Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Contratto tra Committente e Professionista

NEWS Leggi e Normative Tecniche14 Luglio 2011 ore 12:50
Il rapporto che si instaura tra Committente e Professionista, implica un confronto anche su temi puramente economici e contrattuali.
progettazione , contratto , committente , professionista

Pagamento per progettazione edificioUna delle maggiori problematiche, riscontrabili nel rapporto tra Committente e Professionista, riguarda il costo della prestazione professionale.

Quest'ultimo aspetto, se non adeguatamente affrontato, dà adito a controversie di ordine personale e, nei casi più estremi, legali.

La particolarità di questa disputa, dipende dalla lettura che viene data dal punto di vista dei due soggetti coinvolti, ossia Committente e Professionista.

È infatti all'interno di questo zona d'ombra, fuori dall'ordinario e per casi limite, che nascono i contrasti più frequenti.

Tralasciando i casi distinti, uno dei principali fattori determinanti riguarda la corretta valutazione della prestazione professionale, alla luce di modifiche in corso di opera e, ove necessario, della richiesta di nulla osta presso gli Enti competenti quali: Vigili del Fuoco, Genio Civile, Soprintendenza ai Beni Culturali, ecc.

In questi casi il problema nasce dalla indecisione (in alcuni casi), o variazione di condizioni (familiari e/o personali) del Committente sulla scelta di opportune soluzioni architettoniche che portano conseguentemente a richiedere varianti al progetto, ivi inclusi i pareri agli organi competenti.

Attività di progettazioneIl Progettista, a seguito di queste richieste, apporterà le necessarie correzioni in un lavoro eseguito all'interno del proprio studio professionale, coadiuvando questa attività anche con sopralluoghi o incontri con i funzionari degli Enti.

Questa parte non visibile comporterà l'elaborazione di una soluzione e la consegna al Committente del prodotto finito, o in bella copia (parafrasando un termine scolastico), al fine di una condivisione e prosieguo dei lavori.

Condivisione scelte progettualiIl problema nasce quando questa mole di lavoro non viene riconosciuta dal Committente, più attento all'esito finale che ai passaggi intermedi.

Per ovviare a questi fenomeni sgradevoli, è necessario un incarico ufficiale da parte del Proprietario seguito dall'accettazione del Professionista e da un elenco dettagliato delle attività da intraprendere.

Il rapporto, configurato con un accordo contrattuale, non può esimersi dalla conoscenza delle responsabilità personali cui sono soggetti Committente e Progettista/Direttore dei Lavori.


Questa parte è regolata dalle leggi dello Stato che impone in linea generale al Professionista di attenersi alle indicazioni urbanistiche, di garantire la corretta rappresentazione dello stato di fatto (se previsto), dell'idea progettuale e di vigilare sulla corretta esecuzione delle opere.

Accordo contrattuale per prestazione professionaleLa mancata attuazione di queste norme comportamentali conseguono la denuncia per falso ideologico o presso la Procura della Repubblica come ad esempio per l'esecuzione di opere in C.A. senza deposito al Genio Civile.

Dall'altra parte il Committente non può esimersi da questi accadimenti, invocando la totale estraneità in quanto non conoscitore della realtà edilizia, ma sarà chiamato alle sue responsabilità (civili e penali) in funzione della figura che rappresenta.

Questa condizione pone il presupposto che qualunque attività svolta è formalmente approvata da ambedue i soggetti.

Un ultimo aspetto riguarda l'Impresa esecutrice, che seppur non coinvolta nel rapporto contrattuale qui trattato, rientra anch'essa in questo ciclo in quanto ne condivide fattori e responsabilità.

riproduzione riservata
Articolo: Contratto tra Committente e Professionista
Valutazione: 4.67 / 6 basato su 3 voti.

Contratto tra Committente e Professionista: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
308.412 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Progettazione 3d
    Progettazione 3d...
    300.00
  • Progettazione con visione prospettica
    Progettazione con visione...
    300.00
  • Progettazione bagno con illuminazione
    Progettazione bagno con...
    300.00
  • Progettazione di interni
    Progettazione di interni...
    300.00
  • Sistema di sicurezza domestico wireless
    Sistema di sicurezza domestico...
    150.00
  • Kit videosorveglianza wifi
    Kit videosorveglianza wifi...
    309.99
Notizie che trattano Contratto tra Committente e Professionista che potrebbero interessarti


Definizione del contratto d'appalto

Leggi e Normative Tecniche - Il codice civile, il Decreto Legislativo 81/08 e gli articoli 86 ed 87 del decreto Legislativo 163/2006 definiscono in maniera univoca tutte le possibilità di gestione di un appalto.

Responsabilità dell'appaltatore e del committente verso terzi

Leggi e Normative Tecniche - L'appaltatore assume l'obbligo, dietro pagamento, di eseguire un'opera. Quali sono le sue responsabilità e quelle del committente per i danni verso terzi?

Aspetti del contratto di prestazione d'opera manuale

Leggi e Normative Tecniche - Nel contratto d'opera manuale una persona si impegna a compiere un'opera o servizio non intellettuale con lavoro prevalentemente proprio e senza subordinazione.

Appalto tra privati e diritto di recesso

Leggi e Normative Tecniche - Nell'appalto l'interesse giuridicamente rilevante alla realizzazione del progetto è solo del committente. Di conseguenza egli può sempre recedere, salvo indennizzo.

Non c'è responsabilità dell'appaltatore se sono errate le istruzioni del committente

Leggi e Normative Tecniche - In caso di difetti dell'opera per progetto errato, l'appaltatore non risponde dei danni se ha manifestato il dissenso e ha agito per le insistenze del committente

Responsabilita' Committente Lavori

Normative - Il committente dei lavori trae benefici anche da lavori svolti in condizioni di rischio, ha dunque l'obbligo di assicurare la sicurezza del proprio cantiere.

Appalto in condominio e responsabilità contrattuale

Condominio - Poteri dell'amministratore in relazione e la responsabilità contrattuale derivante dal contratto di appalto in condominio

Appalto, difformita' e vizi dell'opera

Normative - Il contratto d'appalto per la costruzione di un immobile e le contestazioni per i vizi e le difformita' dell'opera. Come e contro chi agire ed in che tempi.

Quando il condominio nomina il direttore dei lavori

Manutenzione condominiale - Il condominio, nel caso di appalto, può nominare il direttore dei lavori. Chi deve incaricarlo? Quando può essere revocato per inadempimento?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img chris2464
Buonasera Spero che qualcuno mi possa aiutare.Ho firmato un contratto per vendere un immobile con un agenzie immobiliare.Si tratta di una mansarda ed è quindi accatastata...
chris2464 10 Gennaio 2015 ore 18:47 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img joker79_46
Buongiorno,abito in un condominio recente, la costruzione è terminata nel 2010.Si sono formate delle crepe nei muri esterni, a detta del costruttore di assestamento.Un...
joker79_46 10 Febbraio 2014 ore 12:01 1
Img maryquant
Buonasera.Vorrei chiedere come si fa a stipulare un contratto di affitto per l'appartamento di proprietá del condominio.Grazie...
maryquant 27 Agosto 2015 ore 23:09 7
Img alexciri
Possiedo un appartamento che ho affittato con un contratto di locazione di 4+4, rinnovabile automaticamente a meno che io avvisi gli inquilini 6 mesi prima con raccomandata A/R...
alexciri 26 Marzo 2014 ore 16:05 1