La cartapesta

NEWS DI Decorazioni13 Novembre 2014 ore 11:28
La cartapesta è uno di quei materiali che consente di sperimentare a tutto tondo la propria creatività: queste le principali tecniche per realizzare l'impasto.

Origini della cartapesta


Da sempre la cartapesta è uno di quei materiali che consente di sperimentare a tutto tondo lamaschera cartapesta propria creatività: composto da elementi semplici – acqua, carta, colla – dunque davvero facile da realizzare, essa ha origini antichissime.

Pare che tra i primi ad utilizzare un materiale polimaterico molto simile alla cartapesta furono gli antichi greci: al posto della carta c'era la fibra di lino e veniva usata già allora per realizzare le maschere utilizzate durante le commedie in teatro.

Sembra che anche gli egizi conoscessero un procedimento di realizzazione simile a quello della cartapesta per creare le maschere funebri e le decorazioni dei sarcofagi.

In Italia, dal Quattrocento in poi, la cartapesta veniva utilizzata da artisti del calibro di Michelangelo e Donatello per preparare i bozzetti delle loro opere e spesso per sperimentare nuove forme per la realizzazione delle cosiddette opere effimere, manufatti destinati ad eventi temporanei.

Il periodo di maggiore utilizzo di questo materiale fu senza dubbio l'età barocca: fu proprio allora che nacque il mestiere del cartapestaio, il quale realizzava modelli su commissione di scultori ed architetti. Un esempio tra i più noti sono i quattro angeli che ornano il baldacchino di San Pietro, realizzati da Domenico e Gregorio De Rossi su disegno di Gianlorenzo Bernini.

Oggi, se pensiamo alla cartapesta vengono subito in mente le maschere ed i carri allegorici che a Carnevale attraversano trionfalmente le strade di alcune tra le più belle città d'Italia.


Tecniche di realizzazione della cartapesta


Questo è l'elenco del materiale di base:

- Carta di giornale
- Colla vinilica
- Acqua
- Un catino
- Gesso o cementite, se necessario

Le tecniche più conosciute sono due, entrambe assai semplici: in ogni caso, consiglio di proteggere il piano di lavoro con una tovaglia plastificata che risulterà facile da pulire una volta terminate le fasi di lavorazione.

Se volete esprimere la vostra creatività attraverso la realizzazione di forme originali, la tecnica che prevede la macerazione della carta è senza dubbio quella che fa per voi. La carta di giornale andrà strappata in pezzi molto piccoli e regolari, possibilmente seguendo l'andamento della fibra dei fogli: man mano che strappate la carta, riponete i pezzi nel catino, precedentemente riempito con dell'acqua ed un po' di colla vinilica. A proposito dell'acqua, essa deve coprire i pezzetti di carta dunque, qualora ce ne fosse bisogno, andrà aggiunta.

realizzazione cartapesta

Lasciate a macerare la carta per un periodo che varia a seconda del quantitativo di impasto: occorrerà poi frullarlo senza però ridurlo in poltiglia, poiché sarebbe difficile da lavorare. La consistenza ideale dunque è quella che vede un impasto grossolano, così da poter garantire una maggiore resistenza durante la lavorazione: in questo modo si eviterà l'utilizzo dello scheletro, una struttura di solito in fil di ferro o legno attorno alla quale viene costruito l'oggetto.

Fatto questo, procedete a scolare l'impasto ed a strizzarlo mettendolo in un panno pulito ed asciutto: se ritenete che la consistenza sia ancora troppo liquida, potete aggiungere del gesso o cementite. Questa tecnica è adatta alla realizzazione di statue di piccole dimensioni, ad esempio quelle del presepe, o se si utilizzano dei calchi.

forme cartapestaSe invece volete riprendere la forma di un oggetto – ad esempio una ciotola o un piatto – è consigliabile utilizzare quest'altra tecnica che non prevede la macerazione dell'impasto.

La prima cosa da fare è rivestire l'oggetto di cui si vuole riprendere la forma con della pellicola trasparente; quella che si utilizza in cucina, per intenderci, andrà benissimo. In questo modo staccare il manufatto in cartapesta sarà più semplice e non se ne rischierà la rottura.

