Crochi: arriva la primavera

NEWS DI Giardino15 Febbraio 2012 ore 08:14
Questi piccoli bulbi sono il segnale che la primavera sta arrivando: fioriture spettacolari e coloratissime, effetto prato, facilmente replicabili anche in giardino.
crocus , primavera , crochi , fioritura

Sono, insieme ai bucaneve, il segnale che l'inverno è agli sgoccioli.

I Crochi, fin dai primi raggi tiepidi del sole di gennaio e di timide giornate un po' più lunghe, schiudono i loro fiori e le loro delicate corolle, con una varietà intensa di colori.
I crochi si sviluppano a partire da un tubero / bulbo, che assomiglia ad una minuscola cipolla. Questo organo è rivestito da sottili squame molto sottili, che in realtà sono foglie modificate. Dopo la fioritura il bulbo subisce una vera e propria trasformazione, con il vecchio fusto che lentamente avvizzisce e si atrofizza, in attesa che si formi il successivo, che fiorirà l'anno successivo.

Proprio questo ultimo aspetto è da considerare, quando, al momento della messa a dimora e dell'impianto dei bulbi, questi è meglio che vengano interrati in profondità, soprattutto in terreni leggeri, ricchi di sabbia e humus, al fine di evitare che nel corso del tempo, salgano in superficie e vengano rovinati dalle gelate invernali.
Le foglie dei crochi sono filiformi ricurve e vagamente simili ad aghi di pino.

I fiori invece sono composti da 6 petali e non c'è alcuna distinzione tra calice e corolla.
Nelle specie selvatiche, i crochi hanno spesso i petali esterni bordati da linee e macchie di colore diverso, contrastanti con le tonalità di base.
Generalmente i crochi vengono divisi in due gruppi a seconda del periodo di fioritura: i crochi con fioritura primaverile e i crochi a fioritura invernale, tra cui c'è anche il Crocus sativus, dai cui stimmi viene estratto lo zafferano.

Tra i primi invece c'è il Crocus imperati, il minimus e l'aureus, che sono le specie più precoci, con esplosione di fiori che va da gennaio fino a maggio.
Tra le specie più coltivate c'è il crocus Pickwick, con fiori lilla percorsi da venature più chiare anche bianche e molte altre varietà, che spaziano da fiori gialli, bianchi e anche amaranto.

Adatti sia al giardino che al terrazzo, i crochi sono ormai molto diffusi nella nostra penisola. La loro messa a dimora è semplice, ma ci sono alcuni accorgimenti da rispettare.
Innanzitutto la scelta dei bulbi è importante: devono essere sani, senza imperfezioni o macchie strane, e duri al tatto. In secondo luogo, il fattore da considerare è il terreno. Deve essere fresco, ben drenato e possibilmente mischiato a sabbia, soprattutto se di base è argilloso e troppo compatto.

La concimazione è meglio che sia naturale, almeno al momento dell'impianto. Ottimale il letame vaccino o della terra di foglie. Durante il ciclo vegetativo invece è possibile utilizzare dei fertilizzanti chimici, purché non azotati: l'azoto infatti va bene per lo sviluppo delle foglie, ma non per la fioritura. La soluzione migliore però, è quella di posizionare i crochi in un terreno precedentemente fertilizzato, mediante concimatura della coltura precedente.

I crochi vanno messi a dimora in una zona a mezz'ombra, anche se spesso gli ibridi sopportano anche l'esposizione al Sole.
Per proteggere i crochi da piogge e agenti atmosferici o eccessive escursioni termiche invernali, è bene ricorrere alla pacciamatura, effettuata con della paglia o delle foglie morte.

L'innaffiatura
non è necessaria nelle specie primaverili; però in assenza di piogge, dopo la fioritura, è meglio intervenire periodicamente per non far perdere energia al bulbo ed evitare che non fioriscal'anno successivo.

Maggiore attenzione va posta all'impianto; il periodo va da settembre a fine novembre. Meglio rispettare le tempistiche, per evitare problemi all'apparato radicale del bulbo, a causa del grande freddo.

