Perché realizzare un giardino pensile

NEWS DI Spazio esterno21 Settembre 2018 ore 17:20
Il giardino pensile rappresenta la soluzione ideale per sfruttare al meglio la copertura di un edificio con vantaggi dal punto di vista ambientale ed economico.

Che cos’è un giardino pensile?


Tra i numerosi sistemi per il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente, annoveriamo, tra gli altri, anche la realizzazione di giardini pensili, ossia solai di copertura o pareti verticali adibiti a ospitare del verde: sicuramente il più diffuso, per maggiore semplicità nella realizzazione, è il giardino pensile orizzontale, chiamato per questo anche tetto giardino.

Giardino pensile
È considerato un importante intervento urbano dal punto di vista della bioclimatica, in quanto presenta numerosi aspetti positivi.

Quali sono i vantaggi tetto verde?



  • si tratta di un sistema di inverdimento delle città nelle quali numerose costruzioni presentano un tetto piano non sfruttato, così la superficie viene utilizzata per la realizzazione di uno spazio verde;

  • tutta la comunità beneficia del maggior ossigeno prodotto, dell’abbattimento dello smog e di una migliore regolazione dell’umidità atmosferica;

  • la presenza di un tetto giardino con unsistema di accumulo dell’acqua piovana consente un recupero della stessa e il suo riutilizzo per l’irrigazione o in ambito domestico; inoltre, la presenza di questo piano di controllo dell’acqua meteorica consente di evitare tracimazioni del sistema fognario in caso di violente precipitazioni;

  • la corretta realizzazione del tetto giardino consente l’isolamento della superficie dal punto di vista termico, con un risparmio stimato del 25% sui sistemi di raffrescamento/riscaldamento;

  • la presenza di arbusti e del manto erboso garantisce anche una riduzione dell’inquinamento acustico. Nelle metropoli il tetto pensile si sta diffondendo proprio per i vantaggi sopra descritti: alla luce del costante aumento delle temperature e dell’inquinamento atmosferico, queste tecniche di bioedilizia contribuiscono in maniera determinante all’abbattimento dei livelli di smog raggiunti, e migliorano sensibilmente l’aspetto delle città.

In Germania, ad esempio, si stima che il 10% dei tetti sia verde e la tendenza è in crescente evoluzione. Vediamo, però, come realizzarlo a regola d’arte, per evitare di trasformare una risorsa in una problematica.


Come realizzare un giardino pensile


Il primo step da rispettare prima di cimentarsi nella realizzazione del giardino pensile è quello di verificare lo stato del solaio e le sue caratteristiche prestazionali: ciò si traduce in una consulenza di un professionista che si assicuri della tenuta ai nuovi pesi.

Che si tratti di una nuova costruzione o di un solaio esistente, questo dovrà essere in grado di sopportare il peso del terriccio, dei nuovi strati di tenuta e delle piante che si metteranno a dimora, considerando anche il peso dell’acqua indispensabile per la crescita di queste ultime.
Quindi non avventuriamoci in questo nuovo progetto senza uno studio preliminare di un tecnico.


Tetti pensili in città

Tetti pensili in città

Tetti pensili in città
Giardini pensili

Giardini pensili

Giardini pensili
Guaina per giardini pensili Index

Guaina per giardini pensili Index

Guaina per giardini pensili Index
Stratigrafia giardini pensili con prodotti Polyglass Mapei

Stratigrafia giardini pensili con prodotti Polyglass Mapei

Stratigrafia giardini pensili con prodotti Polyglass Mapei
Guaina per giardini pensili Polyglass

Guaina per giardini pensili Polyglass

Guaina per giardini pensili Polyglass

La successione degli strati che compongono il terrazzo pensile adatto a colture, quando cioè non si tratta di semplice interramento, devono ricreare le condizioni ideali per lo sviluppo delle piante: per questo non basta solo un buon terreno ma una successione di strati che hanno il compito di alimentare le piante, di fornire il sostegno, di assorbire e di drenare l’acqua, il tutto contenuto e controllato dalla membrana impermeabilizzante che dovrà essere resistente all’aggressione delle radici.

