Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Giornata Mondiale della Terra, comportamenti green in casa

Il 22 aprile si celebra l'Earth Day. Dalle energie rinnovabili ai detersivi ecologici, fino alle scelte alimentari ecco come salvaguardare il pianeta ogni giorno
15 Aprile 2021 ore 16:23 - NEWS Pulizia casa

Giornata Mondiale della Terra 2021


Il 22 aprile si celebra l’Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra, manifestazione internazionale per la sostenibilità ambientale e la salvaguardia dell’ambiente.

Il tema della Giornata della Terra 2021 è «Restore our Earth», Ripristiniamo la nostra Terra. L’obiettivo è di porre l’attenzione sul bisogno primario di ridurre il nostro impatto ambientale (le emissioni di CO2 sono nuovamente al di sopra dei livelli pre-pandemia), e sul tentativo di rimediare ai danni causati in passato.


Energie rinnovabili

Energie rinnovabili

Energie rinnovabili
Le lavatrici Ai Control di Samsung

Le lavatrici Ai Control di Samsung

Le lavatrici Ai Control di Samsung
Detersivo fai da te, da unacasasumisura.com

Detersivo fai da te, da unacasasumisura.com

Detersivo fai da te, da unacasasumisura.com
La collezione di Casahomewear

La collezione di Casahomewear

La collezione di Casahomewear
Ridurre lo spreco alimentare, da kushalnaharki.wordpress.com

Ridurre lo spreco alimentare, da kushalnaharki.wordpress.com

Ridurre lo spreco alimentare, da kushalnaharki.wordpress.com
Fare plogging, da hartzpt.com

Fare plogging, da hartzpt.com

Fare plogging, da hartzpt.com

In particolare, lo slogan per l’edizione di quest’anno è Insieme abbiamo il potere di ripristinare la nostra Terra.

Ciascuno di noi, ogni giorno, può fare la propria parte per contribuire alla protezione dell’ambiente in cui viviamo e che lasceremo in eredità alle generazioni future.

Una campagna di conoscenza e sensibilizzazione che anima la Giornata Mondiale della Terra fin dalla sua nascita.

Storia della Giornata Mondiale della Terra


Il primo Earth Day è stato istituito nel 1970 da Gaylord Nelson, senatore e ambientalista statunitense, per sottolineare l’importanza di avere acqua e aria pulita, in seguito allo scoppio di un pozzo petrolifero al largo della costa di Santa Barbara, in California.

Il risultato fu la fuoriuscita di petrolio che all’epoca si classificava come la più grande nelle acque degli Stati Uniti.

L’evento vide 20 milioni di persone (il 10% dell’intera popolazione USA di allora) mobilitarsi, scendendo in strada in tutta l’America del Nord.

Il disastro ambientale di Santa Barbara, da nprillinois.org
La Giornata Mondiale della Terra è diventata una manifestazione internazionale vent'anni dopo, nel 1990, quando gli attivisti ambientalisti chiesero a Denis Hayes, uno degli organizzatori originali, di aiutarli creando un’altra iniziativa dedicata alle sfide ecologiche del nostro pianeta.

Sfide a cui siamo chiamati a partecipare attivamente ancora di più oggi, adottando comportamenti virtuosi anche tra le mura di casa. Ecco come.


Giornata della Terra, sì all’energia verde


Contribuire a promuovere la domanda di energia pulita e rinnovabile è una delle azioni più immediate che possiamo intraprendere per ridurre la nostra impronta di carbonio e ripristinare la salute del pianeta.

In Italia, la quota di energia elettrica verde è in costante aumento, anno dopo anno.

Oggi, più di un terzo della produzione di elettricità deriva da fonti rinnovabili, principalmente, fotovoltaico ed energia idroelettrica, eolica e geotermoelettrica.

Pannelli solari
Il miglior trend di crescita rispetto agli anni precedenti lo ha fatto registrare l’eolico, anche se il fotovoltaico resta la principale fonte energetica, come evidenziato dal rapporto sulle fonti rinnovabili, pubblicato dalla società Terna.