Sia per attecchimento, che per macchie di colore al momento della fioritura, è meglio utilizzare bulbi della stessa specie.
I bulbi vanno interrati in buchette di 6 – 8 cm e ad una distanza minima tra loro di almeno 5 – 8 cm, anche se dipende dalla dimensione del bulbo stesso.
L'estrazione dal terreno a fine stagione, deve avvenire solo quando le foglie sono completamente secche. Successivamente vanno fatti asciugare, in un luogo riparato e aerato, privi ormai di bulbetti e radici.

La riproduzione avviene o per seme, ma è cosa complicata e delicata e quindi perlopiù lasciata a specialisti, ma anche per bulbilli, più semplice e capace di ottimi risultati. I piccoli bulbi vanno conservati come quelli grandi e interrati nel corso dell'autunno. Può succedere che non fioriscano il primo anno, ma daranno grandi soddisfazioni gli anni successivi.

Se siete proprio appassionati di Crochi, forse vi interesserà fare un giro a Casalzuigno, in provincia di Varese. Qui, a villa Della Porta Bozzolo, con i suoi giardini bellissimi all' italiana e le sue terrazze, c'è anche un immenso prato reso ancora più spettacolare dalla piantumazione di più di 500 mila crocus. Una donazione della famiglia Zegna, di qualche anno fa, (2003), con bulbi provenienti direttamente dall'Olanda, che ogni anno proprio allo spuntare della primavera, quando ancora ci sono barlumi di neve qua e là, si trasforma in un tripudio di colori.

www.floriana.ws
www.fondoambiente.it
www.bakker-it.com

riproduzione riservata
Articolo: Crochi: arriva la primavera
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 6 voti.

Crochi: arriva la primavera: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Crochi: arriva la primavera che potrebbero interessarti
Fiori di Primavera

Fiori di Primavera

Giardino - Per chi ha un giardino con l'arrivo della primavera, un pensiero frequente del mattino è la fioritura delle maggior parte delle piante, tra esse le bulbose.
Come mettere a dimora i bulbi

Come mettere a dimora i bulbi

Giardinaggio - Abbiamo ancora un mese di tempo per la messa a dimora dei bulbi a fioritura primaverile: vediamo insieme quali passi seguire per arrivare ad avere buoni risultati.
Come concimare le bulbose primaverili

Come concimare le bulbose primaverili

Giardinaggio - La concimazione delle bulbose è un operazione da effettuare durante il mese di marzo, in modo da favorire una fioritura copisa e abbondante in giardino.

Fiori giardino tra primavera ed estate

Giardino - Tipologie, criteri di accoppiamento, cautele ed attenzioni da accordare nella scelta delle piante per i nostri giardini e nella loro gestione e manutenzione.

Cura e forzatura dei bulbi per Natale

Giardinaggio - Curare e far sbocciare alcune bulbose in vista del Natale, per addobbare la tavola, il camino o i davanzali delle finestre, lungo tutta la durata delle Feste.

Lavori in giardino di Gennaio

Giardinaggio - Come accade per l'orto, anche la cura del giardino richiede un preciso calendario da seguire nel corso dell'anno, per quanto riguarda i lavori da svolgere.

Lavori in giardino di Febbraio

Giardinaggio - A febbraio i lavori da fare in giardino sono influenzati dall'avvicinarsi della primavera, infatti bisogna preparare il risveglio della maggior parte delle piante.

Coltivare la valerianella

Piante - La valerianella è una varietà di insalata a foglia piccola, apprezzata per il suo sapore e per il fogliame, la quale può anche essere usata a scopo decorativo.

Mostre di primavera

Giardino - Arriva la primavera, e con lei anche numerose manifestazioni di floricoltura e giardinaggio, con in mostra novità, ritorni e piante rare
REGISTRATI COME UTENTE
295.527 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ortovaso verdemax contenitore orto
    Ortovaso verdemax contenitore orto...
    18.18
  • Tavolo alumine quadro
    Tavolo alumine quadro...
    48.00
  • Set tavolo
    Set tavolo...
    160.00
  • Tenda da balcone
    Tenda da balcone...
    633.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.