Questa è la fase più importante del progetto perché eventuali percolazioni di acqua sarebbero molto difficili e onerose da sanare.

Nelle membrane tradizionali la resistenza antiradice è svolta da barriere fisiche, lamine metalliche o film plastici dello spessore di pochi decimi di millimetro inseriti come armatura del foglio, ma lungo le sovrapposizioni di tali membrane la protezione antiradice risulta necessariamente interrotta in quanto le armature sono solo sovrapposte e la continuità del manto è data solo dalla massa impermeabilizzante che le ricopre.
È possibile, quindi, che le radici si infilino tra le sovrapposizioni delle membrane tradizionali perforandole.

Per questi motivi è importante, per una copertura verde del tetto, scegliere una membrana con certificazione di resistenza alle radici; Defend Antiradice di Index è una di queste: è costituita da un'armatura resistente elastica in tessuto non tessuto di poliestere, impregnata e rivestita con una massa impermeabile di bitume distillato, additivata con uno speciale prodotto antiradice, specifico per l’impiego nel bitume e resistente al calore.
Lo dimostrano i test antiradice condotti secondo norme DIN 4062 e UNI 8202.

Stratigrafia giardino pensile

In alternativa, è possibile scegliere Antiradice Pe di Polyglass, membrana elastoplastomerica impermeabile prefabbricata, ad elevate prestazioni, costituita da un compound a base di bitume distillato, modificato con polipropilene e da un’armatura in tessuto non tessuto di poliestere da fiocco di elevata grammatura, rinforzato e stabilizzato con fili di vetro longitudinali.

Questa particolare armatura, oltre al pregio di essere imputrescibile, conferisce alle membrane eccellenti caratteristiche meccaniche, di allungamento alla rottura, di resistenza al punzonamento e stabilità dimensionale. Il compound è additivato con Preventol® B2 della Lanxess, un prodotto che agisce da barriera chimica contro la perforazione della membrana da parte delle radici vegetali, garantendone l’impermeabilità.

Associato alla guaina è il telo in poliestere che sarà poi sormontato da uno strato drenante composto da ghiaia e piccoli ciottoli; infine un telo di tessuto non tessuto consentirà la permeabilità dell’acqua.

A finire il tutto sarà steso del terriccio sul quale verranno messe a dimora le piante scelte: per i giardini pensili esistono in commercio terricci dal peso contenuto, proprio per evitare sovraccarichi della struttura.


Scelta delle piante per il giardino pensile


Veniamo alla fase della scelta di piante e/o arbusti per il proprio tetto verde.
Partiamo specificando che non esistono essenze o tipi di piante più o meno adatte ad un giardino pensile: tutto dipende dalla latitudine alla quale vengono messe a dimora, quindi dal clima al quale sono esposte. Nel nostro Paese non esiste una norma che regoli la piantumazione degli alberi nei giardini pensili: ci si deve far guidare da praticità e grado di manutenzione.

Le succulente sono, ad esempio, molto resistenti: crescono rigogliose in qualunque condizione. È possibile scegliere anche piante erbacee fiorite o piccoli arbusti in grado di cambiare con il susseguirsi delle stagioni, contribuendo quindi alla bellezza delle nostre città: alberi da frutto, pruni, rampicanti, etc.
Potremmo, inoltre, pensare di mettere a dimora delle piante aromatiche: ecco che la nostra copertura diventa un piccolo orto profumato da cui attingere per la cucina.

Piante per guardino pensile
Insomma, la scelta è più che variegata, basta porre solo attenzione all’apparato radicale degli stessi, nonchè all’interazione tra le varietà scelte.

