Impugnazione delibera condominiale e prova della sua tempestività

NEWS DI Assemblea di condominio25 Maggio 2015 ore 00:16
Nel caso di impugnazione di una delibera condominiale annullabile, il condomino deve agire entro trenta giorni e deve provare di aver rispettato questo termine.

Contestazione della delibera condominiale


ImpugnazioneLe deliberazioni condominiali, a dirlo è l’art. 1137 c.c., sono obbligatorie per tutti i condòmini, compresi gli assenti e i presenti astenuti e dissenzienti: in condominio , infatti, la decisione della maggioranza vincola tutti i comproprietari.

Chiaramente chi ritiene che le decisioni dell’assemblea siano state assunte in modo illegittimo può sempre contestarle con un’azione giudiziaria, preceduta da un tentativo di mediazione (cfr. art. 71-quater disp. att. c.c.); tale azione è comunemente conosciuta come impugnazione della delibera condominiale .

L’art. 1137, secondo comma, c.c. specifica che contro le delibere contrarie alla legge e/o al regolamento di condominio è possibile proporre azione davanti all’Autorità Giudiziaria, ossia al Tribunale o al Giudice di Pace del circondario in cui è ubicato l’edificio (art. 23 c.p.c.).

L’azione può essere proposta dai presenti (astenuti e dissenzienti) e dagli assenti entro trenta giorni che decorrono:

a) per i presenti astenuti e dissenzienti dalla data di deliberazione;

b) per gli assenti dalla data di comunicazione del verbale.

Quanto al significato da attribuire al termine comunicazione, è utile ricordare che il verbale (nonché dell’avviso di convocazione) è un atto recettizio; ciò fa sì che la presunzione di conoscenza ex art. 1335 c.c. degli atti recettizi in forma scritta giunti all'indirizzo del destinatario opera per il solo fatto oggettivo dell'arrivo dell'atto nel luogo indicato dalla norma, salvo la prova da parte del destinatario medesimo, dell'impossibilità di acquisire in concreto detta conoscenza per un evento estraneo alla sua volontà; il mittente non è tenuto a provare tale conoscenza essendo sufficiente che dimostri l'avvenuto recapito della dichiarazione all'indirizzo del destinatario (Cass. 29 aprile 1999 n. 4352).

Impugnazione deliberaCome dire: il termine dei trenta giorni per gli assenti decorre anche solamente dal momento dell’inserimento dell’avviso di giacenza del plico presso l’ufficio postale e non solamente da quello di materiale ritiro della suddetta comunicazione.

Chi impugna fuori dai predetti termini dev’essere considerato decaduto dal diritto di opporsi a quella deliberazione e la sua azione dev’essere dichiarata inammissibile.

Nel caso di deliberazioni nulle, l’impugnazione può essere proposta senza limiti di tempo (anche mesi o anni dopo) e anche a opera dei condòmini che abbiano votato favorevolmente (cfr. Cass. n. 6714/10).

La classificazione dei vizi delle delibere condominiali è stata in parte operata dalla giurisprudenza con il famoso pronunciamento n. 4806 reso dalle Sezioni Unite nel 2005, in parte a opera della riforma del condominio che da un lato ha richiamato quei principi (cfr. art. 66 disp. att. c.c.) e per altri versi ha innovato la materia (cfr. artt. 1117-ter c.c. e 1129, quattordicesimo comma, c.c.).


Prova del rispetto dei termini e inammissibilità dell’azione


In una causa avente a oggetto la contestazione di una delibera condominiale, risolta dal Tribunale di Napoli con sentenza depositata in cancelleria il 26 febbraio 2015, un condomino contestava l’omessa indicazione dei quorum deliberativi sul verbale assembleare.

Il condominio, nel costituirsi in giudizio, lamentava la tardività del ricorso: secondo la compagine la delibera poteva, al più, essere considerata annullabile, ma il ricorrente doveva ritenersi decaduto dal diritto di contestazione della delibera essendo trascorsi più di trenta giorni dalla comunicazione del verbale (si trattava di condomino assente).

