anziché dare in locazione o in comodato l’immobile voglia venderlo o donarlo?

In caso di vendita o donazione dell’immobile le quote residue non godute dall’erede che ha alienato il bene, non si trasmetteranno al compratore o al donatario.

Questo anche qualora il trasferimento sia avvenuto nello stesso anno dell’accettazione dell'eredità.
L'agevolazione fiscale verrà persa e nessuno potrà usufruirne. Evidenziamo il diverso trattamento previsto dalla legge nel caso in cui la cessione dell’immobile per compravendita o donazione sia stata effettuata dal proprietario originario. Salvo diverso accordo tra le parti il trasferimento del bonus ristrutturazioni verrà garantito.

riproduzione riservata
Articolo: Niente bonus ristrutturazione se l'erede affitta l'immobile
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 3 voti.

Niente bonus ristrutturazione se l'erede affitta l'immobile: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
307.895 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Kone
  • Saint-Gobain ISOVER
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Pratiche detrazioni fiscali
    Pratiche detrazioni fiscali...
    500.00
  • Ristrutturazione del bagno invalidi
    Ristrutturazione del bagno invalidi...
    500.00
  • Progetto di ristrutturazione per appartamento di 60 mq
    Progetto di ristrutturazione per...
    500.00
  • Ristrutturazione bagno
    Ristrutturazione bagno...
    4900.00
  • Forno a microonde Whirlpool
    Forno a microonde whirlpool...
    185.99
  • Tagliasiepi a batteria
    Tagliasiepi a batteria...
    137.99
Notizie che trattano Niente bonus ristrutturazione se l'erede affitta l'immobile che potrebbero interessarti


Detrazioni fiscali per locazione solo con pagamenti elettronici

Affittare casa - In partenza il piano del Governo per la lotta all'evasione. Detrazioni fiscali possibili solo utilizzando mezzi di pagamento tracciabili: ecco le misure future.

Bonus ristrutturazioni ed Ecobonus: non spetta a chi acquista casa da impresa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che succede se l'impresa che esegue lavori di recupero del patrimonio edilizio e risparmio energetico vende l'immobile? I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Bonus casa: possibile la proroga con la Legge di Bilancio 2020

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il bonus casa ci sarà: è quanto affermato dal Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Palombelli. Ecco le novità in merito agli incentivi per i lavori in casa

Tagli alle detrazioni fiscali

Normative - Approvata alla Camera la legge di conversione della Manovra Finanziaria che introduce una serie di tagli a tutte le agevolazioni fiscali, comprese quelle per la casa.

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.

Agevolazioni prima casa anche se si possiede altro immobile in affitto

Leggi e Normative Tecniche - Si può beneficiare del bonus prima casa nel caso in cui si è proprietari di altro immobile dato in locazione. Vediamo i chiarimenti della Corte di Cassazione.

Detrazioni per inquilini

Affittare casa - Esistono alcune agevolazioni fiscali grazie alle quali è possibile detrarre dall'IRPEF una parte delle spese sostenute per il pagamento dei canoni di locazione.

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti

Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità della Legge di Bilancio c'è il bonus verde, ovvero, la possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute per riqualificare il verde privato.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img arcangelo.calo
Salveil mio contratto di locazione scade il 1° luglio 09, a quale indice Istat dovrei aggiornarlo giugno o luglio (che non è ancora stato pubblicati) e qual'è il...
arcangelo.calo 28 Giugno 2009 ore 16:37 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img maryquant
Buonasera.Vorrei chiedere come si fa a stipulare un contratto di affitto per l'appartamento di proprietá del condominio.Grazie...
maryquant 27 Agosto 2015 ore 23:09 7
Img elisamts88
Buongiorno, ho un dubbio riguardo la pertinenza di spese per la riparazione di due problemi strutturali verificatisi nell'appartamento (anni '70) in cui sono in affitto. Un...
elisamts88 12 Settembre 2019 ore 14:09 3
Img alexciri
Possiedo un appartamento che ho affittato con un contratto di locazione di 4+4, rinnovabile automaticamente a meno che io avvisi gli inquilini 6 mesi prima con raccomandata A/R...
alexciri 26 Marzo 2014 ore 16:05 1