Isola di calore (UHI)

NEWS DI Progettazione24 Ottobre 2011 ore 16:16
Fenomeno in crescita nelle metropoli, e' una delle cause piu' silenziose della scarsa qualita' dell'aria e del cambiamento del microclima nelle aree urbane.
clima

Isola di calore urbanaChiamata anche urban heat island, (UHl), l'isola di calore è un fenomeno in crescita nelle grandi metropoli.

Studiato a partire degli anni Ottanta, è legato essenzialmente al microclima urbano, che localmente genera una modifica ed un aumento della temperatura radiante delle superfici e dell'umidita' dell'aria, oltre spesso anche dei regimi di circolazione del vento.

Secondo alcuni poi l'isola di calore sarebbe anche il risultato di un'altra forma di cambiamento climatico, di origine però prettamente antropica, cioè il surriscaldamento dovuto all'urbanizzazione dello strato limite, chiamato anche Boundary Layer, cioè lo strato atmosferico più vicino al suolo terrestre, la cui altezza in realtà varia da poche decine di metri a circa 1000-2000 metri.

Parliamo degli effetti: un effetto tipico è l'aumento della formazione di smog fotochimico. Tra le cause principali vi è l'elevato uso energetico, l'utilizzo di tinte scure per dipingere le pareti degli edifici e la presenza massiccia di grandi superfici a cemento o in asfalto, che riducono sensibilmente di conseguenza la presenza di verde urbano.

Ma non è solo una questione di temperatura; l'isola di calore può influenzare notevolmente anche altri elementi. Ad esempio è causa di una peggiore qualità dell'aria, con valori che superano le soglie di allerta, ad esempio per la presenza di ozono.

uhi_isola di caloreInoltre tutto ciò ha ripercussioni anche sulla salute degli abitanti, non solo con colpi di calore, in estate, ma anche causa di gravi patologie cardiache e respiratorie.

Infine, possono risultare problematiche anche in termini di consumi energetici, creando dei picchi, soprattutto per il condizionamento dell'aria.

Un ruolo fondamentale nel miglioramento e nell'abbattimento delle UHI ce l'ha la presenza di vegetazione, soprattutto durante il periodo estivo, quando le temperature sono ancora più alte per effetto del clima.

Ma l'isola di calore può essere mitigata attraverso anche e soprattutto un'adeguata progettazione, sia delle superfici esterne di un dato edificio, sia del layout urbano in cui viene inserito.

Ad esempio è necessario un controllo delle albedo, cioè il coefficiente di riflessione totale di una superficie, che è più alto, quanto più la superficie è chiara.

Inoltre dove possibile, è consigliabile l'utilizzo di particolari tipi di tetti, che aiutano mitigare la temperatura. I Cool Roofs infatti, grazie ad un'elevata capacità di riflettere la radiazione solare incidente e, al contempo, di emettere energia termica nell'infrarosso, riescono a contrastare il surriscaldamento degli edifici. Stesso risultato anche con i Green Roof, dove viene principalmente utilizzata la vegetazione.

arch. Valentina Caiazzo

riproduzione riservata
Articolo: Isola di calore (UHI)
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Isola di calore (UHI): Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Isola di calore (UHI) che potrebbero interessarti
WWF e architettura sostenibile

WWF e architettura sostenibile

Progettazione - Presentato dal WWF, in occasione della giornata Costruire per il Clima, il decalogo della vera architettura sostenibile.
GenerAzione Clima WWF

GenerAzione Clima WWF

Bioedilizia - Per sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi generati dal surriscaldamento globale del pianeta, il WWF ha organizzato lo scorso week end la manifestazione...
Casa ecologica dalla tradizione

Casa ecologica dalla tradizione

Progettazione - Una casa ecologica ma non tecnologica: cosi' l'architetto brasiliano Marcio Kogan definisce la casa sostenibile progettata a Salvador de Bahia.

Progetto del comfort abitativo

Progettazione - Il comfort in un'abitazione è diventato uno dei parametri di valutazione più importanti quando si considera un appartamento, ecco da cosa è condizionato.

Controlli impianti condizionamento

Impianti - Lo scopo principale di un sistema di controllo per un impianto di climatizzazione è il mantenimento nel tempo desiderato delle condizioni termoigrometriche.

Coltivazione del Cisto

Piante - Il cisto è una pianta mediterranea molto scenografica, che ama terreni poveri e che decora il giardino grazie all'abbondante fioritura delicata estiva.

Clima e giardino

Giardino - Il clima puo' avere effetti benefici o dannosi sul nostro giardino: vediamo quali accorgimenti adottare per evitare questi ultimi.

Pellicole antisolari

Infissi - Utile strumento per il controllo della temperatura e per la schermatura dai raggi solari.

Olivo: tradizione mediterranea

Giardino - Pianta simbolo del cllima mediterraneo, l'olivo è un sempreverde che ama il sole, in cui la potatura ha grande importanza per la crescita.
Discussioni Correlate nel Forum Lavorincasa
Img iandiors
Salve, nell'appartamento che attualmente sto ristrutturando ho trovato una predisposizione per climatizzatori che il mio termoidraulico oltre a definire anomala dice...
iandiors 07 Maggio 2017 ore 21:03 1
REGISTRATI COME UTENTE
295.643 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Isolamento acustico
    Isolamento acustico...
    450.00
  • Edilkamin caldaia termostufa pellet kw 35 4
    Edilkamin caldaia termostufa...
    4489.00
  • Lastra di gesso rivestito Habito Clima Activ'Air®
    Lastra di gesso rivestito habito...
    15.37
  • Edilkamin caldaia termostufa pellet kw 13 3
    Edilkamin caldaia termostufa...
    2519.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE:
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.