• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Kit per la coltivazione idroponica fai da te domestica

Cos'è la coltura idroponica, quali sono i vantaggi e come realizzarla in casa. Un'idea all'apparenza innovativa che affonda le sue radici in tempi molto antichi
Pubblicato il / Aggiornato il

Che cos'è una coltura idroponica


Quello di cui ci accingiamo a parlare è una particolare tecnica per coltivare le piante in assenza del normale terreno (coltura geoponica), utilizzando solo dei substrati inerti atti a supportare la pianta, le cui radici sono immerse in una soluzione di acqua e concimi che le daranno l'apporto nutritivo per farla crescere.
I componenti per realizzare il substrato per il sistema idroponico possono essere molti. Argilla espansa, lana di roccia o della perlite, il cui scopo è solamente quello di sorreggere la pianta mantenendo un'ottima aereazione.

Una curiosità: Le culture idroponiche non sono una scoperta recente.
Fu infatti Leonardo DaVinci circa 500 anni fa che per primo, intuì che le piante potevano crescere anche in assenza di terreno.


Vantaggi della coltura idroponica


Questa particolare tecnica offre numerosi vantaggi, tra cui un maggiore controllo sui fattori di crescita della pianta e anche la possibilità di poter coltivare in ambienti chiusi e in vertical farm, per ottimizzare al massimo gli spazi.

Kit per la coltivazione idroponica AeroGarden
Gli impianti idroponici riducono moltissimo gli sprechi idrici e quelli dei nutrienti che non sono stati consumati dalle piante.

Si accorceranno anche sensibilmente i tempi di crescita per molti tipi di piante anche fino al 50%. Coltivare piante in ambito domestico, inoltre, le esporrà a molte meno malattie e parassiti. Il che si traduce in un azzeramento nell'utilizzo di pesticidi.

Un substrato in lana di roccia per coltura idroponica by CVERY
Infine, un fattore da non sottovalutare è che coltivare qualche cosa per conto proprio può essere divertente e molto appagante, anche per chi non ha la fortuna di possedere un giardino.

Le piante cresciute in culture idroponiche però non possono essere considerate organiche. Non esiste infatti un fertilizzante completamente organico per questo genere di coltura. Va detto, però, che in questa maniera non c'è il rischio di far assorbire alla pianta tracce di metalli pesanti o agenti tossici di alcun genere.


Sistemi di coltura idroponica


Le tecniche di coltivazione idroponica sono essenzialmente due.
La prima è a ciclo aperto, dove l'acqua passa tra le radici delle piante con i sali minerali e nutrienti in essa disciolti per poi venir scaricata.

Coltura idroponica a ciclo aperto
Molto più interessante è il modello a ciclo chiuso che minimizza gli sprechi, dove l'acqua scorre e viene recuperata insieme a tutte le sostanze nutritive presenti in essa non consumati.

CONSIGLIATO amazon-seller
Concime idroponica
€ 9.9
invece di € 12.9 COMPRA


Questo sistema si potrà tranquillamente assemblare in casa anche solo con un minimo di manualità. Ma nel caso in cui si desideri tutto e subito, in commercio sono anche presenti kit pronti all'uso in cui basterà inserire acqua e fertilizzanti per far crescere piante di ogni specie.


Valori di Ph ottimali per coltura idroponica


Il ph dell'acqua per la coltura idroponica si deve aggirare intorno al 5,8 - 6,0. Esistono vari metodi per controllare questo valore.
Misuratore di Ph by DustGoIl primo è quello della cartina tornasole, molto semplice ma non proprio preciso.
In alternativa, senza necessariamente svenarsi, su Amazon si troveranno tester elettronici per misurare il Ph dell'acqua molto affidabili, economici e precisi.


Ec e temperatura ideali nell'agricoltura idroponica


Altri due valori fondamentali per far crescere al meglio le piante sono l'EC, ovvero il valore che misura la conducibilità elettrica e la temperatura.

Questo valore varia in base ai sali disciolti in acqua. Quindi, per variarlo basterà aggiungere acqua, nel caso sia troppo alto, o mettere altre sostanze nutritive nel caso in cui invece dovesse risultare basso.

