La casa new pop

NEWS DI Arredamento19 Marzo 2012 ore 00:00
Identificarsi nel proprio habitat
pop art , smeg , andy warhol , colori matti
Marco De Natale

Gli anni '60 nell'immaginario comune vengono associati ai Beatles, agli abiti floreali, alle minigonne, ai figli dei fiori, ai jeans con la zampa d'elefante.
Proprio in questo marasma di "mode", il sesto decennio del secolo scorso viene ricordato anche per la Pop art.

roy lichtenstein

Esplode negli ultimi anni 50 in Gran Bretagna, ma si sviluppa in modo imperante, diventando un must nell'America a partire dagli anni 60, diffondendosi, poi, in tutto l'occidente.
Analizzandone l'etimologia, pop art significa letteralmente arte popolare e il termine risulta essere l'abbreviazione inglese popular art.

Questa nuova corrente nasce in controtendenza all'eccessivo intellettualismo, che coinvolse nel dopoguerra, tutti gli artisti senza stile preciso e che sconfinavano tra l'astrattismo e l'espressionismo.
La parola "popolare" non deve essere assolutamente fraintesa: non si intende in questo caso "arte del popolo" o "per il popolo", ma come arte di largo consumo, in quanto prodotta in serie e diffusa in modo consumistico.

Gli oggetti rappresentano l'opera d'arte e non più nell'opera d'arte vengono "rappresentati gli oggetti".
I manufatti sono oggetti d'uso comune, insignificanti, marginali e anonimi.
Tutto è più frivolo e passeggero, il ceto medio gode di un inaspettato benessere economico, cosainaspettata fin dal periodo subito successivo al dopoguerra in poi, quindi non c'è più spazio per l'arte elitaria o per l'interiorità artistico riflessiva.


L'assillante battage pubblicitario è alla base della pop art che ne riprende tutti i contorni, attingendone il consumismo, eletto a misura di vita.
Arredare una casa in stile new pop (dopo oltre 50 anni dalla nascita di questa corrente artistica), significa liberare la mente ed iniziare a vedere il mondo con occhi diversi, un pò più "saturo".
Si parte alla scoperta dell'arcobaleno, le gradazioni matte, pastello, non disdegnando nessuna tonalità.


ball chair adeltaNella casa verrà accostato ogni tipo di materiale in modo multiforme e bizzarro: plastiche lucide, pelle, gomma, resine.
Miscelare.
Questo diventa l'imperativo numero uno, anche in modo esagerato, personale, stravagante, il tutto anche riciclando vecchi oggetti d'arredo.
Seriosi, MAI seri.

Eero Arnio, designer finlandese, nel 1962 crea la sua poltrona Ball chair con la forma di una palla in vetroresina.
Questo arredo, prodotto dalla azienda Adelta, è simbolo di indipendenza.
Non è una poltrona per tutti, ma ben sottolinea la voglia di caratterizzare gli ambienti con elementi che possono far strabuzzare gli occhi anche alla persona più chic.
Aarnio disse che una volta creata la Ball non gli bastò: voleva che più luce entrasse all'interno della poltrona
Da qui nacque la Bubble, a circa sei anni di distanza dalla Ball Chair (1968) poltrona prodotta sempre dalla Adelta che tanto richiama ad un'enorme bolla di sapone.

warhol marilynUn pezzo che, solitamente contraddistingue in maniera netta lo stile della pop art, è un quadro, un accessorio o anche un sempliuce richiamo alla bellissima Marylin Monroe.
Non un quadro eseguito ad olio oppure a tempera, ma una delle tante opere prodotte in serie come quelle del celebre Andy Warhol, l'artista per antnomasia di questa corrente, quello che incarna al 100% lo spirito della Pop Art.

La ripetizione delle immagini pubblicitarie, gli artisti e i divi del mondo del cinema immesse su tela con colori sgargianti e matti furono e restano tutt'ora il suo più grande successo.

bassettiFamose le riproduzioni di lattine di coca cola, zuppa Campbell's e detersivi Brillo.

L'azienda Bassetti, leader nella produzione di lenzuola e prodotti tessili, richiama in maniera decisa la corrente pop art, realizzando una intera collezione dedicata ad Andy Warhol: Marylin Monroe, Elvis Presley, la zuppa Campbell's ci accompagneranno nel sonno.

Se la pop art è dunque linea di demarcazione tra il dopoguerra e tempi moderni, assaporando una sorta di benessere economico, la tecnologia fa certamente parte del nuovo che avanza cercando di stupire con la ricerca del colore sgargiante.

Gli elettrodomestici non fanno eccezione e iniziano anche loro a farsi da tramite nel diffondere il verbo della Pop Art.
L'azienda italiana Smeg, difatti, propone elettrodomestici dove il monocolore è out e se presente ha un colore particolare e non usuale.
La lavabiancheria LBL16RO, coordinata all'estetica dei frigoriferi FAB e alle lavastoviglie BLV1, sviluppa il tema del colore in stile Anni ‘50 sposandolo a un concetto di funzionalità.
smegForme bombate, angoli smussati capaci di reinterpretare gli oggetti dall'uso quotidiano: la cromatura resiste, ma passa in secondo piano, lasciando spazio a giallo, lime, arancio e verde chiaro.
Spazio a colori rosa, azzurro ed al tricolore.


Dunque tutto ciò che negli anni '60 e '70 imperava, oggi è tornato di moda in maniera massiccia.
Il Vintage rinasce nelle nostre case, vengono recuperati vecchi jukebox con 45 giri, flipper, e ventilatori ad elica (anche forse un po' più eccentrici).
Tutto fa arredo, la nuova pop art risulta essere uno stile aperto al manifestare l'arte secondo il proprio gusto.

riproduzione riservata
Articolo: La casa new pop
Valutazione: 5.25 / 6 basato su 4 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

La casa new pop: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano La casa new pop che potrebbero interessarti
Nuovi piani di cottura colorati

Nuovi piani di cottura colorati

La teoria del colore...
Lattine famose

Lattine famose

Si festeggia il 50° anniversario delle opere di Andy Warhol sulle lattine di Campbell's soup, immortalate più volte nel mondo del design.
Rococo' e Pop Art

Rococo' e Pop Art

Il rococo', stile francese del 700 incontra il pop con la sua forza di colore: nascono elementi che arricchiscono la casa e ne diventano i protagonisti.
Agatha Ruiz de la Prada

Agatha Ruiz de la Prada

Agathology: Il design dell'arcobaleno...
Frigorifero e congelatore anni 50

Frigorifero e congelatore anni 50

Sarà che viviamo rievocando forme ed oggetti ormai fuori produzione ma tecnologicamente avanzati; le tendenze degli anni 50 e del vintage tutt'ora piacciono e continuano a piacere, anche alle nuove generazioni.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.346 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Edilkamin termostufa pellet stufa kw 15 tresor
    Edilkamin termostufa pellet stufa...
    2664.00
  • Rasante cementizio weber.cem RasaZero
    Rasante cementizio weber.cem...
    5.31
  • Acti zanza break ricarica 120 ore per
    Acti zanza break ricarica 120 ore...
    59.48
  • Rete ideal permaflex
    Rete ideal permaflex...
    85.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.