Condomino apparente

NEWS DI Ripartizione spese12 Marzo 2010 ore 14:46
L'azione di recupero del credito relativa agli oneri condominiali può essere indirizzata solamente contro il proprietario e in casi ben precisi l'usufruttuario.
recupero crediti , proprietario , usufruttuario

Nel linguaggio comune il termine condomino è utilizzato per indicare, indistintamente, chi abita un'unità immobiliare ubicata in un edificio condominiale .
CondominioSi tratti del proprietario, dell'usufruttuario, dell'inquilino o del comodatario non c'è differenza: quella persona viene chiamata condomino.

Spostando l'attenzione sul livello tecnico-giuridico, però, ci si accorge che una differenza esiste e la stessa non è di poco conto.

Per l'ordinamento giuridico, infatti, il condomino è il proprietario, o al massimo il titolare di un diritto reale di godimento (leggasi, ad esempio, usufruttuario) di un piano, o di una sua porzione, ubicato nello stabile.


Solamente in casi ben individuati (si pensi al diritto dell'inquilino di partecipare all'assemblea di condominio ex art. 10 legge n. 392 del 1978, così detta legge sull'equo canone) chi occupa un appartamento è equiparato al proprietario di questo.

Così, per vedere gli effetti immediati, sarebbe da considerarsi annullabile una decisione dell'assemblea di condominio, inerente innovazioni delle parti comuni, alla quale abbia partecipato l'inquilino.

Se poi l'attenzione si sposta sulla necessità di recuperare le spese condominiali, relative alla conservazione e manutenzione dello stabile, la differenza emerge, ancor di più, in tutta la sua importanza.

Il punto fermo può essere così sintetizzato: l'azione di recupero del credito relativa agli oneri condominiali può essere indirizzata solamente contro il proprietario (e in casi ben precisi l'usufruttuario) dell'unità immobiliare.

CondominioA nulla vale, e pertanto deve essere respinta, la domanda indirizzata contro chi, per una serie svariata di motivi (partecipazione alle assemblee, pagamento volontario dei contributi, interesse alla vita condominiale, ecc.), appare essere il condomino e che, per l'appunto, è detto condomino apparente.
In sostanza, per dirla in breve al condominio negli edifici non è applicabile quel principio dell'apparenza previsto per le obbligazioni in generale (si pensi al pagamento al creditore apparente, o ai casi di c.d. erede apparente, ecc.).

La questione, oggi assolutamente pacifica, è stata, fino a pochi anni addietro, grandemente controversa.
L'ipotesi più frequente di azione contro il così detto condomino apparente, si riscontrava in quei casi in cui a seguito della cessione dell'unità immobiliare, non comunicata all' amministratore , si determinava una situazione di morosità che, verrebbe da dire per consuetudine, vedeva come soggetto passivo dell'azione di recupero del credito il venditore e non l'acquirente, ossia l'attuale condomino.
L'incertezza, sulla possibilità di applicare il principio dell'apparenza ai rapporti condominiali, è sfociata in un vero e proprio contrasto interpretativo, in seno alla giurisprudenza, che ha reso necessario l'intervento chiarificatore delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sent. n. 5035 del 2002).

I giudici di legittimità, in quell'occasione, ebbero modo di affermare che in caso di azione giudiziale dell'amministratore del condominio per il recupero della quota di spese di competenza di una unità immobiliare di proprietà esclusiva, è passivamente legittimato il vero proprietario di detta unità e non anche chi possa apparire tale (così Cass. SS.UU. n. 5035/02).

CondominioIl Supremo Collegio, è utile sottolinearlo, ha tenuto ben distinte le ipotesi di recupero crediti giudiziale da quello stragiudiziale.

In sostanza in quest'ultimo caso si è detto, viste le esigenze di celerità, praticità e funzionalità, addotte a giustificazione dell'applicazione dell'istituto dell'apparenza del diritto, valgono per l'ipotesi non contenziosa del rapporto, quando, cioè, l'apparente condomino non solleva alcuna contestazione provvedendo al pagamento degli oneri condominiali (Cass. SS.UU. n. 5035/02).

È del tutto intuibile, però, che se il tentativo stragiudiziale non dovesse sortire effetto, per iniziare l'azione giudiziale l'amministratore dovrebbe, comunque, accertarsi (tramite visura presso i pubblici registri immobiliari) dell'effettiva proprietà dell'immobile.

In tal senso, quindi, è sempre consigliabile avere presente, fin dal principio, che è l'effettivo proprietario dell'appartamento ubicato in condominio.

riproduzione riservata
Articolo: Condomino apparente
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Condomino apparente: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Condomino apparente che potrebbero interessarti
Usufrutto e condomino apparente

Usufrutto e condomino apparente

Condominio - Il condomino, nell?accezione tecnico giuridica del termine, è il proprietario dell?unità immobiliare ubicata in un edificio in condomino.A dire il
Usufruttuario e nudo proprietario sono condomini distinti

Usufruttuario e nudo proprietario sono condomini distinti

Condominio - L'usufruttuario e il nudo proprietario sono responsabili verso il condominio per i propri debiti e non ne rispondono in solido
Quando un condomino è usufruttuario, cosa succede?

Quando un condomino è usufruttuario, cosa succede?

Assemblea di condominio - Se in un'unità immobiliare vi sia un altro diritto reale, ad esempio l'usufrutto, qual è la sua posizione nei confronti del condominio? Chi pagherà le spese e la manutenzione?

L'usufruttuario è un condomino a tutti gli effetti

Condominio - Se il pagamento riguarda le spese di un appartamento concesso in usufrutto o in locazione, il nudo proprietario non è tenuto, neanche in via sussidiaria o solidale al pagamento delle spese condominiali.

Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazioni fiscali a favore dell'unico proprietario di un edificio per i lavori di ristrutturazione eseguiti sulle parti comuni delle varie unità immobiliari.

Usufrutto nuda proprietà: chi paga tasse e spese condominiali?

Proprietà - Diritto di usufrutto: una breve guida pratica per capire a chi spetta il pagamento delle spese e delle tasse sull'immobile. Usufruttuario o nudo proprietario?

Spese condominiali contestate

Ripartizione spese - Le spese condominiali devono essere pagate perché si è proprietario di un'unità immobiliare ubicata in condominio. Chi e in che modo può contestarle se le ritiene errate?

Inquilino moroso per mancata corresponsione della quota condominiale

Ripartizione spese - In uno stato di morosità, l'amministratore di condominio, oltre al tentativo bonario di recupero del credito, tanto il proprietario, tanto l'usufruttuario, potrebbero essere oggetto di un'azione monitoria per la riscossione coattiva delle somme.

Nuda proprietà: vantaggi e svantaggi

Proprietà - La nuda proprietà di un immobile o bene, rappresenta il suo valore venale decurtato dell'usufrutto, cioè del diritto di utilizzare il bene vita natural durante.
REGISTRATI COME UTENTE
295.613 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Mattoni di recupero Alessandria
    Mattoni di recupero alessandria...
    1.02
  • Aeratore con recupero di calore
    Aeratore con recupero di calore...
    243.85
  • Scambiatore aria Gemini
    Scambiatore aria gemini...
    859.00
  • Gradini in pietra di luserna Alessandria
    Gradini in pietra di luserna...
    121.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Weber
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.