Come risparmiare energia elettrica per l'illuminazione

NEWS DI Impianti17 Novembre 2013 ore 13:02
Il consumo di energia elettrica nelle nostre case talvolta è eccessivo, bastano dei piccoli accorgimenti nella vita di tutti i giorni per ottenere un risparmio.

la luce e il benessere dell'uomoLa questione del risparmio energetico, è un argomento molto sentito sopratutto negli ultimi tempi. Le modalità con cui è possibile raggiungere questo obiettivo sono molteplici una di queste è sicuramente il cercare di risparmiare energia elettrica in casa , cercando allo stesso tempo di mantenere una buona quantità e qualità della luce.


Questi parametri, quantità e qualità della luce, influenzano la visione e la percezione che noi abbiamo delle cose che ci circodano, infatti la luce è da considerarsi un parametro fondamentale per la vita dell'uomo, poiché influenza la sua salute, la sua sicurezza, il suo morale, il comfort abitativo ecc...
Per questo motivo è opportuno che ogni ambiente della casa in virtù del tipo di funzione debba avere un diverso livello di illuminazione.



Come si può intervenire con i punti luce naturali


Un modo per ridurre il consumo energetico legato all'illuminazione artificiale, garantendo però un buon grado d'illuminazione degli ambienti, è quello di massimizzare l'uso della luce naturale in casa.
Questo lo si fa cercando di sfruttare al meglio i punti luce presenti all'interno della nostra abitazione. Giocando quindi sul giusto ingresso di luce diurna nei vari ambienti attraverso l'uso di finestre e lucernai.


Ad oggi la nuova tecnologia ci permette di utilizzare nelle nostre case le finestre ad alta efficienza energetica. Così come un progetto illuminotecnico, consente un uso efficiente dei punti luce naturali in modo da ridurre l'illuminazione artificiale durante le ore diurne, controllando nello stesso tempo anche lo stato di riscaldamento o di raffrescamento degli ambienti.

Ovviamente l'utilizzo ottimale della luce naturale in casa dipende dalla zona climatica in cui ci si trova, quindi dalle condizioni di esposizione solare e dalla conformazione della casa stessa. Importante però è anche considerare dal punto di vista estetico ed architettonico le dimensioni e la posizione delle finestre tenendo sempre presente i punti cardinali.


Infatti tutti i punti luce che si affacciano a sud sono gli ideali per l'ingresso della luce naturale e per moderare le temperature stagionali. Questi permettono l'ingresso della luce solare in inverno, ma durante il periodo estivo la limitano se sono ombreggiati in modo opportuno. Le aperture esposte a nord invece danno un buon apporto di luce solare durante il giorno, durante il periodo estivo limitano l'apporto di carichi termici. Le finestre ad est e ovest forniscono una buona penetrazione della luce solare sia durante il mattino, sia durante il pomeriggio, ma possono provocare abbagliamento e notevole apporto di calore durante il periodo estivo, contribuendo poco al riscaldamento solare durante l'inverno.



Come si può intervenire con i punti luce artificiali


corpi illuminanti

Nelle nostre case il consumo di energia elettrica è rappresentato per circa il 15% dall'illuminazione artificiale. Oggi le nuove tecnologie di illuminazione ci consentono di avere una riduzione dei consumi di energia elettrica nelle abitazioni pari al 70% circa. Questo è possibile grazie all'utilizzo di corpi illuminanti definiti ad alta efficienza energetica.

Ma questo non basta, ci sono altri fattori che sicuramente concorrono alla riduzione di consumi elettrici, stiamo parlando del controllo dell'illuminazione, cioè controllare l'attivazione o la disattivazione automatica dell'illuminazione in base alle esigenze, la manutenzione base del sistema che consente di mantenerla ad un livello di efficienza energetica ottimale indicandoci quando spegnere le luci ad incandescenza e fluorescenti.


Quanto si risparmia spegnendo le lampadine?


Sicuramente ogni lampadina è diversa dalle altre, quindi non possiamo parlare a linee generali del risparmio energetico dovuto allo spegnimento delle luci poiché questo dipende dal tipo di lampade e dal prezzo dell'energia elettrica.

lampade ad incandescenzaBisogna sapere che ogni lampada tra le sue caratteristiche richiama un parametro che si definisce durata nominale di funzionamento, che rappresenta il numero totale di ore di luce che questa riuscirà a garantire. Ovviamente la vita di una lampadina è influenzata dal suo utilizzo e dal numero di volte con cui viene attivata e disattivata. Quante più volte viene accesa e spenta una lampadina, minore sarà la sua vita operativa.


Caso a sè sono le lampade ad incandescenza che di norma dovrebbero essere spente ogni volta che non sono necessarie. Il loro utilizzo è ampiamente diffuso poiché sono poco costose, ma sono delle lampadine relativamente inefficienti.
Infatti queste lampadine assorbono tantissima energia elettrica, ma di tutta questa energia assorbita buona parte viene trasformata in calore, solo il 10%-15% diventa effettivamente energia elettrica.
È opportuno quindi spegnere la luce quando effettivamente non serve, così da ottenere un consistente risparmio economico.

Inoltre c'è da specificare che le lamapade ad incandescenza dal primo settembre 2012 non sono più commercializzate.
lampade fluorescenti
Se invece abbiamo a che fare con le lampade fluorescenti bisogna considerare che il loro funzionamento è diverso, queste non forniscono luce immediata, ma impiegano un po più di tempo per accendersi. Infatti proprio per questo motivo se si abbandona una stanza per un periodo di tempo che non supera i 15 minuti, può essere conveniente lasciare la luce accesa.

Questo tipo di lampade fluorescenti sono più costose da acquistare rispetto a quelle ad incandescenza. La loro vita utile è influenzata essenzialmente dal numero di volte in cui vengono accese e spente. Ovviamente in funzione del tipo di lampada, del suo costo e dell'utilizzo che se ne fa si può cercare di trovare il giusto compromesso per poter ottenere un risparmio energetico consistente.


In definitiva per poter ottenere un risparmio energetico in termini di energia elettrica, bisogna cercare di avere nelle nostre case un buon progetto illuminotecnico e nel contempo fare un uso moderato delle luci artificiali presenti nelle nostre case.

riproduzione riservata
Articolo: Come risparmiare energia elettrica per l'illuminazione
Valutazione: 5.44 / 6 basato su 9 voti.

Come risparmiare energia elettrica per l'illuminazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Come risparmiare energia elettrica per l'illuminazione che potrebbero interessarti
Progetti per illuminare

Progetti per illuminare

Progettazione - Progettare un apparecchio per illuminare: dalla richiesta del committente all'idea progettuale, e quindi al disegno, al prodotto finale.
Dispositivi Illuminazioni esterne

Dispositivi Illuminazioni esterne

Impianti - L'illuminazione degli esterni per case o ville è influenzata da fattori estetici ed economici ed è per questo possibile definire scenari a tema ed a tempo.
Parati che illuminano

Parati che illuminano

Arredamento - La tecnologia dei led di nuova generazione per illuminare gli ambienti.

Inquinamento luminoso

Progettazione - Inquinamento invisibile, ecco come si può definire l'inquinamento luminoso. Basta fare attenzione nella scelta e nel posizionamento dei punti luce per ridurlo.

Case del futuro

Progettazione - Inaugurato a Brescia il progetto B.I.R.D., un complesso residenziale a misura di anziani, ecosostenibile ed autonomo energeticamente.

Uso dei Led in edilizia

Progettazione - Vediamo qualche soluzione che sfrutta la tecnologia a Led per la progettazione illuminotecnica di percorsi definiti, spesso soluzioni architettoniche vere e proprie.

KNAUF a favore del risparmio energetico

Materiali edili - Castellina Marittima, 10 aprile 2008 - Knauf Italia, leader nella produzione di materiali a secco per l'edilizia, annuncia il proprio impegno nel sostenere

Addio vecchia lampadina

Normative - Le nuove lampadine a fluorescenza consentono un notevole risparmio energetico, durano in media 10 volte in più rispetto alle normali lampadine e consumano fino a 5 volte meno.

Uso intelligente dell'energia in casa

Impianti - Oggi l'uso intelligente dell'energia in casa può permetterci di avere un notevole risparmio sulla bolletta. Ecco alcuni semplici accorgimenti da poter adottare.
REGISTRATI COME UTENTE
295.399 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Kit illuminazione fotovoltaica
    Kit illuminazione fotovoltaica...
    179.00
  • Progettazione bagno con illuminazione
    Progettazione bagno con...
    300.00
  • Lampada arcadia freshwater 25 watt 750 mm
    Lampada arcadia freshwater 25 watt...
    25.86
  • Lampada a led modello firenze per giardini
    Lampada a led modello firenze per...
    39.89
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.