Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Detrazione fiscale 50% del box auto

NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali19 Luglio 2019 ore 11:38
Le spese per la realizzazione di un box auto anche per il 2019 si possono detrarre, ma a determinate condizioni. Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate.

Detrazioni fiscali e realizzo di box auto


Le spese sostenute per la costruzione del box auto a determinate condizioni sono detraibili dall'imposta lorda delle persone fisiche.

Detrazione 50% box auto: come fare
Infatti, la costruzione del box è tra gli interventi per le cui spese la legge (art. 16-bis, DPR n. 917/1986, T.U.I.R., Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi, intitolato:

Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici (D.P.R. n. 917/1986)

prevede la detrazione fiscale al 36% e con un tetto massimo di spesa di euro 48.000 per unità immobiliare.

In breve, è possibile ottenere una detrazione dall'imposta lorda da corrispondere ai fini IRPEF pari al 36% delle:

spese documentate, sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l'immobile sul quale sono effettuati gli interventi (v. art. 16-bis D.P.R. n. 917/1976)


In particolare, per l'ipotesi in esame, deve trattarsi di spese sostenute per la costruzione di autorimesse o posti auto pertinenziali (anche di proprietà comune) (v. art. 16-bis, co.1, lett.d), TUIR).


Detrazione box auto e Legge di Bilancio 2019


La percentuale e il tetto di spesa previsti dalla legge sono di questi tempi modificate di anno in anno (dunque per tempi determinati).

Detrazione box auto, legge di Bilancio 2017
Anche con la Legge di Bilancio per il 2019 le detrazioni, nella misura del 50% (salvo ipotesi specifiche), sono state prorogate per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019 (ulteriori modifiche normative siono state inserite nel corso dell'anno).


Realizzazione del box auto e acquisto box auto


In particolare, l'art. 16-bis, D.P.R. n. 917/1986, alla lettera d) si riferisce testualmente agli interventi:
 relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali anche a proprietà comune (art. 16-bis, co.1 lett.d, D.P.R. n. 917/1096), ma vale anche per le spese di acquisto di un box già realizzato, limitatamente però ai costi di realizzo comprovati dall'attestazione rilasciata dal costruttore.

Realizzazione e acquisto box auto, detrazioni
Dunque, la spesa che gode della detrazione è quella sostenuta per la realizzazione del bene, ma è ammessa anche quando si acquista un bene già costruito.

L’importante è che si tratti di un box costruito ex novo: non sono infatti ammessi alla detrazione i box ristrutturati, lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la Risposta ad interpello n. 6 del 2018 (evidenziando che così si evince dai documenti quali Circ. n. 121/1998 e Circ. n. 7/2018).

Il documento conclude così:

fermo restando che la riconducibilità di un determinato intervento edilizio nell’ambito della ristrutturazione edilizia, piuttosto che nell’ambito della nuova costruzione comporta valutazioni tecniche che esulano dalla competenza esercitabile in sede di risposta all’istanza di interpello - nella fattispecie prospettata, posto che il box auto che il contribuente ha acquistato deriva da un intervento di ristrutturazione di un immobile ad uso abitativo con cambio di destinazione d’uso e non da un intervento di nuova costruzione, lo stesso non risulta agevolabile Risoluzione n. 6/2018.



Box auto, detrazione fiscale e pertinenzialità


Requisito indispensabile perché l'operazione possa godere della detrazione in parola è quello della pertinenzialità del box rispetto all'abitazione: la pertinenzialità deve risultare con chiarezza, come chiariscono le varie circolari di cui si riferisce più avanti.


Pagamenti, detrazione box auto e Agenzia delle Entrate


Esempio di box di pertinenzaSenza pretesa di esaustività riferiamo qui in sintesi il contenuto di alcune circolari emesse dall'Agenzia dell'Entrate in materia.

In particolare ci riferiamo alla domanda se possano godere delle detrazioni le spese sostenute in assenza di atto (preliminare registrato o rogito) e alla questione se sia ammesso alla detrazione il pagamento diverso dal bonifico.

Sul punto l'Agenzia si è espressa con la Circolare n. 43/E del 18 novembre 2016.

Con la Circolare n.55 del 2002 l'Agenzia ha riconosciuto la detrazione delle spese sostenute prima del rogito alla condizione che vi fosse un preliminare registrato e che dallo stesso risultasse la pertinenzialità del box.

Con la Risoluzione 38/E del 2008 l'Agenzia ha poi chiarito che al momento del pagamento si deve poter verificare la pertinenzialità del bene.