CONSIGLIATO amazon-seller
Conduttivimetro
€ 22.95
COMPRA


Nella fase di germinazione della pianta l'EC dovrà oscillare tra un minimo di 0,6 e un massimo di 1,0 mentre, nella fase di fioritura e crescita tra un minimo di 1,0 e un massimo di 2,0. Alla fine della fioritura è bene tornare ai valori iniziali.

Per misurare questo valore servirà un conduttivimetro.
Infine, la temperatura, anch'essa molto importante nell'idroponica, dovrà aggirarsi tra i 15°C e i 23°C.

Come costruire una coltura idroponica in casa: da dove iniziare


Un impianto idroponico fai da te è possibile da realizzare e nemmeno troppo complicato. Il più semplice, ma non per questo meno efficace, da costruire è il sistema DWC (dall'inglese Deep Water Colture).

In pratica le piante sono sospese in vasi a rete con l'impianto radicale che si estenderà verso il basso, dove potranno pescare dall'acqua tutti i nutrienti di cui hanno bisogno. Ecco che cosa serve per realizzarne uno:

  • un secchio in plastica che fungerà da serbatoio;

  • un coperchio;

  • vasi a rete;

  • una pompa per acquario;

  • una pietra porosa da acquario;

  • un tubo;

  • tubo per il controllo del livello dell'acqua (opzionale;

  • Luci a LED (opzionali);

  • argilla espansa.

Per il secchio andrà benissimo anche uno di quelli che contengono vernice (ovviamente doverosamente pulito), comodo perché avrà già un suo coperchio a tenuta.

Vaso a rete per coltura idroponica
L'importante è che il secchio non sia trasparente, altrimenti la luce, penetrando, favorirebbe la proliferazione di alghe e microorganismi.
Un buon trucco per non far scaldare l'acqua sarà anche quello di foderare il secchio con della pellicola di allumino.


Creare una coltura idroponica passo passo


Il primo step sarà quello di praticare un foro nel coperchio per potervi alloggiare il vaso a rete, in modo che rimanga in sospensione e non cada dentro l'acqua.
Per farlo basterà praticare il suddetto buco con un diametro leggermente inferiore a quello del vaso.

Praticare i vari fori come indicato nella foto
A questo punto utilizzando un trapano o un cacciavite scaldato, praticare un altro foro sul bordo del secchio in alto, tenendo in questo caso conto del diametro del tubo dell'ossigenatore.

Inserire, quindi, il tubo nel foro e sistemare sul fondo del secchio una pietra porosa da acquario. Quelle ideali sono di forma circolare (vedi foto) perché garantiscono un'ottima distribuzione delle sostanze nutritive rimescolando al contempo molto bene l'acqua.

Pietra porosa by PietyPet per l'ossigenazione dell'acqua
Collegare a questo punto il tubo alla pietra porosa da una parte, e dall'altra la pompa dell'aria (tutto reperibile su Amazon). Ossigenazione, nutrimenti disciolti e movimento dell'acqua sono essenziali per avere un rigoglioso orto idroponico.

Opzioni aggiuntive


Volendo, è possibile praticare un altro foro per inserire un tubo per il controllo del livello dell'acqua senza dover necessariamente aprire il secchio ogni volta.

Questo ci aiuta a controllare eventuali perdite. Inoltre, permetterà di svuotare la vasca in maniera molto agevole.

Tubo di controllo by Plantit
Se la casa in cui si abita non ha una buona esposizione al sole o addirittura, non ha un balcone, è possibile acquistare su Amazon anche a pochi euro, lampade a led che simuleranno il ciclo giorno notte, permettendo alla coltura idroponica di crescere ovunque.

CONSIGLIATO amazon-seller
Luci led piante
€ 25.99
COMPRA


Le luci a LED possono essere sia appese che da terra. In questo caso, per comodità, è sicuramente meglio scegliere la seconda opzione in modo da poter spostare la coltura idroponica fai da te in maniera molto più agevole.


Coltura idroponica fai da te: scelta e messa in dimora della pianta


A questo punto non resta che sistemare la piantina nel vaso a rete.
Questa dovrà essere già germinata. Toglierla dal vaso e alloggiarla con ancora un po' della sua terra nell'argilla espansa, in modo che risulti stabile.

