Luce calda o luce fredda

NEWS DI Lampade a sospensione31 Dicembre 2013 ore 00:46
Scegliere la luce per illuminare la propria casa è molto importante, richiede cura ed attenzione, sia per la posizione che per il tipo di luce, calda o fredda.

Sembra strano a dirsi ma di solito quando si parla di luce si parla di calore, infatti si tende ad associare le due cose probabilmente perché se si pensa alla luce si pensa al sole e se si pensa al sole si pensa al calore.
La moderna tecnologia ci permette di fare una distinzione tra luce calda e luce fredda, distinzione che prima quando esistevano le sole lampadine ad incandescenza, oggi fuori commercio per legge, non sussisteva.
Con le lampadine ad incandescenza, l'unica alternativa era la luce calda, per via della sfumatura di rosso data dal funzionamento stesso della lampadina.

Ora, invece con le lampadine a Led, abbiamo l'opportunità di selezionare la temperatura di colore delle luci che preferiamo.


Cos'è la temperatura di colore?


La temperatura di colore ci permette di differenziare la tonalità della luce emessa dalla lampadina e si misura in gradi Kelvin. Un esempio di misurazione per capire l'intensità della luce può essere fatto per la luce diurna del sole che supera i 5000 gradi Kelvin. La temperatura di colore viene utilizzata molto, sia in illuminotecnica che in fotografia.
A seconda della temperatura delle lampadine utilizzate, i nostri occhi percepiranno in base alla luminosità della luce, una luce come calda o fredda, questa percezione varierà anche in funzione delle sue sfumature.

temperatura di colorePer luce calda, intendiamo una luce che ha una temperatura di colore bassa, inferiore ai 3300 K e che presenta sfumature che possono variare dal rossiccio, all'arancione, al giallo, fino al bianco caldo. Con la temperatura di 3000 gradi Kelvin si parla di vera luce calda. A 3550 gradi Kelvin la luce sarà sempre calda ma il suo colore sarà più bianco, questa potrà essere definita luce neutra, fino ad una temperatura di colore compresa tra i 3500 e i 4000 gradi Kelvin.

Se la temperatura di colore è compresa tra i 3600 e i 6500 gradi Kelvin, parliamo di luce fredda, il cui colore tende al bianco e al bluastro. Queste sfumature blu e azzurre ci permetteranno di percepire la luce associandola ad una tonalità fredda.
Di uso comune al ghiaccio puro, si associa una temperatura di 5000 gradi Kelvin per cui il colore si assume bianco mentre a 6500 gradi K viene associata una luce bluastra.


Come si classificano le lampadine a luce bianca


Le lampadine a luce bianca, vengono suddivise secondo seguendo la classificazione indicata nella norma UNI 12464.

Parliamo di luce bianca calda, se la temperatura di colore è minore di 3300 gradi Kelvin; parliamo di luce bianca neutra, se la temperatura di colore è tra i 3300 e i 5300 gradi Kelvin;
parliamo di luce bianca fredda, se la temperatura di colore è superiore ai 5300 gradi Kelvin.


Quale scegliere: luce calda o luce fredda?


Di solito, la luce bianca calda si utilizza per gli interni degli uffici o delle case, mentre la luce bianca fredda, la ritroviamo nei grandi spazi aperti al pubblico, come i supermercati.
Anche la tonalità della luce è importante se ci avviciniamo ai toni del rosso, quindi stiamo parlando di temperature minori, parleremo di luce calda detta anche warm-light, mentre con temperature più elevate e tendenza ai toni del blu parleremo di luce fredda o cool-light.
scegliere luce calda o fredda
Per quanto concerne la scelta della temperatura di colore delle lampadine non c'è un criterio universale, ognuno può basarsi sulle proprie preferenze e sulle esigenze di illuminazione dell'ambiente da illuminare.
Ovviamente in ambienti per uso domestico si preferisce una lampadine a luce calda perché conferisce più familiarità e intimità all'ambiente stesso.

Dall'uomo la luce calda viene percepita come morbida e avvolgente, quella fredda come dura e tagliente, infatti quest'ultima la troviamo spesso utilizzata in studi e uffici.
Alla luce fredda si associa una sensazione di ordine e pulizia motivo per il quale la potremmo trovare anche utilizzata in ambienti tipo il bagno.

La scelta dipende anche dal tipo di arredamento, infatti in una casa arredata in modo moderno, con superfici metalliche o lucide, la luce fredda potrebbe esaltare la scelta dei mobili.
Se si utilizza una luce fredda importante è non raggiungere una temperatura di colore troppo elevata, questo per non creare ombre troppo nette e dure, che potrebbero creare una condizione di disagio a chi vive in quell'ambiente.

Quindi scegliere la luce calda o la luce fredda è una cosa strettamente personale, importante però sempre è considerare il consumo energetico che ne deriva.

riproduzione riservata
Articolo: Luce calda o luce fredda
Valutazione: 3.72 / 6 basato su 57 voti.

Luce calda o luce fredda: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Luce calda o luce fredda che potrebbero interessarti
Lavatrici a doppio ingresso

Lavatrici a doppio ingresso

Lavatrici - Lavatrici che permettono di preriscaldare l'acqua mediante la caldaia a metano o l'impianto di pannelli solari, limitando così l'uso della resistenza interna.
Sospensioni Led

Sospensioni Led

Impianti - Utilizzare i sistemi a sospensione a luce Led in maniera ottimizzata permette di limitare le opere impiantistiche per lo spostamento dei punti luce esistenti.
Luci colorate per sentirsi bene

Luci colorate per sentirsi bene

Progettazione - Utilizzo della tecnologia a led per creare atmosfere colorate e rilassanti in vari campi, da quello ludico all'ambito medico.

Rilevatori termici

Fai da te - Prodotti ideali per risparmiare sulle bollette del gas e dell'elettricità, i rilevatori termici permettono di individuare i punti precisi dove il calore viene disperso.

Lavatrici bitermiche per il risparmio energetico ed economico

Lavatrici - Chi ha già un impianto solare termico può optare per l'acquisto di lavatrici con doppio attacco, per acqua calda e fredda. Risparmio e prestazioni sono garantite.

Installazione Scaldabagno fai da te

Idee fai da te - Le operazioni per installare uno scaldabagno elettrico, per la produzione di acs, devono prediligere la sicurezza e rispettare le indicazioni delle case costruttrici.

Mancanza acqua calda

Impianti idraulici - Manca l'acqua calda sanitaria quando lo scaldabagno non funziona bene, il motivo più comune di ciò è l'intasamento da calcare della resistenza elettrica.

Diffusori di luce

Progettazione - I diffusori di luce a parete rappresentano una soluzione interessante per illuminare in maniera adeguata gli ambienti. Più economici di altri sistemi, garantiscono un'ottima resa e un bell'effetto finale.

Pannelli Radianti Freddi e Caldi

Impianti - I pannelli radianti possono essere installati sia a pavimento che a soffitto ed in entrambi i casi sono in grado di fornire energia termica calda o fredda.
REGISTRATI COME UTENTE
293.152 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Caldaia murale a condensazione Victrix Zeus ErP
    Caldaia murale a condensazione...
    2517.00
  • Serramenti risparmio energetico
    Serramenti risparmio energetico...
    220.00
  • Airwell climatizzatore inverter classe a++ hkd 12000
    Airwell climatizzatore inverter...
    519.75
  • Airwell climatizzatore inverter classe a++ hkd 18000
    Airwell climatizzatore inverter...
    787.50
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.