Controllo periodico della caldaia per averla sempre efficiente

NEWS DI Impianti di riscaldamento12 Febbraio 2018 ore 14:16
Effettuare una corretta manutenzione della caldaia è doveroso per la sicurezza domestica e l'incolumità di chi ci abita, per la massima efficienza e funzionalità

Manutenzione caldaia obbligatoria


La manutenzione della caldaia non può essere trascurata, c’è bisogno di un controllo fumi caldaia costante per la sicurezza domestica e l’incolumità di chi ci abita, una pulizia caldaia ordinaria per una buona funzionalità ed efficienza.

La caldaia è un apparecchio articolato, i modelli vanno scelti con cura e attenzione secondo le esigenze presenti in casa , spaziali e personali, bisogna avere a mente sempre la sicurezza e pertanto non trascurare assolutamente, una volta installate le macchine, la verifica delle caldaie domestiche.

La manutenzione caldaia deve essere fatta da un esperto e non in modo autonomo, la frequenza degli interventi dipende dal modello di caldaia che si ha a disposizione, periodicità indicata nel libretto d’istruzioni tecniche secondo le normative vigenti.


Revisione caldaia

Revisione caldaia

Revisione caldaia
Controllo caldaia obbligatorio

Controllo caldaia obbligatorio

Controllo caldaia obbligatorio
Prova fumi caldaia

Prova fumi caldaia

Prova fumi caldaia
Obbligo pulizia caldaia

Obbligo pulizia caldaia

Obbligo pulizia caldaia
Controllo periodico caldaia

Controllo periodico caldaia

Controllo periodico caldaia

Secondo l’art. 7 del DPR 74/2013, il responsabile dell’impianto termico o per esso un terzo che ne assume la responsabilità, deve provvedere affinché siano compiute le operazioni di controllo e di manutenzione secondo le prescrizioni.

Il responsabile dell’impianto termico è:
- l’occupante a qualsiasi titolo in caso di singole unità immobiliari;
- il proprietario nel caso di singole unità immobiliari residenziali non locate;
- l’amministratore per edifici dotati d’impianti termici centralizzati amministrati in condominio;
- il proprietario o l’amministratore delegato per edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche.

L’installatore dei nuovi impianti ha l’obbligo di istruire i clienti sul controllo periodico ai fini della sicurezza, sugli interventi singoli da compiere e sulla loro frequenza.

Il manutentore deve istruire l’occupante della casa circa il controllo dell’apparecchio già esistente, tenendo conto naturalmente delle istruzioni fornite dai fabbricanti dei singoli componenti della macchina.

La vigente normativa dunque non contiene prescrizioni o indicazioni sulla modalità e la frequenza dei controlli, sugli interventi di manutenzione degli impianti di climatizzazione, sui vari elementi che li costituiscono.

Controllo periodico caldaia domestica
Certo è che ogni intervento deve essere fatto secondo regola d’arte, da esperti del settore e secondo l’attuale legislazione; è consigliabile, in linea generale, eseguire almeno una volta l’anno il controllo giacché una caldaia, non ben regolata, produce meno calore e brucia più combustibile.

L’ideale è stipulare un contratto di manutenzione sia preventiva sia programmata, ovvero, la prima per anticipare eventuali malfunzionamenti che possono arrestare all’improvviso il funzionamento della caldaia causando anche a volte pericolo, la seconda per opportune revisioni generali in date stabilite.

Un contratto di manutenzione deve includere quegli interventi per garantire la sicurezza e il buon funzionamento della macchina e di ogni suo componente; la prova del rendimento di combustione da compiersi con strumenti specifici, la tenuta e l’aggiornamento del libretto d’impianto da parte dell’impresa, l’impegno a intervenire in modo tempestivo nel caso di guasti improvvisi, il rilascio di una bolla di lavoro ai fini fiscali con indicate le operazioni portate a termine e la conformità di quanto è stato fatto.


Controllo dei fumi caldaia


La caldaia presente in casa va controllata per averla sempre efficiente e funzionante, per limitare l’inquinamento atmosferico, per la sicurezza generale. Il controllo periodico degli impianti comprende sia la manutenzione della caldaia sia il controllo dei fumi della stessa.

La manutenzione ordinaria caldaia consiste nella pulizia del bruciatore, dello scambiatore di regolazione e nel controllo dei fumi affinché questi siano scaricati in modo opportuno e affinché la ventilazione dell’ambiente dove è installata la macchina sia congrua.

Controllo dei fumi della caldaia
Il controllo fumi caldaia obbligatorio serve proprio ad analizzare i fumi della caldaia, a verificare in che modo avviene la combustione, qual è la concentrazione di ossido di carbonio e quale l’indice di fumosità.

Osservare il colore del fumo che scarica, l’intensità del bianco, può fornire indicazioni sull’efficienza di combustione della caldaia e l’impatto ambientale che ha.

Una manutenzione accurata insomma prevede la rimozione di eventuali ossidazioni dei bruciatori, incrostazioni degli scambiatori e degli elettrodi, il controllo opportuno dell’accensione e spegnimento caldaia oltre che del buon funzionamento generale, della tenuta dei raccordi, delle tubazioni di collegamento tra il gas e l’acqua, il dispendio di gas nei valori di minimo e massimo.


Sicurezza durante la prima accensione della caldaia


La manutenzione è indispensabile ma ancor di più è importante una corretta installazione: la prima accensione deve essere compiuta in modo sicuro dal tecnico del centro assistenza di riferimento.

Una tipica caldaia a muro si installa fissando a parete una staffa di sostegno; una volta che l‘apparecchio è stato appeso, è messo in bolla attraverso delle viti, poi si dispone lo scarico fumi, si pongono in opera i raccordi per l’acqua calda sanitaria e il riscaldamento con i relativi rubinetti, infine si fissa appunto il rubinetto del gas.

I collegamenti di tipo elettrico sono realizzati attraverso i dispositivi già creati o presenti, dalla sonda esterna ai circolatori, ai dispositivi di termoregolazione; una caldaia contemporanea è caratterizzata da una potenza di 30 kW, di tipo a camera stagna e tiraggio forzato, modulante e a condensazione.

Revisione caldaia annuale
Sia nella scelta, sia nell’installazione e nella manutenzione della caldaia, bisogna agire sempre secondo sostenibilità, risparmio energetico e sicurezza; l’apparecchio a gas va individuato secondo il bisogno di riscaldare solamente gli ambienti oppure di produrre acqua calda sanitaria in modo istantaneo o per accumulo.

Le caldaie diffuse in commercio possono essere del tipo a camera aperta, a camera stagna, di bassa temperatura, a condensazione, da appendere al muro, da ancorare a un basamento, a un pavimento.

La caldaia deve avere caratteristiche proporzionali a quelle della casa da riscaldare, in base alle sue dimensioni, struttura compositiva e orientamento; una valutazione congrua dà sicuramente modo di risparmiare e sprecare meno energia.


Quale caldaia scegliere e quando eseguire la verifica caldaia


Le caldaie maggiormente diffuse e scelte oggigiorno sono quelle a condensazione e sul sito di Caldaie Murali Srl se ne possono trovare tante a prezzi davvero concorrenziali.
Anche Gm Termoidraulica offre diversi prodotti.

La caldaia a condensazione è una delle migliori scelte per riscaldare la casa, ha tanti vantaggi, un minor impatto negativo sull’ambiente e un maggior risparmio in termini energetici, di consumo.

Obbligo manutenzione caldaia a condensazione, by Gm Termoidraulica
Questo genere di apparecchio sfrutta il vapore acqueo e il calore dei fumi trasformandolo in energia. Per esempio, la caldaia a condensazione 24 kW ErP a metano o GPL con kit fumi in omaggio, è venduta al prezzo orientativo di 599€, cifra da definire meglio al momento dell’acquisto; è del tipo murale, con una potenza termica fino a 25 kW, adatta sia per il riscaldamento sia per la produzione di acqua calda sanitaria, è di elevata efficienza, possiede il dispositivo antigelo, di classe energetica A, di dimensioni pari a 405x720x330 mm, con camera di combustione a stagna, con tiraggio forzato.

Collaudo caldaia a condensazione, by Gm Termoidraulica
Sullo stesso sito, si trova anche la caldaia a condensazione Hermann Saunier Duval Themis Condens 24 kW ErP GPL con kit fumi al prezzo orientativo di 605€, di classe energetica A, alimentata a GPL propano, di dimensioni corrispondenti a 405x720x330 mm, potenza 24 kW, camera di combustione a stagna, con tiraggio forzato.

Ariel Energia propone Eco Wind, l'ultima generazione di caldaie condensazione per uso domestico che garantiscono un notevole risparmio perché a parità di calore prodotto necessita di una quantità inferiore di gas.
Le caldaie Eco Wind sono disponibili nelle tre versioni Eco Wind 24kw, 28kw e 35kwI; le ultime due sono dotate di presa d’aria silenziata e collettore di aspirazione dell'aria maggiorato.

Il bruciatore delle caldaie a condensazione Ariel Energia ha un rapporto di combustione costante, i comandi della caldaia sono intuitivi, ha un display LCD multifunzione per controllare i parametri di funzionamento e rilevare eventuali guasti o anomalie.

Anche su Climasmart sono tanti i modelli di caldaie a disposizione tipo il modello Beretta, scaldabagno a tiraggio forzato 13 ESI, con combustione ad iniezione elettronica tramite sistema ACC, per installazioni da interno, esterno oppure da incasso.

Obbligo revisione caldaia a condensazione, apparecchio su ClimaSmart
Il grado di protezione elettrica è IPX5D, il circolatore modulante è a basso consumo con 6 m di prevalenza, modificabile elettronicamente fino a 7 m, collegamenti idraulici e sonda esterna disponibili come optional, protezione antigelo fino a - 5°C di serie.

Controlli caldaia obbligatori, apparecchio a condensazione su ClimaSmart
Altro tipo è la nuova Florida Delfis Condensing KC 24 a metano o gpl, con scambiatore in termopolimeri e acciaio inox, bruciatore a premiscelazione totale, valvola gas modulante con rapporto aria e gas costante, ventilatore di combustione a velocità variabile, circolatore a tre velocità con disaeratore incorporato.

È disponibile il kit cambia caldaia come accessorio, la rilevazione di fiamma a ionizzazione, sonde di temperatura NTC sul sanitario e sul riscaldamento, l’interfaccia LCD con diagnostica, lo scambiatore sanitario a piastre in acciaio inox, la valvola deviatrice motorizzata.

Riassumendo, è bene avere una caldaia marchio CE, rivolgersi a un tecnico esperto del settore, specializzato, qualificato e iscritto alla Camera di Commercio oltre che all’Associazione Artigiani, farsi rilasciare la dichiarazione di conformità dell’impianto.

Il tecnico, chiamato a seguire la manutenzione della caldaia acquistata, deve verificare il buon uso della macchina e di ogni suo componente, il tiraggio della canna fumaria, l’intero funzionamento affinché il tutto sia in piena sicurezza.

La manutenzione deve essere periodica per garantire l’efficienza piena dell’apparecchio affinché produca il giusto calore e consumi il necessario combustibile, senza sprechi e consumi in eccesso.

riproduzione riservata
Articolo: Effettuare una corretta manutenzione della caldaia
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 7 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Effettuare una corretta manutenzione della caldaia: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Andrea
    Andrea
    Giovedì 10 Novembre 2016, alle ore 23:51
    Se basta per legge il controllo dei fumi ogni 4 anni per le normali caldaie a gas, non vedo perchè si è costretti a pagare un canone di manutenzione annuale.
    Dovrebbe poi essere il fornitore di energia o il comune a fare i controlli, non chi è interessato a venderti una nuova caldaia o a farci manutenzione sopra.
    rispondi al commento
  • Angelo
    Angelo
    Martedì 4 Ottobre 2016, alle ore 19:22
    Vorrei un vostro qualificato parere su un caso particolare.
    E' necessario il libretto di impianto e i controlli periodici per una caldaia a gas che attualmente e' utlizzata solo per acqua calda sanitaria, poichè il riscaldamento dell'alloggio è prodotto dall'impianto condominiale?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Effettuare una corretta manutenzione della caldaia che potrebbero interessarti
Caldaie: IVA al 10% per la manutenzione periodica

Caldaie: IVA al 10% per la manutenzione periodica

La manutenzione periodica (annuale) delle caldaie e degli impianti di riscaldamento sia ad uso esclusivo o condominiale viene assoggettata all'IVA agevolata al 10%.
Blocco Caldaia

Blocco Caldaia

Il cattivo funzionamento di una caldaia si verifica quasi sempre quando si ha bisogno che funzioni, erogando acqua calda sanitaria o attivando il riscaldamento.
Funzioni Caldaia

Funzioni Caldaia

Molte funzioni di una caldaia in maniera del tutto trasparente per gli utenti, permettono di salvaguardarne la sicurezza ed il corretto funzionamento.
La manutenzione del riscaldamento

La manutenzione del riscaldamento

Non sembra il momento più opportuno per pensare all?impianto di riscaldamento, eppure è proprio in estate che vanno fatti tutti i controlli necessari...
Temperatura Fumo Caldaia

Temperatura Fumo Caldaia

Il sistema di scarico dei fumi delle caldaie costituisce parte integrante dell'impianto gas e richiede una specifica progettazione per potenze superiori ai 35 kW.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.487 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Unical caldaia a condensazione konm c 28
    Unical caldaia a condensazione...
    1200.00
  • Edilkamin caldaia termostufa pellet kw 13 3
    Edilkamin caldaia termostufa...
    2519.00
  • Caldaia Junkers bosch a condensazione
    Caldaia junkers bosch a...
    1658.25
  • Biasi caldaia a condensazione recupera dgt 24s
    Biasi caldaia a condensazione...
    795.00
  • Pompa volpi dea 2000 trasparente
    Pompa volpi dea 2000 trasparente...
    8.78
  • Comodino francese con piano in marmo del
    Comodino francese con piano in...
    465.00
  • Basolato pietra lavica Marino di Roma
    Basolato pietra lavica marino di...
    80.00
  • Veneziana da mm5098x200
    Veneziana da mm5098x200...
    42.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.