Nel dettaglio, la produzione di energia eolica è cresciuta del 24%, quella idroelettrica del 5% e quella geotermoelettrica dell’1%, mentre il fotovoltaico del 6,4%.

Come scegliere un fornitore di energia green


Ogni individuo può acquistare energia green sul mercato libero.

Per farlo, basta contattare un network abilitato alla vendita di energia elettrica, richiedendo che l’energia fornita provenga esclusivamente da fonti rinnovabili.
Una volta sottoscritto il contratto, sarà possibile verificare sulle bollette la presenza dell’indicazione di tale certificazione.

Recensioni online imparziali
Un grande aiuto per orientarsi tra i vari fornitori del settore, valutandone le caratteristiche, le tariffe e i servizi offerti, è leggere le recensioni online.

Confrontare le opinioni di clienti che hanno già avuto esperienza con una determinata azienda aiuta a farsi un’opinione più precisa e puntuale su quella società; il consiglio è di affidarsi a fonti imparziali.


Giornata della Terra, il bucato diventa green


Il bucato rappresenta un punto cardine nella lista delle faccende domestiche.

Di fatto, una famiglia media fa circa 165 bucati all’anno, usando quasi 60 litri di acqua per carico; la regolarità con cui si eseguono i bucati fa aumentare i costi energetici poiché gli elettrodomestici per il lavaggio, lavatrici in primis, incidono per il 10% circa sulle bollette elettriche.

Scegliere una lavatrice di una classe energetica superiore, che permette di lavare in maniera efficace a temperature inferiori, è l’ideale per ridurre la propria impronta ambientale.

Un esempio? Le lavatrici Ai Control di Samsung.

Le lavatrici Ai Control di Samsung
A caratterizzarle, la tecnologia Ecolavaggio che scioglie il detergente prima, facendolo penetrare 40 volte più rapidamente nelle fibre. In questo modo, è possibile rimuovere lo sporco più ostinato già a 15°, risparmiando fino al 70% di energia.

E ancora, la funzione Al Wash sfrutta quattro sensori per rilevare il peso del carico e calcolare la quantità di acqua e detergente necessari.

Il sensore torbidità, inoltre, misura il livello di sporco durante il lavaggio, aggiungendo altro detergente solo se richiesto ed evitando gli sprechi.

Altri consigli per impattare meno su ambiente e portafogli


Restando in tema, lavare il bucato a 30° consente di utilizzare il 60% di energia in meno rispetto a un lavaggio eseguito a 60°; ci basta sapere che, se la popolazione europea riducesse la temperatura media del proprio bucato di soli 3°C, ridurrebbe emissioni per una quantità equivalente a quelle prodotte da circa 700 mila vetture (Campagna A.I.S.E. “Meglio 30°”).

Un ulteriore accorgimento è quello di scegliere il programma più adatto ai capi da lavare.

È sufficiente, ad esempio, collegare la propria lavatrice intelligente Samsung a SmartThings, il paradigma della casa connessa dello stesso brand, per accedere a Laundry Recipe, che suggerisce il ciclo migliore per il carico, a seconda dei colori, tipo di tessuti e grado di sporcizia.

Spegnere interruttore luce quando non serve
Non solo bucati e lavatrici: per risparmiare elettricità e impattare meno sull’ambiente, è importante ricordarsi di spegnere le luci quando usciamo da una stanza.

Per limitare il consumo di acqua, invece, è bene fare docce più brevi, optando per soffioni a risparmio idrico.


Giornata della Terra, usare detersivi ecologici


Leggiamo sempre le etichette e preferiamo detersivi ecologici e non inquinanti; gli additivi chimici hanno un impatto fortemente negativo sulla salute del pianeta, in particolare sulle acque.

CONSIGLIATO amazon-seller
Detersivi ecologici
👶🏻 SENSITIVE – senza profumazione, adatto alle pelli delicate.
prezzo € 26.8
COMPRA


Perché non cimentarsi nella produzione di prodotti fai da te?

Se siamo alla ricerca di un detergente in grado di pulire e disinfettare tutte le superfici, puntiamo su uno a base di sapone di Castiglia. Come realizzarlo?

Basta metterne quattro cucchiai all’interno di 300 gr di acqua distillata, aggiungere qualche goccia di olio essenziale; dal bagno alla cucina, avremo una casa pulita e sicura, soprattutto se ci sono bambini.

Detersivi ecologici di Mrs. Meyer’s Clean Day
Tra le soluzioni in commercio, Mrs. Meyer’s Clean Day ha creato un detergente per il bucato che contiene ingredienti per la pulizia di origine vegetale, con enzimi che combattono lo sporco e le macchie, e altri ingredienti selezionati con cura.

È disponibile in due fragranze: Limone e Verbena, agrumata e delicata, e Lavanda, floreale e calmante.


Giornata della Terra, attenti a ciò che abbiamo in casa!


Per fermare la deforestazione, sosteniamo le aziende che assumono un ruolo attivo contro di essa.

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, amplia la proposta Casahomewear di copriletti trapuntati; la collezione primavera-estate utilizza solo PET riciclato dalle bottiglie di plastica per le imbottiture.



Per imbottire una trapunta matrimoniale si impiegano 2 Kg di fibra derivati da circa 75 bottiglie di plastica riciclata. Le bottiglie, una volta raccolte in tutta Europa, vengono selezionate, lavate e ridotte a scaglie, arrivano in uno stabilimento bergamasco che adopera materia prima certificata GRS (Global Recycled Standard), a garanzia di una filiera controllata.

La collezione di Casahomewear
Attraverso il processo di estrusione vengono fuse per ricavare i polimeri che compongono il filato e la morbida ovatta. Il risultato è un prodotto che ha la stessa consistenza e dona lo stesso comfort del piumino d’oca, ma rispetta l’ambiente, e fattore non secondario, costa molto meno.

Anche il packaging è stato pensato per essere riutilizzato: le confezioni diventano sacchi portabiancheria.


Giornata della Terra, stop agli sprechi alimentari


Il cibo viene sprecato pure nelle case: secondo il Food Waste Index Report 2021 pubblicato dall’ONU, e in particolare dall’UNEP (United Nations Environment Programme), la quantità maggiore di spreco alimentare avviene nelle abitazioni private, nelle quali viene buttato circa l’11% di tutto il cibo acquistato.

Tradotto in chilogrammi, si parla di 74 Kg per abitante di scarti l’anno.

Il report fornisce un’indicazione circa l’impatto ambientale di questo fenomeno: si stima che le emissioni associate agli sprechi alimentari rappresentino dall’8% al 10% del totale dei gas serra.

Ridurre lo spreco alimentare, da momscleanairforce.org
Cresce sempre più la consapevolezza rispetto a questo argomento.

Per l’83,8% degli intervistati, i consumi alimentari hanno un impatto sull’ambiente elevato o molto elevato. Nello specifico: carne, olio di palma, frutta e verdura di importazione, pesce non di stagione e mais OGM sono percepiti come alimenti ad alto impatto ambientale, contro frutta e pesce di stagione, legumi, cereali e soia che sono invece considerati poco impattanti.

Rimangono in una zona grigia la carne finta, latte e derivati, nonostante la prima sia a base di ingredienti di origine vegetale.

Pratiche antispreco


Come contrastare lo spreco alimentare?

Secondo la stessa ricerca, gli interpellati affermano che, quando cucinano a casa, le seguenti abitudini sono molto o abbastanza frequenti:

  • fare la spesa evitando gli sprechi e acquistando solo ciò che si consuma;

  • cucinare ricette di recupero per consumare i cibi in scadenza;

  • minimizzare l’impatto ambientale scegliendo alimenti non imballati (frutta e verdura sfusa).

Meno frequenti, invece, azioni come prediligere cibi sostenibili quando si fa la spesa e optare per consegna a domicilio o asporto di ristoranti attenti alla sostenibilità.