Dunque ha escluso che si possano riconoscere le detrazioni nel caso in cui il pagamento sia avvenuto prima del definitivo e senza la stipula (e registrazione) del preliminare da cui risulti il vincolo pertinenziale tra il box e l’immobile, anche se il definitivo è stato stipulato nello stesso periodo d'imposta.

Successivamente, con la Risoluzione n. 7/E del 13 gennaio 2011, l'Agenzia risponde positivamente alla particolare questione riguardante la detraibilità di pagamenti effettuati nello stesso giorno dell'atto, ma qualche ora prima (sempre che sussistano tutte le altre condizioni), motivando che anche se al momento del pagamento la destinazione della pertinenzialità non sia stata attribuita, ma ciò accada comunque nella stessa giornata (anche se qualche ora dopo) con la firma del rogito

la condizione prevista dalla legge ai fini della fruizione del beneficio può considerarsi comunque realizzata (Ris. n. 7/2011).




Detrazione box auto e atto, Circ. 43/E Ag. Entrate: inversione di rotta


Più di recente l'Agenzia ha effettuato un'inversione di rotta: con la Circolare n. 43/E del 18 novembre 2016 ha dichiarato di ritenere applicabile la detrazione anche per i pagamenti effettuati prima dell'atto notarile o in assenza del preliminare registrato, purché il vincolo pertinenziale risulti

costituito e riportato nel contratto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il contribuente si avvale della detrazione (Circ. n. 43/2016)



Specificando poi, per quanto qui interessa, che

in generale, può ritenersi possibile che il promissario acquirente di un box pertinenziale... possa beneficiare della detrazione per gli importi versati in acconto sull’acquisto dell’immobile o versati per i lavori di ristrutturazione a condizione che alla data di presentazione della dichiarazione dei redditi siano stati registrati il preliminare di acquisto o il rogito (Circ. n. 43/2016).




Detrazione box e bonifico, Circ. 43/E Ag. Entrate: altra inversione di rotta


Con la stessa Circolare l'Agenzia dell'Entrate ha poi chiarito un importante dubbio.
Rispondendo ad un quesito posto da un contribuente, l'Agenzia spiega che per potere usufruire della detrazione non è necessario il bonifico bancario/postale.

Nel caso in cui infatti il pagamento sia avvenuto tramite altre modalità (es. assegni bancari), si può comunque godere del beneficio percorrendo determinati passi, che riportiamo brevemente.

L'Agenzia premette che il pagamento mediante bonifico è stato previsto dal DM n. 41 del 1998, il quale specifica (v. art.4) che altre modalità di pagamento non consentono la fruizione dell'agevolazione.

Aggiunge l'Agenzia che il pagamento mediante il bonifico bancario/postale ha acquisito, peraltro, una funzione strumentale all’applicazione della ritenuta d’acconto, che le banche e Poste Italiane devono operare (v. art. 25, DL. 78/2010 ed il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 giugno 2010) nei confronti di coloro nei cui confronti vengono accreditati i compensi per la realizzazione dell'intervento.

Così come si era esclusa la fruibilità della detrazione nel caso in cui la non corretta compilazione del bonifico impedisse la detta ritenuta d'acconto, salva la ripetizione del pagamento in modo corretto (Circ. Ag. Entrate n. 55/2012).

Pertinenzialità box auto detrazioni
Ebbene, con la Circolare 43/E l'Agenzia ammette la detrazione anche se il pagamento mediante bonifico non è più ripetibile purché:

risulti comunque soddisfatta la finalità della norma agevolativa, tesa alla corretta tassazione del reddito derivante dalla esecuzione delle opere di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica (Circ. n. 43/2016).


Si ammette dunque una modalità di pagamento diversa dal bonifico.

A determinate condizioni, però: il pagamento deve risultare dall'attestato dell'atto notarile e il venditore deve fornire all'acquirente, oltre alla certificazione del costo di realizzo del box,

una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti che i corrispettivi accreditati a suo favore sono stati inclusi nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del reddito del percipiente (Circ. n. 43/2016).


Inoltre, prosegue l'Agenzia, la detrazione è possibile anche nei casi in cui il bonifico sia stato effettuato sì, ma in maniera non corretta impedendo alle banche e alle Poste Italiane di effettuare correttamente la ritenuta suindicata: a tali fini il beneficiario dell’accredito deve attestare:

nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio di aver ricevuto le somme e di averle incluse nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del suo reddito (Circ. n. 43/2016)


Il contribuente dovrà esibire la detta documentazione al professionista o al CAF per la compilazione della dichiarazione dei redditi, o, comunque, se richiesto, agli uffici dell'amministrazione finanziaria. Come sempre, consigliamo la consulenza di professionisti esperti e la lettura integrale dei testi.

riproduzione riservata
Articolo: Come ottenere la detrazione 50 per box auto
Valutazione: 4.83 / 6 basato su 92 voti.