Il Tribunale di Napoli ha dato ragione alla compagine. In primis, si legge in sentenza, la delibera che non contiene la corretta indicazione dei quorum deliberativi (es. riportando la laconica dizione la maggioranza approva) è affetta da annullabilità e non da nullità, poiché tale vizio dev’essere considerato formale, ossia riguardante l’errata compilazione del verbale assembleare.

In questo contesto, afferma il Tribunale partenopeo, la parte ricorrente (ove eccepito) deve dimostrare di aver impugnato nei termini di legge. A tal fine, specificano i giudici, per ritenersi assolto l’onere probatorio è necessario documentare tale circostanza.

Come dire: non basta, com’è avvenuto nel caso di specie, affermare che il verbale è stato comunicato in una determinata data, ma è necessario anche poterne offrire indiscutibile dimostrazione.

La decisione del Tribunale di Napoli del 26 febbraio 2015, sul punto, può essere così riassunta: è annullabile la decisione dell’assemblea che non contiene la corretta indicazione del quorum deliberativo, e come tale può essere contestata entro trenta giorni dalla sua adozione (per i presenti dissenzienti/astenuti) / comunicazione (per gli assenti) con onere della prova, nel caso di contestazioni in merito, a carico dell’impugnante.

Insomma: prima di iniziare una causa del genere è sempre bene controllare attentamente le date di ricezione del verbale.

riproduzione riservata
Articolo: Impugnazione della delibera condominiale
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 1 voti.

Impugnazione della delibera condominiale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Impugnazione della delibera condominiale che potrebbero interessarti
Forma dell'impugnazione delle delibere condominiali

Forma dell'impugnazione delle delibere condominiali

Condominio - La forma dell'atto introduttivo del giudizio d'impugnazione delle delibere assembleari ha sempre creato incertezza ma la riforma è intervenuta per mettere ordine.
Quando si può ottenere la sospensione dell'efficacia della delibera condominiale

Quando si può ottenere la sospensione dell'efficacia della delibera condominiale

Assemblea di condominio - L'impugnazione della delibera condominiale non comporta automaticamente la sospensione della sua efficacia. Come fare per ottenerla e quali sono i presupposti?
La delibera condominiale si contesta con atto di citazione

La delibera condominiale si contesta con atto di citazione

Assemblea di condominio - Una delle novità introdotte dalla riforma del condominio è stata la riscrittura dell'art. 1137 c.c. riguardante anche la forma dell'impugnazione delle delibere.

Delibera di spesa, delibera di riparto ed impugnazione

Condominio - Per contestare il criterio di ripartizione di una spesa è necessario impugnare la delibera che stabilisce il criterio e non quella che la dispone, se differenti.

Assemblea e comunicazione del verbale

Condominio - La deliberazione dell?assemblea di condominio è un atto collegiale che può essere definito come la risultante di un procedimento finalizzato

Impugnazione di una delibera riguardante lavori di manutenzione

Condominio - I lavori di manutenzione deliberati dall'assemblea possono essere contestati solamente se la decisione è viziata nella forma senza poter entrare nel merito

Compiuta giacenza e prova della ricezione del verbale d'assemblea condominiale

Assemblea di condominio - In tema di convocazione di un condomino all'assemblea e di prova di questa circostanza, che cosa fare se la convocazione è tornata indietro per compiuta giacenza?

Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa

Condominio - Il condomino contro il quale il condominio inizia una causa, o alla cui azione la compagine decide di resistere, non può votare all'assemblea che lo riguarda.

Liti condominiali, chiesto l'intervento delle Sezioni Unite

Condominio - La Cassazione, più nello specifico la seconda sezione del Supremo Collegio, con ordinanza interlocutoria n
REGISTRATI COME UTENTE
295.522 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Materasso evolution armony
    Materasso evolution armony...
    1035.00
  • Pensilina autoportante in policarbonato alveolare
    Pensilina autoportante in...
    398.00
  • Montascale curvilinei Freecurve Alliance
    Montascale curvilinei freecurve...
    7000.00
  • Montascale curvilineo Freecurve Elegance
    Montascale curvilineo freecurve...
    7000.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.