Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

I concimi organici

Per rendere più sani i giardini e frutteti, si possono usare concimi naturali e fertilizzanti, in grado di ristabilire la giusta quantità di sostanze nutritive.
- NEWS Giardinaggio
concimazione , fertilizzante naturale

Fertilizzanti organici e concimi per piante e terreno


Borlanda, concime naturale
In agricoltura e nel mondo del giardinaggio, perché le piante siano rigogliose e abbiano una crescita sana, è bene che vengano concimate in modo regolare.
Per questo sono spesso impiegati i fertilizzanti organici. L'uso massiccio è dovuto al fatto che questa tipologia di prodotti è spesso ammessa anche nelle coltivazioni biologiche in quanto, operando a livello del substrato, i concimi e le loro sostanze nutritive vanno a migliorarne la qualità, avendo ripercussioni positive non solo sulla singola pianta, ma sul terreno in generale.

L'utilizzo dei fertilizzanti e dei concimi organici è molto diffuso sia in agricoltura, ma anche a livello di frutteto e orto. Il periodo migliore per usare questi prodotti è l'autunno, a cavallo dei mesi di Ottobre e Novembre, quando la stagione vegetativa sta finendo e il terreno può essere reintegrato con sostanze nutritive per formare riserve per la nuova stagione.


Caratteristiche dei concimi organici


Esistono diversi tipi di fertilizzanti. Quelli organici sono suddivisi in varie categorie, oltre a distinguersi per la concentrazione di micro e macro elementi, a seconda delle quantità necessitanti a piante e terreno.
Tali tipologie sono: i concimi organici, i concimi organo-minerali e gli ammendanti organici naturali. La differenza sostanziale tra questi è il contenuto di azoto, che per la parte dei concimi non può mai scendere sotto il 3%.

Tra i concimi sono annoverati anche prodotti di origine animale, come cascami di lana, guano o resti di sangue, come il sangue di bue, mentre tra gli ammendanti troviamo prevalentemente prodotti di origine vegetale.


Tipologie di concimi organici e ammendanti


Concime naturale
Tra i più comuni fertilizzanti organici troviamo:
il compost, lo stallatico secco, il sangue, la cornunghia, la pollina e la borlanda.

La cornunghia è uno dei concimi più antichi. È un prodotto che si ottiene dalla frammentazione e polverizzazione di corna e unghie di animali. Generalmente viene venduto in sacchetti sotto forma di scaglie e viene molto utilizzato per la sua alta percentuale di azoto e anidride fosforica.

La cornunghia può essere adoperata molto tempo prima dell'impianto o della messa a dimora, in modo da preparare il terreno, creando riserve e nutrimento sul lungo periodo.
Il lento rilascio è ideale per le piante ornamentali e combatte il dilavamento dovuto a pioggia e agenti atmosferici.


Il sangue secco, invece, è un concime con cessione abbastanza rapida ed è un fertilizzante organico molto potente da usare in dosi molto piccole per non bruciare la pianta.

Ha un elevato contenuto di azoto, idoneo soprattutto per piante da frutto e, insieme alla farina di sangue, anche per i fiori, presenta presenta un'alta quantità di ferro.

Tra i fertilizzanti organici troviamo la cenere vulcanica, conosciuta anche come bentonite. Questa è una farina d'argilla, che va incorporata al terreno e ne va a migliorare la struttura.

Se utilizzata in vaso, la bentonite permette di assorbire una parte dell'umidità (evitando marcescenze) ma anche i concimi che vengono rilasciati lentamente nel tempo.

Tra i fertilizzanti organici troviamo, inoltre, la barbabietola da zucchero, ovvero un suo residuo: il melasso. Questo dà origine alla borlanda, che si ottiene dalla lavorazione della barbabietola e contiene un'alta percentuale di potassio.
Generalmente è venduta sotto forma di concime organico fluido, indicato per i terreni estremamente poveri di sostanza organica e per quelli sabbiosi, in cui agisce rapidamente, ristabilendo l'equilibrio ecologico.