Ora non resta altro che attendere la sua crescita rigogliosa. Ricordarsi sempre di controllare i livelli dell'acqua e i valori di EC, Ph e temperatura.


Kit per coltivazione idroponica


Su Amazon c'è l'imbarazzo della scelta per i kit di coltivazione idroponica pronti all'uso. In quasi tutti i casi basterà veramente pochissimo impegno.

Cambiare solamente l'acqua di tanto in tanto e concimare le piantine sarà più che sufficiente.


Proponiamo due soluzioni qui sotto che si distinguono essenzialmente per l'ingombro, ma entrambe daranno veramente molte soddisfazioni.

Kit idroponico AereoGarden


La ditta AeroGarden ad esempio, permetterà di avere un orto di erbe aromatiche e non solo, anche coltivandolo direttamente dentro casa. Sarà possibile far crescere fino a 6 piantine contemporaneamente che una volta adulte, potranno anche essere travasate in terra.

CONSIGLIATO amazon-seller
Idroponica aerogarden
€ 21.99
COMPRA


Il kit possiede un sistema di illuminazione da 20 watt e un semplice pannello di controllo che avvertirà l'utente quando bisognerà aggiungere acqua e sostanze nutritive.

Separatamente potranno essere acquistati kit di semi che permetteranno di far nascere tante piante differenti:

  • basilico genovese;

  • basilico Tailandese;

  • prezzemolo riccio;

  • aneto;

  • timo;

  • menta.

Questo kit per la crescita delle erbe aromatiche rappresenta indubbiamente il non plus ultra sul mercato.

Serra Idroponica Acquaragia


Questo sistema di coltivazione idroponica è più grande, il che permetterà di far crescere anche piante differenti rispetto al precedente kit preso in esame.

Senza utilizzo di erbicidi e diserbanti crescerà tutto quanto in maniera più sana e a una velocità circa il doppio, rispetto alle normali colture geoponiche.

La serra idroponica indoor Acquaragia
Anche questo sistema è munito di una lampada integrata che permetterà di poter coltivare a piacimento anche dentro casa. Grazie a una ventola posta nella zona bassa, l'impianto riuscirà a mantenere sempre una temperatura ideale per le piante.

Il kit di coltura idroponica Acquaragia è dotato di 15 alloggiamenti e di un serbatoio da 9 litri.

Insomma, sia per gli amanti del fai da te, sia per chi vuol solamente mangiar sano, la soluzione della coltura idroponica è senza ombra di dubbio utilissima, oltre che divertente.

riproduzione riservata
Coltivazione idroponica domestica
Valutazione: 5.33 / 6 basato su 9 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Felicemandelli
    Felicemandelli
    Mercoledì 19 Ottobre 2016, alle ore 15:58
    Sto ancora pensando e un ottima idea bisogna comincerei con una coltura piccola per cominciare
    rispondi al commento
    • Felicemandelli
      Felicemandelli Felicemandelli
      Mercoledì 19 Ottobre 2016, alle ore 16:04
      Ci provero
      rispondi al commento
  • Yakoubi Nizar
    Yakoubi Nizar
    Domenica 3 Febbraio 2013, alle ore 19:09
    Buonasera, Arch. Caiazzo, mi Chiamo Yakoubi Nizar abito a Tunisi e sono molto interressato ad avviare un'attivita di mia proprietaà di coltivazione lattuga in idroponica, solo che non sono tanto esperto nel settore.
    Mi piace come idea, ma vorrei approfondirmi di più per poter capire la quantità dei fertilizzanti nell'acqua e anche per la coltivazione del foraggio.
    Spero molto che mi possa aiutare nel mio progetto. Saluti Nizar
    rispondi al commento
    • Arch.caiazzo
      Arch.caiazzo Yakoubi Nizar
      Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 07:47
      Per Yakoubi Nizar: Buongiorno Yakoubi, per avere maggiori informazioni e approfondire la coltivazione idroponica, può visitare www.coltivazioneindoor.it dove troverà manuali e testi specifici, sia sul metodo generale, sia, nello specifico, su fertilizzanti e soluzioni da utilizzare.
      Spero Le siano utili. Saluti
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.801 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI