Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Decreto semplificazioni: bocciato il condono, si lavora sulle regole per appalti

Si sta ancora discutendo al Governo sul destino del Decreto Semplificazioni. Al momento salta la norma sul condono e si lavora alle nuove regole per gli appalti
01 Luglio 2020 ore 11:37 - Leggi e Normative Tecniche

Decreto semplificazioni: le ultime novità


Sono ore di fuoco a Palazzo Chigi, dove si è appena tenuta l'estenuante riunione notturna e alle 12 di oggi ci sarà un altro round.
In ballo le sorti del Decreto Semplificazioni. Dopo le polemiche delle ultime ore salta la norma sul condono edilizio.
Norma che prevedeva la regolarizzazione amministrativa di pratiche ancora aperte di abusi condonati e l'abolizione del principio della doppia conformità.

Decreto semplificazioni
L'art. 36 del D.P.R. n. 380/2001, nel disciplinare l'accertamento di conformità, ovvero lo strumento con il quale si consente la sanatoria di opere realizzate senza titolo edilizio, ma comunque conformi alla normativa applicabile, richiede che gli interventi abusivi siano conformi alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente al tempo della realizzazione dell'opera e anche al momento della presentazione dell'istanza.

La norma del decreto semplificazioni puntava a tenere in piedi la sola conformità alle attuali regole.
Tuttavia, troppe erano le perplessità all'interno della maggioranza e i timori di innescare un meccanismo che favorisse l'abusivismo edilizio hanno avuto la meglio.

Restano in piedi le novità sullo snellimento delle opere pubbliche. In che modo?
Saranno previste due modalità di affidamento dei lavori: affidamento diretto per lavori il cui importo non superi i 150.000 euro (contro gli attuali 40.000 euro); affidamento con licitazione privata, senza bando di gara, con la consultazione di almeno cinque operatori del settore, per importi fino a 5,35 milioni di euro.

La norma prevede anche una serie di altre deroghe alle normative ambientali e a quelle dei certificati antimafia, sulla scorta della velocizzazione che ha consentito la realizzazione del nuovo Ponte di Genova in tempi celeri. Ma i nodi sono ancora tanti e tutti da sciogliere.

riproduzione riservata
Articolo: Decreto semplificazioni: niente condono ma nuove regole per appalti
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Decreto semplificazioni: niente condono ma nuove regole per appalti: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Notizie che trattano Decreto semplificazioni: niente condono ma nuove regole per appalti che potrebbero interessarti

Condono edilizio 2017: i criteri per stabilire demolizione o condono

Leggi e Normative Tecniche - Condono edilizio: il Ddl Falanga in fase di approvazione, consentirebbe di stabilire nuovi criteri per decidere quando condonare e quando demolire un'immobile.

Condono abusi ambientaliNormative - In discussione in Senato un emendamento al decreto Milleproroghe che aprirebbe i termini per un condono degli abusi edilizi commessi su beni sottoposti a vincolo paesaggistico ed ambientale.

Appalti: il Ministero approva gli schemi di contratto per le polizze fideiussorie

Leggi e Normative Tecniche - Codice degli appalti: approvati dal Ministero dello Sviluppo Economico il decreto sugli schemi contrattuali relativi alle garanzie fideiussorie. Ecco le novità.


Decreto Sblocca Cantieri: niente mini condono per piccoli abusi edilizi

Leggi e Normative Tecniche - Il mini condono sfugge dal decreto Sblocca Cantieri: il provvedimento al vaglio del Consiglio dei Ministri senza la misura volta a sanare i piccoli abusi edilizi

Demolire e ricostruire con maggiori volumi ma stesse distanze è consentitoLeggi e Normative Tecniche - Il DL Semplificazioni 2020 modifica il Testo Unico dell' Edilizia (Dpr 380 del 2001) in riferimento ad interventi di demolizione e ricostruzione. Vediamo le novità

Condono per mini abusi

Normative - Allo studio un condono per le piccole irregolarita' edilizie, prima della presentazione della Manovra Finanziaria in Commissione Bilancio.

Pubblicato il regolamento attuativo del Codice Appalti su direttore dei lavori ed esecuzione

Leggi e Normative Tecniche - Approvato il decreto di attuazione del Codice degli Appalti che disciplina le funzioni di direttore dei lavori e direttore dell'esecuzione. Vediamo cosa prevede

Decreto Semplificazioni ed ediliziaNormative - Il Decreto Semplificazioni contiene una serie di misure finalizzate a rendere sempre più snelle le procedure burocratiche, tra cui alcune che riguardano l?edilizia.

Condono e rinnovabili

Normative - Tra condono fiscale e condono edilizio sta circolando insistentemente la voce di un condono delle rinnovabili, cioe' una sanatoria degli impianti installati senza autorizzazioni.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img godnalyd
Ho acquistato una villetta. Sto facendo le pratiche ecobonus, ma mi hanno fatto notare che la casa ha delle tettoie non condonate. Perciò mi bocciano le pratiche. Che posso...
godnalyd 13 Settembre 2020 ore 20:02 5
Img maurizio.vit
Buongiorno,la domanda è...il condono edilizio legge 47/85 si può scroporare???Nel 1994 è stato presentato un condono edilizio di garage, portici etcc da parte...
maurizio.vit 25 Novembre 2014 ore 17:44 1