Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Comodato e spese condominiali

Il comodato d'uso è un contratto da cui deriva un diritto personale di godimento. La relazione tra comodato e spese condominiali e i vantaggi per il comodante.
19 Luglio 2012 ore 11:42 - NEWS Ripartizione spese

Comodato d'uso e spese condominialiIl proprietario di un'unità immobiliare, tra le varie cose, può decidere di concederla in comodato.

Ai sensi del primo comma dell'art. 1803 c.c.
Il comodato è il contratto col quale una parte consegna all'altra una cosa mobile o immobile, affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato, con l'obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta.



In sostanza un contratto ad effetti obbligatori che prevede l'instaurazione di un diritto personale di godimento su di un bene (spesso immobile).

La norma succitata è chiusa dal secondo comma che recita: Il comodato è essenzialmente gratuito.

Ciò chiarito è utile domandarsi:
che cosa vuol dire è essenzialmente gratuito?

Con quest'affermazione il legislatore ha inteso specificare che, di solito, il comodante non riceve nulla in cambio della consegna dell'immobile.
Insomma il tratto caratterizzante di questo istituto rispetto, ad esempio, a quello simile della locazione, sta nella mancanza di corrispettivo.


Il comodante ottiene dei benefici per le spese condominiali?

La risposta non può prescindere dalla natura di quest'onere.
La Cassazione, unanimemente, afferma che quelle condominiali sono obbligazioni propter rem.

La figura della obbligazione propter rem sussiste ogni qual volta ad un diritto reale, esclusivo o frazionario, si accompagna una obbligazione, la cui origine si riconduce alla titolarità del diritto sul bene: contestuale titolarità in capo allo stesso soggetto del diritto e dell'obbligo.
La connessione tra il diritto e l'obbligo consiste in ciò che, a certe condizioni, l'obbligazione segue le vicende del diritto, trovando la propria ragione d'essere nella titolarità, o nella contitolarità, del diritto reale, in virtù del principio per cui ai vantaggi si accompagnano taluni eventuali riflessi negativi (cuius comoda eius et incomoda).

Le obbligazioni dei condomini di concorrere nelle spese per la conservazione delle parti comuni si considerano obbligazioni propter rem, perché nascono come conseguenza della contitolarità del diritto sulle cose, sugli impianti e sui servizi comuni.
Alle spese per la conservazione per le parti comuni i condomini sono obbligati in virtù del diritto (di comproprietà) sulle parti comuni accessori ai piani o alle porzioni di piano in proprietà esclusiva.

Pertanto, queste obbligazioni seguono il diritto e si trasferiscono per effetto della sua trasmissione
(Cass. 18 aprile 2003 n. 6323).


Comodato2Come mettere in relazione quest'affermazione con il diritto di comodato?
Semplice.
Il comodato non è un diritto reale, nemmeno un diritto reale di godimento su cosa altrui; esso è un diritto personale di godimento, che nulla ha a che vedere con la prima categoria.

Ergo: il comodatario è tenuto a partecipare alle spese condominiale solamente se nell'atto di consegna è stabilito qual cosa in tal senso.
Come il conduttore, insomma, anche il comodatario non ha rapporti diretti con il condominio sicché in caso di mancato pagamento degli oneri condominiali pattuiti, l'azione di recupero del credito non può essere condotta contro di lui ma solamente contro il proprietario (art. 63 disp. att. c.c.).

riproduzione riservata
Articolo: Comodato e spese condominiali
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 12 voti.

Comodato e spese condominiali: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.652 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Comodato e spese condominiali che potrebbero interessarti


Comodato d'uso gratuito: chi paga le spese condominiali?

Ripartizione spese - Chi è tenuto al pagamento delle spese condominiali e di quelle di manutenzione straordinaria in caso di comodato d'uso gratuito. Obblighi nascenti dal contratto

Destinazione d'uso del comodato e casa familiare

Affittare casa - La destinazione d'uso del comodato alla casa familiare deve risultare senza dubbi fin dall'inizio dalla volontà delle parti coinvolte nel contratto di comodato.

Il contratto di comodato d'uso

Affittare casa - Nel comodato d'uso una parte consegna all'altra una cosa affinché questa se ne serva per un uso e un tempo stabilito, con l'obbligo di restituirla al comodante.

Non c'è usucapione in caso di comodato dell'immobile

Proprietà - Il comodato ultra ventennale di un immobile comprato con contratto nullo non vale ai fini dell'usucapione. I chiarimenti della sentenza della Corte di Cassazione

Comodato tra destinazione familiare e dovere di assistenza dei figli

Affittare casa - Comodato d'uso tra genitori e figli, priorità all'anziano o alla famiglia? Cassazione: vanno contemperati gli interessi concreti delle famiglie e l'età avanzata

Pagamento e casi particolari riguardanti l'IMU sulla seconda casa

Fisco casa - Se sull'abitazione principale non si paga, eccetto quelle di lusso e di pregio, l'IMU seconda casa è sempre dovuta ma ci sono casi particolari. Ecco quali sono.

Chi paga la TASI?

Fisco casa - La TASI è il tributo comunale sui servizi indivisibili che insieme a IMU e TARI compone la IUC. Chi deve pagarla? Ecco un breve vademecum con tutte le info utili

Tabelle millesimali

Condominio - Le tabelle millesimali servono a ripartire le spese condominiali in modo proporzionale alla superficie e alle caratteristiche delle singole unità immobiliari.

Spese condominiali per la casa coniugale

Ripartizione spese - Marito e moglie sono proprietari (in comunione dei beni) di un'unità immobiliare ubicata in condominio...
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonimo
Mi chiamo Alberto e vorrei avere chiarimenti su una questione che riguarda i rifiuti. Vivo in un condominio e da diversi anni uno dei condomini si occupa di portare fuori i...
anonimo 08 Gennaio 2021 ore 15:19 2
Img giodeco
Buongiorno, vorrei sottoporre il mio caso: nel condominio in cui ho acquistato recentemente casa c'è un condomino che non paga da molto tempo le spese condominiali e...
giodeco 05 Gennaio 2021 ore 17:22 9
Img iside1707
Buongiorno, Siamo un contesto di 4 unità e da luglio i rapporti con i miei vicini si sono incrinati. Il mio vicino tiene la cassa e paga le bollette e fino ad ora siamo...
iside1707 29 Dicembre 2020 ore 19:41 3
Img sandro1965-
Buongiorno, siamo 5 fratelli e sorelle e siamo proprietari di una piccola palazzina (familiare) con 10 appartamenti (termoautonomi e senza ascensore) dislocati su 3 piani e...
sandro1965- 07 Dicembre 2020 ore 13:41 2
Img elisabettafelicetti
Buongiorno, ho acquistato a giugno 2020 l'appartamento nel quale abitavo, in affitto, da 5 anni. Un paio di settimane fa il vecchio proprietario mi manda un prospetto con il quale...
elisabettafelicetti 01 Dicembre 2020 ore 19:56 2