Concimi per piante e per terreno


Compost, concime organico
Non solo concimi per le piante, ma pensati per il terreno.
Per aumentare il quantitativo di materiale organico e di humus nel suolo, si utilizza la leonardite.
Questo fertilizzante viene ottenuto dalla lignite ed è molto ricco di acidi umidi che rendono il terreno più morbido.

Tra i fertilizzanti e gli ammendanti più particolari, troviamo i concimi a base di alghe, distribuiti sotto forma di polvere o liquido, particolarmente utili in quanto contengono alte quantità di azoto, fosforo, potassio e vitamine.
Il rilascio è immediato e l'azione è molto forte: per questo sono spesso utilizzati anche per fertilizzanti fogliari a spruzzo.

Ad esempio, il litotamnio è ottenuto dalla macinazione di un'alga rossa molto diffusa in Bretagna che contiene grosse quantità di calcio. Ciò permette di rendere le piante più resistenti agli attacchi dei parassiti, sia che si tratti di piante da frutto, sia di piante da giardino.

Questo concime si presenta come una polvere finissima di colore bianco chiaro e può essere sparso sul terreno o incorporato in quantità minime, con percentuali che variano a seconda del tipo di coltivazione.

Infine, tra i concimi naturali troviamo il guano, ottenuto dalle deiezioni di alcuni uccelli delle zone marine, che nel corso del tempo si sono stratificate creando dei veri e proprio giacimenti, molto diffusi in Sud America. In questo caso però il prodotto va usato con parsimonia, in quanto può creare danno all'ambiente, a causa dell'elevata quantità di nitrati contenuti.

riproduzione riservata
Articolo: Concimi e fertilizzanti organici
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.

Concimi e fertilizzanti organici: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.059 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Concimi e fertilizzanti organici che potrebbero interessarti


Scegliere il fertilizzante giusto

Giardinaggio - L'uso del fertilizzante è fondamentale per la lo sviluppo e la crescita di piante e prato. Vediamo come scegliere quello giusto tra le varie tipologie esistenti.

Bulbose primaverili: come concimarle e prendersene cura

Giardinaggio - Per un giardino colorato e bellissimo, le bulbose primaverili sono senza dubbio un'ottima scelta. Ma come concimarle correttamente? Ecco alcuni consigli utili.

Come ottenere un perfetto prato primaverile

Giardinaggio - Dopo i rigori dell'inverno volete rivedere il verde nel vostro riardino? Ecco alcuni consigli per ottenere in breve tempo un prato primaverile splendido e rigoglioso.

Cornunghia

Giardinaggio - La cornunghia è un concime a lenta cessione che si ottiene dalla polverizzazione della farina d'ossa animale e arricchisce il terreno di orto e giardino.

Piante ricadenti

Giardino - Esiste una tipologia di piante che riesce a donare un effetto scenografico anche all'arredamento più essenziale: esse sono dette ricadenti. Conosciamole meglio.

Phlox Paniculata

Giardino - Una varietà decidua con fioritura profumata e molto scenografica, ideale per riempire di colore in estate i nostri balconi.

Come concimare il terreno con fertilizzanti naturali

Giardinaggio - Fertilizzanti naturali da usare per concimare le piante in casa, in giardino e nell'orto. Cenere, ortica, fondi di caffè e altro, sono efficaci e a costo zero!

Manutenzione dei prati in giardino:cosa sapere sulla semina e sulla concimazione

Giardinaggio - Scopriamo come procedere alla preparazione del terreno e alla semina fai da te del manto erboso procurandosi prodotti e strumenti adeguati alla crescita e cura.

Come prendersi cura di un bonsai: consigli e regole da seguire

Giardinaggio - La cura di un bonsai richiede impegno, pazienza e una grande dedizione. Ecco qualche consiglio su irrigazione, illuminazione, concimazione, potatura e innesto.