Infiltrazioni nocive

NEWS DI Ristrutturazione16 Febbraio 2013 ore 10:48
Una rassegna sulle principali cause di infiltrazioni di acqua nelle pareti perimetrali degli edifici, causate da difetti costruttivi usando materiali inadeguati.
infiltrazioni , umidità , tamponature , laterizi

Infiltrazioni nocive, le cause


L'aumento della piovosità registrato negli ultimi anni, unitamente alle alte percentuali di umidità presenti nell'aria, favoriscono il danneggiamento delle facciate di molti edifici, con conseguente comparsa all'interno degli stessi di macchie di umidità che con il tempo si trasformano in vere e proprie infestazioni di muffe.

Gli effetti della condensa in presenza di ponti termiciIl fenomeno oltre a danneggiare esteticamente il manufatto interessato, comporta in molti casi un rischio per l'igiene e la salubrità degli ambienti interessati, a causa delle tossine prodotte da alcune colonie di muffe.

Essendo il fenomeno molto comune, caratterizzato spesso dalla comparsa di sintomi come le classiche macchie nere, in corrispondenza degli angoli verticali ed orizzontali delle murature perimetrali, accade che discutendo tra persone interessate allo stesso problema, si scambino consigli a profusione su come e dove intervenire.

Ci si comporta in effetti come quando in maniera molto empirica, si consiglia all'amico lo stesso medicinale per il mal di testa, dimenticando che le cause che hanno prodotto il nostro malessere, possono essere molto diverse, da quelle che hanno provocato il malessere del nostro sprovveduto amico.

In conseguenza dell'atteggiamento sopradescritto, si arriva anche a peggiorare la situazione, in quanto viene impiegato un rimedio senza aver prima individuato la causa del problema.

Esiste infatti una lunga lista di situazioni che mettono in evidenza come tali infiltrazioni sono da mettere in relazione con diversi fattori, come il tipo di costruzione, la sua esposizione, il metodo costruttivo impiegato, la composizione dei materiali impiegati, ecc.


Infiltrazioni nocive e rimedi



La discontinuità termica tra tompagno e soletta che può favorire infiltrazioniAnalizzando le parti che compongono la struttura di un edificio, possiamo subito notare che tra elementi verticali ed orizzontali costituiti quasi sempre da materiali diversi, si manifestano nel tempo delle sconnessioni che anche se impercettibili favoriscono l'infiltrazione di acqua in special modo dopo una forte pioggia battente.

Tra pilastro e tamponamento, non basta ricoprire la superficie esterna con un buon intonaco, ma è necessario evitare che con il tempo tra i due elementi si possano manifestare dei distacchi, per far ciò, basta ricoprire con una fascia di intonaco fibrorinforzato, la giunzione avendo cura di coprire in tal modo almeno 50 cm. oltre il limite della stessa.

Stesso intervento andrà effettuato anche nella parte orizzontale dell'attacco tra trave di bordo o soletta adiacente, alla sottostante parete di chiusura perimetrale.

Attenzione particolare va posta già nella posa dei laterizi che compongono il paramento di chiusura di facciata, infatti la cattiva abitudine di incassare nell'ultimo tratto di chiusura del tompagno impiegando un laterizio di spessore ridotto disposto con i fori perpendicolarmente alla facciata, invertendo in questo modo il tipo di orditura di posa dei sottostanti laterizi, comporta nel tempo la possibilità di infiltrazioni nocive.

L'abbattimento del ponte termico che evita infiltrazioniIl rivestimento faccia a vista eseguito all'esterno, se non è realizzato in maniera corretta, comporta altresì il rischio di infiltrazioni all'interno del paramento murario. È buona regola infatti evitare che il rivestimento venga a contatto con la parete retrostante predisponendo un'adeguata ventilazione tra le parti.

L'esempio di come la mancanza di un adeguato isolamento sia nocivo lo si può rilevare osservando una parete eseguita a faccia vista in laterizio, dove per dare continuità alla facciata, sono stati impiegati dei listelli di laterizio dello spessore di cm 2,5 al fine di annullare i ponti termici.

Ebbene, se tali listelli vengono posti in opera direttamente sulle parti in calcestruzzo armato, senza interporre tra le due parti uno strato isolante, con il tempo la facciata in laterizio manifesterà una variazione cromatica del rivestimento, conseguenza del fatto che la percentuale di umidità incorporata dal listello di laterizio, posto senza isolante, è tale da far cambiare di colore lo stesso oltre a produrre efflorescenze di salnitro.

La differenza cromatica in corrispondenza del solaioLe tamponature realizzate con due fodere di blocchi di laterizio, con interposizione tra loro di una lastra di polistirene o altro isolante, se non dimensionate con cognizione di causa, possono essere interessate da fenomeni di condensa interstiziale, che con il tempo può manifestarsi all'interno dell'ambiente attraverso la classica macchia di umidità tanto odiata.

