L'ecorivestimento

NEWS DI Materiali edili07 Marzo 2012 ore 20:25
Cemento fotocatalitico e rivestimenti mangia smog, per combattere l'inquinamento atmosferico anche a livello architettonico, grazie all'azione della fotocatalisi.
ecorivestimento , cemento fotocatalitico , ecopittura

Ecorivestimento anti smog


Lo smog ha tanti nemici. Le amministrazioni comunali, i cittadini, ma anche il mondo dell'architettura.

Proprio in questo ambito, chi utilizza e vuole prodotti in grado di reagire attivamente per l'ambiente, si avvale sempre più spesso di rivestimenti a base di cementi fotocatalitici.

I cementi fotocatalitici agiscono grazie al processo della fotocatalisi, un sistema che sfrutta la luce solare per ossidare le sostanze inquinanti, andandole ad eliminare per buona parte della loro composizione.

Il fenomeno è tutto naturale, a meno di utilizzi di lampade artificiali, in interno o in mancanza della giusta quantità di luce, per indurre la reazione chimica idonea, ovvero l'ossidazione delle particelle inquinanti e la loro trasformazione in sostanze innocue.
Ecco perché viene largamente sfruttato nei rivestimenti superficiali degli edifici e non solo.


Composizione ecorivestimento


L'ecorivestimento è composto da una malta fotocatalitica a base di biossido di titanio, sostanza che ha la capacità, in presenza di luce, di ossidare sostanze organiche e inorganiche, andandole così a scomporre, per poi trasformarle in nitrati e carbonati.
È possibile, applicare l'ecorivestimento sia per le superfici verticali, come pareti, facciate e muri, sia per quelle orizzontali, come pavimentazioni, coperture piane o asfalto.


Applicazioni ecorivesitmento


Per le superfici verticali, avremo un cosiddetto ecorivestimento verticale, sottoforma di intonaco premiscelato per interno o per esterno.
Questo tipo di ecorivestimento è in realtà un intonaco premiscelato in polvere ed è composto da cemento fotocatalitico di colore chiaro, inerti calcarei e quarzo di granulometria selezionata e additivi speciali, eventualmente modificato con l'aggiunta di pigmenti coloranti.

Esso si ottiene formando un impasto con il prodotto fornito in sacchi da 25 kg circa, con aggiunta di acqua ed applicazione con spatola a mano.

Non è previsto altro trattamento se non quello della tinteggiatura con ecopittura.
Questo tipo di eco rivestimento ha proprietà antisporcamento ed un'elevata permeabilità al vapore acqueo.
Oltre ad una salutare azione antibatterica ed antimuffa per ossidoriduzione fotocatalitica degli elementi.

Oltre all'intonaco, l'ecorivestimento verticale, può avvenire anche sotto forma di pittura cementizia, per rivestire murature con resa estetica più accurata.
Per le applicazioni orizzontali, invece, il mercato offre ampie possibilità di scelta, a seconda delle proprie necessità applicative.
Le principali, in base al grado di resistenza che si intende ottenere, ed in funzione del carico specifico, sono:

- ecorivestimento pavimentazione fotocatalitica, in cui è garantita la durata ed un coefficiente di dilatazione superiore all'asfalto tradizionale;

- ecorivestimento pavimentazione strutturale fotocatalitica, da utilizzare nel caso di traffico intenso o pesante, con una garanzia della durata pari a circa 8 anni;

- ecospolvero al quarzo, da addittivare a pavimentazioni cementizie in fase di maturazione, generalmente di tipo industriale, atte a ricevere forti sollecitazioni, come parcheggi e silos.

Tutti questi prodotti di ecorivesitmento, comunque, una volta applicati, riducono le sostanze inquinanti in elementi non nocivi, rimanendo puliti nel tempo.

L'ossidazione infatti modifica la sostanza all'origine: in generale, infatti, una molecola ossidata mostra caratteristiche tossicologiche trascurabili rispetto alla specie di partenza. Ovvero le particelle inquinanti vengono rese innocue.


Asfalto anti smog come ecorivestimento


Tra le applicazioni orizzontali dell'ecorivestimento c'è anche l'asfalto, o propriamente l'asfalto mangia smog, che viene oramai largamente usato da alcuni anni, anche se è stato brevettato nel 1996, dal direttore generale del R&D di Italcementi.

Persino l'aeroporto lombardo di Malpensa ha recentemente trasformato 18.000 metri quadrati, in una distesa di una speciale microemulsione polimerica a base d'acqua additivata con biossido di titanio (Coverlite).