Fatto questo, strappate il vostro giornale facendo in modo da ottenere delle strisce: in una ciotolina diluite della colla vinilica con l'acqua in parti uguali e, con un pennello piatto di medie dimensioni, passate questa miscela sulla pellicola che riveste l'oggetto. Incollatevi le strisce di carta in modo tale da coprire completamente la superfice dell'elemento: questa operazione va fatta almeno per cinque volte, quindi realizzando cinque strati di carta.

manufatti cartapestaOccorre adesso attendere che la cartapesta si asciughi: questo dipende dalle dimensioni dell'oggetto e dall'umidità presente nell'ambiente in cui il manufatto è posto per l'asciugatura. Non vi consiglio l'utilizzo del phon per accelerare tale processo poiché l'impasto potrebbe tirare, creando così curvature anomale ed antiestetiche grinze.

Una volta realizzata la vostra opera, ci sarebbe la fase della stuccatura, che consente di rendere la superficie omogenea e pronta per essere decorata: in realtà non sempre è necessario stuccare i manufatti, soprattutto se la forma è regolare.

Potete dunque decorare l'oggetto utilizzando della carta di riso, magari artigianale, oppure dipingendolo con i colori acrilici o utilizzando la tecnica del decoupage: non dimenticate di dare una mano di fissativo per fissare e preservare il decoro.


riproduzione riservata
Articolo: Cartapesta: le tecniche più conosciute
Valutazione: 3.96 / 6 basato su 45 voti.

Cartapesta: le tecniche più conosciute: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giorgio
    Giorgio
    Giovedì 29 Giugno 2017, alle ore 20:02
    Se la cartapesta si screpola x il caldo, ci sono delle soluzioni? Anche con 3-4 strati il problema si ripete.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Cartapesta: le tecniche più conosciute che potrebbero interessarti
Le colle

Le colle

Fai da te - La scelta della colla giusta è un problema spesso sottovalutato ma di fondamentale importanza, infatti nel momento in cui decidiamo incollare un oggetto non tutte le superfici sono uguali.
Arredare la casa con lampade di carta glamour

Arredare la casa con lampade di carta glamour

Lampade a sospensione - Le lampade di carta, ecologiche e raffinate, hanno un grande consenso di pubblico. Con la loro consistenza leggiadra portano un po' di oriente nelle nostre case.
I fiori di carta conquistano l'interior design

I fiori di carta conquistano l'interior design

Decorazioni - La moda dei fiori di carta sboccia anche in Italia. Gigli, narcisi, rose: ecco come realizzare fiori di carta, capaci di donare un effetto scenografico alla casa

Incollare il legno: colla vinilica o colla animale?

Bricolage legno - Esistono molti tipi di colla, più o meno efficaci a seconda dell'uso che se ne vuole fare. Per incollare il legno, le più diffuse sono quella vinilica e quella animale.

Decorare le zucche come centrotavola di Halloween

Idee fai da te - Divertenti, colorate e versatili, le zucche di Halloween possono trasformarsi in raffinati centrotavola, in grado di rendere esclusiva la cena del 31 ottobre.

Arredi in polpa di carta

Complementi d'arredo - Ricorda i contenitori delle uova, ma la polpa di carta permette, grazie a leggerezza e resistenza, numerose applicazioni, anche ironiche, in ambito di arredo e design.

Danni all'impiallacciatura dei mobili

Bricolage legno - L'impiallacciatura è una tecnica che permette di ottenere grandi risultati dal punto di vista estetico con una spesa contenuta: ecco come riparare eventuali danni.

Quilling o Filigrana di Carta

Decorazioni - Il Quilling, noto anche come filigrana di carta, è una tecnica decorativa dalle origini antiche che consente di realizzare facilmente decorazioni belle e delicate.

Colla per il fai da te

Fai da te - Ecco una breve guida alla scelta della colla più adatta al nostro piccolo lavoro fai da te e alle corrette modalità di applicazione, posa e asciugatura.
REGISTRATI COME UTENTE
293.226 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Colla impermeabilizzante Schluter-KERDI-COLL-L
    Colla impermeabilizzante...
    8.52
  • Quadrotti legafloor mandorlato
    Quadrotti legafloor mandorlato...
    162.00
  • Cairo
    Cairo...
    1.40
  • Controsoffitto classico s0
    Controsoffitto classico s0...
    3.50
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Pensiline.net
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.