Lupino scenografico

NEWS DI Piante04 Giugno 2013 ore 00:32
Il lupino è una pianta molto scenografica a sviluppo verticale che può essere facilmente utilizzata per bordure di fondo anche in zone a mezz'ombra o in terreni acidi.
lupino , fiori , coltivazione , colori
Arch. Valentina Caiazzo

lupinoI fiori sono sempre scenografici. Vuoi per la forma, vuoi per il colore; se non per entrambi i motivi. Il lupino è tra quest'ultimi.

È una leguminosa perenne molto antica, già diffusa nel bacino del Mediterraneo e nelle zone del Medio Oriente, che da noi si trova facilmente sulle coste del Sud, come la Campania, la Puglia e la Calabria e che non ha difficoltà di attecchimento, visto che preferisce suoli non troppo ricchi e ambienti anche sfavorevoli.

Per questo è un'ottima pianta anche per quelle zone del giardino che non sempre siamo in grado di rendere esteticamente belle e apprezzabili.
Ancor di più se si pensa che il lupino è una pianta da granella, che è molto ricca di proteine e che migliora la fertilità del terreno in cui viene piantata.

Attenti però ai semi: spesso il lupino viene consumato da animali o anche da noi umani. Per essere utilizzati, questi devono essere sottoposti a processi di lavaggio accurati, in modo che vengano eliminate le sostanze tossiche, come gli alcaloidi.



Coltivazione del lupino



Il lupino, conosciuto anche con il suo nome latino Lupinus, è solitamente coltivato nelle zone europee con tre specie particolari, che si distinguono per la colorazione del fiore: azzurra, gialla rosa o bianca.

Nelle regioni italiane il più diffuso è il lupino bianco, che oltre ad essere bellissimo e dotato di fioriture cangianti, è anche il più resistente, adattandosi anche a climi freschi e piuttosto umidi.

lupinoIl lupino è una pianta di tipo annuale. In genere le varie specie hanno altezze differenti che si allineano intorno al metro – metro e mezzo. Lo stelo è poco ramificato ma porta un fiore lungo e a pannocchia, grande e vistoso, che in realtà è formato da racemi riuniti sulla parte finale delle ramificazioni della pianta.

Le colorazioni sono bellissime e molto variegate, tanto che in alcuni tipi di lupino sembrano addirittura cangianti.
I semi sono contenuti all'interno di baccelli a gruppi di tre o sei e sono spesso utilizzati anche per alimentazione umana o animale. Attenti però: meglio assicurarsi che siano stati trattati con appositi lavaggi, per ridurne il contenuto di alcaloidi, velenosi e dannosi per l'uomo.

Le radici del lupino sono di tipo fittonante, mentre le foglie sono piuttosto grandi e palmate, riunite e composte da più foglioline lanceolate, che presentano a volte una sorta di peluria nella parte sottostante.

Per quanto riguarda il terreno, il lupino predilige terreni di tipo acido, meglio se di tipo vulcanico come quelli delle zone del Centro Italia, fallendo invece spesso in terreni di tipo calcareo. Il calcare infatti è poco tollerato e soprattutto in alcune specie determina la morte o addirittura la non – nascita della pianta. Questo accade, ad esempio, con il Lupinus Luteus, mentre il Lupinus albus è quello più tollerante.

Tutte le specie invece, temono i possibili ristagni idrici da innaffiatura, ma anche le gelate improvvise, che sono sopportate quasi senza problemi invece, dal Lupinus albus, che può addirittura essere seminato nell'autunno inoltrato.



Semina e abbinamenti del lupino


La semina del lupino può essere effettuata con l'arrivo del mese di ottobre, fino a tutto il mese di novembre. Meglio scegliere semi più recenti, ovvero semi che hanno subito delle modifiche definite dolci, poiché è stata ridotta la quantità di alcaloidi contenuti all'interno.

lupino mistoLa distanza dei semi non deve essere eccessiva, visto che lo sviluppo è perlopiù verticale. Il lupino può essere utilizzato per aiuole miste, per bordure e per sfondi anche in zone non troppo assolate, anche se preferisce posizioni luminose non con un'eccessiva esposizione ai raggi solari. Una posizione in mezz'ombra o in ombra piena potrebbe comprometterne la fioritura.

Il lupino non teme il freddo e le gelate improvvise, soprattutto se viene pacciamato e protetto con foglie secche o paglia. Nel caso la parte aerea venga danneggiata, niente paura. Potrà essere eliminata nel tempo, lasciando spazio alla nuova ricrescita, con l'arrivo della primavera.

Le innaffiature del lupino devono essere regolari e abbondanti per tutta la bella stagione, ovvero da marzo fino al mese di ottobre.
Il lupino può essere utilizzato anche in abbinamento ad altre piante . Ad esempio può essere sistemato in aiuole di fondo o in bordure di grandi dimensioni, insieme a specie come la Macleya cordat, la Salvia uliginosa o ancora una Molinia caerulea, ovvero una graminacea dall'aspetto molto leggero e piacevole.

riproduzione riservata
Articolo: Lupino scenografico
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Lupino scenografico: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Lupino scenografico che potrebbero interessarti
Il patio in autunno

Il patio in autunno

Quando termina la fioritura estiva, che nella bella stagione ha ravvivato il vostro patio, non lasciate quest'ultimo spoglio e senza vita, ma al contrario, è possibile rallegrarlo con i colori dell'autunno.
Lavori in giardino di maggio

Lavori in giardino di maggio

Il mese di maggio segna il risveglio vegetativo di varie specie di piante ed inizia un periodo di intensa attività per chi si dedica alla cura degli spazi verdi.
Maggiore comfort in casa con piante ornamentali

Maggiore comfort in casa con piante ornamentali

La piacevolezza e bellezza delle piante ornamentali contribuisce spesso a rendere più vivibile e confortevole la vita casalinga donandole colore e vivacità...
Arredare la casa con i fiori

Arredare la casa con i fiori

Vorreste rendere la casa più colorata e vivace, dando un tocco di novità alle stanze senza rivoluzionare l'arredamento? Arredatela con i fiori, per renderla unica.
Come curare i  fiori in casa

Come curare i fiori in casa

Per mantenere la bellezza del giardino occorre pazienza e rispetto per i fiori, scegliendo la modalità di selezione, raccolta e il momento giusto per farlo.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.486 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Vaso moderno in vetro colorato
    Vaso moderno in vetro colorato...
    120.00
  • Fiori antizanzare in miscuglio
    Fiori antizanzare in miscuglio...
    2.20
  • Dipinto spagnolo firmato "natura morta con fiori"
    Dipinto spagnolo firmato "...
    563.00
  • Maggiorana gentile marietta
    Maggiorana gentile marietta...
    2.20
  • Imbiancatura camere
    Imbiancatura camere...
    5.00
  • Tenda 350 regina
    Tenda 350 regina...
    286.00
  • Stucchi decorativi Milano
    Stucchi decorativi milano...
    30.00
  • Jbl aquabasis plus lt 5
    Jbl aquabasis plus lt 5...
    15.86
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.