La porosità e la fragilità di alcuni materiali sono altresì responsabili del manifestarsi degli inconvenienti citati. Risparmiare sull'acquisto dei laterizi per la realizzazione dei paramenti murari esterni è sicuramente il modo meno avveduto per realizzare delle buone chiusure perimetrali.

I laterizi scadenti realizzati con argille non idonee o difettosi a causa di una cottura non adeguata, sono facili a frantumarsi, per cui la loro fragilità mette a rischio con il passare del tempo la tenuta dell'intera parete.

Non bisogna farsi ingannare dal fatto che tali laterizi vengono proposti come laterizi più leggeri, i veri laterizi leggeri, capaci di garantire un giusto rapporto tra comportamento meccanico e tenuta termica, sono i laterizi di ultima generazione detti porizzati.

Un particolare del laterizio porizzatoI laterizi porizzati sono caratterizzati dal fatto di avere al loro interno, degli alveoli prodotti in fase di cottura, dall'aggiunta di sostanze come polistirolo sotto forma di microsfere o altre sostanze come farine di cellulosa ecc.

Indipendentemente dal tipo di additivo usato, nel laterizio porizzato si formano un gran numero di macro e micropori, aventi la caratteristica di non essere comunicanti tra loro, contenenti al loro interno solo aria, cosa che li rende praticamente impermeabili.

È facile capire come un laterizio del genere, per le sue particolari caratteristiche, possa essere impiegato proprio per la realizzazione di tamponature capaci di non appesantire l'edificio e garantire, allo stesso tempo, una buona tenuta unitamente ad una ottima termicità.

Il costo più elevato, rispetto ai normali laterizi, risulta ampiamente giustificato, visti i benefici in termini di confort abitativo e risparmio energetico conseguiti.

riproduzione riservata
Articolo: Infiltrazioni nocive
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 1 voti.

Infiltrazioni nocive: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Infiltrazioni nocive che potrebbero interessarti
Muri in sicurezza e ben isolati con il nuovo Kit antisismico di Enea

Muri in sicurezza e ben isolati con il nuovo Kit antisismico di Enea

Restauro edile - Il kit antisismico messo a punto da Enea, sfrutta le buone caratteristiche della canapa per rinforzare le tamponature, soggette a espulsione durante le scosse.
Tamponature senza malta

Tamponature senza malta

Facciate e pareti - Realizzare tamponature in laterizio, senza l'impiego della malta tradizionale in minor tempo ottenendo paramenti sicuri e resistenti anche all'azione sismica.
Danni da infiltrazioni

Danni da infiltrazioni

Condominio - Tra i danni agli appartamenti, o alle parti comuni nei condomini, quelli lamentati più frequentemente sono i così detti danni da infiltrazioni d'acqua.

Umidità nell'edificio e responsabilità del condominio

Condominio - Il condominio, in quanto custode, è obbligato ad adottare tutte le misure necessarie affinché i problemi di umidità non rechino danno alla proprietà condominiale

Stop alle infiltrazioni negli interrati

Risanamento umidità - Risanare le infiltrazioni d'acqua con sistemi non invasivi, senza demolizioni o scavi esterni, oggi è possibile grazie a delle iniezioni di resine idroespansive

Tipologie dei muri di tompagno

Architettura - I muri perimetrali di un'abitazione possono essere realizzati con diverse tipologie costruttive e pur non avendo funzione statica devono garantire il comfort interno.

Zoccolature efficienti

Progettazione - Come mantenere efficienti nel tempo le zoccolature.

Umidità sui muri: come contrastarla

Risanamento umidità - L'umidità nelle murature è un fenomeno diffuso: nei casi più gravi può aggredire anche la struttura stessa dell'edificio. Vediamo quali sono le cause più frequenti.

Correzione ponti termici, come individuarli e come intervenire

Isolamento termico - Il ponte termico si verifica abitualmente nelle strutture realizzate con differenti materiali. Infatti nei punti di giuntura si crea dispersione termica e condensa.
REGISTRATI COME UTENTE
295.804 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Laterizio Porotherm BIO M.A. Evolution 25-30-19
    Laterizio porotherm bio m.a.
    98.00
  • Primer antispolvero LITHOS LEVELLING
    Primer antispolvero lithos...
    11.35
  • Protettivo antigraffiti LITHOS HYDROWET
    Protettivo antigraffiti lithos...
    20.00
  • Detergente per lapidei LITHOS DETERALCALE
    Detergente per lapidei lithos...
    7.26
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Faidacasa.com
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.