Cibi sostenibili e locali
Infine, quasi mai si mettono in pratica abitudini quali regalare gli alimenti che altrimenti andrebbero buttati, usare gli scarti per cucinare o ancora servirsi di applicazioni di recupero.

Condotte antispreco importanti pure per l’ambiente, così come:

  • acquistare cibo locale per ridurre la distanza dall’azienda alla tavola, frequentando il mercato degli agricoltori locali o unendosi a una cooperativa alimentare della zona;

  • utilizzare gli scarti di cibo, le piante recise e le erbacce per compostare;

  • provare a realizzare il proprio orto biologico.


La Giornata della Terra, altre pratiche green


L’inquinamento da plastica è uno dei problemi ambientali più rilevanti che dobbiamo affrontare oggi. Anche in questo caso, possiamo adottare delle pratiche quotidiane per intervenire sul consumo personale. In che modo?

  • usare una bottiglia d’acqua riutilizzabile;

  • ricorrere a sacchetti della spesa di stoffa;

  • comprare prodotti in vetro o carta; i primi sono facilmente riconvertibili e la carta è molto più rispettosa dell’ambiente.


Fare plogging, da iberdrola.com
Tra le altre azioni green:

  • passare alla fatturazione online per risparmiare alberi e il carburante necessario per consegnare le bollette in camion;

  • preferire la moda sostenibile o l’acquisto di articoli usati, di contro, donare i vestiti e gli oggetti che non ci servono più;

  • iniziare a fare plogging, ovvero a raccogliere la spazzatura mentre si fa jogging; è un modo divertente ed efficace di allenarsi mentre si pulisce la comunità.

Tutti noi, ogni giorno, possiamo fare la differenza ed essere parte attiva del cambiamento per salvaguardare la salute del nostro pianeta.
Cominciamo o continuiamo a farlo da subito.

riproduzione riservata
Articolo: Giornata mondiale della Terra: consigli per il risparmio energetico
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Giornata mondiale della Terra: consigli per il risparmio energetico: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.196 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Giornata mondiale della Terra: consigli per il risparmio energetico che potrebbero interessarti


Earth Day: Giornata Mondiale della Terra

Bioedilizia - Si celebra oggi, 22 aprile, la Giornata Mondiale della Terra - Earth Day, un evento simbolico nato nel 1970 per sensibilizzare le popolazioni sulle conseguenze dei cambiamenti climatici.

Giornata Mondiale del Vento

Arredamento - Si celebra oggi il Global Wind Day 2010, la giornata mondiale del vento, iniziativa nata a livello europeo nel 2007 e divenuta ormai di portata mondiale

Giornata nazionale del riciclo

Bioedilizia - Il due ottobre arriva in venti piazze d'Italia la Prima Giornata Nazionale del Riciclo e della Raccolta Differenziata di Qualità organizzata dal CONAI e dal Ministero dell'Ambiente.

Orto globale condiviso

Giardino - Ovvero Shared Earth: una community mondiale per giardinieri e non, per la condivisione di spazi e di prodotti.

Giornata internazionale contro le buste di plastica

Normative - Il 12 settembre 2009 si è conclusa la prima giornata internazionale contro le shopper usa-e-getta.

Google Earth: diventa prova in tribunale dell'illecito edilizio

Leggi e Normative Tecniche - Le foto di Google Earth costituiscono prove idonee a legittimare le sanzioni per illeciti edilizi, tanto più se il sanzionato non fornisce altra prova contraria.

Come rinnovare il bagno in una sola giornata

Restauro edile - Se si desidera dare un nuovo aspetto al proprio bagno ci sono vari modi per realizzarne il rinnovamento in poche ore, e quindi in una sola giornata lavorativa.

Convegno su Case Passive

Ristrutturazione - Si svolgerà a Bari il 7 e 8 settembre un Convegno che servirà a mettere in evidenza lo stato dell?arte attuale di quella che è l?edilizia green.

Fotovoltaico sotterraneo

Impianti - Per ridurre l'impatto estetico degli impianti fotovoltaici, e' stato progettato un sistema in cui le celle sono installate sottoterra.