Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Il castagno, l'albero autunnale

Simbolo per eccellenza dell'arrivo dell'autunno, il castagno è un albero dalle grosse dimensioni famoso per i frutti e per vari utilizzi di foglie e fiori.
04 Ottobre 2012 ore 01:10 - NEWS Piante

CastagnoSono un componente immancabile della stagione autunnale.

Le castagne sono, forse, il frutto che, insieme ai funghi, rappresentano al meglio una intera stagione .

Una stagione che ci riporta verso il freddo e lo stare più in casa.

Non c'è modo migliore per passare un pomeriggio d'autunno con gli amici: andare a far castagne, cuocerle e gustarsele magari con una buona bottiglia di vino novello.

Che il castagno sia noto come pianta commestibile è fatto risaputo: sono stati ritrovati fossili che risalgono a più di otto milioni di anni fa e nel museo paleontologico di Voulte ne esiste addirittura un esemplare datato intorno alla fine del terzo secolo.

Conosciuto anche con il nome di Castanea sativa, il castagno, è un albero con foglie caduche, della famiglia delle Fagaceae.
Si tratta di una pianta che nel suo accompagnare la vita umana, ha segnato l'evoluzione il costume e la conformazione dei nostri monti.

CastagnaIl suo alto valore nutrizionale ne ha fatto fonte di sopravvivenza importantissima per tantissime popolazioni tanto che l'imperatore Cesare era solito bruciare i boschi di castagni intorno alle città assediate in modo da ridurre alla fame gli abitanti.

In natura si trovano circa 10 specie di castagni diversi, che sono diffusi in tutte le zone collinari/montane, perlopiù assolate e caratterizzate da un clima mite, ovvero con estati calde, autunni lunghi e non troppo freddi e primavere tendenzialmente senza gelate improvvise.


Con queste caratteristiche il castagno si sviluppa in modo regolare, dando vita ad una pianta molto bella che può raggiungere anche i trenta metri di altezza e che si caratterizza per una spiccata longevità.

castagneSono state individuati esemplari di castagni con più di 500 anni e pare, addirittura, che esistano alberi con più di mille anni.

Come per la pianta, anche per il frutto esistono diverse varianti.

A differenziare le diverse tipologie di castagne, generalmente sono il colore, la forma e la dimensione.

Le castagne conosciute con il nome di marroni, sono uno dei tipi più apprezzati, perché più grandi e gustosi.

È la castagna che ha reso la pianta così apprezzata nel volgere dell'evoluzione.

Questa arriva a maturazione dalla metà di settembre fino ad ottobre inoltrato e deve essere raccolto giornalmente visto che marcisce molto velocemente.

Tuttavia in frigo possono essere conservate per più di un anno senza problemi.

La castagna è un achenio, non è un vero e proprio frutto secco e non ha lo stesso livello calorico.
ricci di castagno verdiHa pochissimi grassi e, per questo, viene utilizzato nelle diete di dimagrimento dove si fa apprezzare anche per la facile digeribilità e per l'alto valore nutritivo.

Oltre al frutto, tuttavia, del castagno è molto amato anche il legno che viene utilizzato normalmente in falegnameria, architettura e industria, per la realizzazione dei manufatti più vari: dal parquet, ai mobili, passando per travi e oggetti decorativi.


Anche la foglia di castagno viene sfruttata: nell'antichità veniva usata come coagulante, visto che contiene molta vitamina K, mentre oggi la ritroviamo molto nel settore erboristico, dove viene utilizzata per la realizzazione di bevande e infusi.

Ne viene addirittura estratto uno sciroppo per la cura di varie sintomatologie dell'apparato gastro-intestinale.

La fioritura del castagno, che si sviluppa nel mese di giugno, con il suo profumo intenso, rende molto gradevole il soggiorno nel dintorni della pianta tanto che anche le api apprezzano, producendo un miele molto diffuso e rinomato.