Anche per la progettazione di questi spazi è possibile rivolgersi ad esperti nel campo, come ad esempio architetti paesaggisti che sapranno consigliare le scelte più opportune in ambito botanico, nonchè suggerire gli arredi da esterno perfetti per godere al meglio lo spazio.


Manutenzione del giardino pensile


Per una lunga durata del tetto a giardino è importante assicurare una corretta irrigazione soprattutto nel primo periodo, verificando il perfetto attecchimento delle specie.

Se le stagioni saranno miti, probabilmente non sarà necessario irrigare, perché l’acqua piovana sarà sufficiente: in caso contrario, in periodi di siccità, sarà necessario provvedere con una irrigazione di tipo manuale o con un sistema automatico.

È importante, infine, potare e concimare quando necessario, proprio come si farebbe in un comune giardino.


Bonus verde per giardini pensili


A testimoniare l'importanza dell'impatto positivo sull'ambiente di aree destinate a verde, fino al 31 dicembre 2018, lo Stato prevede la possibilità di detrarre il 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte, nonchè per la realizzazione di verde pensile.

Tetti pensili
Si tratta del Bonus verde, ossia della detrazione Irpef delle spese sostenute, fino a un limite massimo di € 5.000,00 per unità immobiliare.

riproduzione riservata
Articolo: Giardino pensile: come realizzarlo
Valutazione: 4.83 / 6 basato su 12 voti.

Giardino pensile: come realizzarlo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Giardino pensile: come realizzarlo che potrebbero interessarti
Vantaggi verde pensile

Vantaggi verde pensile

Orto e terrazzo - Tetti verdi e giardini in copertura, per migliorare il clima, il microclima dell'edificio, oltre che agire sull'isolamento, con conseguente risparmio energetico
Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Progettare un giardino pensile con il bando di concorso Myplant & Garden

Spazio esterno - Bando di concorso indetto da Myplant & Garden per la realizzazione di un giardino pensile che fungerà da palestra a cielo aperto, in una struttura ospedaliera.
I maestri del paesaggio a Bergamo Alta

I maestri del paesaggio a Bergamo Alta

Giardino - Nella splendida cornice della città lombarda torna il paesaggio e le sue mille sfumature, con eventi e laboratori incentrati sul verde.

Giardininterrazza 2011

Giardino - Alll'Auditorium Parco della Musica di Roma, la prima manifestazione italiana dedicata al verde urbano.

Scegliere il tipo di verde pensile da installare sul proprio terrazzo

Orto e terrazzo - Il verde pensile oggi costituisce un'ottima soluzione estetica e funzionale, per le coperture degli edifici. Ecco alcuni accorgimenti tecnici da poter adottare.

Progettare un giardino pensile sulla terrazza

Sistemazione esterna - Un giardino pensile sulla terrazza della mansarda: il pavimento in cotto fa da vialetto sinuoso tra i prati fioriti, creando un'oasi di verde sul tetto di casa.

Tipologie per Coperture a verde

Progettazione - Le coperture a verde pensile sono realizzabili in diversi modi,con strati e vegetazione intensiva ed estensiva diversa a seconda del risultato finale da ottenere.

Membrana antiradice

Sistemazione esterna - La membrana antiradice, all'interno della stratigrafia di un giardino pensile, è fondamentale per garantire la durabilità del solaio di copertura sottostante.

Tetto verde, cos'è e che vantaggi comporta

Progettazione - Il tetto verde, una soluzione innovativa per il benessere dell'uomo e dell'ambiente. Riduce le dispersioni termiche e contribuisce alla riduzione di CO2 nell'aria.
REGISTRATI COME UTENTE
295.488 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ciottoli di verde alpi mm. 25-40
    Ciottoli di verde alpi mm. 25-40...
    580.00
  • Prato verde sintetico professionale
    Prato verde sintetico professionale...
    42.00
  • Seves glassblock vetromattone luminescent rotondo verde
    Seves glassblock vetromattone...
    25.00
  • Cuccia per
    Cuccia per...
    119.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.