Il prodotto, applicato con tecnica a spruzzo, riesce così a penetrare nelle macro e nelle micro rugosità della pavimentazione in oggetto, conferendo caratteristiche di fotocatalisi anti smog.

Le tecniche di applicazione sono diverse, a seconda che la distesa del tappeto di asfalto sia nuova o già esistente. La tecnica a freddo viene effettuata su tappeti già realizzati da tempo, mentre la tecnica a caldo, è preferita in fase di stesa dell'asfalto.

L'efficacia del trattamento fotocatalitico per l'asfalto viene anche testata con una serie di carotaggi poi analizzati in laboratorio.


Masselli autobloccanti come ecorivestimento


Per le pavimentazioni cittadine sono nate anche altre soluzioni interessanti, che utilizzano sempre il processo di fotocatalisi e di ossidazione delle sostanze inquinanti.
Come i masselli autobloccanti fotocatalitici, dall'alto potere anti smog, che coniuga le proprietà del cemento fotocatalitico, con la praticità di masselli autobloccanti, tipici delle strade cittadine italiane.
Il sistema di ecorivestimento a pavimentazione Blue City è nato dall'unione dell'esperienza di Ferrari BK con l'innovativo cemento TX Millennium, di Italcementi.


Ecorivestimento decorativo


Proprio con il colosso italiano del cemento Italcementi è stato messo a punto da Alessia Giardino, una designer italiana trapiantata in Gran Bretagna, un ingegnoso sistema decorativo di lastre di cemento, trattate in parte con tecnologia fotocatalitica, ovvero su disegno.

La lastra trattata, ha parti in cemento tradizionale, che man mano che viene lasciata esposta all'aria e agli agenti inquinanti, si scurisce e i decori vengono alla luce.

E poi forse non tutti sanno che anche le vele della famosa Chiesa di Richard Meier Dives in Misericordia costruita a Roma, sono state realizzate servendosi di un ecorivestimento in lastre di calcestruzzo fotocatalitico. Anche qui infatti è stato applicato il TX Millenium, in versione bianco candido, colore che contraddistingue il manufatto e resta tale nel tempo, con alta qualità estetica.

global engineering
coverlite
ferrari bk
alessia giardino
italcementi

riproduzione riservata
Articolo: L'ecorivestimento
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

L'ecorivestimento: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano L'ecorivestimento che potrebbero interessarti
Ecopittura

Ecopittura

Ristrutturazione - Ridurre l'inquinamento atmosferico, utilzzando l'ecopittura, che con la luce solare, grazie ad un processo di fotocatalisi, ha un effetto disinquinante e antibatterico.
Cementi speciali

Cementi speciali

Progettazione - Cementi che salvaguardano l'ambiente ed il decoro urbano.
Forme innovative e aria pulita con il cemento biodinamico

Forme innovative e aria pulita con il cemento biodinamico

Bioedilizia - Il cemento biodinamico è un prodotto innovativo che contribuisce a liberare l'atmosfera dallo smog, la cui fluidità consente la realizzazione di forme complesse

Tavolo in calcestruzzo

Arredamento - Il calcestruzzo esce dal cantiere ed entra nelle nostre case anche sottoforma di arredi, caratterizzati da un' estetica elegante e leggera.

Tipi di Cemento

Progettazione - Il calcestruzzo, comunemente conosciuto come cemento, resta ancora oggi il materiale principale di riferimento da utilizzare per costruzioni e ristrutturazioni.

Pavimentazione drenante

Progettazione - Una pavimentazione drenante fatta a regola d'arte consente di migliorare la filtrazione dell'acqua piovana nel terreno, oltre alla sicurezza in caso di pioggia.

Il cemento armato stampato

Progettazione - Le pavimentazioni in cemento armato stampato.

Sedute in cemento

Arredamento - Definito il materiale del Nuovo Rinascimento dell'edilizia moderna, il cemento viene anche utilizzato dai designer per creare sedute originali.

Fotocatalisi, cos'è e a cosa serve

Bioedilizia - La fotocatalisi, un sistema poco conosciuto che attraverso l'irraggiamento solare è in grado di ridurre il tasso d'inquinamento ambientale: l'uso in edilizia.
REGISTRATI COME UTENTE
295.399 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pavimento in cemento
    Pavimento in cemento...
    70.00
  • Pavimentazioni cemento stampato
    Pavimentazioni cemento stampato...
    35.00
  • Taglio cemento armato
    Taglio cemento armato...
    150.00
  • Anfora europea in cemento smaltato
    Anfora europea in cemento smaltato...
    161.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.