Cinipide il parassita del castagno che viene dalla Cina

Recentemente i produttori di castagne hanno assistito, con impotenza, ad un attacco di un nuovo parassita proveniente dalla Cina, il cinipide galligeno con nome scientifico Dryocosmus kuriphilus.

Cinipide Galligeno parassita del castagno

Responsabile di raccolti fallimentari di castagne, i botanici si sono messi al lavoro cominciando una guerra biologica arruolando un insetto antagonista, il Torymus Sinensis.

Giusto per contenere, ma per raggirare l'ostacolo recentemente gli esperti hanno messo su una varietà di castagno conosciuta con il nome Bouche de Betizac, la quale restituisce una produzione di frutti molto abbondante e favorisce nel contempo lo sviluppo di funghi porcini, ma la cosa più importante, appunto, è che questi castagni sono immuni dall'attacco del Cinipide Galligeno.

Vi suggeriamo un vivaio che potrà procurarvi questa variante di castagni immuni al cinipide Autunno Srl

riproduzione riservata
Articolo: Il castagno, Castanea sativa
Valutazione: 4.89 / 6 basato su 9 voti.

Il castagno, Castanea sativa: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.198 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Il castagno, Castanea sativa che potrebbero interessarti


Frutteti in città

Giardino - Di orti urbani ne abbiamo sentito parlare parecchio.Di community sulle coltivazioni libere

Il sigillo di Salomone per le zone d'ombra

Giardino - Il Polygonatum odoratum, conosciuto come sigillo di Salomone, ha poche esigenze e si adatta perfettamente a zone d'ombra scarsamente abitate del giardino.

Salvia d'autunno

Giardino - La stagione autunnale è la migliore per apprezzare in tutto il loro splendore molte varietà di Salvia, generalmente conosciute per il loro ottimo sapore.

Piante vere, manutenzione zero

Giardinaggio - Grazie alle creazioni Jardin D'Hiver è possibile avere piante vere che non hanno bisogno di cure e mantengono il loro inalterato splendore per almeno 10 anni.

Anemone, per un giardino colorato

Giardino - Per avere un angolo di giardino animato fino all'autunno inoltrato, l'anemone nelle sue molte varietà, è il fiore ideale, con le sue fioriture colorate.

Composizioni autunnali

Fai da te - Rinnovare gli ambienti domestici con delle composizioni fai da te è semplicissimo: basta disporre di qualche prodotto di stagione e di molta fantasia creativa.

Scilla Hispanica, la bulbosa da sottobosco

Giardino - Per un gairdino ad effetto naturale come un fresco sottobosco, si possono utilizzare i bulbi di Scilla Hispanica, con i loro fiorellini colorati a campanula

Giglio, fiore elegante

Giardino - Valorizzato nel tempo dall'araldica, il giglio è un fiore leggero ed elegante, caratterizzato da fioriture appariscenti e fragranze intense.

Tamerici come ombrellone

Giardino - Ispirandosi ad una spiaggia romagnola, si può replicare la coltivaizone ad ombrello delle tamerici, le piante mediterranee amanti della sabbia e del mare.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img elettragrdina
Buongiorno, volevo un parere, abito in una casetta costruita negli anni 70. Abbiamo da sempre goduto di una buona vista mare, ora da un anno a questa parte il nostro vicino ha...
elettragrdina 23 Febbraio 2021 ore 19:28 2
Img savino111
Salve a tutti, spero che questo quesito possa interessare a molti: ho un'abitazione confinanate con altra proprietà su cui ci sono piantati altissimi pioppi ultradecennali.
savino111 31 Ottobre 2018 ore 21:29 2
Img sealion
L'assemblea del condominio ha deliberato il taglio di due alberi (cipressi) che sono nel giardino condominiale da oltre trenta anni perché ritenuti antiestetici e...
sealion 26 Marzo 2014 ore 08:14 2