Come ottenere la detrazione 50 per box auto: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giuseppe12
    Giuseppe12
    Venerdì 1 Dicembre 2017, alle ore 09:35
    Buongiorno,
    sto per acquistare una casa con annesso box.
    A breve faccio il prelimianare di vendita e lascio caparra.
    Devo specificare già adesso il fatto delle agevolazioni, oppure posso posticipare il tutto al momento della stipula?
    Mi farei rilasciare dichiarazione dal costruttore riguardante i costi e poi anche la dichiarazione di avvenuto incasso. pagherei con due assegni uno per la casa e uno coincidente con i costi del box. 
    Cosa mi consigliate?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Zorneg59@gmail.com
    Zorneg59@gmail.com
    Domenica 17 Settembre 2017, alle ore 17:23
    Buongiornosi può avere la detrazione fiscale al 50% anche per la costruzione di un secondo  box auto  per la medesima abitazionegrazie zorneg59 
    rispondi al commento
  • Angela
    Angela
    Venerdì 23 Giugno 2017, alle ore 12:22
    Abbiamo acquistato box aggiuntivo e posto auto pertinenziali.
    Bonifico effettuato sull'importo relativo alle spese di realizzazione dichiarato dal costruttore, maggiorate dell'I.V.A.
    Nella dichiarazione dei redditi va inserito l'importo totale del bonifico/fattura o detratta l'I.V.A.?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Angela
      Venerdì 30 Giugno 2017, alle ore 15:44
      Guarda, non saprei darti una risposat precisa... però ti mando questa circolare che ai punti 10 e 10.2 parla di detrazione iva e cumulo delle detrazioni con box... potrebbe esserti utile
      rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Angela
      Venerdì 30 Giugno 2017, alle ore 15:57
      Opss...scusa Angela, completo la mia risposta, Circolare 20 del 2016, eccolaOps..scusa.Circolare 20 del 2016 http://def.finanze.it/DocTribFrontend/getPrassiDetail.do?id=%7bC7C53951-E6AB-44C9-8969-442AF97A06C9%7d
      rispondi al commento
  • Renato
    Renato
    Venerdì 9 Giugno 2017, alle ore 18:53
    Acquisto box auto pertinenziale immobile a/b detraz-50% costo costruzione max 96.000- seconda casa:si può detrarre anche il 50% del 10% IVA, extra da 96.000 o entro 96.000€ ?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Renato
      Lunedì 19 Giugno 2017, alle ore 16:28
      Ciao, dovresti trovare le risposte alle tue domande su questo link ad un articolo di lavorincasa e alla recente circolare 8E del 2017 dell'Agenzia delle Entrate (questa da pagg. 243 e ss.).https://www.lavorincasa.it/detrazione-iva-acquisto-immobili/http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/normativa+e+prassi/circolari/archivio+circolari/circolari+2017/aprile+2017/circolare+7+04042017/CIRCOLARE+7_E+DEL+4+APRILE+2017.pdf
      rispondi al commento
  • Gianni
    Gianni
    Domenica 19 Marzo 2017, alle ore 10:45
    Ho venduto un garage ad una persona che ha costruito la sua prima casa su un terreno di proprietà della sua famiglia.
    Il notaio afferma che detto garage (che dista 200m da detta abitazione) non può essere considerato pertinenza in quanto la casa dell'acquirente non è stata acquistata con rogito notarile.
    Sono alquanto perplesso; mi sembra una norma iniqua.
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Gianni
      Giovedì 23 Marzo 2017, alle ore 16:15
      Premetto che non sono un 'esperta e certo non ci si può sostituire ad un notaio, per giunta senza una conoscenza dettagliata della questione. Per rispondere alla tua domanda, io comunque so che in generale non è necessario il rogito notarile se l'abitazione è costruita direttamente; è però necessario che il box risulti, sulla documentazione, di pertinenza dell'abitazione. Poi a me risulta che la detrazione è possibile quando a vendere è un impresa e solo (se li prova) per i costi sostenuti per la costruzione; tu parli per conto di un'impresa? Ho anche qualche dubbio che il garage possa essere considerato pertinenza, data la distanza...
      rispondi al commento
  • Svevavolo
    Svevavolo
    Mercoledì 15 Marzo 2017, alle ore 15:35
    Ciao, ti invio il link alla guida dell'Agenzia delle entrate uscita da poco  http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_ristrutturazioni_edilizie.pdf
    rispondi al commento
  • Stefano
    Stefano
    Mercoledì 15 Marzo 2017, alle ore 15:16
    Sto per acquistare un immobile da privato che nel 2011-2013 ha ristrutturto tutto e ha realizzato un posto auto di pertinenza della casa.
    Se il venditore (un privato) avesse ancora le fatture relative al costo sostenuto per la realizzazione del posto auto, potrei usufruire della detrazione fiscale?
    In caso affermativo, oltre alle fatture che il venditore ha ricevuto dalla ditta di costruzione del tempo, cosa devo farmi dare?
    rispondi al commento
  • Salvo
    Salvo
    Venerdì 10 Marzo 2017, alle ore 20:12
    Tra qualche mese acquisterò un garage dallo stesso costruttore che mi ha venduto casa nel 2013 e situato all'interno del cortile dove c'è la stessa: non l'ho preso subito per ammortizzare un pò le spese.
    A quanto pare e letto in giro, potrò beneficiare delle detrazioni fiscali anche se l'acquisto dello stesso non è contestuale all'acquisto della casa.
    Qualcuno mi saprebbe indicare l'iter da seguire e quale documentazione produrre?
    rispondi al commento
  • Kettj
    Kettj
    Venerdì 24 Febbraio 2017, alle ore 09:41
    Nel caso da me sopra esposto il mio dubbio riguarda l'attestazione del costruttore con le spese di realizzazione del box.
    Nella nostra situazione di costruzione su un terreno di proprietà non dovrebbe essere necessaria.
    Giusto?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Kettj
      Venerdì 24 Febbraio 2017, alle ore 18:20
      A me risulta che l'attestazione sia necessiara anche nel tuo caso.
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
305.701 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Walky barrier divisorio per auto
    Walky barrier divisorio per auto...
    62.83
  • Box auto prefabbricato
    Box auto prefabbricato...
    6300.00
  • Box auto tunnel con telo in pvc
    Box auto tunnel con telo in pvc...
    948.00
  • Gazebo carport auto
    Gazebo carport auto...
    210.00
  • Compressore aria portatile per auto
    Compressore aria portatile per auto...
    49.99
  • Tosaerba a filo cordless
    Tosaerba a filo cordless...
    125.99
Notizie che trattano Come ottenere la detrazione 50 per box auto che potrebbero interessarti
Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazioni fiscali a favore dell'unico proprietario di un edificio per i lavori di ristrutturazione eseguiti sulle parti comuni delle varie unità immobiliari.
Tagli alle detrazioni fiscali

