Il progetto [im]possible living

NEWS DI Ristrutturazione06 Gennaio 2012 ore 00:26
L'attivazione di dinamiche di collaborazione per il riutilizzo degli edifici abbandonati o semplicemente non più utilizzati è lo scopo del duo di [im]possible living.

villa_sulla_montanara_imola_foto_di_daniela_galvaniCase, cinema, teatri, stazioni ferroviarie, prigioni, scuole, parcheggi, discoteche, miniere e perfino macelli.... non stiamo parlando di nuovi progetti di insediamenti ma è l'incredibile database mondiale di edifici abbandonati che il duo Daniela Galvani, architetto, e Andrea Sesta, ingegnere, alias [im]possible living, sta raccogliendo.

Perché? La loro logica alla base è quella di promuovere un nuovo modello di urbanizzazione volta a limitare l'uso di nuove risorse di suolo e di materie prime attraverso il riutilizzo degli edifici in stato di abbandono, che non è automaticamente sinonimo di fatiscenza.
Spesso tali strutture si trovano di fatto in un buono stato di conservazione, e sarebbero utilizzabili senza ingenti spese di ristrutturazione.

È certo che demolire per poi ricostruire è nell'immediato a volte più economico e sicuramente più semplice rispetto a ristrutturare ed adeguare gli edifici esistenti alle nuove norme impiantistiche e di risparmio energetico, ma a lungo andare questo atteggiamento risulterebbe controproducente, incentivando un utilizzo consumistico delle risorse materiali ed intellettuali.

Se nel campo della progettazione di oggetti si fa sempre più strada il design autoprodotto che sfrutta spesso oggetti già esistenti che sono reinterpretati e riadattati a nuovi utilizzi, perchè non applicare lo stesso principio all'architettura e fino all'urbanistica, rivitalizzando in un'ottica di ecosostenibilità di base insediamenti non più utilizzati ma spesso di indubbia valenza architettonica?

La piscina caimi a milano: foto di barbara sambriEsempi di edifici già presenti nel sito di [im]possible living:
i Bagni Botta e la piscina Caimi a Milano, un monumento per la città completamente in stato di abbandono dal 2006 e già oggetto di polemiche ed occupazioni, potrebbero essere una notevole occasione di sviluppo in un'area urbana dove è probabilmente molto difficile reperire porzioni di suolo disponibile.

Diverso l'incredibile caso della Canfranc International Station, situata in Spagna ad Aragona vicino al confine con la Francia.
Commissionata all'architetto Fernando Ramirez de Dampierre, era un progetto ambizioso, realizzato con l'intenzione di essere un edificio tra i primi in Europa per dimensione e magnificenza, si trova attualmente in uno stato di semiabbandono, utilizzato solo parzialmente per il traffico locale.

L'ex fornace Campotto nei pressi di Ferrara: foto di davide angeliOltre ad un datebase sempre più aggiornato, realizzato anche e soprattutto da un vasto pubblico di utenza attiva di supporto all'iniziativa, il gruppo di [im]possible living si propone di attivare dinamiche di collaborazione tra figure professionali per la realizzazione ed il reperimento di finanziamenti per progetti concreti di riutilizzo degli edifici abbandonati.

A questo proposito il gruppo ha avviato il recentissimo progetto di una piattaforma web in cui il database è creato direttamente dai singoli utenti che prendono parte attivamente all'inserimento ed all'aggiornamento di una banca dati continua del patrimonio edilizio esistente: tramite sito web e applicazioni iphone/android infatti chiunque potrà segnalare la presenza di un edificio abbandonato ed eventualmente aggiungere proposte e suggerimenti personali di riutilizzo dei singoli edifici.


www.impossibleliving.com


arch. Donatella Cavallaro

riproduzione riservata
Articolo: Il progetto [im]possible living
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Il progetto [im]possible living: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Il progetto [im]possible living che potrebbero interessarti
Rifunzionalizzazione e riuso per l'arredamento e l'architettura

Rifunzionalizzazione e riuso per l'arredamento e l'architettura

Arredamento - Il lavoro di due architetti olandesi quarantenni mostra come gli oggetti abbandonati o destinati alla discarica possano avere una seconda vita utile ed ecocompatibile.
Ecomondo 2011: Fiera Industriale del Recupero

Ecomondo 2011: Fiera Industriale del Recupero

Arredamento - In un pianeta che ha superato i 7 miliardi di abitanti e si avvia a raggiungere i 9 miliardi entro 30 anni al massimo, la valutazione delle valenze di
Il Friuli Venezia Giulia eroga contributi per interventi di recupero di immobili abbandonati o sottoutilizzati

Il Friuli Venezia Giulia eroga contributi per interventi di recupero di immobili abbandonati o sottoutilizzati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Friuli Venezia Giulia ha approvato il Regolamento attuativo per interventi di riqualificazione di immobili privati in stato di abbandono o di sottoutilizzo.

Architettura del riuso

Progettazione - Nuovo approccio sostenibile, che mira al riutilizzo dei materiali di scarto per le costruzioni secondo una filosofia ecosostenibile e low tech.

Albergo diffuso

Ristrutturazione - Un po' casa e un po' albergo, offre un nuovo modo di fare vacanza e di preservare dal degrado abitazioni storiche che non hanno piu' residenti fissi.

Milano: è in vigore il nuovo Regolamento Edilizio

Leggi e Normative Tecniche - Dal 26 novembre 2014 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Edilizio del Comune di Milano con alcune novità inerenti il recupero, l'efficienze energetica e altro.

Caratteristiche e vantaggi dell'autorecupero

Restauro edile - L'autorecupero (simile all'autocostruzione) consiste nell'eseguire personalmente la ristrutturazione o recupero di edifici esistenti, spesso fatiscenti e abbandonati.

Piano straordinario per l'edilizia

Normative - Le principali novita' previste per il settore edilizio dal piano straordinario annunciato dal Presidente del Consiglio.

Effettuare un corretto recupero degli edifici rurali

Restauro edile - Il recupero degli edifici rurali abbandonati è un ottimo metodo per ridurre lo spreco di territorio, incentivare l'economia locale e valorizzare il paesaggio.
REGISTRATI COME UTENTE
295.745 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pietre per pavimenti e rivestimenti Marino di Roma
    Pietre per pavimenti e...
    25.00
  • Imbiancatura appartamento completo
    Imbiancatura appartamento completo...
    5.00
  • Basolato pietra lavica Marino di Roma
    Basolato pietra lavica marino di...
    80.00
  • Sicis mosaico in vetro fenix 15x15 corn
    Sicis mosaico in vetro fenix 15x15...
    122.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.