L'impugnazione delle delibere nel condominio minimo

NEWS DI Assemblea di condominio31 Luglio 2014 ore 12:09
Per la contestazione delle deliberazioni assembleari adottate nell'ambito di un condominio minimo è necessario rispettare i termini previsti dall'art. 1137 c.c.

Condominio minimo


Prima dell'entrata in vigore della riforma del condominio fu la giurisprudenza (Cass. SS.UU. n. 2046/06) a chiarire che anche a questa particolare tipologia di immobili fossero applicabili le norme sul condominio .

Impugnazione delibereQuesta indicazione è stata recepita nel codice civile, tant'è che l'art. 1117-bis c.c. recita:

Le disposizioni del presente capo si applicano, in quanto compatibili, in tutti i casi in cui più unità immobiliari o più edifici ovvero più condominii di unità immobiliari o di edifici abbiano parti comuni ai sensi dell'articolo 1117.

Tutti i casi in cui più unità immobiliari abbiano parti comuni, quindi anche il caso in cui anche solamente due unità immobiliari hanno parti comuni.

Vediamo, con un esempio, come ai condomini minimi si applichino anche le norme inerenti l'impugnativa delle delibere assembleari.

Tizio è proprietario di un appartamento ubicato nello stabile denominato Alfa. Nell'edificio è sita un'altra unità immobiliare di proprietà di Sempronio.

Il fabbricato, quindi, per le parti in comune alle due porzioni di piano dev'essere considerato a tutti gli effetti un condominio; il così detto condominio minimo.

I due condomini si avvedono che è necessario compiere alcune opere di ristrutturazione dell'edificio.

Per semplificare tutta l'attività connessa agli interventi decidono di nominare un amministratore (figura non obbligatoria per queste compagini ai sensi dell'art. 1129 c.c.). Ciò detto, per eseguire ogni passaggio nella piena regolarità, decidono di convocare un' assemblea condominiale . Al momento dello svolgimento della riunione, però, non si trova l'accordo sul nome del mandatario; per evitare una situazione d'empasse Tizio verbalizza che Sempronio è nominato amministratore della compagine Alfa. Caio non è d'accordo con la decisione e decide d'impugnarla.

Il fatto appena raccontato prende spunto da una vicenda giudiziaria decisa dal Tribunale di Roma con la sentenza n. 5415 del 15 marzo 2012; quanto deciso dal Tribunale capitolino, anche se relativo ad un caso ante riforma, è da ritenersi tutt'ora valido.


Contestazione delle delibere nel condominio minimo


Impugnazione delibere condominialiLa pronuncia merita un cenno in quanto trattandosi di condominio minimo delinea con ulteriore chiarezza un aspetto non secondario: le deliberazioni del condominio minimo sono impugnabili ma pur sempre nei modi e nei termini di cui all'art. 1137 c.c.

In sostanza la decisione presa dall'assise del condominio composto da due soli partecipanti dev'essere impugnata nel termine di trenta giorni dalla sua adozione/comunicazione dal condomino dissenziente/assente. Le decisioni nulle, invece, possono essere impugnate senza limiti di tempo.

Per completezza è bene ricordare che, secondo le Sezioni Unite della Cassazione (si tratta dell'unanime parere giurisprudenziale a partire dal 2005), sono da ritenersi nulle le delibere prive degli elementi essenziali, con oggetto impossibile o illecito (contrario all'ordine pubblico, alla morale e al buon costume), con oggetto che non rientra nella competenza dell'assemblea, che incidono sui diritti individuali, sulle cose, sui servizi comuni o sulla proprietà esclusiva di ognuno dei condomini o comunque invalide in relazione all'oggetto.

Sono, invece, da ritenersi annullabili le delibere con vizi relativi alla regolare costituzione dell'assemblea, quelle adottate con maggioranza inferiore a quella prescritta dalla legge o dal regolamento condominiale, quelle affette da vizi formali in violazione di prescrizioni legali, convenzionali, regolamentari attinenti al procedimento di convocazione o informazione in assemblea, quelle genericamente affette da irregolarità nel procedimento di convocazione, quelle che richiedono maggioranze qualificate in relazione all'oggetto (Cass. SS.UU. n. 4806/05).

Per la cronaca il ricorso presentato da Tizio è stato dichiarato inammissibile perché tardivo; egli era presente in assemblea e aveva impugnato la delibera oltre i trenta giorni previsti dall'art. 1137 c.c.

Un errore, secondo il giudice romano, trattandosi di deliberazione annullabile in quanto adottata senza il rispetto dei quorum previsti dalla legge.

È bene ricordare, infatti, che per le deliberazioni considerate annullabili devono essere impugnate entro il termine perentorio di 30 giorni che va così calcolato:

a) a partire dalla data di deliberazione per i presenti dissenzienti ed astenuti;

b) a partire dalla data di comunicazione del verbale per gli assenti.

In ogni caso il termine di trenta giorni è sospeso nel periodo compreso tra l'1 agosto ed il 15 settembre di ogni anno, per la così detta sospensione feriale dei termini processuali.

Un'ultima annotazione: essendo il condominio minimo un normale condominio, anche per le controversie che lo riguardano prima d'iniziare l'azione giudiziale è necessario esperire il tentativo di conciliazione.

riproduzione riservata
Articolo: L'impugnazione delle delibere nel condominio minimo
Valutazione: 4.57 / 6 basato su 7 voti.

L'impugnazione delle delibere nel condominio minimo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano L'impugnazione delle delibere nel condominio minimo che potrebbero interessarti
Forma dell'impugnazione delle delibere condominiali

Forma dell'impugnazione delle delibere condominiali

Condominio - La forma dell'atto introduttivo del giudizio d'impugnazione delle delibere assembleari ha sempre creato incertezza ma la riforma è intervenuta per mettere ordine.
Impugnazione delle delibere condominiali e poteri dell'Autorità Giudiziaria

Impugnazione delle delibere condominiali e poteri dell'Autorità Giudiziaria

Assemblea di condominio - L'Autorituià Giudiziaria investita del potere di giudicare la validità di una delibera d'assemblea condominiale non può entrare nel merito delle decisioni assunte.
Delibera di spesa, delibera di riparto ed impugnazione

Delibera di spesa, delibera di riparto ed impugnazione

Condominio - Per contestare il criterio di ripartizione di una spesa è necessario impugnare la delibera che stabilisce il criterio e non quella che la dispone, se differenti.

Sostituzione di delibere e sorte delle cause condominiali

Assemblea di condominio - In tema di condominio negli edifici, nel caso di sostituzione della delibera spetta sempre al giudice valutare se è intervenuta la cessazione della controversia.

La nomina del curatore speciale del condominio

Liti tra condomini - La questione della nomina del curatore speciale del condominio, è strettamente connessa con le liti che interessano la compagine condominiale.

Assemblea e delibera condominiale con contenuto negativo

Assemblea di condominio - In caso di contestazione di una deliberazione a contenuto negativo, ossia di delibera che boccia una proposta, l'autorità giudiziaria non può entrare nel merito.

Lavori condominiali e contestazione delle deliberazioni

Condominio - Per l'impugnazione di deliberazioni che concernono interventi su cose comuni è necessario contestare la deliberazione con la quale si decide e non quella di spesa.

La delibera condominiale si contesta con atto di citazione

Assemblea di condominio - Una delle novità introdotte dalla riforma del condominio è stata la riscrittura dell'art. 1137 c.c. riguardante anche la forma dell'impugnazione delle delibere.

Assemblea di condominio, convocazione, competenze e delibere

Assemblea di condominio - Assemblea condominiale: breve disamina delle modalità di convocazione, delle competenze, dello svolgimento della riunione e delle cause d'invalidità delle delibere.
REGISTRATI COME UTENTE
295.521 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Inferriate blindate di sicurezza
    Inferriate blindate di sicurezza...
    329.00
  • Terminale wpvc isomur
    Terminale wpvc isomur...
    8.00
  • Colla per polistirolo
    Colla per polistirolo...
    10.00
  • Angolare doppio moda120
    Angolare doppio moda120...
    4.50
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.