Tagli alle detrazioni fiscali

Normative - Approvata alla Camera la legge di conversione della Manovra Finanziaria che introduce una serie di tagli a tutte le agevolazioni fiscali, comprese quelle per la casa.

Agevolazioni fiscali: la deduzione per l'abitazione principale

Fisco casa - Per l'abitazione principale è prevista la deduzione dal reddito complessivo di un importo fino all'ammontare della rendita catastale dell'immobile e delle pertinenze.

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.

Ecobonus 2018: è attivo il portale online di Enea per la trasmissione dati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il portale online dell'Enea è attivo. Possibile effettuare la trasmissione dei dati per fruire dei benefici fiscali per interventi di riqualificazione energetica

Ecobonus per condomini: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - A quattro mesi dalle novità sull'ecobonus condomini ancora si attende il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate per le modalità di cessione delle detrazioni fiscali

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alessandramauro
Abbiamo un box sotterraneo (tra l'altro, l'ultimo di decine), la cui serranda il precedente proprietario aveva dipinto di un colore diverso dagli altri (non è l'unico),...
alessandramauro 21 Giugno 2016 ore 17:51 1
Img maryquant
Gentili amici del forum,torno su un argomento già affrontato.A breve dovremmo iniziare i lavori di rifacimento della pavimentazione del comparto box auto.Siccome la spesa...
maryquant 23 Maggio 2015 ore 06:23 6
Img alessandro.gonfiantini.5
Salve.Sono proprietario di due posti auto coperti situati in un locale garage condominiale.Avrei intenzione di trasformarli in un box vero e proprio, separandoli da quelli attigui...
alessandro.gonfiantini.5 25 Marzo 2015 ore 15:26 2
Img leonecerv
Chi deve pagare e con quali quote millesimali le riparazioni acque di scolo dei box auto?...
leonecerv 22 Gennaio 2016 ore 12:54 3
Img stefaniacano
Pongo un quesito: proprietaria di una porzione di cascina in centro paese, isola pedonale, sotto una delle camere da letto ho un box di proprietà di un altro condomino. Il...
stefaniacano 31 Agosto 2018 ore 13:28 1